Mauro Vecchio

Apple, multa italiana per le garanzie

L'AGCM sanziona il gigante di Cupertino per pratiche commerciali scorrette. Un totale di 900mila euro per aver offerto garanzie dalla durata inferiore a quelle previste dalla normativa tricolore

Roma - Garanzia di conformità del venditore: antitrust sanziona il gruppo Apple per complessivi 900mila euro: si intitola così un comunicato stampa diramato dall'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, a condannare Cupertino e certe divisioni afferenti per pratiche commerciali scorrette.

Si è così conclusa l'inchiesta voluta dal Centro Tutela Consumatori Utenti (CTCU), per aprire il procedimento istruttorio nei confronti di rivenditori come Comet Spa, Apple Retail Italia Srl, Apple Italia Srl e Apple Sales International. Stando alle accuse, la Mela offrirebbe per i propri prodotti una garanzia limitata ad un anno, durata che non corrisponde alla normativa italiana che ne prevede almeno due.

L'antitrust del Belpaese ha ora stabilito che le tre società del gruppo - Apple Sales International, Apple Italia Srl e Apple Retail Italia - hanno messo in atto due distinte pratiche commerciali scorrette.
La prima: "presso i propri punti vendita e/o sui siti Internet apple.com e store.apple.com, sia al momento dell'acquisto che al momento della richiesta di assistenza, non informavano in modo adeguato i consumatori sui diritti di assistenza gratuita biennale previsti dal Codice del Consumo, ostacolando l'esercizio degli stessi e limitandosi a riconoscere la garanzia convenzionale del produttore di 1 anno".

La seconda: "le informazioni date su natura, contenuto e durata dei servizi di assistenza aggiuntivi a pagamento AppleCare Protection Plan, unite ai mancati chiarimenti sull'esistenza della garanzia legale biennale, erano tali da indurre i consumatori a sottoscrivere un contratto aggiuntivo quando la copertura del servizio a pagamento si sovrappone in parte alla garanzia legale gratuita prevista dal Codice del Consumo".

Le sanzioni pecuniarie sono dunque state fissate a 400mila euro per la prima pratica e 500mila per la seconda. Le società dovranno pubblicare una nota informativa sul sito apple.com. Mentre Apple Sales International dovrà adeguare entro 90 giorni le confezioni di vendita dei servizi AppleCare Protection Plan, "inserendo l'indicazione sulla esistenza e durata biennale della garanzia di conformità".

Mauro Vecchio
Notizie collegate
553 Commenti alla Notizia Apple, multa italiana per le garanzie
Ordina
  • ora che la strada legale è aperta.... una bella class action per rendere un po piu' corposa (e corretta) la doverosa multa elargita dalle autorità:

    http://www.tecnocino.it/articolo/caso-garanzia-app.../
    non+autenticato
  • Aarte una imprecisione nell'articolo (applecare è di 349 Euro per i Macbook Pro da 15 e 17"), vedremo quanti clienti applecorinati a san cupertino sono in circolazione. Quelli di PI non contano, anzi temo bombardamenti filo apple per ridimensionare il fenomeno.
    Almeno le bertuccie varie avessero una percentuale!
    non+autenticato
  • Purtroppo la Class Action all'italiana è una mezza bufala, basta mandare ai presidenti e diretti sottoposti delle associazioni dei consumatori qualche ipad2 e iphone 4s (da smaltire, tanto non capiscono una cippa) e se li sono comprati a basso costo.
    non+autenticato
  • poi vedremo come finisce ... Annoiato
    non+autenticato
  • ma a me non interessa vedere come finisce. Mi basta solo che sia iniziataOcchiolino
    non+autenticato
  • Ti devo dare ragione, bisogna essere ottimisti è in arrivo il 2012 Occhiolino
    non+autenticato
  • questa non l'ho capita, ma va bene lo stesso ^^
    non+autenticato
  • - Scritto da: Cotton
    > ora che la strada legale è aperta.... una bella
    > class action per rendere un po piu' corposa (e
    > corretta) la doverosa multa elargita dalle
    > autorità:
    >
    > http://www.tecnocino.it/articolo/caso-garanzia-app

    Intanto Apple si prepara a ricorrere in appello. Spero solo che questa volta non la spunti, ma temo che "oliare gli ingranaggi" in Italia funzioni ancora molto bene...
    http://www.theregister.co.uk/2011/12/30/apple_stat.../
    Izio01
    4151
  • gli applefans riescono ad andare contro i propri interessi per difendere una azienda che guadagna miliardi di dollari rubati a loro stessi, ma si può essere piu idioti di cosi?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Castigo
    >
    > gli applefans riescono ad andare contro i propri
    > interessi per difendere una azienda che guadagna
    > miliardi di dollari rubati a loro stessi, ma si
    > può essere piu idioti di cosi?

    sì.

    ad esempio perdendo tempo dietro a un problema che non ti riguarda minimamente, e rosikandoci pure sopra come fai tu Sorride

    questo è l'apice dell'idiozia
    non+autenticato
  • Non è proprio così, quando si crea un precedente poi è un problema per tutti ... l'idiozia ritorna al mittente A bocca aperta
    non+autenticato
  • - Scritto da: prova123
    > Non è proprio così, quando si crea un precedente
    > poi è un problema per tutti ... l'idiozia ritorna
    > al mittente
    >A bocca aperta

    Secondo me il problema vero è che c'è dell'idiozia che sta circolando liberamente...
  • è infestante e cresce riglogliosa nei walled garden Rotola dal ridere
    non+autenticato
  • - Scritto da: prova123
    > è infestante e cresce riglogliosa nei walled
    > garden
    > Rotola dal ridere

    se è un wallet garden è normale che gli intelligenti ne stiano lontani, povero bertuccia che difende apple
    non+autenticato
  • SALVE
    personalmente non acquisto prodotti Apple dopo aver visto le condizioni in cui si e` trovato mio Padre:

    comperi un dispositivo Apple (iPhone) e praticamente e` come se avessi venduto l'anima alla Apple perche` con quel dispositivo puoi solo utilizzare Software della Apple o comunque Software che sono stati preventivamente approvati dalla Apple ed inseriti nell'Apple Store.
    (per tornare ai vecchi termini... questo e` Palladium!!!)

    Unico problema: la Apple si arreca il diritto di scegliere quali Software possono e non possono entrare nell'Apple Store e per di fatto, se sei un Programmatore che ha scritto un Programma per dispositivi Apple, per poter avere il tuo Software nell'Apple Store, devi prima andare a pagare la Apple per chiedere l'inserimento del Software nell'Apple Store, e solo dopo che Apple ha approvato il Software, lo vedrai apparire nell'Apple Store per l'utenza.

    PROBLEMA: se tu volevi distribuire gratuitamente il Programma che hai creato, difficilmente dopo che hai speso Denaro per far inserire il Programma nell'Apple store lo darai a Prezzo Zero, come minimo vorrai recuperare la spesa e eliminandoti di fatto dalla pagina dei programmi gratuititi e ti fa entrare nella cerchia di programmi a pagamento dove ti trovi a scontrarti anche con colossi del software a cui la gente preferisce rivolgersi se deve pagare riducendo enormemente le possibilita` di siccesso della tua App.

    VEDESI LA ADOBE CON FLASH: la Adobe distribuisce gratuitamente Flash, e rifiuta di pagare la Apple per inserire Flash nell'Apple Store, quindi: niente Flash nei Dispositivi Apple

    Se queste non son pratiche scorrette...


    PREFERISCO ANDROID
    Nei miei dispositivi Android ho 3 differenti Application Stores che hanno prezzi in concorrenza l'uno con l'altro ed addirittura uno di questi (Amazon) ogni giorno offre un Programma a Pagamento gratuitamente... ben si sa che ci sono programmi per Android che non funzionano manco per nulla, ma sta a me utente consapevole, decidere se vale la pena installare una App oppure no, ed i review aiutano molto in questa scelta.
    SALUTI
    Crazy
    1945
  • oh. mio. dio.

    suonano le trombe dell'apocalisse.

    si salvi chi può.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Crazy
    > SALVE
    > personalmente non acquisto prodotti Apple dopo
    > aver visto le condizioni in cui si e` trovato mio
    > Padre:
    >
    > comperi un dispositivo Apple (iPhone) e
    > praticamente e` come se avessi venduto l'anima
    > alla Apple perche` con quel dispositivo puoi solo
    > utilizzare Software della Apple o comunque
    > Software che sono stati preventivamente approvati
    > dalla Apple ed inseriti nell'Apple
    > Store.
    > (per tornare ai vecchi termini... questo e`
    > Palladium!!!)

    Benvenuto nel giardino dorato!

    > Unico problema: la Apple si arreca il diritto di
    > scegliere quali Software possono e non possono
    > entrare nell'Apple Store e per di fatto, se sei
    > un Programmatore che ha scritto un Programma per
    > dispositivi Apple, per poter avere il tuo
    > Software nell'Apple Store, devi prima andare a
    > pagare la Apple per chiedere l'inserimento del
    > Software nell'Apple Store, e solo dopo che     se Apple
    > ha approvato il Software, lo vedrai apparire
    > nell'Apple Store per
    > l'utenza.

    Fixed. Ficoso

    > PROBLEMA: se tu volevi distribuire gratuitamente
    > il Programma che hai creato, difficilmente dopo
    > che hai speso Denaro per far inserire il
    > Programma nell'Apple store lo darai a Prezzo
    > Zero, come minimo vorrai recuperare la spesa e
    > eliminandoti di fatto dalla pagina dei programmi
    > gratuititi e ti fa entrare nella cerchia di
    > programmi a pagamento dove ti trovi a scontrarti
    > anche con colossi del software a cui la gente
    > preferisce rivolgersi se deve pagare riducendo
    > enormemente le possibilita` di siccesso della tua
    > App.

    Solo i "pezzenti"™ usano software gratuito.
    Chi ha speso il suo denaro per l'iNutile, ci tiene a buttare altro denaro per comprare     affittare software che si trova tranquillamente gratis nei sistemi per "pezzenti"™.

    > VEDESI LA ADOBE CON FLASH: la Adobe distribuisce
    > gratuitamente Flash, e rifiuta di pagare la Apple
    > per inserire Flash nell'Apple Store, quindi:
    > niente Flash nei Dispositivi
    > Apple
    >
    > Se queste non son pratiche scorrette...

    No, guarda che ti sbagli.
    Apple non supporta volutamente flash perche' cio' richiederebbe una potenza di calcolo che non si puo' permettere.
    Piuttosto che rischiare di far vedere un filmatino a scatti, apple rifiuta la tecnologia flash!

    > PREFERISCO ANDROID

    Ma va?

    > Nei miei dispositivi Android ho 3 differenti
    > Application Stores che hanno prezzi in
    > concorrenza l'uno con l'altro ed addirittura uno
    > di questi (Amazon) ogni giorno offre un Programma
    > a Pagamento gratuitamente...

    Inutile venirlo a raccontare qua: le persone di un certo livello hanno gia' android, gli applefan invece ci danno dei "pezzenti"™ perche' non sappiamo pensare differente.
  • Peccato che "pensare differente" sia diventato "pensiero unico e omologato".
    non+autenticato
  • - Scritto da: Rover
    > Peccato che "pensare differente" sia diventato
    > "pensiero unico e
    > omologato".

    Infatti, ci sarebbe da chiedersi quanto "Think different" sia "different" quando in milioni pensano lo stesso "different".
  • - Scritto da: Demolitions
    > - Scritto da: Rover
    > > Peccato che "pensare differente" sia
    > diventato
    > > "pensiero unico e
    > > omologato".
    >
    > Infatti, ci sarebbe da chiedersi quanto "Think
    > different" sia "different" quando in milioni
    > pensano lo stesso
    > "different".

    E' "different" per il semplice motivo che hanno eliminato il "think".
  • - Scritto da: panda rossa
    > E' "different" per il semplice motivo che hanno
    > eliminato il
    > "think".

    Vero, ma dovrai scusarmi se allora non lo vedo così "different" da tanti altri.
  • - Scritto da: Demolitions
    >
    > Vero, ma dovrai scusarmi se allora non lo vedo
    > così "different" da tanti altri.

    in realtà chi si è trovato in linea con iphone e ipad, pensava ad esempio (a differenza della massa) che un filemenager fosse inutile su un dispositivo del genere, che flash fosse obsoleto e inadatto, e che il BT non fosse il modo migliore per scambiarsi gli attuali file (foto > 1MB, mp3 > 3mb, video > decine MB)

    o pensava ad esempio che il concetto di mobilità coincidesse molto più con un iPad che con un netbook

    questi sono esempietti di "think different"
    non+autenticato
  • - Scritto da: bertuccia
    > - Scritto da: Demolitions
    > >
    > > Vero, ma dovrai scusarmi se allora non lo
    > vedo
    > > così "different" da tanti altri.
    >
    > in realtà chi si è trovato in linea con iphone e
    > ipad, pensava ad esempio (a differenza della
    > massa) che un filemenager fosse inutile su un
    > dispositivo del genere, che flash fosse obsoleto
    > e inadatto, e che il BT non fosse il modo
    > migliore per scambiarsi gli attuali file (foto
    > > 1MB, mp3 > 3mb, video > decine
    > MB)
    >
    > o pensava ad esempio che il concetto di mobilità
    > coincidesse molto più con un iPad che con un
    > netbook
    >
    > questi sono esempietti di "think different"

    questo non è think different, questo è think agli affari propri, imporre le mie idee pur sbagliate che siano a una massa di utenti completamente assuefatti...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Cotton
    > questo non è think different, questo è think agli
    > affari propri, imporre le mie idee pur sbagliate
    > che siano a una massa di utenti completamente
    > assuefatti...

    In realtà quello che bertuccia ha mancato di dire è effettivamente imporre le proprie idee:
    Liberissimo di pensare che un file manager fosse inutile, ma perchè invece che "inutile" siamo passati a "non permesso"?
    Liberissimo di pensare che il bluetooth non sia adatto a trasferire dati con dimensioni più "attuali", ma allora perchè non permettere a chi la "pensa diversamente" di continuare ad usarlo?
    Perchè non è conveniente? allora il tuo "think different" impedisce a chi lo abbraccia di "think different" a sua volta.
  • - Scritto da: Demolitions
    > - Scritto da: Cotton
    > > questo non è think different, questo è think
    > agli
    > > affari propri, imporre le mie idee pur
    > sbagliate
    > > che siano a una massa di utenti completamente
    > > assuefatti...
    >
    > In realtà quello che bertuccia ha mancato di dire
    > è effettivamente imporre le proprie
    > idee:
    > Liberissimo di pensare che un file manager fosse
    > inutile, ma perchè invece che "inutile" siamo
    > passati a "non
    > permesso"?
    > Liberissimo di pensare che il bluetooth non sia
    > adatto a trasferire dati con dimensioni più
    > "attuali", ma allora perchè non permettere a chi
    > la "pensa diversamente" di continuare ad
    > usarlo?
    > Perchè non è conveniente? allora il tuo "think
    > different" impedisce a chi lo abbraccia di "think
    > different" a sua
    > volta.

    E' così tanto difficile da capire che un azienda, un designer, fa delle scelte e che non sempre queste scelte sono popolari.

    Punto.

    Ti rode? Pazienza, c'è di peggio nella vita.
    maxsix
    9669
  • Io sono un utente apple da un paio di anni e devo ammettere che questa faccenda della garanzia era veramente inaccettabile, per avere i due anni di garanzia bisognava rivolgersi al giudice..
    Ora però non mi è ben chiara una cosa, la apple cambierà la sua policy in tema o pagherà la multa e tutto rimarrà come adesso??
    non+autenticato
  • Dovrebbe adeguarsi. Anche se non so, in caso di violazione della disposizione, cosa possa capitare. Essendo la sanzione max 500mile euro per tipologia di violazione, se non scattano sanzioni più pesanti potrebbe convenirle far finta di niente.
    PS: sei il primo utente di apple in questa discussione che non ha perso l'equilibrio (ma forse qualcuno non lo ha mai avuto)
    non+autenticato
  • Forse non è chiaro, gli è stata chiesta una manciata di spiccioli (...e forse qualche iPad2 al potentucolo di turno) per chiudere la faccenda. Non gli sono stati imposti altri vincoli. Il discorso Apple è stato chiuso così. Forse non è chiaro, l'Antitrust + Apple ve l'ho messo in quel posto, più chiaro di così ....
    non+autenticato
  • ... e non pensiate che finisca qui. Questa multina verrà comunque equamente ripartita sui prossimi device Apple venduti in Italia che costeranno di più non per avere una qualità migliore ... pagate in silenzio è così che la Apple vuole i propri clienti.
    non+autenticato
  • Se proprio non vuoi credere a tutte le "cattiverie" dette nel forum, vai in un Apple store e chiedi di volere portare a riparare in garanzia un tuo dispositivo acquistato 1 anno e mezzo fa che senza motivo ora non si accende più: la riparazione è a mie spese ? Uniche risposte riconosciute devono essere un SI o un NO.
    Poi decidi tu se ti conviene essere ancora un loro Cliente, ricordati della C maiuscola.
    non+autenticato
  • http://www.tomshw.it/cont/news/prezzi-gonfiati-deg...

    240 milioni di dollari di multa...

    "cartello sui prezzi lcd"... bello eh?

    ahahahahhahaahahahahahahahaha
  • - Scritto da: TheOriginalFanboy
    > http://www.tomshw.it/cont/news/prezzi-gonfiati-deg
    >
    > 240 milioni di dollari di multa...
    >
    > "cartello sui prezzi lcd"... bello eh?
    >
    > ahahahahhahaahahahahahahahaha

    Hanno fatto bene e spero che continuino a farlo!
    Pensi di trovare qualcuno così tonto come gli Applefan disposto a difendere Samsung?
    Povero troll da 1/2 centesimo!
    Come sei messo male!

    Quindi?
    non+autenticato
  • Se hanno fatto cose che non andavano fatte, hanno fatto bene a multarli. Così gli passa la voglia.
    Come bene fece la UE a multare MS per il noto problema di explorer.
    E ciò non mi impedisce ne impedirà in futuro di usare pordotti Samsung o MS se ritengo che siano i più adatti per fare ciò di cui ho bisogno.
    Per pavoneggiarmi invece potrei comprare un aifone rotto su ebay.
    Tanto basta il possesso. Per l'uso si ricorre ad altro (l'ha affermato un fanboy che deve avere perso il lume della ragione)
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | Successiva
(pagina 1/6 - 29 discussioni)