Alfonso Maruccia

Megaupload, diritto di censura

Universal Music Group rivela: abbiamo un accordo in esclusiva con Google che ci permette di far rimuovere tutti i video che vogliamo da YouTube. E nel mentre censura anche i programmi di news

Roma - La censura del video con la "Mega Song" su YouTube? Non ha molto a che fare col copyright, dice Universal Music Group, quanto piuttosto con il nostro diritto a chiedere di rimuovere quello che più ci piace (sic).

Stando ai documenti legali presentati alla corte, UMG avrebbe infatti stipulato un accordo riservato con Google che le permetterebbe di esercitare poteri di rimozione "non limitati all'infrazione del copyright", un accordo definito "Video License Agreement for UGC Video Service Providers" e risalente al marzo del 2009.

La major musicale starebbe usando estensivamente questo accordo di "Video License" anche per censurare i programmi di news che parlano del caso includendo spezzoni della contesa "Mega Song": così denuncia Tech News Today, che sostiene di aver richiesto un "dissequestro" dello show ma lamenta il fatto che i 10 giorni di tempo previsti dal DMCA danneggiano grandemente la rilevanza del video.
E mentre Megaupload e UMG se le danno di santa ragione in tribunale, Google continua a fare acquisti per rafforzare la propria capacità di controllo sui contenuti protetti presenti sul Tubo: Mountain View ha comprato la società di "copyright management" RightsFlow e pianifica di usare la tecnologia per identificare i brani musicali per cui retribuire i detentori dei diritti d'autore.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
  • AttualitàMegaupload, in tribunale per sfidare UniversalLo scontro sul copyright tra il cyberlocker e l'etichetta discografica approda nelle aule di tribunale statunitensi. Megaupload parla di censura e falsa interpretazione delle leggi sul diritto d'autore, UMG dice di difendere gli artisti
46 Commenti alla Notizia Megaupload, diritto di censura
Ordina
  • Non lamentatevi. I sistemi p2p appositamente studiati per evitare censure e per garantire il più possibile l'anonimato esistevano da prima di questi nuovi sistemi di "condivisione" su siti web dalle dubbie intenzioni.

    Ma qualche ragazzino ha ben pensato che era molto più comodo affidarsi "ai siti social".

    Chi è causa del suo mal pianga s'è stesso.
    non+autenticato
  • - Scritto da: LuLu
    > Non lamentatevi. I sistemi p2p appositamente
    > studiati per evitare censure e per garantire il
    > più possibile l'anonimato esistevano da prima di
    > questi nuovi sistemi di "condivisione" su siti
    > web dalle dubbie
    > intenzioni.

    il P2P è sempre lì, e chiunque può tornare a usarlo in qualunque momento.

    > Ma qualche ragazzino ha ben pensato che era molto
    > più comodo affidarsi "ai siti
    > social".
    >
    > Chi è causa del suo mal pianga s'è stesso.

    E se non è stesso?Con la lingua fuori
    Funz
    12979
  • ...questi "colossi" esistono perchè ci sono milioni di utenti che usano i loro servizi. Se gli utenti smettessero di postare video o commenti o immagini anche solo per un giorno, i titoli in borsa di queste multinazionali andrebbero a picco. La verità è che parte della colpa è nostra che permettiamo che succeda.
  • - Scritto da: Zukkino
    > ...questi "colossi" esistono perchè ci sono
    > milioni di utenti che usano i loro servizi. Se
    > gli utenti smettessero di postare video o
    > commenti o immagini anche solo per un giorno, i
    > titoli in borsa di queste multinazionali
    > andrebbero a picco. La verità è che parte della
    > colpa è nostra che permettiamo che
    > succeda.

    No, la colpa non è di questi servizi, ma dei dinosauri che vogliono spiegare la natura, nonostante lori siano ormai fuori dal ciclo vitale da 10 anni.
    Sgabbio
    26178
  • [..No, la colpa non è di questi servizi, ma dei dinosauri che vogliono spiegare la natura..]

    Dinosauri.. appunto. come lo è la Universal.
    Magari dico una fesseria, ma è probabile che YouTube sia stata costretta a questo accordo. La Universal è troppo potente, ma non solo. E' anche tremendamente vecchia. Chissà che razza di legali hanno. Una società che ha visto TUTTO il secolo passato, comprese guerre Mondiali e Fredda. E anche il ruolo che ha avuto, nella diffusione di film e documentari.. come nel caso legato al tabacco, per esempio:

    http://it.wikipedia.org/wiki/Pubblicità_indiretta

    E poi non si parla mai del fatto che, il copyright, ha una seconda funzione (che a volte diventa la primaria) oltre a quella di preservare i diritti d'autore, che è diventata una potentissima arma da parte di molti governi, e cioè l'acquisto di diritti su una determinata opera d'ingegno a scopo di omissione, come, credo, volesse intendere Franceso Holy87:

    [..Praticamente io pubblico su YT il video di un viaggio con la mia famiglia, e se un impiegato della UMG o chicchessia ha vena di rompere le palle a qualcuno, me lo può cancellare e io non ho il diritto di difendermi..]

    Un saluto
    non+autenticato
  • - Scritto da: Il Gargilli
    > [..No, la colpa non è di questi servizi, ma dei
    > dinosauri che vogliono spiegare la
    > natura..]
    >
    > Dinosauri.. appunto. come lo è la Universal.
    > Magari dico una fesseria, ma è probabile che
    > YouTube sia stata costretta a questo accordo. La
    > Universal è troppo potente, ma non solo. E' anche
    > tremendamente vecchia. Chissà che razza di legali
    > hanno. Una società che ha visto TUTTO il secolo
    > passato, comprese guerre Mondiali e Fredda. E
    > anche il ruolo che ha avuto, nella diffusione di
    > film e documentari.. come nel caso legato al
    > tabacco, per
    > esempio:
    >
    > http://it.wikipedia.org/wiki/Pubblicità_indiretta
    >
    > E poi non si parla mai del fatto che, il
    > copyright, ha una seconda funzione (che a volte
    > diventa la primaria) oltre a quella di preservare
    > i diritti d'autore, che è diventata una
    > potentissima arma da parte di molti governi, e
    > cioè l'acquisto di diritti su una determinata
    > opera d'ingegno a scopo di omissione, come,
    > credo, volesse intendere Franceso
    > Holy87:
    >
    > [..Praticamente io pubblico su YT il video di un
    > viaggio con la mia famiglia, e se un impiegato
    > della UMG o chicchessia ha vena di rompere le
    > palle a qualcuno, me lo può cancellare e io non
    > ho il diritto di
    > difendermi..]
    >
    > Un saluto

    Google guadagna molto di più della universal, potrebbe comprarla e farci carta igenica, volendo.
    Poi un simile accordo violerebbe qualche diritto umano mi sa.

    Va detto però, che google ha smentito subito la presenza di tale accordo, forse per evitare un danno d'immagine senza precedenti.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 19 dicembre 2011 21.34
    -----------------------------------------------------------
    Sgabbio
    26178
  • [..Google guadagna molto di più della universal, potrebbe comprarla e farci carta igenica, volendo..]

    Si, potrebbe essere. Più che altro, quando scrissi che la Universal è vecchia, naturalmente intendevo dire "datata".. e non ci è dato sapere con esatteza che tipo di conoscenze/intrallazzi possano avere. Magari con governati e/o gente molto potente.
    Google come YouTube sono più giovani in questo senso, anche se naturalmente molto forti a livello economico. Ma credo che, purtroppo, questo come altri casi simili che si riproporranno in futuro, andranno a toccare anche la questione politica (inteso come fenomeno sociale e culturale che muove le masse, le condiziona e in un certo senso le istruisce) oltre che quella economica..
    Così come qualcuno (giustamente, a mio avviso) ipotizzava rispetto al continuo e incessante attacco allo sharing, non tanto per ottenere risultati tangibili (che comunuqe, se arrivano.. tanto di guadagnato per loro) ma infondere nelle menti degli internauti un concetto errato a priori, come se si partisse già dal presupposto che lo sharing è sbagliato a priori. E' un gioco che i governi occidentali usano spesso, quello di ripetere parole e termini in maniera ossessiva. Lo hanno fatto con "terrorismo" e lo stanno facendo con "pirateria"..
    In pratica, focalizzano il discorso partendo da una posizione che è già di parte e sbilanciata in partenza, e da questa posizione vorrebbero poi che si creasse l'opinione pubblica, resa ancora più ignorante e disorientata da un sistema informativo (quotidiani, telegiornali, ecc.) sempre più massiccio e controllato.

    Sarà interessante vedere come volgeranno le cose nei prossimi anni, sopratutto in merito al Trusted Computing, di cui si parla sempre più spesso ultimamente.

    Aloha!
    non+autenticato
  • contenuto non disponibile
  • - Scritto da: unaDuraLezione
    > Diversamente Universal potrebbe rimuovere *TUTTI*
    > i video e youtube trovarsi senza alcun contenuto.
    > Vi sembra logico che venga concessa una
    > possibilità del
    > genere?
    Se rimuovono tutti i video di cani che cantano, bambini che ridono e razzate di questo tipo, sarei quasi contento...A bocca aperta
    non+autenticato
  • contenuto non disponibile
  • - Scritto da: Zukkino
    > ...questi "colossi" esistono perchè ci sono
    > milioni di utenti che usano i loro servizi. Se
    > gli utenti smettessero di postare video o
    > commenti o immagini anche solo per un giorno, i
    > titoli in borsa di queste multinazionali
    > andrebbero a picco. La verità è che parte della
    > colpa è nostra che permettiamo che
    > succeda.

    Come quella str*nzata di non comprare benzina per un giorno per costringere le multinazionali ad abbassare i prezzi? Girava la catena di mail qualche anno fa. Solo un cretino poteva crederci davvero.

    Quanti anni hai, per scrivere una cosa del genere?
    non+autenticato
  • - Scritto da: uno qualsiasi
    > - Scritto da: Zukkino
    > > ...questi "colossi" esistono perchè ci sono
    > > milioni di utenti che usano i loro servizi.
    > Se
    > > gli utenti smettessero di postare video o
    > > commenti o immagini anche solo per un
    > giorno,
    > i
    > > titoli in borsa di queste multinazionali
    > > andrebbero a picco. La verità è che parte
    > della
    > > colpa è nostra che permettiamo che
    > > succeda.
    >
    > Come quella str*nzata di non comprare benzina per
    > un giorno per costringere le multinazionali ad
    > abbassare i prezzi? Girava la catena di mail
    > qualche anno fa. Solo un cretino poteva crederci
    > davvero.
    >
    > Quanti anni hai, per scrivere una cosa del genere?

    Ma qualcuno ha provato poi ?
    Sgabbio
    26178
  • - Scritto da: Sgabbio
    > - Scritto da: uno qualsiasi
    > > - Scritto da: Zukkino
    > > > ...questi "colossi" esistono perchè ci sono
    > > > milioni di utenti che usano i loro servizi.
    > > Se
    > > > gli utenti smettessero di postare video o
    > > > commenti o immagini anche solo per un
    > > giorno,
    > > i
    > > > titoli in borsa di queste multinazionali
    > > > andrebbero a picco. La verità è che parte
    > > della
    > > > colpa è nostra che permettiamo che
    > > > succeda.
    > >
    > > Come quella str*nzata di non comprare benzina
    > per
    > > un giorno per costringere le multinazionali ad
    > > abbassare i prezzi? Girava la catena di mail
    > > qualche anno fa. Solo un cretino poteva crederci
    > > davvero.
    > >
    > > Quanti anni hai, per scrivere una cosa del
    > genere?
    >
    > Ma qualcuno ha provato poi ?
    Se non la compri un giorno la compri il giorno dopo…non è che ci siano tutte queste alternative.
    non+autenticato
  • Lo streaming e i video caricati in questo modo sono stati un gigantesco passo indietro dal punto di vista tecnico per quanto riguarda la condivisione di contenuti. E questo proprio perché sono facilmente controllabili da chi gestisce il servizio e facilmente attaccabili da soggetti terzi.

    Stessa cosa, anche se con qualche differenza (ad esempio i file possono essere criptati e condivisi privatamente) per i cyberlocker e il direct download.

    Purtroppo le mode dei nubbi che vogliono tutto e subito, senza fermarsi un secondo a pensare a come funziona la cosa, la fanno da padrone e questi sono i logici risultati.

    La forza del p2p e della condivisione è sempre stata che nessuno poteva permettersi di censurare o togliere un contenuto una volta immesso e non quella di scaricare tutto in 10 secondi. Ma vallo a spiegare ai bimbiminkia. Deluso
    non+autenticato
  • - Scritto da: Rayden
    > Lo streaming e i video caricati in questo modo
    > sono stati un gigantesco passo indietro dal punto
    > di vista tecnico per quanto riguarda la
    > condivisione di contenuti. E questo proprio
    > perché sono facilmente controllabili da chi
    > gestisce il servizio e facilmente attaccabili da
    > soggetti terzi.
    >
    >
    > Stessa cosa, anche se con qualche differenza (ad
    > esempio i file possono essere criptati e
    > condivisi privatamente) per i cyberlocker e il
    > direct
    > download.
    >
    > Purtroppo le mode dei nubbi che vogliono tutto e
    > subito, senza fermarsi un secondo a pensare a
    > come funziona la cosa, la fanno da padrone e
    > questi sono i logici
    > risultati.
    >
    > La forza del p2p e della condivisione è sempre
    > stata che nessuno poteva permettersi di censurare
    > o togliere un contenuto una volta immesso e non
    > quella di scaricare tutto in 10 secondi. Ma vallo
    > a spiegare ai bimbiminkia.
    >Deluso

    Non capisco dove sia il problema,, nessuno di impedisce di usare un qualsivoglia protocollo p2p per scaricare file, hai semplicemente più opzioni tra cui scegliere.
    non+autenticato
  • - Scritto da: ces

    > Non capisco dove sia il problema,, nessuno di
    > impedisce di usare un qualsivoglia protocollo p2p
    > per scaricare file, hai semplicemente più opzioni
    > tra cui
    > scegliere.

    Ovvio che mi rivolgo a chi si vanta ad aver sostituito una cosa con un'altra e se ne vanta pensando di essere più intelligente o più aggiornato e non sono pochi.

    Excusatio non petita, accusatio manifesta... Sorride
    non+autenticato
  • contenuto non disponibile
  • - Scritto da: unaDuraLezione
    > Sono servizi diversi adatti a fare diverse. Il
    > fatto che tu li metta in un unico calderone,
    > supponendo erroneamente che facciano le stesse
    > cose, è un limite tuo non dei
    > servizi.

    A metterli nello stesso calderone sono quelli che si vantano di aver sostituito una cosa con un'altra, vedi risposta precedente.
    non+autenticato
  • Resta il fatto che i limiti tecnici che ho descritto ci sono tutti e usare questi sistemi per *condividere* contenuti, qualunque sia lo scopo o la funzione, incoraggia un metodo bacato in partenza fin dalle origini, per i motivi già esposti.
    non+autenticato
  • contenuto non disponibile
  • - Scritto da: unaDuraLezione
    > - Scritto da: Rayden
    >
    > > A metterli nello stesso calderone sono
    > quelli
    > che
    > > si vantano di aver sostituito una cosa con
    > > un'altra, vedi risposta
    > > precedente.
    >
    > No, ciccio, parole tue:
    > "Lo streaming e i video caricati in questo modo
    > sono stati un gigantesco passo indietro dal punto
    > di vista tecnico per quanto riguarda la
    > condivisione di
    > contenuti."
    >
    > E' come dire che una mela è un passo indietro
    > rispetto ad una
    > pera.

    Perche' si finisce sempre a parlare di apple? Newbie, inesperto
  • - Scritto da: panda rossa

    > > E' come dire che una mela è un passo indietro
    > > rispetto ad una
    > > pera.
    >
    > Perche' si finisce sempre a parlare di apple?
    > Newbie, inesperto

    Non si può del tutto escludere che una mela sia un passo indietro rispetto a una pera Sorpresa

    http://www.pear-os-linux.fr/
    non+autenticato
  • - Scritto da: unaDuraLezione

    > No, ciccio, parole tue:
    > "Lo streaming e i video caricati in questo modo
    > sono stati un gigantesco passo indietro dal punto
    > di vista tecnico per quanto riguarda la
    > condivisione di
    > contenuti."
    >
    > E' come dire che una mela è un passo indietro
    > rispetto ad una
    > pera.


    Ehi cocco, dove starebbe il problema o l'errore in quello che ho detto?

    Si tratta o non si tratta di *condivisione di contenuti*? O forse quando carichi un video in streaming è per tenertelo per te?
    Non ho parlato di *download* di contenuti... Mai visto un vocabolario? La condivisione può comprendere oppure no il download.

    E ti confermo anche che è un gigantesco passo indietro dal punto di vista tecnico per la *condivisione* di contenuti.
    non+autenticato
  • contenuto non disponibile
  • Ottima notizia,
    se confermata mi fa dire che non userò più YT per pubblicare qualcosa.

    GT
  • io ho smesso da tempo di usarlo, attualmente uso megavideo e pubblico anche i video su dailymotion e mediacafè.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Guybrush
    > Ottima notizia,
    > se confermata mi fa dire che non userò più YT per
    > pubblicare
    > qualcosa.
    >
    > GT
    Puoi sempre metter su i tuoi server, giusto?
    non+autenticato
  • - Scritto da: malto
    > - Scritto da: Guybrush
    > > Ottima notizia,
    > > se confermata mi fa dire che non userò più YT
    > per
    > > pubblicare
    > > qualcosa.
    > >
    > > GT
    > Puoi sempre metter su i tuoi server, giusto?

    che risposta del Razzo
    Sgabbio
    26178
  • - Scritto da: Sgabbio
    > - Scritto da: malto
    > > - Scritto da: Guybrush
    > > > Ottima notizia,
    > > > se confermata mi fa dire che non userò più YT
    > > per
    > > > pubblicare
    > > > qualcosa.
    > > >
    > > > GT
    > > Puoi sempre metter su i tuoi server, giusto?
    >
    > che risposta del Razzo
    Perchè?
    Vuoi pubblicare i tuoi video SENZA censure, fatti i tuoi server...A bocca aperta
    non+autenticato
  • > Vuoi pubblicare i tuoi video SENZA censure, fatti
    > i tuoi server...
    >A bocca aperta

    vero, tanto ormai lo spazio e la banda costano poco.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Guybrush
    > Ottima notizia,
    > se confermata mi fa dire che non userò più YT per
    > pubblicare
    > qualcosa.
    >

    Concordo: e' veramente vergognosa la questione.
    Peggio che la santa inquisizione!
  • Praticamente io pubblico su YT il video di un viaggio con la mia famiglia, e se un impiegato della UMG o chicchessia ha vena di rompere le palle a qualcuno, me lo può cancellare e io non ho il diritto di difendermi.
  • contenuto non disponibile
  • - Scritto da: unaDuraLezione
    > E' quello che succede già oggi con i forum (e
    > anche sulla wikipedia): i moderatori incaricati
    > possono fare il bello e il cattivo tempo e non è
    > illegale perché si parla di servizi
    > privati.
    >
    > Ovviamente, fossi youtube, aggiungerei
    > all'accordo clausola che se il 'moderatore'
    > cancella ripetutamente video leciti, perde la la
    > possibilità di moderare per
    > mesi/anni/millenni.

    E' vergognoso, che si permetta una cosa simile, perchè lede pesantemente i diritti umani. Non parlo di caricare materiale protetto da diritto d'autore, in se, ma del fatto che un ente privato faccia accordi ad un servizio per rimuovere quello che vuole, andando oltre al copyright. Questo è grave, molto grave.
    Sgabbio
    26178
  • Io non ritengo che sia vergognoso l'accordo in se, il servizio è privato.
    Mi piacerebbe che Google fosse obbligata però a mettere bene in chiaro, stile informazioni sui pacchetti di sigarette, che una serie di aziende (con tanto di nomi e cognomi) avranno la possibilità di decidere se rimuovere i contenuti.
    Una volta che è chiaro, essendo il servizio privato, per me può andare.

    (La cosa brutta è che, anche ci fosse scritto tutte le volte che ti colleghi, la maggior parte degli utenti se ne fregherebbe e continuerebbe pecoronamente ad omologarsi ed utilizzare quello che tutti utilizzano (vedi esempio facebook/privacy per dirne uno).

    Io credo sia l'educazione delle persone ad essere errata ora come ora ..
    non+autenticato