Gabriele Niola

WebTheatre/ Italiani assetati di Torrent

di G. Niola - "Ita" è la chiave di ricerca più utilizzata su uno dei motori di ricerca per torrent più noti. Italiani abituati al doppiaggio, italiani sempre più stimolati dal video sul monitor del computer

WebTheatre/ Italiani assetati di TorrentRoma - Se si fa fatica a monitorare l'effettivo stato della pirateria online audiovisuale a livello mondiale, figuriamoci a livello italiano, dove le fonti più ufficiali si avvalgono di ricerche dalla dubbia attendibilità e dalla scarsa prudenza nell'usare gli zeri.
Avrà quindi un'utilità a livello statistico lo sconcertante dato che esce da uno dei più importanti e popolari motori di ricerca per file torrent, Kick-Ass Torrents, il quale nello stilare la classifica dei termini più ricercati sul suo motore in tutto il 2011 mette al primo posto il termine "ita", al quarto "ita dvd" e al settimo "italian". Tre chiavi di ricerca ad esclusivo utilizzo italico tra le prime 10, un risultato non male se si considera che gli unici altri termini che indicano una provenienza linguistica o nazionale sono "french" (ragguardevole seconda posizione) e "hindi" (26eismo posto).

Più di chiavi di ricerca solitamente popolari come "2011", "xxx", "porn", "720p", "dvdrip" (tutte nei primi dieci) e via dicendo, più del termine più cercato relativo al titolo di un film ("Thor", nono posto) o della serie tv più cercata ("Glee", 13esimo posto), più di tutto potè la ricerca di prodotti in italiano.
Di certo ha dato una mano lo sciovinismo linguistico di un popolo come il nostro, attaccato al doppiaggio anche quando le versioni in originale con sottotitoli sono raggiungibili più facilmente, e di certo bisogna considerare che la classifica viene da solo un motore per file torrent, che potrebbe semplicemente essere uno tra i più utilizzati da queste parti (anche se il medesimo zeitgeist pirata di un anno fa, proveniente dalla medesima fonte, dava "ita" in 96esima posizione).
Ma al di là di tutto c'è qualcosa di più grande che non può essere tralasciato.

Perché in fondo un dato come questo non dovrebbe destare eccessivo stupore, se un popolo tutto insieme cerca la medesima parola in quasi ogni query è facile che questa sia la più cercata in assoluto. A stupire semmai è l'impennata repentina, il salto dalla 96esima posizione alla prima o, se preferite essere più cauti e parlare in generale, dalle ultime alle prime posizioni.
Questo dato, quello della scalata delle ricerche italiane, va dunque messo in rapporto con un altro, quello del video online nostrano, cresciuto a dismisura proprio in questo 2011.
Contrariamente al cinema o alla serialità televisiva, infatti, le produzioni per la rete estere (che poi vuol dire sommariamente statunitensi) non sono le più viste, poiché non esiste doppiaggio e in tantissimi casi nemmeno i sottotitoli, dunque le vedono solo le persone che capiscono (e bene) la lingua. Quest'anno però è stato l'anno della serialità italiana, da Freaks in giù sono state tantissime le webserie o i progetti di webserie messi sul piatto, lo abbiamo raccontato su queste pagine ma tantissimi esempi (magari meno felici o meno interessanti) sono scappati anche alle maglie di questa rubrica. Sempre di più nel nostro paese nasce e cresce l'abitudine di produrre ma soprattutto fruire di produzioni in streaming video per la rete, di stare davanti ad un monitor e guardare una storia per immagini.

Dunque, in assenza di un hardware di livello (set top box realmente diffusi, connected TV che prendano piede), una delle variabili più importanti tra quelle che possono aver causato l'aumento nel consumo di materiale pirata nel nostro paese è proprio la maggiore abitudine degli utenti italiani a guardare e seguire racconti sul monitor del computer. Non a caso questo è stato anche l'anno in cui Rai Cinema e Fandango sono sbarcate su iTunes con i loro film in noleggio e in cui BIM ha rotto la finestra distributiva appoggiandosi ad Own Air.
In questo senso si può dire che la comparsa di "ita" nella prima posizione tra le parole più cercate sul motore di ricerca di Kick-Ass Torrents è l'ideale ciliegina su una torta (quella del 2011) che ha utilizzato come strati tutto il materiale pensato, girato e visto unicamente in rete. La conferma di qualcosa che potevamo capire anche da soli.

Gabriele Niola
Il blog di G.N.

I precedenti scenari di G.N. sono disponibili a questo indirizzo
Notizie collegate
  • AttualitàPirateria, i numeri del 2010 Presentata a Roma la ricerca IPSOS sulla circolazione di contenuti fuori dai canali ufficiali: nessuna novità. Ma si guarda al modello francese per invertire la tendenza
  • AttualitàUSA, i soliti sospetti della pirateriaCompilata la nuova revisione del rapporto delle autorità statunitensi sui mercati noti per la dilagante pirateria. "Scende" il search engine cinese Baidu, "salgono" i siti di torrent e di file hosting
  • AttualitàBtjunkie, accesso inibitoBloccato l'accesso dall'Italia al popolare search engine del torrentismo. FIMI plaude all'intervento della Magistratura, che lascerà ai responsabili della piattaforma una sola strada per il ricorso in Cassazione
  • AttualitàItalia, un'altra Baia sotto sequestroUn'altra sponda per accedere a The Pirate Bay è stata resa inaccessibile. Il server, però, in questo caso sembra risiedere in Italia e il sequestro sembra operare a livello di hosting
48 Commenti alla Notizia WebTheatre/ Italiani assetati di Torrent
Ordina
  • ...dei tempi andati mi vengano a dire che mai hanno registrato una cassetta dalla radio, che mai hanno registrato un film su VHS, che mai hanno fotocopiato un libro all'università...

    sisisi... tutti santi i moralisti dei commenti.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Diego
    > ...dei tempi andati mi vengano a dire che mai
    > hanno registrato una cassetta dalla radio, che
    > mai hanno registrato un film su VHS, che mai
    > hanno fotocopiato un libro
    > all'università...
    >
    > sisisi... tutti santi i moralisti dei commenti.

    Discorso già fatto estrafatto. Internet non è l'amico che ti presta un libro, il film, il disco. Internet è un tizio che neanche ti conosce, né ti conoscerà mai che grazie a un software scambia file piratati con te e il resto del mondo.
    Inoltre una VHS una volta che l'hai duplicata non puoi dare la copia a un altro e lui fare una copia per un altro ancora, perché già dopo la prima copia perde di qualità. Stesso discorso per le cassettine musicali e i dischi in vinile.
    Quindi la digitalizzazione dei prodotti e la distribuzione pirata in rete ha effetti molto più negativi sul mercato.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Dottor Stranamore
    > - Scritto da: Diego
    > > ...dei tempi andati mi vengano a dire che mai
    > > hanno registrato una cassetta dalla radio,
    > che
    > > mai hanno registrato un film su VHS, che mai
    > > hanno fotocopiato un libro
    > > all'università...
    > >
    > > sisisi... tutti santi i moralisti dei
    > commenti.
    >
    > Discorso già fatto estrafatto. Internet non è
    > l'amico che ti presta un libro, il film, il
    > disco. Internet è un tizio che neanche ti
    > conosce, né ti conoscerà mai che grazie a un
    > software scambia file piratati con te e il resto
    > del mondo.
    >
    > Inoltre una VHS una volta che l'hai duplicata non
    > puoi dare la copia a un altro e lui fare una
    > copia per un altro ancora, perché già dopo la
    > prima copia perde di qualità. Stesso discorso per
    > le cassettine musicali e i dischi in
    > vinile.
    > Quindi la digitalizzazione dei prodotti e la
    > distribuzione pirata in rete ha effetti molto più
    > negativi sul
    > mercato.

    non ha molto senso perchè chi lo fa semplicemente è perchè non vuole pagare il prezzo del bene, in ogni caso il bene non verrebbe acquistato da quella persona qualunque sia il prezzo, in altri casi un prezzo realmente equo spingerebbe all'acquisto anche chi pirata ma ora come ora ciò che viene piratato non significa danaro perso dalle majors perchè in realtà non sarebbe mai riuscita a vendere il bene, la cosa assurda è che agiscono come se avessero il coltello dalla parte del manico mentre all'atto dei fatti o vengono a patti con il mondo di internet e decidono di abbassare i prezzi in maniera notevole o la gente continuerà a scaricare tutto il possibile e condividerlo con tutti, non accettano compromessi? allora si continua come adesso
    non+autenticato
  • - Scritto da: Dottor Stranamore
    > Inoltre una VHS una volta che l'hai duplicata non
    > puoi dare la copia a un altro e lui fare una
    > copia per un altro ancora, perché già dopo la
    > prima copia perde di qualità. Stesso discorso per
    > le cassettine musicali e i dischi in vinile.

    Ora che l'hai capito chiediti CHI ha voluto togliere di mezzo i supporti analogici la cui copia non era fedele all'originale e quindi c'era ancora un motivo per comprarli originali: per avere la massima qualità che con la copia non si poteva avere.
    Avete voluto i supporti digitali che si copiavano facilmente? si copiano facilmente per voi e anche per noi. Chi è causa del suo mal pianga sé stesso, fallisca e si levasse dai piedi.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 29 dicembre 2011 22.57
    -----------------------------------------------------------
  • Non solo, quando si passo al CD per la musica le major musicali strombazzarono che sul CD c'era molto più spazio disponibile per la musica facendo credere che gli album musicali sarebbero stati più nutriti di canzoni ... poi alla fine lo hanno utilizzato per metterci 16 canzoni, di cui la metà sono di vecchi album. I pochi casi in cui i CD sono riempiti completamente sono per i polpettoni natalizi ed altre collezioni di cui si salvano al massimo un paio di canzoni per disco ...
    non+autenticato
  • E i dvd, allora?
    Strombazzavano la possibilità di avere una capacità di memorizzazione enorme (usando anche il lato B.... quanti dvd, in realtà, ce l'hanno?), e poi annunciavano la possibilità di avere il film in dieci lingue (in realtà, al massimo ti mettono italiano e lingua originale), di avere i film interattivi (in realtà, hanno fatto qualche film con il finale alternativo, messo dopo la fine, in un modo che avrebbero potuto implementare anche su una cassetta)

    Poi, si stupiscono se quando hanno propagandato le mirabolanti meraviglie del bluray, e le sue enormi potenzialità, nessuno ci ha creduto: per forza: chissenefrega delle potenzialità, se poi non vengono sfruttate (e se non hanno saputo sfruttare nemmeno il dvd, perchè mai dovremmo pensare che avrebbero saputo sfruttare il bluray?)

    Perciò, al diavolo dvd e bluray, come supporto noi utenti abbiamo scelto di usare le chiavette usb e gli hard disk esterni, e le potenzialità (ad esempio la possibilità di avere centinaia di film in divx su un solo hard disk, abbastanza piccolo da stare in tasca) ce le sfruttiamo da soli.
    non+autenticato
  • Gli harddisk USB 2.0 da 1Tb senza alimentatore esterno già da due anni permettono la visione di film blue-ray senza la minima esitazione A bocca aperta
    non+autenticato
  • - Scritto da: Dottor Stranamore
    > - Scritto da: Diego
    > > ...dei tempi andati mi vengano a dire che mai
    > > hanno registrato una cassetta dalla radio,
    > che
    > > mai hanno registrato un film su VHS, che mai
    > > hanno fotocopiato un libro
    > > all'università...
    > >
    > > sisisi... tutti santi i moralisti dei
    > commenti.
    >
    > Discorso già fatto estrafatto. Internet non è
    > l'amico che ti presta un libro, il film, il
    > disco. Internet è un tizio che neanche ti
    > conosce, né ti conoscerà mai che grazie a un
    > software scambia file piratati con te e il resto
    > del mondo.

    Te non sei mai entrato in una copisteria vicino ad un'università, almeno fino a qualche anno fa... erano la cosa che più si avvicinava al torrent nel mondo realeA bocca aperta

    > Inoltre una VHS una volta che l'hai duplicata non
    > puoi dare la copia a un altro e lui fare una
    > copia per un altro ancora, perché già dopo la
    > prima copia perde di qualità. Stesso discorso per
    > le cassettine musicali e i dischi in
    > vinile.

    Oggi come allora, pochi se ne sbattono della qualità...

    > Quindi la digitalizzazione dei prodotti e la
    > distribuzione pirata in rete ha effetti molto più
    > negativi sul
    > mercato.

    Che però è in ottima salute e macina introiti, nonostante i piantigreci...
    Funz
    13021
  • imparare decentemente l'inglese l'italiano si accontenta di scialbi doppiaggi...
    MeX
    16902
  • - Scritto da: MeX
    > imparare decentemente l'inglese l'italiano si
    > accontenta di scialbi
    > doppiaggi...

    scialbi non sempre, spesso la voce è migliore quella italiana, vedasi attori come bred pitt che ha una voce orripilante o la serie di matrix in cui neo ha una vocina tale che sembra abbia appena fatto il tatuaggio della mela sui testicoli mentre sentiva freddo
    non+autenticato
  • - Scritto da: Castigo
    > - Scritto da: MeX
    > > imparare decentemente l'inglese l'italiano si
    > > accontenta di scialbi
    > > doppiaggi...
    >
    > scialbi non sempre, spesso la voce è migliore
    > quella italiana, vedasi attori come bred pitt che
    > ha una voce orripilante o la serie di matrix in
    > cui neo ha una vocina tale che sembra abbia
    > appena fatto il tatuaggio della mela sui
    > testicoli mentre sentiva
    > freddo

    I soliti fautori del "impara 409820948 lingue perchè il doppiaggio fa schifo a prescindere".
    Sgabbio
    26177
  • Metti la virgola altrimenti non si capisce nulla..
    non+autenticato
  • - Scritto da: MeX
    > imparare decentemente l'inglese l'italiano
    > si accontenta di scialbi doppiaggi...

    Per vedere delle americanate ? Per quella minoranza di film inglesi che si stalvano ? Molto meglio imparare l'indi o lo spagnolo.
    non+autenticato
  • - Scritto da: MeX
    > imparare decentemente l'inglese l'italiano si
    > accontenta di scialbi
    > doppiaggi...

    Intanto tu potresti imparare l'italiano e la punteggiatura. In quanto al doppiaggio, i doppiatori italiani sono fra i migliori al mondo. Il tuo è il solito lamentarsi all'italiana, che punta il dito anche dove ci sarebbe motivo di vanto.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Maestrina
    > - Scritto da: MeX
    > > imparare decentemente l'inglese l'italiano si
    > > accontenta di scialbi
    > > doppiaggi...
    >
    > Intanto tu potresti imparare l'italiano e la
    > punteggiatura. In quanto al doppiaggio, i
    > doppiatori italiani sono fra i migliori al mondo.
    > Il tuo è il solito lamentarsi all'italiana, che
    > punta il dito anche dove ci sarebbe motivo di
    > vanto.

    Leggenda metropolitana. Ormai i doppiaggi e gli adattamenti italici fanno pietà e basterebbe fare l'esempio del maltrattamento riservato a molte serie tv, the big bang theory - per fare un esempio [*] - è stata massacrata. Non so voi ma io rischio le convulsioni quando sento olio di castoro per castor oil (olio di ricino), rapina per rape (stupro), lift tradotto come ascensore quando il contesto rende evidente che va inteso come passaggio (chi prenderebbe un ascensore entrando in un'automobile?)


    [*] http://antoniogenna.com/2008/07/16/scrivo-anchio-e.../
    non+autenticato
  • Che c'entra la traduzione col doppiaggio?

    E nel caso specifico, dopo l'ottava puntata, e proprio per le critiche ricevute, sono stati sostituiti traduttore, adattatore e direttore del doppiaggio.
    Dopo un altro paio di puntate per aggiustare il tiro, la localizzazione è passata sul binario del rispetto dell'originale.
    Ma tu che ti lamenti e basta senza sapere niente, questo non puoi saperlo.
    non+autenticato
  • - Scritto da: MeX
    > imparare decentemente l'inglese l'italiano si
    > accontenta di scialbi
    > doppiaggi...

    Parla per te, io odio i doppiaggi.
    non+autenticato
  • - Scritto da: MeX
    > imparare decentemente l'inglese l'italiano si
    > accontenta di scialbi
    > doppiaggi...

    Vero, hasta el fansub siempre!Con la lingua fuori
    Funz
    13021
  • L'italiano è lingua ufficiale anche in Svizzera (dove scaricare è legale) e nella Repubblica di San Marino, ed è seconda lingua di fatto anche nella Città del Vaticano. Inoltre ci sono vaste comunità italofone sparse in tutto il mondo, tra cui le più numerose si contano ad esempio in Canada, Stati Uniti, Venezuela, Argentina, Germania, Francia, Austria, Regno Unito. Ma ci sono comunità più o meno piccole in tutto il mondo, dal Giappone al Sudafrica, dalla Libia alla Norvegia, dal Messico alla Cina.
    Infine ci sono gli studenti stranieri che vogliono imparare o che conoscono l'italiano e si guardano le cose in italiano come noi facciamo per l'inglese.
  • - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
    > L'italiano è lingua ufficiale anche in Svizzera
    > (dove scaricare è legale) e nella Repubblica di
    > San Marino, ed è seconda lingua di fatto anche
    > nella Città del Vaticano.


    In effetti questo stravolge completamente tutto il discorso.

    > Inoltre ci sono vaste
    > comunità italofone sparse in tutto il mondo, tra
    > cui le più numerose si contano ad esempio in
    > Canada, Stati Uniti, Venezuela, Argentina,
    > Germania, Francia, Austria, Regno Unito. Ma ci
    > sono comunità più o meno piccole in tutto il
    > mondo, dal Giappone al Sudafrica, dalla Libia
    > alla Norvegia, dal Messico alla
    > Cina.


    Io gli italiani che vivono all'estero ho visto che guardano i film nella lingua del paese che li ospita. Poi molti di questi parlano un italiano molto "particolare".

    > Infine ci sono gli studenti stranieri che
    > vogliono imparare o che conoscono l'italiano e si
    > guardano le cose in italiano come noi facciamo
    > per
    > l'inglese.

    Strano allora che non ci sia lo spagnolo tra le ricerche visto che è la lingua più parlata del mondo, un sacco di gente lo vuole imparare come seconda lingua e in Spagna l'inglese è parlato più o meno come in Italia quindi anche loro dovrebbero voler prodotti in spagnolo (e non parlo solo dei film, ma dei giochi, dei libri, fumetti ecc..)
    non+autenticato
  • > Io gli italiani che vivono all'estero ho visto
    > che guardano i film nella lingua del paese che li
    > ospita. Poi molti di questi parlano un italiano
    > molto
    > "particolare".

    Sara' anche cosi'...
    Ma allora, per parallelismo, perche' la mia figliastra e il suo fidanzato, entrambi rumeni, passano il tempo a vedere SOLO trasmissioni rumene e mi massacrano i timpani con quelle stramaledettissime manele???
    non+autenticato
  • - Scritto da: Riketto che scrocca un pc altrui
    > > Io gli italiani che vivono all'estero ho
    > visto
    > > che guardano i film nella lingua del paese
    > che
    > li
    > > ospita. Poi molti di questi parlano un
    > italiano
    > > molto
    > > "particolare".
    >
    > Sara' anche cosi'...
    > Ma allora, per parallelismo, perche' la mia
    > figliastra e il suo fidanzato, entrambi rumeni,
    > passano il tempo a vedere SOLO trasmissioni
    > rumene e mi massacrano i timpani con quelle
    > stramaledettissime
    > manele???

    Si vede che non ti vogliono bene.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Dottor Stranamore
    > - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
    > > L'italiano è lingua ufficiale anche in
    > Svizzera
    > > (dove scaricare è legale) e nella Repubblica
    > di
    > > San Marino, ed è seconda lingua
    > di fatto
    > anche
    > > nella Città del Vaticano.

    >
    > In effetti questo stravolge completamente tutto
    > il
    > discorso.
    >
    > > Inoltre ci sono vaste
    > > comunità italofone sparse in tutto il mondo,
    > tra
    > > cui le più numerose si contano ad esempio in
    > > Canada, Stati Uniti, Venezuela, Argentina,
    > > Germania, Francia, Austria, Regno Unito. Ma
    > ci
    > > sono comunità più o meno piccole in tutto il
    > > mondo, dal Giappone al Sudafrica, dalla Libia
    > > alla Norvegia, dal Messico alla
    > > Cina.
    >
    >
    > Io gli italiani che vivono all'estero ho visto
    > che guardano i film nella lingua del paese che li
    > ospita. Poi molti di questi parlano un italiano
    > molto
    > "particolare".
    >
    > > Infine ci sono gli studenti stranieri che
    > > vogliono imparare o che conoscono l'italiano
    > e
    > si
    > > guardano le cose in italiano come noi
    > facciamo
    > > per
    > > l'inglese.
    >
    > Strano allora che non ci sia lo spagnolo tra le
    > ricerche visto che è la lingua più parlata del
    > mondo, un sacco di gente lo vuole imparare come
    > seconda lingua e in Spagna l'inglese è parlato
    > più o meno come in Italia quindi anche loro
    > dovrebbero voler prodotti in spagnolo (e non
    > parlo solo dei film, ma dei giochi, dei libri,
    > fumetti
    > ecc..)


    se vuoi scaricare un gioco in spagnolo raramente devi aggiungere "spa" nella ricerca, per il gioco in italiano invece è necessario
    non+autenticato
  • - Scritto da: Castigo
    > se vuoi scaricare un gioco in spagnolo raramente
    > devi aggiungere "spa" nella ricerca, per il gioco
    > in italiano invece è
    > necessario

    Vero, ma soprattutto c'è da dire che le ricerche per la lingua spagnola si dividono tra "spa" (che sta per spanish) e "esp" (per español) e a volte anche "cast" (per castillano). Invece, per dire, "ita" abbrevia anche "italian" oltre che "italiano".
  • - Scritto da: Castigo
    > - Scritto da: Dottor Stranamore
    > > - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
    > > > L'italiano è lingua ufficiale anche in
    > > Svizzera
    > > > (dove scaricare è legale) e nella
    > Repubblica
    > > di
    > > > San Marino, ed è seconda
    > lingua
    > > di fatto
    > > anche
    > > > nella Città del Vaticano.

    > >
    > > In effetti questo stravolge completamente
    > tutto
    > > il
    > > discorso.
    > >
    > > > Inoltre ci sono vaste
    > > > comunità italofone sparse in tutto il
    > mondo,
    > > tra
    > > > cui le più numerose si contano ad
    > esempio
    > in
    > > > Canada, Stati Uniti, Venezuela,
    > Argentina,
    > > > Germania, Francia, Austria, Regno
    > Unito.
    > Ma
    > > ci
    > > > sono comunità più o meno piccole in
    > tutto
    > il
    > > > mondo, dal Giappone al Sudafrica, dalla
    > Libia
    > > > alla Norvegia, dal Messico alla
    > > > Cina.
    > >
    > >
    > > Io gli italiani che vivono all'estero ho
    > visto
    > > che guardano i film nella lingua del paese
    > che
    > li
    > > ospita. Poi molti di questi parlano un
    > italiano
    > > molto
    > > "particolare".
    > >
    > > > Infine ci sono gli studenti stranieri
    > che
    > > > vogliono imparare o che conoscono
    > l'italiano
    > > e
    > > si
    > > > guardano le cose in italiano come noi
    > > facciamo
    > > > per
    > > > l'inglese.
    > >
    > > Strano allora che non ci sia lo spagnolo tra
    > le
    > > ricerche visto che è la lingua più parlata
    > del
    > > mondo, un sacco di gente lo vuole imparare
    > come
    > > seconda lingua e in Spagna l'inglese è
    > parlato
    > > più o meno come in Italia quindi anche loro
    > > dovrebbero voler prodotti in spagnolo (e non
    > > parlo solo dei film, ma dei giochi, dei
    > libri,
    > > fumetti
    > > ecc..)
    >
    >
    > se vuoi scaricare un gioco in spagnolo raramente
    > devi aggiungere "spa" nella ricerca, per il gioco
    > in italiano invece è
    > necessario

    Anche perche' dovresti scrivere ESP Ficoso
  • - Scritto da: Dottor Stranamore
    > Strano allora che non ci sia lo spagnolo tra le
    > ricerche visto che è la lingua più parlata del
    > mondo,

    La lingua più parlata al mondo è il cinese mandarino, seguito dall'inglese e dall'hindi-urdu. Lo spagnolo è solo al quarto posto. L'italiano, per la cronaca, è undicesimo, ed è una lingua parlata in 24 Paesi: Italia, Svizzera, Stati Uniti, Grecia, Canada, Francia, Principato di Monaco, Argentina, Venezuela, Uruguay, Croazia, Slovenia, Eritrea, Etiopia, Somalia, San Marino, Città del Vaticano, Malta, Libia, Albania, Brasile, Austria, Paraguay, Uruguay.
    http://it.wikipedia.org/wiki/Elenco_di_lingue_parl...
  • questo vale per qualsiasi paese e, quindi, annulla tutto il discorso. baci
    non+autenticato
  • Che cavolo c'entra il discorso sul doppiaggio, quando anche per cercare un file "sub ita" bisogna digitare la chiave di ricerca "ita"?
    non+autenticato
  • - Scritto da: grubbolo
    > Che cavolo c'entra il discorso sul doppiaggio,
    > quando anche per cercare un file "sub ita"
    > bisogna digitare la chiave di ricerca
    > "ita"?

    Esattamante, infattatti se io cerca "lucky star ita" è al quanto difficile trovare l'edizione italiana di tale anime, anche perchè non esiste. Trovi i fansub in italiano e basta.
    Sgabbio
    26177
  • - Scritto da: grubbolo
    > Che cavolo c'entra il discorso sul doppiaggio,
    > quando anche per cercare un file "sub ita"
    > bisogna digitare la chiave di ricerca
    > "ita"?

    C'entra con il fatto che "sub ita" non è in cima alle ricerche. Guardati la lista.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Dottor Stranamore
    > C'entra con il fatto che "sub ita" non è in cima
    > alle ricerche. Guardati la
    > lista.

    E io che pensavo che sub e ita fossero due chiavi diverse...
    Chissà come avranno fatto i diligenti compilatori della ricerca a distinguere "ita" da "sub ita" e "sub ita" da "qualunque titolo ita".

    SELECT COUNT(*) FROM keys_table WHERE key LIKE '%ita%' secondo te lo riporta o no "sub ita"?
    E prima che tu mi dica che possono aggiungere AND key NOT LIKE '%sub ita%', ricordati che poi devono scriverne una diversa per la francia (che usa VOSTFR), una per la Spagna (che usa subtitlos integrados), una per l'ebraico (che usa hebsub) e così via...
    non+autenticato
  • - Scritto da: grubbolo
    > - Scritto da: Dottor Stranamore
    > > C'entra con il fatto che "sub ita" non è in cima
    > > alle ricerche. Guardati la
    > > lista.
    >
    > E io che pensavo che sub e ita fossero due chiavi
    > diverse...

    Leggeteli gli articoli e ogni tanto cliccate anche sui link che almeno vedete la fonte originale, così saprete di cosa parlare quando commentate.
    C'è una classifica con le cose più cercate (non riguarda le singole parole).
    Se sei così pigro da non leggere la notizia almeno leggiti il commento che ho postato prima dove ho incollato la classifica. O almeno leggete qualcosa invece di postare postare postare quando non avete niente da dire. Fine del discorso.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Dottor Stranamore
    > - Scritto da: grubbolo
    > > - Scritto da: Dottor Stranamore
    > > > C'entra con il fatto che "sub ita" non
    > è in
    > cima
    > > > alle ricerche. Guardati la
    > > > lista.
    > >
    > > E io che pensavo che sub e ita fossero due
    > chiavi
    > > diverse...
    >
    > Leggeteli gli articoli e ogni tanto cliccate
    > anche sui link che almeno vedete la fonte
    > originale, così saprete di cosa parlare quando
    > commentate.
    > C'è una classifica con le cose più cercate (non
    > riguarda le singole
    > parole).
    > Se sei così pigro da non leggere la notizia
    > almeno leggiti il commento che ho postato prima
    > dove ho incollato la classifica. O almeno leggete
    > qualcosa invece di postare postare postare quando
    > non avete niente da dire. Fine del
    > discorso.

    Guarda che clicco sempre su tutti i link (con eccezione di quelli interni)
    La distinzione che fai non ha senso perché sub ita è un sottoinsieme di ita, quindi il numero di ricerche di "sub ita" finisce in quello totale di "ita".

    E il fatto che stiamo qui a discuterne indica solamente che i dati indicati nell'articolo originale sono totalmente arbitrari dato che non sono accompagnati da una descrizione della metodologia di raccolta.

    Prima di dimostrare di non avere niente da dire, almeno documentati su come lo si fa correttamente.
    non+autenticato
  • contenuto non disponibile
  • - Scritto da: unaDuraLezione
    > Sarò un pinolo, ma il tuo DB e le tue query non
    > si possono proprio
    > vedere.

    Era una metafora, non era certo intesa come applicazione reale.
    Tu pensi che il Dottor Stranamore avrebbe potuto comprendere una cosa più complessa?
    Secondo me non ha capito nemmeno quella.

    Come ho detto qui sopra, nulla è dato sapere sulla metodologia di raccolta dei dati.
    Non sappiamo se chi ha scritto "italian" o "sub ita" è entrato nella statistica di "ita" o meno.
    E soprattutto non sappiamo come abbiano fatto a distinguere un titolo sottotitolato da uno doppiato, dato che se uno cerca un'opera chiaramente non presente con doppiaggio italiano, quasi sicuramente scriverà solo "ita" in modo da beccare con una sola query al motore di ricerca "sottotitoli in italiano", "sub ita", "italian sub", "itasa" e così via.
    non+autenticato
  • in francia, la chiave di ricerca piu usata e' "FRA"! figata, eh?
    non+autenticato
  • - Scritto da: iome
    > in francia, la chiave di ricerca piu usata e'
    > "FRA"! figata,
    > eh?

    Kick Ass Torrents non sta a Macerata e non lo frequentano solo italiani, anzi in Italia secondo Alexia non è neanche tra i siti torrent più popolari. Eppure ITA è la parola più cercata, poco sotto viene italian, e italian DVD. ITA batte pure xxx come termine cercato.

    1. ita
    2. french
    3. 2011
    4. ita dvd
    5. xxx
    6. dvdrip
    7. italian
    8. kickasstor
    non+autenticato
  • - Scritto da: Dottor Stranamore

    > Kick Ass Torrents ...

    Grazie della segnalazione, non lo conoscevo. Adesso ne ho uno di più A bocca aperta
    non+autenticato
  • - Scritto da: Dottor Stranamore
    > - Scritto da: iome
    > > in francia, la chiave di ricerca piu usata e'
    > > "FRA"! figata,
    > > eh?
    >
    > Kick Ass Torrents non sta a Macerata e non lo
    > frequentano solo italiani, anzi in Italia secondo
    > Alexia non è neanche tra i siti torrent più
    > popolari. Eppure ITA è la parola più cercata,
    > poco sotto viene italian, e italian DVD. ITA
    > batte pure xxx come termine
    > cercato.

    Sono nuovo del forum, grazie della segnalazione; lei dev'essere uno pro pirateria vero con questi post ?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Mi unisco
    > - Scritto da: Dottor Stranamore
    > > - Scritto da: iome
    > > > in francia, la chiave di ricerca piu
    > usata
    > e'
    > > > "FRA"! figata,
    > > > eh?
    > >
    > > Kick Ass Torrents non sta a Macerata e non lo
    > > frequentano solo italiani, anzi in Italia
    > secondo
    > > Alexia non è neanche tra i siti torrent più
    > > popolari. Eppure ITA è la parola più cercata,
    > > poco sotto viene italian, e italian DVD. ITA
    > > batte pure xxx come termine
    > > cercato.
    >
    > Sono nuovo del forum, grazie della segnalazione;
    > lei dev'essere uno pro pirateria vero con questi
    > post
    > ?

    Grazie anche a voi, ma la prossima volta leggete anche gli articoli che commentate perché è da lì che l'ho presoOcchiolino
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)