Claudio Tamburrino

Francia: Google diffama suggerendo

Ancora una volta Google Suggest la pietra dello scandalo. E "truffatore" la parola dello scandalo. Google stata condannata per il comportamento dei suoi algoritmi

Roma - Google è stata nuovamente condannata in Francia per le associazioni di chiavi di ricerca offerte attraverso il suo servizio Google Suggest: stavolta ad accusarla era l'azienda che opera nel settore immobiliare Lyonnaise de Garantie, che vedeva il suo nome associato alla parola "escroc" che significa in francese "truffatore".

Prima era stato il turno dell'azienda Direct Energie, che lamentava l'associazione nei suggerimenti del motore di ricerca del suo marchio alla parola arnaque, il corrispettivo francese di "frode", e che si era vista dare ragione in tribunale.

Sempre in Francia, poi, il tribunale d'appello di Parigi aveva condannato Google per diffamazione nel caso in cui ad accusarla era un privato il cui nome era associato ai termini "violenza", "condannato", "satanista", "prigione" e "stupratore".
La nuova sentenza che condanna Google a pagare alla querelante 50mila euro, e che è stata confermata in appello, si inscrive dunque nella giurisprudenza francese che ormai sembra dare per assodato la responsabilità civile di Google è per i termini suggeriti agli utenti nel momento della digitazione di una query tramite Google Suggest, se tale associazione di idee è offensiva o diffamante nei confronti dei soggetti coinvolti.

Davanti ai tribunali francesi, dunque, non è stata accolta neanche la tesi difensiva di Google per cui i termini sono associati da un algoritmo e non da una scelta discrezionale umana: secondo i giudici francesi Google non sarebbe riuscita a dimostrare che le parole suggerite siano solo il frutto "di un mero calcolo statistico di tutte le precedenti ricerche con gli stessi termini".

Per motivi simili Google è stata convocata in tribunale anche in Svezia, in Irlanda e in Italia, e già condannata in Brasile e assolta nel Regno Unito.

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
  • Diritto & InternetParole, soltanto paroledi G. Scorza - Google intermediario o un semplice elaboratore di informazioni? Suggerire non significa diffamare, e un algoritmo non fatto per offendere. Parole e tecnologia sono strumenti. E nascono neutri
  • Digital LifeGoogle, la verità si fa attendereBigG rischia una denuncia per diffamazione a causa di un commento, totalmente falso, che conteneva accuse pesantissime ai danni di un imprenditore UK. Che ne ha chiesto pi volte la rimozione, inutilmente
  • AttualitàGoogle, l'albergo d'Irlanda e i suggerimenti diffamantiNuovo attacco contro la feature per il suggerimento automatico Autocomplete. Gli algoritmi di Google avrebbero associato il nome di un famoso hotel irlandese al fallimento economico. I gestori chiedono un'ordinanza per bloccare i risultati
14 Commenti alla Notizia Francia: Google diffama suggerendo
Ordina
  • lo viene a sapere Morandi..
    non+autenticato
  • Scusate, ma se al nome di una azienda o persona viene associato da google un aggettivo "positivo" (tipo Santo, qualità ,offerte, conveniente) cosa succede? L'azienda lo paga pare ringraziarlo? Oppure in quel caso nessuno si lamenta?
    Se degli aggettivi vengono associati un motivo c'è, è "statistico" e non dipende da google.
    Non possiamo querelare le fonti di informazioni solo perché le notizie non ci piacciono
    non+autenticato
  • BENVENUTO! Nel favoloso mondo della denuncia per diffamazione facile.
    Sgabbio
    26178
  • Qualcuno di voi quando vede i suggerimenti, pensa che vengano da google o dal web? C'e' scritto "Cerca CON Google".

    Io sono stufo di leggi che tutelino la mia IDIOZIA. Se vedo un nome associato a truffatore vado sul sito, vedo cosa si dice, cerco altri siti che dicono la stessa cosa, o mi fermo e dico, forse e' vero.
    Se invece sono un idiota mi bevo tutto, e con queste leggi mi bevo tutto quello che fa passare Chi e' abbastanza Potente da potersi tutelare. Tanto vale eliminare tutte le regole e chiunque dice quello che vuole in maniera anonima o altro, almeno la discriminante e' l'intelligenza e non la potenza di fuoco censoria.

    Google e' un ente pericolosamente totalitario, in generale. Ma questa volta non ha colpa.
    non+autenticato
  • Il tuo ragionamento non fa una grinza... MA... intanto Google ha fatto si che invece di veicolare l'utente verso il sito del nome cercato, lo ha veicolato verso un blog o quant'altro riportasse l'abbinamento delle due parole cercate, ovvero il nome e l'aggettivo.
    A me, se avessi un sito, farebbe rodere 2 volte: una perche' ho perso la visita e la seconda perche' qualcuno ha espresso parole non proprio carine nei miei confronti.
    non+autenticato
  • Certo, ma se google deve riportare ogni nome al suo sito principale allora non sarebbe piu' un motore di ricercaa affidabile, se cerco una parola e' giusto che mi dia i siti dove quella parola e' stata cercata di piu' e che sono stati aperti di piu' con quella parola come chiave della ricerca...
    non+autenticato
  • - Scritto da: vuoto
    > Qualcuno di voi quando vede i suggerimenti, pensa
    > che vengano da google o dal web? C'e' scritto
    > "Cerca CON
    > Google".
    >
    > Io sono stufo di leggi che tutelino la mia
    > IDIOZIA. Se vedo un nome associato a truffatore
    > vado sul sito, vedo cosa si dice, cerco altri
    > siti che dicono la stessa cosa, o mi fermo e
    > dico, forse e'
    > vero.
    > Se invece sono un idiota mi bevo tutto, e con
    > queste leggi mi bevo tutto quello che fa passare
    > Chi e' abbastanza Potente da potersi tutelare.
    > Tanto vale eliminare tutte le regole e chiunque
    > dice quello che vuole in maniera anonima o altro,
    > almeno la discriminante e' l'intelligenza e non
    > la potenza di fuoco
    > censoria.
    >
    > Google e' un ente pericolosamente totalitario, in
    > generale. Ma questa volta non ha
    > colpa.

    Quindi tu sei onniscente? e sai tutto in tutti i campi? Perchè se non è così allora prima o poi sarai anche tu l'idiota di turno e scommetto che allora ti lamenterai che la legge non ti ha tutelato.. UN PAESE CIVILE tutela le ragioni di tutti i cittadini perchè nessuno singolarmente è preparato a tutte le evenienze dalla vita. Poi si può discutere la correttezza di questo caso specifico..
    non+autenticato
  • Se rileggi, spinge la gente a cercare le storie, invece di farmarsi alla superfice.
    Sgabbio
    26178
  • I suggerimenti non nascono dal nulla, ma scaturiscono da quello che digita la gente nel box di ricerca o nei siti web...Insomma, forse un motivo ci sarà se il nome di queste aziende sono state associate alla "truffe" e alla "frode", giusto?
    Non per niente quando Bush era ancora presidente cercando le parole "miserable failure" si arrivava al sito della Casa Bianca, direttamente sulle pagine del presidente degli Stati Uniti!
    http://searchengineland.com/google-kills-bushs-mis...
  • ...sono la cosa che odio di pi.
    Danno un fastidio enorme inventandosi le cose pi assurde che potresti cercare. Appena Google li ha introdotti, ho provveduto a bloccare tutti gli script.
    Magari adesso sono migliorati, ma vivo molto meglio senza!
    non+autenticato
  • Ad ogni modo se io cerco il mio nome con accanto le peggiori parole, non viene suggerito proprio niente.

    Se questa gente non vuole che tra i suggerimenti di google esca che sono truffatori, ladri, porci e pedofili, c'e' un modo molto semplice: comportarsi bene.

    La diffamazione e' un concetto che nel XXI secolo non ha piu' alcuna ragione di esistere: la gente ha il diritto di sapere la reputazione degli altri!
  • > la gente ha il diritto di sapere la reputazione degli altri

    certo ma non deve avere la possibilità di rovinarla senza alcuna difesa o senza dimostrazione di prova! è vero che la giustizia civile è alla frutta ma... diamoci una regolata, o no?
  • - Scritto da: a391479
    > > la gente ha il diritto di sapere la reputazione
    > degli
    > altri
    >
    > certo ma non deve avere la possibilità di
    > rovinarla senza alcuna difesa o senza
    > dimostrazione di prova! è vero che la giustizia
    > civile è alla frutta ma... diamoci una regolata,
    > o
    > no?

    Il problema è che anche se hai le prove, rischi la condanna comunque.
    Sgabbio
    26178