Luca Annunziata

SMS morto, SMS vivo

C'è chi lo liquida come una vestigia del passato. Chi plaude al nuovo record di traffico giornaliero. I messaggini sono sul viale del tramonto?

Roma - Finita o quasi l'era degli SMS. Anzi, no. Nel momento dell'anno in cui più frequenti si fanno scambi di auguri e felicitazioni via messaggio, si tirano le somme su una tecnologia nata quasi per caso a corollario delle reti GSM e divenuta uno dei più irrinunciabili strumenti di comunicazione moderni: gli Short Message sono in via di estizione? Solo pochi mesi fa, i numeri dicevano il contrario.

Tero Kuittinen, analista in forza a M.I.G. Research, è pronto invece a sancire la fine dell'era del messaggino: stando ai dati forniti da Sonera, operatore mobile finlandese, la vigilia di Natale 2011 ha fatto registrare oltre 2 milioni di SMS in meno circolanti sulla rete nazionale. I dati sarebbero confortati da rilevazioni analoghe di altri operatori, e testimonierebbero un calo drastico della fama dei messaggi di testo come veicolo degli auguri e felicitazioni di rito.

Sempre Kuittinen rileva che analogo trend è stato registrato a Hong Kong, e il suo collega Richard Blundell sostiene che fatti analoghi si siano ripetuti in Australia. Anche in Italia le promozioni degli operatori mobile per il Natale ormai non ruotano più (esclusivamente) attorno agli SMS: molto spesso è Internet il principale veicolo di marketing, ed è proprio con l'avvento dei social network che si potrebbe spiegare in parte questa anemia dei messaggini. Sempre da Nord, lo conferma Erik Hörnefelt di Tre a un'agenzia di stampa locale: "L'era dei messaggi di testo è finita - dice - La gente usa Facebook al loro posto". E, come in Finlandia, anche in Svezia il numero di SMS spediti durante le feste è calato sensibilmente.
Dunque social network, banda larga mobile, smartphone: tre fattori che segnano la fine dell'epoca dei 160 caratteri e l'inizio dei vari messenger alternativi. Eppure, la faccenda non si può liquidare con facilità: sebbene le novità facciano registrare numeri da capogiro, restano pur sempre legate all'utilizzo di piattaforme molto spesso non interoperabili tra di loro, e dunque fungono da compartimenti stagni che tagliano fuori gli utenti che non siano in grado di aderire al nuovo movimento (per ragioni tecniche, mancanza di connessione mobile o di app compatibile col proprio cellulare - o per ragioni culturali, come chi di passare a uno smartphone non ci pensa neppure). L'SMS è uno standard, ed è ancora vivo e vegeto: più che decretarne la fine occorre comprendere se qualcuno sia pronto a rimpiazzarlo nel breve termine.

Luca Annunziata
Notizie collegate
40 Commenti alla Notizia SMS morto, SMS vivo
Ordina
  • Con gli sms si fa anche un sacco di lavoro, tanto come la mail.
    non credo proprio che siamo tutti pronti a mollare le comunicazioni scritte in time shifting per quelle istantanee o per quelle pubbliche.
    semplicemente molte comunicazioni non sono di quella natura.
    non+autenticato
  • Si toglie via il servizio SMS solo perchè c'è stato un calo di messaggi a Natale? Ma fatemi il favore di non raccontare str....e seppur il calo di SMS per gli auguri di Natale e Capodanno fossero diminuiti...allora guardiamo gli svariati introiti che incassano le varie compagnie di telefonia mobile dall'invio di sms in tutto l'anno! Solo così capiremo che è un servizio che non sarà mai abolito!
    Quindi nessun allarmismo ragazzi!
    non+autenticato
  • Cristo santo come cambiano velocemente i tempi. Poco fa ci si interrogava sugli sms, su quanto danneggiassero il linguaggio corretto con abbreviazioni di ogni tipo, di quanto fossero entrati nel mondo dei più giovani e adesso si parla già di cosa superata, siamo già ad un altro passaggio. Tra poco ogni giorno bisognerà adattarsi alle nuove tecnologie uscite la notte cazzo! Concordo con Antony quando dice che non possono far finire una cosa così con uno schiocco di dita quando ci sono molti ancora che non hanno la connessione o smartphone vari, ma ho paura che di questo passo non mancherà molto. Non voglio psicoanalizzare ma mi fa paura questo bisogno estremo di comunicare in ogni momento in ogni luogo. E mi fa molto strano che questo articolo fa sembrare gli sms come cosa antiquata ormai, ed un ventenne come me si sente nonno castoro
    non+autenticato
  • Ma gli SMS non erano nati come un meccanismo di controllo della rete telefonica mobile?

    In base a questo assunto non sono gli SMS in se l'idea geniale, ma il vero uovo di colombo fu la trovata di farseli pagare !!
  • Si, si tratta di un canale dati di servizio previsto all'interno del protocollo SS7.
    Tant'è che non toglie banda alle telefonate.
  • Il problema degli SMS non è la tecnologia o come viene usata, ma quanto ci speculano sopra le TLC.
    Bisogna passare almeno alle email!
    Oramai anche i più stupidi telefonini NON smartphone hanno un semplice client email: io anni fa comprai un paio di cellulari Sony Ericcson economici, un t290i da circa 50-60 euro e circa un annetto dopo uno z310i a circa 70 euro, il primo ha un client email da aggiornare manualmente o con controllo cadenzato, il secondo supporta persino la modalità push, effettuando la sincronizzazione con la casella solo se ci sono nuove email.
    Per non tirare fuori il discorso del sottovalutatissimo i-mode (in riferimento solo alla i-mail) che è stato fatto morire quando poteva salvarci dai monopoli delle tlc se solo fosse stato mantenuto in piedi e le tlc concorrenti tiravano fuori servizi simili... chiaramente siamo stati fessi anche e soprattutto noi clienti italiani che ci lasciamo fregare in queste maniere...
  • - Scritto da: Ranmamez
    [...]
    > Per non tirare fuori il discorso del
    > sottovalutatissimo i-mode
    [...]

    Lasciamo perdere iMode, che è meglioSorride
    Una tecnologia che per l'epoca era semplicemente rivoluzionaria ma che è stata affossata per colpa della telco cui era stata concessa in monopolio.

    ....senza parole...
  • - Scritto da: PinguinoCattivo
    > Lasciamo perdere iMode, che è meglioSorride
    > Una tecnologia che per l'epoca era semplicemente
    > rivoluzionaria ma che è stata affossata per colpa
    > della telco cui era stata concessa in
    > monopolio.
    >
    > ....senza parole...

    Appunto, è proprio quello che intendevo dire ioSorride
    Io ci ho creduto in quella tecnologia, avevo comprato infatti un Nec i-mode, ora è lì a prendere la polvere, che anche se usabile come semplice GSM (e volendo gprs con il navigatore quasi wap), mi fa veramente troppo dispiacere non poterlo riutilizzare al 100%Triste
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 12 discussioni)