Gabriele Niola

Contenuti originali? Internet fa da sé

di G. Niola - La produzione diventa sempre più appannaggio di chi ha iniziato a muoversi con i video in rete. Una carrellata sulle realtà più dinamiche del momento, a partire dagli Stati Uniti per arrivare all'Italia

Roma - Il rapporto di internet con il mondo del video, per come abbiamo imparato a conoscerlo, è fatto di infinite possibilità di distribuzione e ridotte possibilità di guadagno, un luogo in cui tutti possono potenzialmente vedere tutto ma quasi nessuno ne trae un business. La questione negli ultimi 2 anni è cambiata, molto.
Così tanto che lungo il 2011 alcuni dei nomi più importanti della rete, solitamente abbinati all'aggregazione di contenuti video, hanno fatto passi più che sostanziali nella direzione della produzione. Da un business basato sul piazzamento di contenuti sconosciuti, lentamente l'economia statunitense dei grossi nomi sta tentando di passare al più completo business di produzione e distribuzione.

Le notizie in merito sono state molte e molto diverse, tanto da dare vita a molteplici possibili scenari, corrispondenti alle diverse idee di distribuzione e produzione di ogni compagnia. Quale sarà il modello dominante è difficile a dirsi, sembra però scontato che internet non diventerà la televisione e la televisione non si sposterà su internet ma le connected tv offriranno anche contenuti originali, a metà tra quel che esiste oggi e il meglio di quello che si fa in rete.
Nel 2012 quindi vedremo concretizzarsi gli sforzi partiti nel 2011 da parte delle aziende più grosse del settore.

Hulu - La più importante piattaforma gestita direttamente dai network cinematografico-televisivi ha visto il suo pubblico aumentare di pari passo ai suoi introiti. Con la metà delle interruzioni pubblicitarie della televisione (ma il doppio più efficaci, secondo i parametri statunitensi) Hulu quest'anno ha raddoppiato i guadagni arrivando a 420 milioni di dollari e 1,5 milioni di utenti paganti per il servizio Plus (senza pubblicità per 8 dollari al mese).
Per il 2012 ha dichiarato di voler investire 500 milioni di dollari in quelli che paiono 3 progetti: una serie ambientata negli uffici della campagna elettorale del partito Democratico (probabilmente affidata a Marc Webb), il prosieguo della serie di documentari di Morgan Spurlock titolata A Day In The Life e un progetto originale in stile reality da ambientarsi intorno al mondo.
Yahoo! - Il settore video di Yahoo! è uno dei più efficienti (50 milioni di stream al mese), tanto che la compagnia ha recentemente acquistato un appartamento da 500 metri quadrati al centro di New York, da utilizzarsi solo per la produzione (e co-produzione assieme ad ABC) di video. Già in marzo aveva annunciato 7 show originali di cui ben 2 prodotti in totale autonomia. Si tratta di show per i quali sono state messe sotto contratto star di medio livello della tv americana, con valori di produzione alti e una forte spinta commerciale.

Amazon Studios - Più di un anno fa Amazon aveva annunciato questo progetto in maniera abbastanza silenziosa e allo stesso modo ha continuato a lavorarci (nonostante le critiche iniziali). L'idea era di creare un laboratorio in cui chiunque potesse inviare sceneggiature o idee per produzioni audiovisive con studi come Warner Bros. pronti ad ascoltare. Ora, ad un anno di distanza (in dicembre), Amazon ha annunciato di aver vagliato 6mila sceneggiature e visto 600 test-movies per scegliere 3 progetti che produrrà e porterà alla fine. Si tratta di tre storie di genere (fantastico, fantascienza e thriller) per le quali non è ancora stato deciso un regista.

Netflix - Quello che è stato l'enfant prodige dell'Home Video, l'unico in grado di traghettare il sistema morente ma ancora molto attivo del noleggio DVD e Blu-ray nella medesima dimensione del noleggio in streaming (di fatto uccidendo quel poco che la pirateria aveva lasciato in vita di Blockbuster), ha messo a segno due mosse importanti. Senza produrre direttamente ma investendo 100 milioni per assicurarsi la distribuzione esclusiva, ha di fatto messo in moto la produzione di due serie. La prima è il ritorno di Arrested Development, l'altra è House Of Cards, ideata da David Fincher e interpretata da Kevin Spacey.

YouTube - Il più grande distributore della rete è anche quello dal progetto più complesso. Con l'acquisizione di Next New Networks è diventato indirettamente produttore di quei canali da essa curati. In seguito, con le molte iniziative intorno al mondo come Next Up, ha finanziato direttamente degli youtuber per produrre contenuti di qualità, infine ha annunciato la creazione di una serie di veri e propri canali in stile televisivo (con un budget totale di 100 milioni di dollari), nonché, recentemente, la collaborazione ad un progetto produttivo che coinvolge Ridley Scott e che culminerà al festival di Venezia.
Indeciso sulla posizione da prendere (di fatto è un produttore ma fa di tutto per non sembrarlo), YouTube cerca di fomentare la creatività invece che imporre la propria. Un modello che, tra quelli esistenti, pare il più lungimirante e il più adatto alle dinamiche della rete.

Questo per dire dello scenario statunitense, ma anche in Italia canali noti per aggregare, come RaiNet, hanno deciso quest'anno di passare alla produzione (ovviamente per la rete) con 12 progetti il cui sfruttamento sarà unicamente online.
In un solo anno gli investimenti sulla creazione di contenuti sono dunque passati da quasi zero a centinaia di milioni, coinvolgendo nomi e brand di livello. Internet è considerato in concorrenza con il cinema (per la pirateria) e con la televisione (per la pirateria, i servizi on demand dove disponibili, e la capacità di catturare l'attenzione nel prime time), anche se non ha ancora prodotto nulla di concorrenziale. Ora a tutti gli effetti sui suoi canali di distribuzione più ufficiali, quelli al momento quasi monopolizzati da serie, show e film provenienti da altri media, finiranno anche le loro controparti originali. Figli naturali e adottati dovranno convivere, gli uni accanto agli altri, con le prevedibili diverse gestioni.
Non sarà la democratizzazione della televisione che tutti annunciavano ma un sistema diverso. Per le cose democratiche e davvero sovversive, come al solito, ci sarà la rete.

Gabriele Niola
Il blog di G.N.

I precedenti scenari di G.N. sono disponibili a questo indirizzo
195 Commenti alla Notizia Contenuti originali? Internet fa da sé
Ordina
  • Possiamo tornare a parlare di copyright e non di ubuntu ? Ciao grazie.
    non+autenticato
  • - Scritto da: zeus
    > Possiamo tornare a parlare di copyright e non di
    > ubuntu ? Ciao
    > grazie.

    Certo!

    Io sono pronto!

    Basta con la pirateria !!!
  • - Scritto da: Basta Pirateria
    > - Scritto da: zeus
    > > Possiamo tornare a parlare di copyright e
    > non
    > di
    > > ubuntu ? Ciao
    > > grazie.
    >
    > Certo!
    >
    > Io sono pronto!
    >
    > Basta con la pirateria !!!
    Mbeh che c'è ti sei scordato ancora di dire
    Perchè?
    non+autenticato
  • - Scritto da: tucumcari
    > - Scritto da: Basta Pirateria
    > > - Scritto da: zeus
    > > > Possiamo tornare a parlare di copyright
    > e
    > > non
    > > di
    > > > ubuntu ? Ciao
    > > > grazie.
    > >
    > > Certo!
    > >
    > > Io sono pronto!
    > >
    > > Basta con la pirateria !!!
    >

    >
    > Mbeh che c'è ti sei scordato ancora di dire
    > Perchè?

    Impossibile. Se te lo dicessi:

    a) non capiresti
    b) smetteresti di renderti ridicolo

    Come vedi sarebbe, quindi, una perdita di tempoA bocca aperta
  • - Scritto da: Basta Pirateria
    > - Scritto da: tucumcari
    > > - Scritto da: Basta Pirateria
    > > > - Scritto da: zeus
    > > > > Possiamo tornare a parlare di
    > copyright
    > > e
    > > > non
    > > > di
    > > > > ubuntu ? Ciao
    > > > > grazie.
    > > >
    > > > Certo!
    > > >
    > > > Io sono pronto!
    > > >
    > > > Basta con la pirateria !!!
    > >

    > >
    > > Mbeh che c'è ti sei scordato ancora di dire
    > > Perchè?
    >
    > Impossibile. Se te lo dicessi:
    >
    > a) non capiresti

    Ma magari capiscono gli altri!

    > b) smetteresti di renderti ridicolo
    >
    Vero saresti meno ridicolo!

    > Come vedi sarebbe, quindi, una perdita di tempoA bocca aperta
    Ripeto non lo devi spiegare a me...
    Spiega agli altri
    Perchè basta pirateria?
    A bocca aperta
    non+autenticato
  • - Scritto da: tucumcari
    [...]
    > Ripeto non lo devi spiegare a me...
    > Spiega agli altri
    > Perchè basta pirateria?
    > A bocca aperta

    Pessima argomentazione. Ma prosegui, prosegui pure che sono tutti click in piùSorride
  • Questo post per rispondere a quei due o tre trollettoni che insistono con la pasta alla pirateria.

    Ancora non l'avete capito che qui di legale / illegale non ce ne po' fregà de meno?

    Libera cultura, libero download e libero scambio. le idee si moltiplicano e l'umanità migliora.
    non+autenticato
  • - Scritto da: tucumcari
    > Questo post per rispondere a quei due o tre
    > trollettoni che insistono con la pasta alla
    > pirateria.
    >

    Qual'è il problema? Finalmente c'è un po' di varietà nel menu di PI, la tavola calda dei troll. Oltre ai trollburger e alle patatorchette ora c'è la pasta alla pirateria.

    Personalmente apprezzo molto i torrentini al mulo.
    non+autenticato
  • - Scritto da: MegaJock
    > - Scritto da: tucumcari
    > > Questo post per rispondere a quei due o tre
    > > trollettoni che insistono con la pasta alla
    > > pirateria.
    > >
    >
    > Qual'è il problema? Finalmente c'è un po' di
    > varietà nel menu di PI, la tavola calda dei
    > troll. Oltre ai trollburger e alle patatorchette
    > ora c'è la pasta alla
    > pirateria.
    >
    > Personalmente apprezzo molto i torrentini al mulo.

    Non era mica "Mulo alla torrentina" ?
  • Insomma non cascateci come delle pere cotte!!

    Questi sono tutti prezzolati della redazione (basta con la pirateria al primo posto) pagati per aumentare il numero di click. Un utente su un altro tread l'aveva sbugiardato: prendono da 0,40 a 0,60 a post che generano, quindi smettete di "alimentare il troll".

    Buona domenica
    non+autenticato
  • - Scritto da: informa zione
    > Insomma non cascateci come delle pere cotte!!
    >
    > Questi sono tutti prezzolati della redazione
    > (basta con la pirateria al primo posto) pagati
    > per aumentare il numero di click. Un utente su un
    > altro tread l'aveva sbugiardato: prendono da 0,40
    > a 0,60 a post che generano, quindi smettete di
    > "alimentare il
    > troll".
    >
    > Buona domenica

    ucci ucci sento odore di trollucci...
    non+autenticato
  • - Scritto da: informa zione
    > Insomma non cascateci come delle pere cotte!!
    >
    > Questi sono tutti prezzolati della redazione
    > (basta con la pirateria al primo posto) pagati
    > per aumentare il numero di click. Un utente su un
    > altro tread l'aveva sbugiardato: prendono da 0,40
    > a 0,60 a post che generano, quindi smettete di
    > "alimentare il
    > troll".
    >
    > Buona domenica

    beh se qualcuno si arricchisce senza togliermi soldi, va più che bene A bocca aperta
  • - Scritto da: il solito bene informato
    > - Scritto da: informa zione
    > > Insomma non cascateci come delle pere cotte!!
    > >
    > > Questi sono tutti prezzolati della redazione
    > > (basta con la pirateria al primo posto)
    > pagati
    > > per aumentare il numero di click. Un utente
    > su
    > un
    > > altro tread l'aveva sbugiardato: prendono da
    > 0,40
    > > a 0,60 a post che generano, quindi smettete
    > di
    > > "alimentare il
    > > troll".
    > >
    > > Buona domenica
    >
    > beh se qualcuno si arricchisce senza togliermi
    > soldi, va più che bene
    >A bocca aperta

    Forse implicitamente stai spezzando una lancia a favore di dotcom ??

    :D
  • - Scritto da: Basta Pirateria
    > - Scritto da: il solito bene informato
    > > - Scritto da: informa zione
    > > > Insomma non cascateci come delle pere
    > cotte!!
    > > >
    > > > Questi sono tutti prezzolati della
    > redazione
    > > > (basta con la pirateria al primo posto)
    > > pagati
    > > > per aumentare il numero di click. Un
    > utente
    > > su
    > > un
    > > > altro tread l'aveva sbugiardato:
    > prendono
    > da
    > > 0,40
    > > > a 0,60 a post che generano, quindi
    > smettete
    > > di
    > > > "alimentare il
    > > > troll".
    > > >
    > > > Buona domenica
    > >
    > > beh se qualcuno si arricchisce senza
    > togliermi
    > > soldi, va più che bene
    > >A bocca aperta
    >
    > Forse implicitamente stai spezzando una lancia a
    > favore di dotcom
    > ??
    >
    >A bocca aperta
    è molto più onesto di te e dei tuoi padroni!
    Ah... a proposito
    Hai mica detto perchè basta pirateria?
    non+autenticato
  • - Scritto da: tucumcari
    [...]
    > è molto più onesto di te e dei tuoi padroni!

    Adesso o specifichi chi sarebbero questi "padroni" o ammetti di essere un tantinello paranoico (sai com'è: "loro", "quelli", il "potere occulto" etc. etc.)
  • - Scritto da: Basta Pirateria
    > - Scritto da: tucumcari
    > [...]
    > > è molto più onesto di te e dei tuoi padroni!
    >
    > Adesso o specifichi chi sarebbero questi
    > "padroni" o ammetti di essere un tantinello
    > paranoico (sai com'è: "loro", "quelli", il
    > "potere occulto" etc.
    > etc.)

    Dovresti saperlo tu chi e' il burattinaio che muove i tuoi fili.
    Perche' uno che difende lucchetti e catene e' solo un burattino legato a lucchetti e catene, ed incapace di vivere senza.
  • La pirateria per fini personali fa parte della conoscenza di cui ogni essere umano sente il bisogno per saziarsi di sapere.
    Immaginate se L'evoluzione sarebbe un diritto di copyright e non un nascere e morire di specie trasformandosi in altri se questo non sarebbe potuto avvenire la specie umana si sarebbe estinta.
    Il sapere deve essere di tutti cosi tutti possono trasformarlo migliorarlo.La musica,film,libbri,arte ecc di cui la nostra mente si nutre ogni giorno generando idee nuove e crescendo come uomo e facendo crescere il mondo che ci sta attorno.L'uomo che vuole arrestare il sapere sarà lo stesso sapere che farà scomparire l'uomo.Il sapere è anche un arma a doppio taglio quando diventa di pochi e
    basta guardare la storia ma anche il nostro presente di cosa abbia fatto al servizio di pochi...
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 29 gennaio 2012 09.54
    -----------------------------------------------------------
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 29 gennaio 2012 09.55
    -----------------------------------------------------------
  • - Scritto da: mosfet
    > La pirateria per fini personali fa parte della
    > conoscenza di cui ogni essere umano sente il
    > bisogno per saziarsi di
    > sapere.

    A parte che "fini personali" non vuol dire niente. Quelli che vendevano merce contraffatta al mercato lo facevano anche loro per fini personali.
    Forse intendevi senza fini commerciali.
    Se uno ha un reddito è giusto che contribuisca anche alla conoscenza facendo guadagnare chi la produce in modo professionale. Specie quando si tratta di un indipendente che si autoproduce, purtroppo sono proprio loro i più colpiti dalla pirateria.
    Poi tanta della roba scaricare non appartiene proprio alla conoscenza nel senso alto del termine, ma è roba popolare usa e getta.

    Se tutti quelli preoccupati della conoscenza contribuissero ad essa anziché scaricare e basta non ci sarebbe neanche il problema. Vedi Wikipedia che è perfettamente legale. Invece i pirati sono come i parassiti, prendono e non danno niente.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Dottor Stranamore
    > - Scritto da: mosfet
    > > La pirateria per fini personali fa parte
    > della
    > > conoscenza di cui ogni essere umano sente il
    > > bisogno per saziarsi di
    > > sapere.
    >
    > A parte che "fini personali" non vuol dire
    > niente. Quelli che vendevano merce contraffatta
    > al mercato lo facevano anche loro per fini
    > personali.
    > Forse intendevi senza fini commerciali.
    > Se uno ha un reddito è giusto che contribuisca
    > anche alla conoscenza facendo guadagnare chi la
    > produce in modo professionale. Specie quando si
    > tratta di un indipendente che si autoproduce,
    > purtroppo sono proprio loro i più colpiti dalla
    > pirateria.
    > Poi tanta della roba scaricare non appartiene
    > proprio alla conoscenza nel senso alto del
    > termine, ma è roba popolare usa e
    > getta.
    >
    > Se tutti quelli preoccupati della conoscenza
    > contribuissero ad essa anziché scaricare e basta
    > non ci sarebbe neanche il problema. Vedi
    > Wikipedia che è perfettamente legale. Invece i
    > pirati sono come i parassiti, prendono e non
    > danno
    > niente.
    Volevo dire a scopi commerciali, scusa.Poi che siano o siamo dei parassiti sarebbe bello nella vita di tutti i giorni chi non ha copiato qualcosa almeno una volta.Hai mai pensato che chi scarica "illegamente"magari sono proprio quelli che contribuiscono al sociale?
    Ciao
  • - Scritto da: mosfet
    [...]
    > Volevo dire a scopi commerciali, scusa.Poi che
    > siano o siamo dei parassiti sarebbe bello nella
    > vita di tutti i giorni chi non ha copiato
    > qualcosa almeno una volta.Hai mai pensato che chi
    > scarica "illegamente"magari sono proprio quelli
    > che contribuiscono al
    > sociale?
    > Ciao

    In conclusione essendo lei un comunissimo "troll" è comunque pregato alla prossima occasione di trovare migliori argomenti questi non saranno tenuti in nessuna considerazione.

    Tiè
    non+autenticato
  • - Scritto da: tucumcari
    > - Scritto da: mosfet
    > [...]
    > > Volevo dire a scopi commerciali, scusa.Poi
    > che
    > > siano o siamo dei parassiti sarebbe bello
    > nella
    > > vita di tutti i giorni chi non ha copiato
    > > qualcosa almeno una volta.Hai mai pensato
    > che
    > chi
    > > scarica "illegamente"magari sono proprio
    > quelli
    > > che contribuiscono al
    > > sociale?
    > > Ciao
    >
    > In conclusione essendo lei un comunissimo "troll"
    > è comunque pregato alla prossima occasione di
    > trovare migliori argomenti questi non saranno
    > tenuti in nessuna
    > considerazione.
    >
    > Tiè
    Vogliate scusarmi se offeso la sua sensibilità negli argomenti trattati mi dia il suo indirizzo civico che gli mando il manuale di galanteria.
    Vogliate gradire con affetto e simpatia le mie scuse ....
  • - Scritto da: mosfet
    > Volevo dire a scopi commerciali, scusa.Poi che
    > siano o siamo dei parassiti sarebbe bello nella
    > vita di tutti i giorni chi non ha copiato
    > qualcosa almeno una volta.Hai mai pensato che chi
    > scarica "illegamente"magari sono proprio quelli
    > che contribuiscono al
    > sociale?
    > Ciao

    Ovviamente per parassiti non intendo quello che sporadicamente scarica, ma quelli che difendono il diritto di avere tutto gratis e che non ritengo contribuiscano al sociale. Ma anzi grazie a loro il software open source per il desktop ad esempio non acquisisce rilevanza perché tanto si può scaricare photoshop piratato. La stessa musica sotto Creative Commons interessa poco perché tanto si può avere gratis quella piratata e sotto copyright.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Dottor Stranamore
    > - Scritto da: mosfet
    > > Volevo dire a scopi commerciali, scusa.Poi
    > che
    > > siano o siamo dei parassiti sarebbe bello
    > nella
    > > vita di tutti i giorni chi non ha copiato
    > > qualcosa almeno una volta.Hai mai pensato
    > che
    > chi
    > > scarica "illegamente"magari sono proprio
    > quelli
    > > che contribuiscono al
    > > sociale?
    > > Ciao
    >
    > Ovviamente per parassiti non intendo quello che
    > sporadicamente scarica, ma quelli che difendono
    > il diritto di avere tutto gratis e che non
    > ritengo contribuiscano al sociale. Ma anzi grazie
    > a loro il software open source per il desktop ad
    > esempio non acquisisce rilevanza perché tanto si
    > può scaricare photoshop piratato. La stessa
    > musica sotto Creative Commons interessa poco
    > perché tanto si può avere gratis quella piratata
    > e sotto
    > copyright.

    Inutile starnazzare, noi di pagare non abbiamo nessuna intenzione, e considerando che troviamo tutto gratis a portata di click le tue opinioni valgono come un brano di musica coperta da copyright = ZERO
    non+autenticato
  • > Ovviamente per parassiti non intendo quello che
    > sporadicamente scarica, ma quelli che difendono
    > il diritto di avere tutto gratis e che non
    > ritengo contribuiscano al sociale. Ma anzi grazie
    > a loro il software open source per il desktop ad
    > esempio non acquisisce rilevanza perché tanto si
    > può scaricare photoshop piratato.

    Acquisisce rilevanza, invece, proprio perchè puoi averlo gratis senza sbatterti con crack, e senza rischiare i virus.

    > La stessa
    > musica sotto Creative Commons interessa poco
    > perché tanto si può avere gratis quella piratata
    > e sotto
    > copyright.

    Questa è una idiozia, perchè mentre per il software esistono programmi equivalenti open e closed, per la musica non è così. Quindi, se mi interessa un certo brano, non lo posso trovare sotto creative commons.
    non+autenticato
  • - Scritto da: uno qualsiasi
    > Acquisisce rilevanza, invece, proprio perchè puoi
    > averlo gratis senza sbatterti con crack, e senza
    > rischiare i
    > virus.

    Crack o non crack Photoshop viene sempre preferito a Gimp. Ma se fosse punito chi usa photoshop crackato vedresti molta più gente interessata a Gimp.
    Sei chiaramente in malafede se fai queste arrampicate. Comunque è sempre uno spreco di tempo leggerti, ma anche risponderti

    > Questa è una idiozia, perchè mentre per il
    > software esistono programmi equivalenti open e
    > closed, per la musica non è così. Quindi, se mi
    > interessa un certo brano, non lo posso trovare
    > sotto creative
    > commons.

    Non hai capito il ragionamento. Se ti interessa un brano a pagamento lo puoi comprare, tanto 1 euro la mamma te lo passa.
    Ma la musica sotto creative commons in teoria avrebbe il vantaggio di essere gratuita, ma questo vantaggio viene sminuito dal fatto che tanto è facile scaricare illegalmente.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Dottor Stranamore
    > - Scritto da: uno qualsiasi
    > > Acquisisce rilevanza, invece, proprio perchè
    > puoi
    > > averlo gratis senza sbatterti con crack, e
    > senza
    > > rischiare i
    > > virus.
    >
    > Crack o non crack Photoshop viene sempre
    > preferito a Gimp. Ma se fosse punito chi usa
    > photoshop crackato vedresti molta più gente
    > interessata a
    > Gimp.
    > Sei chiaramente in malafede se fai queste
    > arrampicate. Comunque è sempre uno spreco di
    > tempo leggerti, ma anche
    > risponderti

    Ahem... però tu gli rispondiCon la lingua fuori

    E... si: lo faccio anch'io Triste

    >
    > > Questa è una idiozia, perchè mentre per il
    > > software esistono programmi equivalenti open
    > e
    > > closed, per la musica non è così. Quindi, se
    > mi
    > > interessa un certo brano, non lo posso
    > trovare
    > > sotto creative
    > > commons.
    >
    > Non hai capito il ragionamento. Se ti interessa
    > un brano a pagamento lo puoi comprare, tanto 1
    > euro la mamma te lo passa.
    >
    > Ma la musica sotto creative commons in teoria
    > avrebbe il vantaggio di essere gratuita, ma
    > questo vantaggio viene sminuito dal fatto che
    > tanto è facile scaricare
    > illegalmente.

    Parole al vento... "uno qualsiasi" e tutta la combriccola dei cloni del club "amici del mulo" (s)ragionano diversamente, con pensiero laterale. Vogliono la concorrenza sul prodotto dell'ingegno e sui contenuti dell'intrattenimento. Dal loro punto di vista sono beni producibili e duplicabili all'infinito a costo zero.

    Quello su cui sorvolano sempre è la fase creativa, che si svolge "prima" dell'incisione del supporto.

    Comunque condivido l'opinione che hai espresso.
  • - Scritto da: Basta Pirateria

    > Quello su cui sorvolano sempre è la fase
    > creativa, che si svolge "prima" dell'incisione
    > del
    > supporto.

    La fase creativa NON COSTA NIENTE!
    Te lo dice uno che ha contribuito producendo software e rendendolo libero e di pubblica fruizione.

    La differenza semmai sta tra chi crea per il piacere di farlo, e di quei pitocchi che invece creano sperando in una successiva rendita eterna.

    Di questi ultimi non abbiamo bisogno, e se la pirateria ha come conseguenza la fine dei contributi di costoro, tanto meglio!

    FUORI I MERCANTI DAL TEMPIO!
  • vi siete già arresi? ne avete già prese abbastanza eh? vedo che voi due clonazzi da quattro soldi non avete + argomenti.

    Poveri trollazzi, ne avete da imparare prima di venire a fare i trolloni su PI.

    Io e mio "cuggino" siamo qui, quando volete tornare a prenderne un altro po' vi aspettiamo a braccia aperte.
    non+autenticato
  • scusate se mi intrometto, ma qui vedo 4/5 nerd che hanno passato l'intero sabato pomeriggio prostrati sulla "tastiera" a scrivere inutilità (=miNkiAtE), quando avrebbero potuto fare le BEN altre cose (e mi astengo da far esempi), quelle che gente normale e sana fa il sabato pomeriggio.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Cotton
    > scusate se mi intrometto, ma qui vedo 4/5 nerd
    > che hanno passato l'intero sabato pomeriggio
    > prostrati sulla "tastiera" a scrivere inutilità
    > (=miNkiAtE), quando avrebbero potuto fare le BEN
    > altre cose (e mi astengo da far esempi), quelle
    > che gente normale e sana fa il sabato
    > pomeriggio.
    Oh ecco!
    Ci mancava il benaltrista al fulmicotone!
    Ma non avevi detto che avevi "BEN altre" cose da fare o sbaglio?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Cotton
    > scusate se mi intrometto, ma qui vedo 4/5 nerd
    > che hanno passato l'intero sabato pomeriggio
    > prostrati sulla "tastiera" a scrivere inutilità
    > (=miNkiAtE), quando avrebbero potuto fare le BEN
    > altre cose (e mi astengo da far esempi), quelle
    > che gente normale e sana fa il sabato
    > pomeriggio.

    .. ad esempio lavorare come somari in cambio di una carota infilata nel tulo. Sono dei fannulloni! Rotola dal ridere
    Ubunto
    1341
  • - Scritto da: tucumcari
    > vi siete già arresi? ne avete già prese
    > abbastanza eh? vedo che voi due clonazzi da
    > quattro soldi non avete +
    > argomenti.
    >
    > Poveri trollazzi, ne avete da imparare prima di
    > venire a fare i trolloni su
    > PI.
    >
    > Io e mio "cuggino" siamo qui, quando volete
    > tornare a prenderne un altro po' vi aspettiamo a
    > braccia
    > aperte.
    Calmo ... calmo ...
    Rilassati..
    Va tutto bene e è tutto previsto adesso siediti e respira profondo...
    Sei a posto?
    Perfetto... ora posso anche rivelarti una verità sconvolgente puoi tranquillamente fare il clone di tucumcari perchè vedi, amico mio, tucumcari non è altro che un alias (o se preferisci un clone) di "Guy Fawkes"...
    Si insomma...
    Questo qui...
    Clicca per vedere le dimensioni originali

    Quindi non c'è problema...
    Tutti te compreso possono fare il clone di tucumcari..
    Nessuno se la prenderà...
    Contento?
    Occhiolino
    non+autenticato
  • - Scritto da: tucumcari
    > - Scritto da: tucumcari
    > > vi siete già arresi? ne avete già prese
    > > abbastanza eh? vedo che voi due clonazzi da
    > > quattro soldi non avete +
    > > argomenti.
    > >
    > > Poveri trollazzi, ne avete da imparare prima
    > di
    > > venire a fare i trolloni su
    > > PI.
    > >
    > > Io e mio "cuggino" siamo qui, quando volete
    > > tornare a prenderne un altro po' vi
    > aspettiamo
    > a
    > > braccia
    > > aperte.
    > Calmo ... calmo ...
    > Rilassati..
    > Va tutto bene e è tutto previsto adesso siediti e
    > respira
    > profondo...
    > Sei a posto?
    > Perfetto... ora posso anche rivelarti una verità
    > sconvolgente puoi tranquillamente fare il clone
    > di tucumcari perchè vedi, amico mio, tucumcari
    > non è altro che un alias (o se preferisci un
    > clone) di "Guy
    > Fawkes"...
    > Si insomma...
    > Questo qui...
    > [img]http://1.bp.blogspot.com/-kaP11pjsOC0/TpWNeAQ
    >
    > Quindi non c'è problema...
    > Tutti te compreso possono fare il clone di
    > tucumcari..
    > Nessuno se la prenderà...
    > Contento?
    > Occhiolino

    mi dissocio completamente da questo clone spudorato.
    Io difendo il diritto di scaricare sempre e comunque in barba a qualunque regola, legge, gabella, sopruso, prepotenza o qualsivolgia arroganza delle major, degli attori, dei registi e pure delle maschere e delle cassiere.

    :)SorrideSorride
    non+autenticato
  • è che si usi (ennesima dimostrazione di quanta malafede ci sia... si arriva pure a storpiare la lingua pur di oscurare il concetto) la espressione "originale" parlando di "copyright" (ovvero diritto di copia) che è (ovviamente) un mero diritto commerciale .

    Le major non vendono ovviamente "originali" (non li posseggono e non hanno alcun diritto di farlo) vendono (ovviamente) delle copie!

    Per il semplice motivo che :

    1) è l'unica (la copie) sono l'unica cosa su cui hanno un accordo con l'autore (quando ce lo hanno) dato che invece il "diritto di autore" è incedibile e inalienabile
    .
    2) come ogni opera "originale" (che sia una performance un quadro o qualunque altra cosa) è originale solo ciò che l'autore ha fatto direttamente è quindi è irripetibile e unico anche per l'autore stesso (non riesce neppure lui a fare 2 volte la stessa cosa) la parola "originale" implica "unicità" e non "riproducibilità".

    3)Ciò detto e stabilito tutta la questione si riduce semplicemente a questo:
    Alcuni pretendono di essere gli unici a fare copie! e di farsi pagare per questo (non per lavorare intendiamoci bene! per copiare!) i servizi (perché quello sono) di agenzia (promozione distribuzione ecc...) sono servizi e costi che vengono pagati (e fin troppo profumatamente) e infatti dal compenso all'autore vengono decurtati in forma di costi!
    In parole (oltretutto povere... direi anzi miserabili) quello che non vogliono dirvi è che si tratta semplicemente di fare partecipare l'autore al loro rischio di impresa!
    Ovvero invece di pagarlo subito lo pagheranno (se lo pagheranno) una miseria rispetto a quanto intascheranno solo per redita di posizione e intermediazione!
    Come se la agenzia immobiliare desse al proprietario dell'appartamento un 0.x % del valore per via del rischio di impresa della agenzia!

    Questi pescecani possono solo farci un favore, rendersi conto che il tempo dei rulli per le pianole è tramontato definitivamente e andare a contorcersi negli spasmi della agonia altrove e possibilmente senza rompere troppo le 00!
    non+autenticato
  • - Scritto da: tucumcari
    > è che si usi (ennesima dimostrazione di quanta
    > malafede ci sia... si arriva pure a storpiare la
    > lingua pur di oscurare il concetto) la
    > espressione "originale" parlando di "copyright"
    > (ovvero diritto di copia) che è (ovviamente) un
    > mero diritto commerciale
    > .
    >
    > Le major non vendono ovviamente "originali" (non
    > li posseggono e non hanno alcun diritto di farlo)
    > vendono (ovviamente) delle
    > copie!
    >
    > Per il semplice motivo che :
    >
    > 1) è l'unica (la copie) sono l'unica cosa su cui
    > hanno un accordo con l'autore (quando ce lo
    > hanno) dato che invece il "diritto di autore" è
    > incedibile e inalienabile
    >
    > .
    > 2) come ogni opera "originale" (che sia una
    > performance un quadro o qualunque altra cosa) è
    > originale solo ciò che l'autore ha fatto
    > direttamente è quindi è irripetibile e unico
    > anche per l'autore stesso (non riesce neppure
    > lui a fare 2 volte la stessa cosa) la parola
    > "originale" implica "unicità" e non
    > "riproducibilità".
    >
    > 3)Ciò detto e stabilito tutta la questione si
    > riduce semplicemente a
    > questo:
    > Alcuni pretendono di essere gli unici a fare
    > copie! e di farsi pagare per questo (non per
    > lavorare intendiamoci bene! per copiare!) i
    > servizi (perché quello sono) di agenzia
    > (promozione distribuzione ecc...) sono servizi e
    > costi che vengono pagati (e fin troppo
    > profumatamente) e infatti dal compenso all'autore
    > vengono decurtati in forma di
    > costi!
    > In parole (oltretutto povere... direi anzi
    > miserabili) quello che non vogliono dirvi è che
    > si tratta semplicemente di fare partecipare
    > l'autore al loro rischio di
    > impresa!
    > Ovvero invece di pagarlo subito lo pagheranno (se
    > lo pagheranno) una miseria rispetto a quanto
    > intascheranno solo per redita di posizione e
    > intermediazione!
    > Come se la agenzia immobiliare desse al
    > proprietario dell'appartamento un 0.x % del
    > valore per via del rischio di impresa della
    > agenzia!
    >
    > Questi pescecani possono solo farci un favore,
    > rendersi conto che il tempo dei rulli per le
    > pianole è tramontato definitivamente e andare a
    > contorcersi negli spasmi della agonia altrove e
    > possibilmente senza rompere troppo le
    > 00!

    Porca miseria che acidità di stomacoSorride

    Fai una cosa: buttati in politica (io ti voterei), e cambia la legge sul diritto di copia. Quella attuale è un vero obrobrio. Proponine una in cui:

    1) dopo 12 o 18 mesi dalla pubblicazione qualunque opera diventa automaticamente distribuibile / copiabile per chiunque purchè senza fini di lucro

    2) dopo un massimo di 5 anni qualunque opera diventa patrimonio dell'umanità

    Con 2 semplicissime norme rendiamo inutile la pirateria e siamo tutti contenti.
  • - Scritto da: Basta Pirateria
    > - Scritto da: tucumcari
    > > è che si usi (ennesima dimostrazione di
    > quanta
    > > malafede ci sia... si arriva pure a
    > storpiare
    > la
    > > lingua pur di oscurare il concetto) la
    > > espressione "originale" parlando di
    > "copyright"
    > > (ovvero diritto di copia) che è (ovviamente)
    > un
    > > mero diritto commerciale
    >

    > > .
    > >
    > > Le major non vendono ovviamente "originali"
    > (non
    > > li posseggono e non hanno alcun diritto di
    > farlo)
    > > vendono (ovviamente) delle
    > > copie!
    > >
    > > Per il semplice motivo che :
    > >
    > > 1) è l'unica (la copie) sono l'unica cosa su
    > cui
    > > hanno un accordo con l'autore (quando ce lo
    > > hanno) dato che invece il "diritto di
    > autore" è
    >
    > > incedibile e inalienabile
    >

    > >
    > > .
    > > 2) come ogni opera "originale" (che sia una
    > > performance un quadro o qualunque altra
    > cosa)
    > è
    > > originale solo ciò che l'autore ha fatto
    > > direttamente è quindi è irripetibile e unico
    > > anche per l'autore stesso (non riesce
    > neppure
    > > lui a fare 2 volte la stessa cosa) la parola
    > > "originale" implica "unicità" e non
    > > "riproducibilità".
    > >
    > > 3)Ciò detto e stabilito tutta la questione si
    > > riduce semplicemente a
    > > questo:
    > > Alcuni pretendono di essere gli unici a fare
    > > copie! e di farsi pagare per questo (non per
    > > lavorare intendiamoci bene! per copiare!) i
    > > servizi (perché quello sono) di agenzia
    > > (promozione distribuzione ecc...) sono
    > servizi
    > e
    > > costi che vengono pagati (e fin troppo
    > > profumatamente) e infatti dal compenso
    > all'autore
    > > vengono decurtati in forma di
    > > costi!
    > > In parole (oltretutto povere... direi anzi
    > > miserabili) quello che non vogliono dirvi è
    > che
    > > si tratta semplicemente di fare partecipare
    > > l'autore al loro rischio di
    > > impresa!
    > > Ovvero invece di pagarlo subito lo
    > pagheranno
    > (se
    > > lo pagheranno) una miseria rispetto a quanto
    > > intascheranno solo per redita di posizione e
    > > intermediazione!
    > > Come se la agenzia immobiliare desse al
    > > proprietario dell'appartamento un 0.x % del
    > > valore per via del rischio di impresa della
    > > agenzia!
    > >
    > > Questi pescecani possono solo farci un
    > favore,
    > > rendersi conto che il tempo dei rulli per le
    > > pianole è tramontato definitivamente e
    > andare
    > a
    > > contorcersi negli spasmi della agonia
    > altrove
    > e
    > > possibilmente senza rompere troppo le
    > > 00!
    >
    > Porca miseria che acidità di stomacoSorride
    >
    > Fai una cosa: buttati in politica (io ti
    > voterei), e cambia la legge sul diritto di copia.
    > Quella attuale è un vero obrobrio. Proponine una
    > in
    > cui:
    >
    > 1) dopo 12 o 18 mesi dalla pubblicazione
    > qualunque opera diventa automaticamente
    > distribuibile / copiabile per chiunque purchè
    > senza fini di
    > lucro
    >
    > 2) dopo un massimo di 5 anni qualunque opera
    > diventa patrimonio
    > dell'umanità
    >
    > Con 2 semplicissime norme rendiamo inutile la
    > pirateria e siamo tutti
    > contenti.
    Non hai capito!
    La "mia proposta di legge" è che tutto è copiabile!
    Se vuoi però ne aggiungo un altra...
    Nessuno può detenere (o rivendicare) ne con mezzi legali ne con minacce o altri mezzi nessun diritto commerciale in forma esclusiva chi lo fa è passibile di associazione a delinquere e turbativa del libero mercato!

    Che ne dici?
    Non ti piace il liberismo?
    A bocca aperta
    Ah... non verrei scordarmi...
    Ti ho mica mai chiesto perché basta pirateria?
    non+autenticato
  • - Scritto da: tucumcari
    [...]
    > Non hai capito!
    > La "mia proposta di legge" è che tutto è
    > copiabile!
    [...]

    Clicca per vedere le dimensioni originali
  • - Scritto da: Basta Pirateria
    > - Scritto da: tucumcari
    > [...]
    > > Non hai capito!
    > > La "mia proposta di legge" è che tutto è
    > > copiabile!
    > [...]
    >
    > [img]http://www.bigthink.it/wp-content/uploads/200
    Che c'è l'hai presa male? o vuoi dire onestamente che proferisci la rendita di posizione al libero mercato?
    Cioè la preferisci tutte le volte che ti conviene?
    A bocca aperta
    Ma come non eri un sostenitore di "nobili principi?"
    Dai dicci e spiegaci perché basyta pirateria?
    non+autenticato
  • - Scritto da: tucumcari
    [...]
    > Dai dicci e spiegaci perché basyta pirateria?

    Inizi a sgommare sulla tastiera ?
  • - Scritto da: Basta Pirateria
    > - Scritto da: tucumcari
    > [...]
    > > Dai dicci e spiegaci perché
    > basyta

    > pirateria?
    >
    > Inizi a sgommare sulla tastiera ?

    Tutto può essere ... ma mi sembri a corto di argomenti!

    ma quello che non abbiamo ancora visto è la tua risposta alla questione di base...
    Perché basta con la pirateria?
    non+autenticato
  • - Scritto da: tucumcari
    > - Scritto da: Basta Pirateria
    > > - Scritto da: tucumcari
    > > [...]
    > > > Dai dicci e spiegaci perché
    > > basyta

    > > pirateria?
    > >
    > > Inizi a sgommare sulla tastiera ?
    >
    > Tutto può essere ... ma mi sembri a corto di
    > argomenti!
    >
    > ma quello che non abbiamo ancora visto è la tua
    > risposta alla questione di
    > base...
    > Perché basta con la pirateria?

    Tu invece solo argomentazioni originali senza mai ripeterti !!!

    ;)
  • - Scritto da: Basta Pirateria
    > - Scritto da: tucumcari
    > > - Scritto da: Basta Pirateria
    > > > - Scritto da: tucumcari
    > > > [...]
    > > > > Dai dicci e spiegaci perché
    >
    > > > basyta

    > > > pirateria?
    > > >
    > > > Inizi a sgommare sulla tastiera ?
    > >
    > > Tutto può essere ... ma mi sembri a corto di
    > > argomenti!
    > >
    > > ma quello che non abbiamo ancora visto è la
    > tua
    > > risposta alla questione di
    > > base...
    > > Perché basta con la pirateria?
    >
    > Tu invece solo argomentazioni originali senza mai
    > ripeterti
    > !!!
    >
    >Occhiolino
    Io?
    Ma quele è il problema ?
    Sei tu che hai quello slogan!
    Basta che rispondi in modo convincente e io smetto!
    Davvero !
    Perchè basta con la pirateria?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Basta Pirateria
    >
    > Porca miseria che acidità di stomacoSorride
    >
    > Fai una cosa: buttati in politica (io ti
    > voterei), e cambia la legge sul diritto di copia.
    > Quella attuale è un vero obrobrio. Proponine una
    > in
    > cui:
    >
    > 1) dopo 12 o 18 mesi dalla pubblicazione
    > qualunque opera diventa automaticamente
    > distribuibile / copiabile per chiunque purchè
    > senza fini di
    > lucro

    E perché senza fini di lucro?

    > 2) dopo un massimo di 5 anni qualunque opera
    > diventa patrimonio
    > dell'umanità

    Ed in questo caso il lucro?

    > Con 2 semplicissime norme rendiamo inutile la
    > pirateria e siamo tutti
    > contenti.

    Indubbiamente.
    Si produce anche una riduzione dei prezzi.
    Ubunto
    1341
  • - Scritto da: Ubunto
    > - Scritto da: Basta Pirateria
    > >
    > > Porca miseria che acidità di stomacoSorride
    > >
    > > Fai una cosa: buttati in politica (io ti
    > > voterei), e cambia la legge sul diritto di
    > copia.
    > > Quella attuale è un vero obrobrio. Proponine
    > una
    > > in
    > > cui:
    > >
    > > 1) dopo 12 o 18 mesi dalla pubblicazione
    > > qualunque opera diventa automaticamente
    > > distribuibile / copiabile per chiunque purchè
    > > senza fini di
    > > lucro
    >
    > E perché senza fini di lucro?

    Perchè nei primi 18 mesi lasciamo il "lucro" in esclusiva all'autore/produttore. Così guadagnano e continuano a scrivere/produrre.

    >
    > > 2) dopo un massimo di 5 anni qualunque opera
    > > diventa patrimonio
    > > dell'umanità
    >
    > Ed in questo caso il lucro?

    In questo caso lucra chi vuole, ma senza nessun diritto di esclusiva.
    Siamo tutti liberi di far pagare il biglietto a teatro per una tragedia di Eschilo, mi pare.

    >
    > > Con 2 semplicissime norme rendiamo inutile la
    > > pirateria e siamo tutti
    > > contenti.
    >
    > Indubbiamente.
    > Si produce anche una riduzione dei prezzi.

    Magari non nei primissimi giorni di uscita di un contenuto, ma sul medio periodo senz'altro.
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Precedente | 1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 2/3 - 12 discussioni)