Mauro Vecchio

USA, scagionato lo stalker di Twitter

Un cittadino californiano č stato liberato dalle accuse dei federali. Le minacce su Twitter sarebbero tutelate dal Primo Emendamento della Costituzione. Fondamentale il ruolo del mezzo minatorio

Roma - Č una sentenza che potrebbe avere notevole influenza su certe manifestazioni della libertà d'espressione su Internet e in modo particolare sulle principali piattaforme social. Un giudice del Maryland ha infatti assolto il cittadino californiano William Lawrence Cassidy, precedentemente incriminato per aver minacciato su Twitter un leader spirituale buddhista.

"Fai un favore al mondo: ucciditi. Post Scriptum, buona giornata". Č uno degli inquietanti cinguettii pubblicati da Cassidy nei confronti di Alyce Zeoli, appunto figura di spicco nel movimento religioso. Secondo l'accusa, i numerosi micropost avrebbero generato nella donna uno stato di fortissimo stress emotivo.

Pare infatti che Zeoli - attualmente residente nello stato del Maryland - non sia riuscita ad uscire di casa per un anno e mezzo, a parte qualche visita dallo psichiatra. I federali statunitensi avevano sottolineato come le dichiarazioni in 140 caratteri fossero andate decisamente oltre l'incoraggiamento al suicidio.
Ma il giudice a stelle e strisce ha ora scagionato Cassidy, sottolineando come una sua condanna possa costituire violazione del Primo Emendamento della Costituzione a stelle e strisce. Nonostante lo spavento e lo stress emotivo creato nella donna, le minacce su Twitter andrebbero tutelate con il principio di libertà d'espressione.

Sempre secondo la corte, un blog o un profilo Twitter andrebbe considerato alla stregua di una vecchia BBS, e dunque separato dalle linee telefoniche o dalla posta elettronica. In altre parole, ciò che viene pubblicato in uno spazio aperto e di discussione resterebbe distinto dai messaggi minatori veicolati a specifici destinatari.

Mauro Vecchio
Notizie collegate
  • AttualitàUSA, uno stalker in 130 profiliIl 22enne Jesus Felix arrestato dalla polizia di Los Angeles. E' accusato di aver creato 130 account fasulli su Facebook, nel tentativo di assalire a mezzo web la sua ex-fidanzata di 16 anni. Pubblicate anche foto spinte su Craigslist
  • AttualitàFacebook e lo stalking in bluUn giovane di Potenza condannato ai domiciliari per molestie nei confronti della sua ex-ragazza. Aveva caricato su Facebook anche un filmato a luci rosse risalente alla loro relazione. La Cassazione impone la linea dura
4 Commenti alla Notizia USA, scagionato lo stalker di Twitter
Ordina
  • Quelli si reincarnano. Quindi la tipa non aveva motivi di stress oppure non e' una vera buddista.
    non+autenticato
  • - Scritto da: attonito
    > Quelli si reincarnano. Quindi la tipa non aveva
    > motivi di stress oppure non e' una vera
    > buddista.

    Mah? Negli USA (ma anche qua...) è pieno di tipi e tipe strampalate. Non so se sia il caso di questa tizia, ma questa gente si riempie la bocca di Osho, Buddha, Tizio e Caio... in teoria e a parole. Si buttano a fondare gruppi o associazioni apparentemente filantrope, anche non religiose, le fanno passare per più grandi di quel che sono, grazie ad una buona dialettica e un temperamento insistente (che poi scopri essere ossessivo) diventano anche "figure di spicco", ... molti sentendoli o scambiandoci "perfino" due frasi finiscono con ammirarli anche, se non pendere dalle loro labbra, ma quando li conosci davvero, non per averci scambiato due parole, ma volendoci collaborare, ti accorgi che dietro le belle parole e la facciata ti trovi di fronte un caso psichiatrico, paranoide, che aveva un passato di LSD e cose del genere... e quando i collaboratori se ne rendono conto e li salutano (o anche solo osano cercare di vederci diplomaticamente più chiaro), questi "guru" li fanno passare per traditori o li additano di tutto per screditarli, facendo la parte delle vittime davanti ai loro seguaci (da bravi bugiardi patologici).
    Alla fine, dietro il fumo che ti facevano vedere, di filantropo e di sostanza c'era ben poco. Trovi invece un gran mettersi in mostra, anche con una falsa umiltà di facciata, a parole, ma nella pratica zeppa di "io io", un continuo parlare di sé, da totale attention whore... e un voler più che altro raccattare soldi con iscrizioni o vendendo libri o con attività da mettere nel proprio "curriculum", fatte giusto una volta.

    Gente malata che può diventare "guru", presidente di un'associazione o politico, che parla bene e razzola malissimo e distorce la realtà, ma che con la dialettica fa abboccare tanti ingenui.

    C'è gente veramente illuminata, che non è questa, ma è ben rara. Non solo nel buddhismo.
    non+autenticato
  • Ben detto. Con questa gente è inutile discutere.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Reli

    Il modo migliore per arricchirsi è fondare una religione
    L. Ron Hubbard (Scientology)
    Funz
    12995