Supercomputer Linux, IBM cerca il primato

IBM svilupperà un monster basato su processori Opteron e Linux per accaparrarsi la prima posizione nella classifica dei cluster Linux più veloci al mondo

Armonk (USA) - Opteron, Itanium, Linux e grid computing. E' questo l'inedito cocktail di ingredienti che IBM utilizzerà per forgiare quello che definisce "il supercomputer Linux più potente al mondo", un mostro da oltre 11.000 miliardi di calcoli al secondo che verrà installato il prossimo anno presso il National Institute of Advanced Industrial Science and Technology (AIST), il più grande istituto di ricerca giapponese.

Con i suoi 11,2 Teraflops, il supercomputer di IBM potrà sopravanzare, seppur di un soffio, gli 11,1 Tflops (come riportato da Top500.org) di Evelocity, l'attuale leader nella classifica dei computer Linux più veloci al mondo.

Il cluster di Big Blue si baserà in larga maggioranza sugli eServer 325, un nuovo modello di server rack 1U che IBM ha annunciato lo scorso martedì. L'eServer 325, che diverrà disponibile a partire da ottobre, è il primo sistema di IBM basato su Opteron e, sebbene sia stato introdotto nella famiglia di eServer, ha molte caratteristiche in comune con i sistemi Intel-based della famiglia xSeries, in particolare con il modello xSeries 335: a differenza di quest'ultimo, che adotta i chip Xeon di Intel, il nuovo server integra il chipset 8111 di AMD e supporta fino a due processori Opteron della serie 200 (240, 242 e 246). Il server è compatibile sia con Linux che con Windows.
Il supercomputer commissionato dall'AIST sarà composto da 1.058 eServer, per un totale di 2.116 Opteron della serie 246, e da un certo numero di server addizionali che, in totale, saranno equipaggiati con 520 processori Itanium 2 della terza generazione (Madison). I sistemi basati su Opteron forniranno una potenza di calcolo complessiva pari a 8,5 Tflops, mentre i sistemi basati su Itanium 2 contribuiranno per 2,7 Tflops.

Sul supercalcolatore girerà il sistema operativo SuSE Linux Enterprise Server 8 e il Globus Toolkit 3.0 del Globus Project, lo stesso progetto che, in stretta collaborazione con Big Blue, ha sviluppato la Open Grid Services Architecture, un insieme di specifiche e di standard che combinano i vantaggi del grid computing con quelli dei Web service.

IBM ha spiegato che il nuovo mostro di calcolo verrà utilizzato dall'AIST per accelerare i propri progetti di ricerca utilizzando la tecnologia grid computing, la stessa che permetterà a questo istituto di connettere fra loro risorse eterogenee sparse in tutto il mondo, fra cui sistemi di calcolo, database, dati e applicazioni. Fra i progetti dell'AIST che beneficeranno dei teraflops del futuro cluster Linux vi è la ricerca di nuovi materiali da utilizzare come superconduttori e la cura per varie malattie.

IBM non ha suggerito date di rilascio per il suo supercomputer, tuttavia è lecito attendersi che questo verrà installato presso l'AIST durante il corso del prossimo anno. Il 2004 sarà anche l'anno del debutto di due altri supercomputer basati su Linux: quello di HP, con una potenza di calcolo stimata in 8 Tflops, e quello di SGI, la cui potenza dovrebbe addirittura superare i 40 Tflops.

Con quello appena annunciato da IBM, sono tre i supercomputer fino ad oggi annunciati a basarsi sui giovani processori a 64 bit di AMD: gli altri due sono l'appena citato cluster di SGI e il sistema cinese di Dawning Information Industry.
TAG: hw
19 Commenti alla Notizia Supercomputer Linux, IBM cerca il primato
Ordina
  • il supercomputer di IBM.... tanto alla fine gli HD schioppano!!! A cosa servirà tutta quella potenza di calcolo?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > il supercomputer di IBM.... tanto alla fine
    > gli HD schioppano!!! A cosa servirà tutta
    > quella potenza di calcolo?

    magari a fare delle ricerche per scoprire come curare l'AIDS, simulando il comportamento del virus nel corpo umano e quindi riuscendo a capire come debellare il virus stesso??
    questo era solo un esempio...
    lroby
    5311
  • la classifica di top500 non si occupa solo di supercomputer
    con linux, ma di supercomputer in generale. Che poi stiano
    diventando tutti linux e solo un dato di fatto...
    Il primato e' quindi ancora piu' importante.
    non+autenticato
  • Mah, questo "mostro" non mi sembra poi tanto mostro....

    Se pensiamo che il SETI@HOME (il salvaschermo giocattolo per cercare segnali intelligenti extraterrestri) gira a circa 60 TeraFlops.....

    http://setiathome.ssl.berkeley.edu/totals.html

    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Mah, questo "mostro" non mi sembra poi tanto
    > mostro....
    >
    > Se pensiamo che il SETI@HOME (il
    > salvaschermo giocattolo per cercare segnali
    > intelligenti extraterrestri) gira a circa 60
    > TeraFlops.....
    >
    > http://setiathome.ssl.berkeley.edu/totals.htm
    >
    Beh qui si parla di una cosa ben diversa ... certo che i 60TFlops del seti fanno davvero impressione.

    Ciao
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > Beh qui si parla di una cosa ben diversa ...
    > certo che i 60TFlops del seti fanno davvero
    > impressione.

    ...e soprattutto sono sprecati... mi ricordo un post passato di qui tempo fa, scritto da qualche persona intelligente:

    "I primi di Mersenne esistono di sicuro, mentre gli omini verdi..."

    http://www.mersenne.org/prime.htm
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > >
    > > Beh qui si parla di una cosa ben diversa
    > ...
    > > certo che i 60TFlops del seti fanno
    > davvero
    > > impressione.
    >
    > ...e soprattutto sono sprecati... mi ricordo
    > un post passato di qui tempo fa, scritto da
    > qualche persona intelligente:
    >
    > "I primi di Mersenne esistono di sicuro,
    > mentre gli omini verdi..."
    >
    > http://www.mersenne.org/prime.htm

    Cercare i numeri di Mersenne e' tempo quasi sprecato! Capisco che c'e' un premio in palio, pero' dedicare un'enorme potenza di calcolo distribuito per trovare un numero primo del tipo 2^p-1 mi sembra di scarsa importanza...

    Immagina se invece si scoprisse un segnale radio proveniente dallo spazio remoto e di sicura origine artificiale. Questo imporrebbe una nuova visione delle cose e molti nuovi interrogativi. Secondo me sarebbe una svolta epocale: fine definitiva del geocentrismo e, soprattutto, dell'omocentrismo. Se invece scopri un nuovo numero di Mersenne, cambiera' qualcosa per l'uomo? Sara' solo un piccolo passo in avanti nelle conoscenze matematico-scientifiche umane, niente di piu'.
    Sulla probabilita' che la ricerca Seti vada a buon fine, sono invece d'accordo con te, e' improbabile che riusciranno a scoprire l'omino verde, ma mi sembra doveroso tentare... Inoltre questa ricerca e' fatta essenzialmente da volontari che si scaricano il salvaschermo, quindi non incide su nessun bilancio statale.

    Salutoni da GiGiO
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Capisco che c'e' un premio in
    > palio, pero' dedicare un'enorme potenza di
    > calcolo distribuito per trovare un numero
    > primo del tipo 2^p-1 mi sembra di scarsa
    > importanza...

    Il premio non c'entra (quasi) nulla. L'importanza pratica di disporre di primi giganti si potrebbe sottolineare in molti modi diversi correlati all'applicazione informatica ed alla crittografia, ma c'è una considerazione che taglia la testa al toro: la Matematica non ha nessunissimo bisogno di essere "utile" nel senso del cacciavite o della tastiera.
    L'esempio è quanto di più classico: Ricci-Curbastro e Levi Civita perfezionarono il loro calcolo tensoriale senza alcuno "scopo" applicativo preciso in mente, è probabilmente solo un capriccio della storia il fatto che senza quello Einstein sarebbe rimasto un fantasioso impiegato dell'ufficio brevetti con tante belle idee sull'Universo ma neanche uno straccio di costrutto matematico a supporto della RG.

    Altro esempio banale: la teoria della misura di Lebesgue ed il relativo integrale non hanno nessunissima applicazione pratica ai problemi del real world, se non tramite l'integrale di Riemann associato. Si potrebbe continuare ad enumerare molti altri esempi meno elementari, presi dai numerosi campi dell'algebra e dalla topologia algebrica, o dalla teoria dei numeri e citare innumerevoli biografie di illustrissimi che vedevano correttamente la discrasia ben illustrata da Boncinelli e Bottazzini nel recente "La serva padrona" (Cortina).

    E' corretto asserire che qualsiasi sforzo matematico è perfettamente giustificato anche se serve "solo" ad aumentare la conoscenza, sebbene l'utilità dei calcolatori per "fare matematica" sia tutto sommato limitata (al di là delle applicazioni di Herbrand, nessun calcolatore può "inventare" una dimostrazione costruttiva e creativa o rammendare un sistema formale per renderlo G-immune, ad esempio).
    Se poi ci sono anche delle ricadute applicative, meglio, ma non è certo indispensabile. Anche per questo la Matematica è veramente la Regina delle scienze, come diceva Gauss, non è un caso.

    > Secondo me
    > sarebbe una svolta epocale: fine definitiva
    > del geocentrismo e, soprattutto,
    > dell'omocentrismo.

    Il principio antropico, come tutte le teorie fisiche, è vero fino a confutazione. Personalmente ho sensati motivi per dubitare che la confutazione, in questo caso, possa arrivare dal seti, ma naturalmente questa è solo la mia opinione.

    In generale, le teorie delle scienze sperimentali FCN non si possono "dimostrare", solo convalidare sperimentalmente in assenza di controesempi significativi. E' una bella differenza concettuale, per me basta ed avanza, ma naturalmente siamo tutti liberi di scegliere come divertirci, ed in ultima analisi utili ai fini di quella completezza della Conoscenza di cui parla spesso l'ottimo J.D. Barrow.

    E' corretto fare di tutto per falsificare le varie teorie in senso popperiano, anche se spesso chi ha un'idea che ritiene buona si comporta in modo diverso: questo però non aumenta le probabilità di successo del Seti o la sua utilità conoscitiva.

    Personalmente non condivido il tuo stupore o entusiasmo o partecipazione all'idea che una teoria fisica, più o meno radicata nell'immaginario collettivo, venga buttata alle ortiche ("confinata a livelli descrittivi inferiori", per dirla con Kuhn in modo più generale e meno goliardico) a causa di nuovi elementi di prova, succede fino a diverse volte all'anno.

    Tuttavia, può essere ragionevole confrontare qui le probabilità di successo dei due tipi di ricerca, ed anche farsi una bella risata goliardica se del caso, senza andare a sollevare questioni epistemologiche che da secoli provocano battibecchi tra i cultori delle scienze formali, più o meno smaccatamente platonisti e solipsisti alla Wittgenstein, e chi invece indaga la Natura.
    non+autenticato
  • 2116 Opteron per ottenere 8,5 Tflops
    520 Itanium 2 per ottenere 2,7 Tflops
    nel progetto della IBM.
    Avremo "teoricamente" per :
    1040 Itanium 2 una potenza di 5,4 Tflops
    2080 Itanium 2 una potenza di 10,8 Tflops
    dove avremo al pari di HP una proporzionale
    1400 Itanium 2 una potenza di 7,27 Tflops

    Mentre nel progetto HP :
    1400 Itanium 2 dichiara una potenza di 8,3 Tflops
    avremo che 1 Itanium 2 = 1,475 Opteron (HP)
                         1 Itanium 2 = 1,29   Opteron (IBM)

    L 'annuncio di HP risale al 18/04/02.
    Possibile che le previsioni di hp sui futuri Itanium fossero così ottimistiche o che il loro modello di cluster sia effettivamente più efficente di quello proposto da IBM ?
    Se solo completassero le comunicazioni sul modello scelto di Itanium !!!
    non+autenticato
  • è sufficiente un athlon 1000 + win2k + 256 sdram per fare tutto quello che ti passa per la testa
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > è sufficiente un athlon 1000 + win2k + 256
    > sdram per fare tutto quello che ti passa per
    > la testa

    Chissà perchè non riesco a far girare avid xpress dv
    con questa configurazione...
  • > Chissà perchè non riesco a far girare avid
    > xpress dv
    > con questa configurazione...

    perkè hai win 2k
    ...
    metti il 98 SE
    ;P

    strano però.. dal sito ufficiale sembra poter girare con 256MB...

    eeehh sti maledetti s.o. che si ciucciano un sacco di risorse -_-
    Akiro
    1907
  • Esagerati, a che serve 1Ghz? Io viaggio alla grande con il mio VIC20...A bocca aperta
    non+autenticato
  • il solito sbragone ^____^

    io faccio tutto con il mio zx-81!!


    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > il solito sbragone ^____^
    >
    > io faccio tutto con il mio zx-81!!
    >
    >

    si e io rippo i dvd con l'atari 2600
    non+autenticato
  • Ah si? Provaci a rompere un cifrario o a fare qualche previsione metereologica... mentre aspetti ti conviene comprarne un altro di pc...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > è sufficiente un athlon 1000 + win2k + 256
    > sdram per fare tutto quello che ti passa per
    > la testa

    No davvero, sei un grande, solo un genio può fare una dichiarazione del genere !

    Calcolo distribuito, questo sconosciuto !Sorride

  • - Scritto da: MemoRemigi
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > è sufficiente un athlon 1000 + win2k + 256
    > > sdram per fare tutto quello che ti passa
    > per
    > > la testa
    >
    > No davvero, sei un grande, solo un genio può
    > fare una dichiarazione del genere !

    Se era una boutade intenzionale, è quasi simpatica...

    Altrimenti è solo un ulteriore indicatore del livello d'ignoranza parrocchiale in cui sguazzano molti "informatici fai-da-te", che tendono ad identificare il loro piccolo mondo con il Mondo, a confondere la Rete con tutta la ICT e via discorrendo.Deluso
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: MemoRemigi
    > >
    > > - Scritto da: Anonimo
    > > > è sufficiente un athlon 1000 + win2k +
    > 256
    > > > sdram per fare tutto quello che ti
    > passa
    > > per
    > > > la testa
    > >
    > > No davvero, sei un grande, solo un genio
    > può
    > > fare una dichiarazione del genere !
    >
    > Se era una boutade intenzionale, è quasi
    > simpatica...
    >
    > Altrimenti è solo un ulteriore indicatore
    > del livello d'ignoranza parrocchiale in cui
    > sguazzano molti "informatici fai-da-te", che
    > tendono ad identificare il loro piccolo
    > mondo con il Mondo, a confondere la Rete con
    > tutta la ICT e via discorrendo.Deluso

    ...se ho passato le ultime 3 settimane a difendere la Apple da personaggi come lui... è tempo veramente di andarmene in vacanzaDeluso
    non+autenticato