Roberto Pulito

Sei un tablet da Windows 8?

Microsoft diffonde i requisiti minimi hardware che i produttori dovranno rispettare se vogliono per far girare il nuovo OS sulle loro tavolette

Roma - Windows 8 potrà essere installato anche sui tablet, a patto che l'hardware rispetti una serie di parametri. Le aziende che intendono utilizzare il nuovo sistema dovranno infatti attenersi ai comandamenti che Microsoft ha ormai diffuso pubblicamente.

Il voluminoso documento stabilisce innanzitutto che ogni tablet equipaggiato con Windows 8 dovrà riuscire a raggiungere una risoluzione video di almeno 1366 x 768 pixel e possedere uno schermo multi-touch in grado di distinguere gesture a cinque dita.

L'intera mano viene tirata in ballo anche per i cinque pulsanti fisici che le tavolette dovranno necessariamente avere. Oltre al pulsante "power", ne servirà uno per bloccare la rotazione dello schermo e due per gestire il volume. L'immancabile tasto Windows potrà essere usato insieme a quello dell'accensione per riavviare, come una sorta di CTRL+ Alt + Canc.
Gli altri requisiti includono almeno 10GB di spazio libero per installare Windows, WLAN, WiFi, USB 2.0, Bluetooth 4.0 e predisposizione al network LTE (Long-Term Evolution). Tra gli "accessori" troviamo una fotocamera che sia in grado di registrare filmati in 720P, e i classici sensori come giroscopio, accelerometro e magnetometro.

Navigazione web, casual gaming, visione di contenuti multimediali e produttività da ufficio. Microsoft ha basato i requisiti sugli stessi scenari che i produttori di tablet dovrebbero conoscere molto bene. Lo scopo ultimo dei requisiti minimi hardware non è soltanto quello di garantire la stabilità del nuovo software: c'è in ballo anche la coerenza della user experience, che dovrà sforzarsi di rimanere sempre la stessa a prescindere dal dispositivo.

Parlando di differenze, sembra ad esempio che non tutti i tablet Windows 8 riusciranno a gestire con la stessa velocità un risveglio dallo stato di sospensione. Probabilmente soltanto i dispositivi basati su tecnologia Intel impiegheranno meno di due secondi per tornare al lavoro. Le tavolette incentrate su architettura ARM forse non saranno così efficienti.

Roberto Pulito
Notizie collegate
  • TecnologiaWindows 8 blindato su ARM. È polemicaLe nuove specifiche Microsoft per la certificazione dei dispositivi basati su CPU ARM prevedono il lock-out obbligatorio del processo di avvio. Scoppia la polemica, ma c'è chi getta acqua sul fuoco
  • TecnologiaWindows 8 si esibisce sui tabletMicrosoft presenta l'interfaccia Immersive, in stile Metro-UI, dedicata alle tavolette. Ma il nuovo Windows "mobile" sarà un OS, lo stesso che verrà usato anche su laptop e desktop
225 Commenti alla Notizia Sei un tablet da Windows 8?
Ordina
  • Mi sono sempre chiesto non avendo un tablet se posso sostituire il sistema operativo gia presente in questo caso android è metterci al suo posto windows 8 indipendentemente dal fatto che sia intel oppure arm.........
    non+autenticato
  • - Scritto da: tutut
    > Fatevi curare che siete gravi VOI linari proprio
    > perchè siete linari e nient'altro.

    Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere
    krane
    22528
  • win7 su atom arranca.
    Android su atom invece vola.
    wp8 su atom decollerebbe.
    Win8 sará davvero solo win o ci sará win8 per x86 e wp8 per arm ?
    non+autenticato
  • possibile che ne punto-informatico ne hwupgrade
    menzionano il fatto che tra i requisiti vi è la NON
    possibilità di sbloccare il secure boot di UEFI
    per la piattaforma ARM mentre su quella x86 non c'è
    nessun vincolo.
    Questo significa che oggi è per i tablet ma un domani
    per i laptop basati su ARM potrai avere solo windows
    (o un sistema signed) e non potrai più mettere la
    tua distrubuzione linux preferita o customizzare il kernel
    o installare moduli kernel non signed.
    E poi dopo i laptop toccherà ai piccoli pc basati su ARM.
    Al solito un bell'attacco alla libertà degli utenti.

    http://www.softwarefreedom.org/blog/2012/jan/12/mi.../
    non+autenticato
  • Non ricordo dove l'ho letto (ma se interessa vado a spulciare e tiro furoi i link) ma a detta di uno sviluppatore del kernel inserire il supporto a secure boot non è troppo complicato.

    Il lavoro in questione necessiterebbe di inserire il supporto nel kernel e nel boot loader e sembra che il codice per farlo sia quasi pronto, il problema è che taglierebbe fuori tutti quegli utenti che si ricompilano da soli il kernel e/o i relativi moduli, un esempio che veniva fatto era per quei driver come quelli di nvidia che ne va ricompliata una parte per andare su distribuzioni non supportate ufficialmente o addirittura non andrebbe proprio nulla su distribuzioni "compila tutto" come gentoo.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 19 gennaio 2012 12.59
    -----------------------------------------------------------
    mura
    1516
  • - Scritto da: mura

    > Il lavoro in questione necessiterebbe di inserire
    > il supporto nel kernel e nel boot loader e sembra
    > che il codice per farlo sia quasi pronto, il
    > problema è che taglierebbe fuori tutti quegli
    > utenti che si ricompilano da soli il kernel e/o i
    > relativi moduli

    Quindi dici che non sarà possibile per chiunque ottenere/creare la propria chiave e con quella autenticare il proprio bootloader + kernel + driver + etc... ?

    No, perché qui su PI, sembra che chiunque abbia la propria opinione a proposito... vedi anche

    http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3399931&m=340...
    non+autenticato
  • - Scritto da: pignolo
    > Quindi dici che non sarà possibile per chiunque
    > ottenere/creare la propria chiave e con quella
    > autenticare il proprio bootloader + kernel +
    > driver + etc...

    Più che altro deve essere una chiave che possa fare il match con quella fisicamente presente sull'hardware e per ottenerla non ho la più pallida idea di come si possa fare (anche se una mezza idea ce l'avrei e si chiama NDA).
    mura
    1516
  • si me lo sono perso.
    non+autenticato
  • e notare pure il fatto ( soprattutto su hwupgrade ) che si leggono un mucchio di commenti di utenti che ancora danno questa imposizione come un forse

    è scritto a caratteri cubitali su msdn che su arm secureboot non è disabilitabile e che su x86, per avere il bollino, bisogna fare lo stesso

    eppure le testate sembrano non voler parlare di questa cosa

    poi ci lamentiamo dei monopoli, degli abusi di posizione dominante, ecc...
    non+autenticato
  • > è scritto a caratteri cubitali su msdn che su arm
    > secureboot non è disabilitabile e che su x86, per
    > avere il bollino, bisogna fare lo
    > stesso

    C'è scritto a caratteri cubitali esattamente il contrario: su x86 per avere la certificazione il secure boot DEVE essere disattivabile.
    non+autenticato
  • ... perché si adatta all'hardware, non il contrario.
  • - Scritto da: il solito bene informato
    > ... perché si adatta all'hardware, non il
    > contrario.

    Ovvero se l'hardware fa schifo linux fa schifo, se l'hardware è figo linux è figo.
    non+autenticato
  • - Scritto da: nome e cognome
    > - Scritto da: il solito bene informato
    > > ... perché si adatta all'hardware, non il
    > > contrario.
    >
    > Ovvero se l'hardware fa schifo linux fa schifo,
    > se l'hardware è figo linux è
    > schifoso come prima.

    Fixed.
    non+autenticato
  • Brutta bestia l'invidia...
    Darwin
    5050
  • - Scritto da: Darwin
    > Brutta bestia l'invidia...
    mgari ora ti inventi che il kernel di linux è più leggero di quello di windows( 40 mb contro 20...)
    non+autenticato
  • - Scritto da: lollo
    > - Scritto da: Darwin
    > > Brutta bestia l'invidia...
    > mgari ora ti inventi che il kernel di linux è più
    > leggero di quello di windows( 40 mb contro
    > 20...)

    Certo che se quei 20 mb per girare hanno bisogno di portarsi dietro 20Gb...
    krane
    22528
  • Il mio kernel (compilato appositamente) pesa ~8MB (1.6 MB di base statica + 6.9 MB di moduli).
    Quindi, si. È più leggero Occhiolino
    Darwin
    5050
  • - Scritto da: Darwin
    > Il mio kernel (compilato appositamente) pesa ~8MB
    > (1.6 MB di base statica + 6.9 MB di
    > moduli).
    > Quindi, si. È più leggero Occhiolino

    Caspita hai praticamente messo l'indispensabile e compilato tutto il resto esternamente, gran bel lavoro devo dire.

    Ma ora mi chiedo quegli 1.6 MB sono a kernel compresso o no ?
    mura
    1516
  • - Scritto da: mura
    > Caspita hai praticamente messo l'indispensabile e
    > compilato tutto il resto esternamente,
    I driver di base (chipset, file system, USB2.0 e audio) sono built-in, così evito il ramdisk. Tutto il resto (bluetooth, netfilter e altro) sono moduli.
    Ho comunque rimosso qualsiasi supporto che non servisse alla mia macchina, qualsiasi sistema di debugging (non faccio debug del kernel o del file system, quindi mi risulta inutile) e altre opzioni nella sezione "protetta".

    > gran bel
    > lavoro devo
    > dire.
    Grazie Sorride

    > Ma ora mi chiedo quegli 1.6 MB sono a kernel
    > compresso o no
    > ?
    Si. Immagine compressa.
    L'ho compressa usando XZ. E inoltre, ho cambiato il flag di ottimizzazione in -Os (che ottimizza per le dimensioni e non per la velocità, come farebbe, ad esempio, un -O2)
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 27 gennaio 2012 00.24
    -----------------------------------------------------------
    Darwin
    5050
  • - Scritto da: lollo
    > - Scritto da: Darwin
    > > Brutta bestia l'invidia...
    > mgari ora ti inventi che il kernel di linux è più
    > leggero di quello di windows( 40 mb contro
    > 20...)

    Detto in un articolo in cui si specifica che windows avra' bisogno di 10 giga di spazio, quando con 10 giga di spazio su linux ci metti 9,5 giga di applicazioni il tuo commento fa proprio compassione.

    La leggerezza di un kernel si misura anche nel carico su processore e ram. Ora, test empirici mi dicono che un laptop con linux su FS compresso da usb2 (chiavetta rimovibile) si mangia win7 preinstallato su SATA. Poi, se avete tempo da perdere dietro windows e le sue interfacce che cambiano ogni due anni fate pure eh.
    non+autenticato
  • Veramente da Xp a seven di cambiamenti che sconvolgessero l'utente ne ho visti pochi.
    Il più significativo è stata la ribbon bar su office, ma poi se ne apprezzano i vantaggi.
    Il problema di linux non è l'OS, ma gli applicativi.
    Certo, per navigare va tutto bene, ma certi applicativi ci sono per windows e a volte mac. E non mi parlare di prodotti equivalenti.
    Perchè se tu ritieni scomodo il cambio parziale di una interfaccia, pensa un po' il cambio di un software!
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 11 discussioni)