Mauro Vecchio

Btjunkie, sulla lapide del torrentismo

Chiude per sempre il popolare motore di ricerca canadese. Troppa la paura dopo il sequestro Megaupload e il caso The Pirate Bay. C'è chi parla della fine di un'era. A sette anni dalla nascita, il sito opta per il suicidio

Btjunkie, sulla lapide del torrentismoRoma - Una vita (online) vissuta pericolosamente. Btjunkie, popolare motore di ricerca BitTorrent, ha annunciato la sua definitiva chiusura dopo quasi 7 anni di attività. Un vero e proprio cyber-suicidio, voluto dagli stessi gestori della piattaforma canadese in seguito agli ultimi eventi di cronaca avvenuti nel tormentato universo della condivisione dei contenuti a mezzo elettronico.

btjunkie


"Prendere questa decisione non è stato semplice - si legge in un comunicato apparso sul sito di Btjunkie - ma abbiamo optato volontariamente per la chiusura. Abbiamo lottato per anni per il vostro diritto di comunicare, ma ora è tempo di andare. È stata l'esperienza di una vita e auguriamo a tutti il meglio".
Fondato nel 2005, il motore di ricerca canadese aveva subito scalato la classifica dei siti più popolari del torrentismo globale. Con circa 4 milioni di file attivi e un ritmo di crescita pari a 4mila nuovi contenuti al giorno. In Italia la piattaforma era finita nelle mirino della Guardia di Finanza di Cagliari nell'Operazione Poisonous Dalhia. Tutti gli accessi al sito dal Belpaese erano stati bloccati.

Stando all'articolo pubblicato tra le pagine online di TorrentFreak, gli admin di BtJunkie avrebbero deciso di chiudere per sempre in seguito al raid statunitense contro il cyberlocker Megaupload. A pochi giorni dal rifiuto annunciato dalla Corte Suprema svedese nel caso The Pirate Bay. Altre piattaforme di file hosting (su tutte, Filesonic e Fileserve) hanno deciso di bloccare volontariamente i download di contenuti caricati da utenti terzi.

Mauro Vecchio
Notizie collegate
  • AttualitàFile hosting, effetto Megaupload?FileSonic. e non è il solo, chiude le funzionalità di condivisione dei file caricati dagli utenti. RapidShare e MediaFire non temono. Kim Dotcom vorrebbe uscire su cauzione e rinuncia temporaneamente alla causa contro Universal Music
  • AttualitàUSA, i soliti sospetti della pirateriaCompilata la nuova revisione del rapporto delle autorità statunitensi sui mercati noti per la dilagante pirateria. "Scende" il search engine cinese Baidu, "salgono" i siti di torrent e di file hosting
  • AttualitàBtjunkie e il proxy in GI gestori del noto motore di ricerca BitTorrent annunciano la realizzazione di un proxy a mezzo Google Apps. Per scoprire se la polizia italiana bloccherà anche gli indirizzi IP del gigante di Mountain View
236 Commenti alla Notizia Btjunkie, sulla lapide del torrentismo
Ordina
  • e via. Scaricare una canzone non e rubare, e piu come buttare una cartaccia per terra. Pero tanto ci sono tanti paesi emergenti che saranno contenti di ospitare siti legati al file sharing.
    non+autenticato
  • Non c'è dubbio che il periodo storico che la rete sta affrontando è abbastanza interessante, in particolare per ciò che riguarda il P2P. Ma la rete è, in fondo, una sorta di organismo resistentissimo. Si riadatterà e prenderà nuove strade. Ne hanno chiuso uno, ne riaprono 100. E' sempre stato così.

    E inoltre mi viene da pensare ai sistemi p2p criptati che, magari, con l'aumentare dell'utenza, potranno diventare più usabili e più ricchi.

    Staremo a vedere.
  • - Scritto da: TADsince1995
    > Non c'è dubbio che il periodo storico che la rete
    > sta affrontando è abbastanza interessante, in
    > particolare per ciò che riguarda il P2P. Ma la
    > rete è, in fondo, una sorta di organismo
    > resistentissimo. Si riadatterà e prenderà nuove
    > strade. Ne hanno chiuso uno, ne riaprono 100. E'
    > sempre stato
    > così.
    >
    > E inoltre mi viene da pensare ai sistemi p2p
    > criptati che, magari, con l'aumentare
    > dell'utenza, potranno diventare più usabili e più
    > ricchi.
    >
    > Staremo a vedere.

    Cosa dovremmo vedere? Il tempo del copyright è al tramonto.
    non+autenticato
  • Al tramento il sistema attuale, come minimo.
    Sgabbio
    26178
  • Vedo molte discussioni interessanti sul copyright, e tanti si incazzano di brutto. Ma a che cosa serve urlare tanto qui dentro, tanto chi ci sente?
    Proporrei invece di fare qualcosa di concreto.
    Per colpire le grandi major si può fare soltanto una cosa: BOICOTTARE!
    Non acquistate e non noleggiate CD nè DVD. Allora se ne accorgeranno!
    Però fate passare la voce anche in altri forum e tra gli amici, sennò non serve a niente.
    non+autenticato
  • - Scritto da: fantasma
    > Allora se ne accorgeranno!
    Se ne sono già accorti.
    Ed hanno inventato, nell'ordine:
    - (In)Equo Compenso
    - Quota sulle Opere prestate gratuitamente dalle Bibloteche Pubbliche
    - Quota sulla rappresentazione di Opere Classiche
    - Quota sulla "Musica d'ambiente"
    - Quota per Altoparlante nei locali pubblici

    Quindi se entri in un bar che ha una radio in sottofondo, consumando quel cappuccino sovvenzioni la SIAE. Boicottiamo anche i Bar?
    Quindi se compri una videocamera e relativa SD Card, sovvenzioni la SIAE. Niente più videocamere?
    Se faccio la spesa all'Supermercato e in sottofondo c'è "Radio Supermercato", facendo la spesa sovvenziono la SIAE. Niente più spesa al Supermercato?
    Se vado in biblioteca è prendo in prestito "Illiade" di Omero, edizione 1950, sovvenziono la SIAE? Che si fa? Soggiorno in biblioteca e mi leggo tutta la "Illiade" senza mai uscire dalla Biblioteca?

    Ormai hanno costruito contromisure anche al Boicottaggio.

    Quello che bisogna fare è passare al contrattacco: imparare a fare lobbying a Bruxelles come lo fanno loro. Continua. Martellante. Asfissiante. Fino a quando il MP di turno comprende che la sua rielezione dipende più dai suoi elettori che dai soldi della Major di turno.
    Come hanno fatto i Polacchi con ACTA.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Skywalker
    > Come hanno fatto i Polacchi con ACTA.

    ahaha sì che poi gli hanno detto di smettere perchè controproducente.

    che poi sono talmente ignoranti che pensano che ti possono sbattere al fresco per aver fatto una traduzione amatoriale di un gioco PSP...
    non+autenticato
  • un altro povero illuso di PI.
    non+autenticato
  • - Scritto da: fantasma
    > Vedo molte discussioni interessanti sul
    > copyright, e tanti si incazzano di brutto. Ma a
    > che cosa serve urlare tanto qui dentro, tanto chi
    > ci
    > sente?
    > Proporrei invece di fare qualcosa di concreto.
    > Per colpire le grandi major si può fare soltanto
    > una cosa:
    > BOICOTTARE!

    Che idea originale! NESSUNO ci aveva ancora pensato, qui!

    http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3418010&m=341...

    http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3426694&m=342...

    > Non acquistate e non noleggiate CD nè DVD. Allora
    > se ne
    > accorgeranno!

    SVEGLIA! Noi non acquistiamo nè noleggiamo DA ANNI! Il download serve proprio per questo!

    Quelli che comprano sono gli individui che NON USANO il download, e ai quali NON FREGA NULLA di sapere se tali siti funzionano o no, quindi non hanno nessun motivo di boicottare.

    > Però fate passare la voce anche in altri forum e
    > tra gli amici, sennò non serve a
    > niente.

    Cerrrrto.... una bella catena di sant'antonio da usare per spammare in tutti i forum, come quella per far abbassare il costo della benzina. Proprio utile, vero?

    Tale iniziativa, tra l'altro, esiste già (cercati Black March), e quasi certamente non servirà a nulla.

    Se queste sono le idee che hai da proporre, risparmiati la fatica.
    non+autenticato
  • Hai ragione, la mia proposta evidentemente non è molto innovativa. Ma qual'è la tua?
    non+autenticato
  • - Scritto da: fantasma
    > Hai ragione, la mia proposta evidentemente non è
    > molto innovativa. Ma qual'è la
    > tua?
    http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3426694&m=342...
    Sgabbio
    26178
  • - Scritto da: fantasma
    > Hai ragione, la mia proposta evidentemente non è
    > molto innovativa. Ma qual'è la
    > tua?

    Che domande !!! La usa proposta è: VOI lavorate e IO scarico gratis.

    Chiaro no?
    Se boicotti gli rovini la festa !!!!
    non+autenticato
  • Già! Sarà un videotechino travestito. Ce ne sono tanti in giro.
    non+autenticato
  • > Che domande !!! La usa proposta è: VOI lavorate e
    > IO scarico
    > gratis.

    No: la mia proposta è: VOI NON lavorate, e IO scarico gratis.
    non+autenticato
  • Semplice: l'eliminazione completa del copyright.

    Se una attività commerciale non può sopravvivere senza copyright, semplicemente chiude.

    Nel frattempo, si continua il download.
    non+autenticato
  • Hanno spostato i server esposti dalla giurisdizione americana e hanno riaperto (purtroppo la maggior parte dei file caricati prima della bufera sono irragiungibili..ma presto verranno ricaricati). Oltre ai segnali negativi..bisogna anche osservare come non ci sia solo l'atteggiamento di ritirarsi in fuga.Il settore si sta riorganizzando strategicamente.
    non+autenticato
  • sarà pero' realtà come youtube, pur essendo attacacte dalle major sono lì e possono fare il loro mestiere. Lì sì che i materiali protetti da copyright sono la minoranza e vengono tranquillamente rimossi (dopo segnalazione).

    Apri un megaupload che faccia lo stesso e nessuno te lo tocca... ma avresti meno utenti, meno pubblicità e meno soldi... dai non nascondiamoci...
    non+autenticato
  • - Scritto da: super
    > sarà pero' realtà come youtube, pur essendo
    > attacacte dalle major sono lì e possono fare il
    > loro mestiere. Lì sì che i materiali protetti da
    > copyright sono la minoranza e vengono
    > tranquillamente rimossi (dopo
    > segnalazione).
    >
    > Apri un megaupload che faccia lo stesso e nessuno
    > te lo tocca... ma avresti meno utenti, meno
    > pubblicità e meno soldi... dai non
    > nascondiamoci...

    vedi Mininova. dopo essere passati alla sola distribuzione di contenuti alternativichenessunosifila, hanno perso TUTTI i visitatori.

    sinceramente è la fine che auguro a tutti i siti che si tirano le zappate sui piedi. piuttosto chiudete del tutto.
    non+autenticato
  • Scusa, ma tu che YouTube frequenti?
    No, premendo "Most viewed today", sui primi 30, 26 sono spezzoni tratti da televisioni, 2 sono videoclip di canzoni non caricate dai rispettivi autori, uno sono dei tizi che versano 6Kg di ghiaccio secco in una vasca di acqua bollente (non caricato però da loro, ma ripostato da altri), un altro è una videorubrica di commento politico sul canale dell'Autore.

    Totale: 28 NETTE violazioni di Copyright, 1 PROBABILE violazione di Copyright, 1 video LEGITTIMO.
    Fa 29/30.

    L'unica differenza è che YouTube ha Google alle spalle e, per quanto abbiano strillato Major e TV, ha un potere di lobbying sul legislatore USA di pari livello. Ergo, si è scesi a patti: le Major e le TV hanno rinunciato ad avere l'impossibile controllo sulla pubblicazione ma in cambio incassano parte degli utili pubblicitari di Google. E ora YouTube si "ammanta" di legalità frutto di questi accordi.
    Ma si è scesi a patti DOPO, quando è fallito il tentativo di farlo chiudere. Il primo tentativo era stato comunque di farlo chiudere.
    Lo stesso dicasi dei Quotidiani con Google News e con gli Editori con Google Books. Prima tentano di far chiudere. Se non ci riescono, passano alla cassa in cambio di "accordi legali".
    non+autenticato
  • non è proprio così. A parte che aprendo ora youtube metà circa dei piu' popolari sono i gol delle partite...vabbè non credo che a sky interessi molto, il calcio fa soldi in diretta. Altri sono spezzoni di trasmissioni, non film o canzoni interi. Youtube non si preoccupa di cosa carica la gente, fa comodo che ci siano contenuti "pirati" (notate le virgolette) ma GARANTISCE (almeno sulla carta poi non so) la collaborazione e la rimozione dei segnalati...
    non+autenticato
  • Peccato che youtube ha un alto tassi di falsi positivi e isteria non da pochi.
    Sgabbio
    26178
  • - Scritto da: Sgabbio
    > Peccato che youtube ha un alto tassi di falsi
    > positivi

    Eh???

    Quali falsi positivi ??
    non+autenticato
  • Falsi positivi, intendo di filmati che non violano il copyright, ma vengono eliminati come tali, senza un minimo di controllo da parte del sito.

    Ricordo di molti video di mash-up musicali, cancellati nonostante questi siano tutelati.

    Collage di spezoni vari cancellati per violazioni ienesisteni (il diritto di citazione e superiore al copyright).

    Poi vogliamo parlare di video di un ora e passa silenziati per intero per solo 10 secondi di una canzone ? Oppure di video recensioni trucidati perchè contengono qualche spezzone di un trailer ?

    I casi più eclatanti è quando qualcuno usa questo sistema fallato per rosicaggi vari, come le parodie di una performance canora di silvia paone, che con una chitarra, canta una canzone religiosa.
    Tutti i video chela scimmiottavano in playback e le varie parodie con testi totalmente diversi, furono rimossi da youtube per violazione di copyright.
    La stessa minaccio di usare questa cosa anche contro un noto youtuber italiano che OSO fare una parodia di quella canzone, come sigla per il suo canale.

    Cioè di falsi positi sul tubo se ne contano all'infinito.
    Sgabbio
    26178
  • - Scritto da: super
    > non è proprio così. A parte che aprendo ora
    > youtube metà circa dei piu' popolari sono i gol
    > delle partite...vabbè non credo che a sky
    > interessi molto, il calcio fa soldi in diretta.
    > Altri sono spezzoni di trasmissioni, non film o
    > canzoni interi. Youtube non si preoccupa di cosa
    > carica la gente, fa comodo che ci siano contenuti
    > "pirati" (notate le virgolette) ma GARANTISCE
    > (almeno sulla carta poi non so) la collaborazione
    > e la rimozione dei
    > segnalati...
    Sono d'accordo, la maggior parte sono effettivamente pezzi televisivi o filmati privati. I pezzi in violazione del diritto d'autore che danno fastidio, non resistono più di 1 giorno e vengono prontamente rimossi dopo una segnalazione. Non è google che fa la differenza, ma il fatto che non sia un vero e proprio sito i cui proprietari si arricchiscono in violazioni alle leggi, un conto è avere qualcosa protetto da copyright e altro è avere tutto come Megaupload.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | Successiva
(pagina 1/5 - 23 discussioni)