Mauro Vecchio

Symantec sotto accusa per scareware

Class action contro l'azienda. Farebbe terrorismo psicologico a danno dei suoi clienti. Terribili minacce inesistenti per convincere all'acquisto del suo software

Roma - Una vigorosa class action, avviata in California dal cittadino statunitense James Gross. Uno dei tanti clienti di Symantec, nota società specializzata in sicurezza informatica. L'azienda di Cupertino è stata accusata di aver intrapreso pratiche commerciali scorrette, diffondendo scareware per ingannare e truffare gli utenti con licenze d'uso relative ai suoi prodotti software.

Dita sono state puntate contro i programmi Norton Utilities, PC Tools Registry Mechanic e PC Tools Performance Toolkit - gli ultimi due sviluppati da PC Tools, sussidiaria di Symantec dal 2008 - distribuiti in prova gratuita per la scansione dei computer e la conseguente caccia alle più svariate minacce informatiche.

Stando agli esperti assoldati dallo stesso Gross, Symantec avrebbe fatto in modo che questi stessi programmi segnalino sempre e comunque un qualche tipo di minaccia, anche se in realtà inconsistente sul computer di ciascun utente. Rischi per la privacy, errori fatali per il funzionamento dei dispositivi desktop ecc.
Una volta terminata la scansione dei computer, il software sviluppato da Symantec consiglierebbe agli utenti di acquistare una licenza per la versione completa dei programmi stessi. Sarebbe infatti altrimenti impossibile rimuovere tutte le minacce rilevate, non con la versione prova gratuita.

Gli avvocati di Gross hanno dunque accusato Symantec di aver intrapreso attività fraudolente di scareware, approfittando dell'ovvia ingenuità degli utenti meno esperti e più preoccupati. Il colosso di Cupertino non ha voluto rilasciare dichiarazioni, limitandosi a prendere atto della causa avviata in California.

Mauro Vecchio
Notizie collegate
  • SicurezzaSymantec, i sorgenti sgorgano onlineIl codice di alcuni suoi prodotti software finisce in mano a un gruppo di aggressori indiani. Quei sorgenti sono autentici ma la colpa non è nostra, risponde Symantec. Pochi i pericoli per l'utenza
  • SicurezzaFBI, lo scareware nella reteUn'operazione internazionale del bureau federale statunitense mette a segno un importante vittoria contro due gang di cyber-criminali dediti a spargere finti antivirus online
  • SicurezzaSicurezza, occhio allo scarewareMicrosoft avvisa dell'esistenza di un codice malevolo che mima quasi alla perfezione i messaggi di allerta dei browser più diffusi. Novità anche per la falla DLL
7 Commenti alla Notizia Symantec sotto accusa per scareware
Ordina
  • Da quando c'è windows, norton ha tirato fuori solo schifezze.

    Ai tempi del dos, la norton era una azienda valida: le norton utilities erano forse i migliori programmi in circolazione, per la sicurezza ed il recupero dati (con DiskEdit ero riuscito, in molti casi, a recuperare i dati da dischetti che apparentemente sembravano spacciati)

    La versione per windows, al confronto, faceva pena. Anzi, era stata proprio progettata in modo assurdo: un esempio per tutti: dichiaravano di poter recuperare i files cancellati, anche dopo che si era svuotato il cestino (nulla di strano: anche il vecchio "undelete" del dos poteva farlo), a condizione che non si fosse scritto niente di nuovo su tale disco nel frattempo.... peccato che per poter usare le norton utilities, bisognava installarle (non mi pare che si potessero far partire da cd), e installandole per forza di cose si scriveva sull'hard disk, sovrascrivendo i dati cancellati; quindi, o le avevi già installate, oppure eri fregato (a meno di non smontare l'hard disk e montarlo su un altro computer)
    non+autenticato
  • - Scritto da: uno qualsiasi
    > Da quando c'è windows, norton ha tirato fuori
    > solo
    > schifezze.
    Questo e' vero.


    > Ai tempi del dos, la norton era una azienda
    > valida: le norton utilities erano forse i
    > migliori programmi in circolazione, per la
    > sicurezza ed il recupero dati (con DiskEdit ero
    > riuscito, in molti casi, a recuperare i dati da
    > dischetti che apparentemente sembravano
    > spacciati)
    Come darti torto?


    > La versione per windows, al confronto, faceva
    > pena.
    Ho ancora gli incubi. Avevo da poco upgradato il mio sistema a 128MB di ram e... tah dah! Le norton utilities ne avevano sugati quasi 60.

    > Anzi, era stata proprio progettata in modo
    > assurdo: un esempio per tutti: dichiaravano di
    > poter recuperare i files cancellati, anche dopo
    > che si era svuotato il cestino (nulla di strano:
    > anche il vecchio "undelete" del dos poteva
    > farlo), a condizione che non si fosse scritto
    > niente di nuovo su tale disco nel frattempo....
    Giusto.


    > peccato che per poter usare le norton utilities,
    > bisognava installarle (non mi pare che si
    > potessero far partire da cd), e installandole per
    > forza di cose si scriveva sull'hard disk,
    > sovrascrivendo i dati cancellati; quindi, o le
    > avevi già installate, oppure eri fregato (a meno
    > di non smontare l'hard disk e montarlo su un
    > altro
    > computer)
    O___o
    Ma come?!?
    Cancelli un file, le istruzioni ti raccomandano di non toccare quel disco e tu ci installi sopra le NU?

    Anche Undelete del DOS funzionava allo stesso modo: essendo preinstallato potevi eseguirlo senza dover modificare il disco.
    In quell'occasione dovevi:
    1) Smontare il disco
    2) Montarlo su un sistema dotato di NU
    3) Lavorare di undelete.

    Eddai...

    GT
  • Qualcuno si ricorda di Norton Crash Guard? Un programma di parecchi anni fa, per Win95 (credo solo per 95 ma non ci giurerei che non potesse essere ancora in commercio per Win98), che prometteva di "prevenire i crash dei sistemi e dei programmi" (manco ciò fosse possibile tramite un programma!Sorride) e in realtà non faceva un TUBO e rendeva in sistema ancora più instabile di quanto fosse in precedenza dato che esso stesso spesso crashava!

    Giuro, mai visto niente di più palesemente finto e inutile da un'azienda che vorrebbe essere "seria", era quasi al livello dei programmi di scareware "illegali" che si installano tramite malware e non escluderei che questi abbiano preso spunto proprio da quello.
    non+autenticato
  • Non mi stupisco... Symantec è una azienda che come misson acquisice aziende innovative e le distrugge a causa della sua incapacità tecnologica.

    Casi direttamente vissuti sulla mia pelle sono Norton antivirus ed il vecchio Partition Magic, ma mi sa che ce ne sono tanti altri.

    Ed ovviamente laddove la capacità tecnologica latita, se si sopravvive si sopravvive di forza commerciale. E non mi stupisce che giochino sporco!
    non+autenticato
  • - Scritto da: Francesco
    > Non mi stupisco... Symantec è una azienda che
    > come misson acquisice aziende innovative e le
    > distrugge a causa della sua incapacità
    > tecnologica.
    >
    > Casi direttamente vissuti sulla mia pelle sono
    > Norton antivirus ed il vecchio Partition Magic,
    > ma mi sa che ce ne sono tanti
    > altri.
    >
    > Ed ovviamente laddove la capacità tecnologica
    > latita, se si sopravvive si sopravvive di forza
    > commerciale. E non mi stupisce che giochino
    > sporco!
    mi fai ricordare Ghost ... anche quello frutto di un (antica) acquisizione... attorno a ghost9/2003 la Symantech ha iniziato a far danni e casini.. (ironicamente[?] proprio nel periodo in cui ha acquistato PowerQuest.. quella di partitionmagic che citavi)
    Ricordo di aver letto un forum dove un ex-sviluppatore di ghost raccontava delle magagne
    non+autenticato
  • E come dimenticare Veritas Backup Exec, Altiris (quella del Wise Package Studio) e VeriSign Security Business?
    H5N1
    1641
  • In effetti.
    Io non uso più loro prodotti da almeno 10 anni, a causa di un loro inutile accanimento su un problema di Ghost. In pratica negavano l'evidenza invitandomi ad acquistare la versione successiva, che non risolveva nulla ed era esattamente uguale alla precedente.
    non+autenticato