Un caffè personalizzato

Grazie a una macchina che riconosce l'utente e gli offre una gustosa bevanda

Le macchine del caffè espresso sono molto comode. Il mercato ne offre di svariati tipi e di differenti fasce di prezzo. Così si può gustare un buon caffè come quelli del bar, utilizzando macchine manuali o automatiche, a capsule o a cialde e polvere. Insomma, ce ne sono per tutti i gusti e ormai quasi tutte permettono anche di ottenere un buon cappuccino. Ma gli amanti del caffè apprezzeranno una rivoluzione apportata a queste macchine da Philips Saeco. La nota casa produttrice, infatti, ha dato vita al modello Xelsis Digital ID.

macchina del caffè


Si tratta di una macchina del caffè espresso superautomatica, in quanto integra un sistema di riconoscimento delle impronte digitali, per poter individuare la persona che richiede la bevanda e preparargliela in pochi istanti.
Il lettore biometrico integrato, una volta individuata l'impronta digitale, la associa a un profilo utente memorizzato nel database della macchina e da qui ne carica i parametri personali, come bevanda preferita, quantità di caffè in tazza, aroma, intensità, corposità e via discorrendo. Per i cappuccini, ad esempio, si può decidere quanta schiuma, quanto latte, quanto caffè, la temperatura e tanti altri gustosi parametri.

In questo modo, sei utilizzatori potranno memorizzare i propri gusti e chiedere alla macchina di preparare al meglio le bevande preferite. Tutte le funzionalità sono poi accessibili attraverso un pratico touchscreen TFT a colori, sulla quale compare anche il nome dell'utilizzatore riconosciuto dall'impronta o una sua icona personalizzata. Il prezzo di un barista che conosce le nostre preferenze? 2000 euro.



(via TrendHunter)
TAG: gadget
11 Commenti alla Notizia Un caffè personalizzato
Ordina
  • In queste macchine superautomatiche la quantità media di caffè utilizzata per ogni erogazione, che varia (purtroppo) al variare della tipologia di caffè utilizzato (sempre comunque modificabile), si aggira sui 8/9 gr. e non sicuramente 25g. Comunque il punto è che le variabili che sono presenti nell'atto pratico sono più di una:

    1) Al cambiare della miscela del caffè, cambia la quantità di caffè utilizzato che può variare da 8gr. programmati ai 3 o 11 gr. senza che l'utente tocchi la programmazione... Ergo il caffè deve ESSERE sempre lo stesso altrimenti dovrebbe essere rifatta OGNI volta la programmazione per ogni persona (o ID).
    2) stessa cosa si può dire per il latte, al modificarsi delle quantità di grasso nel latte o della temperatura dello stesso, il sistema cappuccinatore andrà a prelevare più o meno latte e a creare più o meno schiuma...

    Se proprio vogliamo metterla invece nella questione della qualità, bhè con 1000,00 € si acquista una macchina semi-professionale ad un gruppo della Casadio + Macinino (semiprofessionale) con gruppo caffè della mitica Faema E61 e comunque ci si mette in casa un'opera d'arte di ottone cromato, che con le dovute accortezze può riuscire ad erogare un prodotto molto simile (se non superiore ) a quello erogato nel bar...
    2000,00 € per una macchina del genere ormai non ha più senso...
    non+autenticato
  • senza poi togliere che se è tutto automatizzato si perde la mano del uomo che personalizza il prodotto .... che triste.
    non+autenticato
  • ...sono 8-10 anni di caffè al bar (poi da valutare il rifornimento).
    Se poi il costo del lettore di impronte (finger...?) ha un peso rilevante, in una macchinetta d'ufficio che avrà una decina di utenti o metti pure 100, forse potevano risparmiarselo dando agli usufruitori un numero da digitare personale di due cifre (00-01....-99)
    non+autenticato
  • - Scritto da: Surak 2.0
    > ...sono 8-10 anni di caffè al bar (poi da
    > valutare il
    > rifornimento).
    > Se poi il costo del lettore di impronte
    > (finger...?) ha un peso rilevante, in una
    > macchinetta d'ufficio che avrà una decina di
    > utenti o metti pure 100, forse potevano
    > risparmiarselo dando agli usufruitori un numero
    > da digitare personale di due cifre
    > (00-01....-99)

    3000 euro, a 80 centesimi a caffe' sono circa 10 anni se si prende 1 caffe' al giorno al bar (3652 caffe'). Mi concentro su questo numero.
    Per casa bisogna considerare il costo del caffe'.
    Se consideriamo una carica "standard" da 25g con una ricarica da 250gr di un medio caffe' macinato (6 eur) ci si prendono 100 caffe' e quindi, se il prezzo del caffe' fosse costante, si spenderebbero comunque altri 2190 euro, nello stesso periodo, per acquistare la materia prima (il costo dei 91kg di caffe' necessari).

    Ammesso e concesso che la macchina sia in grado di funzionare per 3652 caffe' prima di raggiungere la condizione "da riciclare" ogni caffe' prodotto costerebbe 1,42 euro al netto di energia, acqua, ricambi, aggiunte (zucchero, latte & C) e accessori (tazzina, cucchiaino, lavaggio). In molti bar con 1,6 euro si prendono caffe' e cornetto semplice.


    Tutto sommato il rituale del bar ha ancora i suoi vantaggi: anche economici.

    GT
  • In Italia costa 80 centesimi (ma anche 70), in altri paesi europei invece costa molto di piu'
    non+autenticato
  • - Scritto da: Nome e cognome
    > In Italia costa 80 centesimi (ma anche 70), in
    > altri paesi europei invece costa molto di
    > piu'

    Ma che cosa stai dicendo?
    Negli altri paesi europei quella cosa che chiamano "caffe'" e che vendono a non meno di 2 euro la tazza, e' brodaglia scura!
  • Non hai considerato che questa macchina ha sino a 6 utilizzatori (più ospiti): già ad usarla abitualemnte in 4 il costo del singolo caffè scenderebbe di 0,60€. Poi la maggior parte delle persone prende più di un caffè al giorno...
    E non hai nemmeno considerato il costo di acqua (anche se quasi irrilevante se usi quella del rubinetto, se usi la minerale ha un suo peso) e dell'energia elettrica.
    Sicuramente costa molto di più rispetto ad una macchina espresso da casa tradizionale, ma la comodità si paga. E poi, vuoi nettere quanto fa "fico" farsi vedere dagli amici con una macchina del genere? Con la lingua fuori
    pjt
    378
  • - Scritto da: pjt
    > Non hai considerato che questa macchina ha sino a
    > 6 utilizzatori (più ospiti): già ad usarla
    > abitualemnte in 4 il costo del singolo caffè
    > scenderebbe di 0,60€. Poi la maggior parte delle
    > persone prende più di un caffè al
    > giorno...
    Figliolo: ho considerato il costo di 3652 caffe'.
    Che sia 1 persona in 10 anni, 2 in 5 o 4 in 2 anni e 6 mesi non cambia di una virgola: ogni caffe' continua a costare 1 euro e 42 centesimi al netto dei costi di esercizio.

    > E non hai nemmeno considerato il costo di acqua
    > (anche se quasi irrilevante se usi quella del
    > rubinetto, se usi la minerale ha un suo peso) e
    > dell'energia
    > elettrica.
    (ri)Leggi:
    "Ammesso e concesso che la macchina sia in grado di funzionare per 3652 caffe' prima di raggiungere la condizione "da riciclare" ogni caffe' prodotto costerebbe 1,42 euro al netto di energia, -->acqua<--, ricambi, aggiunte (zucchero, latte & C) e accessori (tazzina, cucchiaino, lavaggio). In molti bar con 1,6 euro si prendono caffe' e cornetto semplice."

    ora e' chiaro?
    Se guardi il mio post precedente troverai la parola acqua esattamente tra energia e ricambi, senza modifiche da parte del sottoscritto.
    Giurin giurella!


    > Sicuramente costa molto di più rispetto ad una
    > macchina espresso da casa tradizionale, ma la
    > comodità si paga.
    > E poi, vuoi nettere quanto fa
    > "fico" farsi vedere dagli amici con una macchina
    > del genere?
    >Con la lingua fuori
    Per me fa piu' "figo" servire ai miei amici un caffe' degno di questo nome e per questo risultato la macchina del caffe va *coltivata*, non basta che sia "figa".

    Innanzitutto gli strumenti per la pulizia devono essere dedicati dato che non puoi usare lo stesso bruschino che usi per i piatti (e magari lasciar tracce di sapone), non puoi usare detergenti a parte l'olio di gomito... eccetera eccetera.
    Preparare il caffé è un'arte. Quello presentato è un gran bell'apparecchio, tutto luccicoso, ma la vecchia Moka (fu) Bialetti e' un'altra cosa.


    GT
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 13 gennaio 2012 15.56
    -----------------------------------------------------------
  • - Scritto da: Guybrush
    > - Scritto da: pjt
    > > Non hai considerato che questa macchina ha sino
    > a
    > > 6 utilizzatori (più ospiti): già ad usarla
    > > abitualemnte in 4 il costo del singolo caffè
    > > scenderebbe di 0,60€. Poi la maggior parte delle
    > > persone prende più di un caffè al
    > > giorno...
    > Figliolo: ho considerato il costo di 3652 caffe'.
    > Che sia 1 persona in 10 anni, 2 in 5 o 4 in 2
    > anni e 6 mesi non cambia di una virgola: ogni
    > caffe' continua a costare 1 euro e 42 centesimi
    > al netto dei costi di
    > esercizio.

    Bimbo, ma se la macchina dura un certo numero di anni (cosa ipotizzata per dire i 3652 caffè) le cose cambiano se fa 1 o 10 caffè al giorno (anche a secondo di quante persone la usano): si chiama piano di ammortamento.

    > > E non hai nemmeno considerato il costo di acqua
    > > (anche se quasi irrilevante se usi quella del
    > > rubinetto, se usi la minerale ha un suo peso) e
    > > dell'energia
    > > elettrica.
    > (ri)Leggi:
    > "Ammesso e concesso che la macchina sia in grado
    > di funzionare per 3652 caffe' prima di
    > raggiungere la condizione "da riciclare" ogni
    > caffe' prodotto costerebbe 1,42 euro al netto di
    > energia, -->acqua <--, ricambi, aggiunte
    > (zucchero, latte & C) e accessori (tazzina,
    > cucchiaino, lavaggio). In molti bar con 1,6 euro
    > si prendono caffe' e cornetto
    > semplice."
    >
    > ora e' chiaro?
    > Se guardi il mio post precedente troverai la
    > parola acqua esattamente tra energia e ricambi,
    > senza modifiche da parte del
    > sottoscritto.
    > Giurin giurella!
    > GT

    Si, io ti davo ragione...Occhiolino

    > > Sicuramente costa molto di più rispetto ad una
    > > macchina espresso da casa tradizionale, ma la
    > > comodità si paga.
    > > E poi, vuoi nettere quanto fa
    > > "fico" farsi vedere dagli amici con una macchina
    > > del genere?
    > >Con la lingua fuori
    > Per me fa piu' "figo" servire ai miei amici un
    > caffe' degno di questo nome e per questo
    > risultato la macchina del caffe va *coltivata*,
    > non basta che sia
    > "figa".
    >
    > GT

    Anche per me è meglio un caffè "OK" indipendentemente dalla macchina che lo fa che uno fatto con macchina super ma poco buono, ma c'è chi (purtroppo) preferice la forma alla sostanza... Newbie, inesperto
    pjt
    378
  • il design sembra copiato un po' da Apple
    non+autenticato
  • Oltre 3000 euro per una macchina del caffè? No grazie, se vinco al superenalotto, forse... 3000 Euro preferisco spenderli in altro modo.
    non+autenticato