Mauro Vecchio

USA, attivisti contro i nuovi segreti del copyright

Continuano gli incontri segreti per il Trans-Pacific Partnership Agreement (TPP), nuovo trattato anti-contraffazione che dovrebbe dare libero sfogo alle voglie d'enforcement degli States. Presentata una petizione per abbattere il silenzio

Roma - Era stato subito descritto come il figlio naturale del famigerato Anti-Counterfeiting Trade Agreement (ACTA). Un nuovo trattato globale anti-contraffazione, discusso in gran segreto dai governi di vari paesi del mondo, dagli Stati Uniti al Giappone. Nel Trans-Pacific Partnership Agreement (TPP) sarebbero dunque contenute tutte le voglie d'enforcement delle autorità a stelle e strisce, in particolare quelle non soddisfatte con ACTA.

Teatro dei nuovi negoziati segreti, un albergo di Hollywood. I potenti signori dell'industria dei contenuti avrebbero così preso posto al tavolo delle trattative, escludendo di fatto i rappresentanti delle varie organizzazioni in difesa dei diritti civili. Una petizione presentata alla Casa Bianca ha infatti chiesto l'apertura al pubblico dei dibattiti che - almeno secondo le indiscrezioni - dovrebbero rimanere inosservati per almeno quattro anni.

Le autorità di Washington sarebbero pronte ad una significativa estensione delle previsioni già dettate dal Digital Millennium Copyright Act (DMCA) per la tutela del diritto d'autore. Basterebbe infatti una richiesta di rimozione/inibizione per chiudere un sito, senza dover attendere un normale processo. Gli Stati Uniti vorrebbero successivamente prevedere misure penali per gestori e responsabili di domini.
Previsioni simili a quelle stabilite dal contestato disegno di legge Stop Online Piracy Act (SOPA), il cui processo d'adozione è stato recentemente bloccato dal senatore repubblicano Lamar Smith. Il TPP vorrebbe inoltre stabilire una nuova estensione dei termini di validità del copyright: fino 95 anni dalla prima pubblicazione autorizzata di una determinata opera. Gli Stati Uniti si preparano così all'ennesimo scontro tra legislatori e difensori della Rete.

Mauro Vecchio
Notizie collegate
  • AttualitàDiritto d'autore per tutti. O per troppi?Cronaca di una tavola rotonda ospitata al Senato per analizzare nel dettaglio la delibera di AGCOM sulla futura regolamentazione del copyright online. Non tutti gli invitati hanno gradito il pastone di proposte offerto dall'AutoritÓ
  • AttualitàACTA, Europa divisaLe autoritÓ polacche bloccano il processo interno di ratificazione del trattato anti-contraffazione. Quelle slovene si scusano con i cittadini per aver firmato a Tokyo. Si muovono gli attivisti, il Partito Pirata britannico e Anonymous
  • AttualitàACTA: UE a favore, hacktivisti controL'approvazione del contestato trattato anticontraffazione da parte di Bruxelles ravviva il fuoco delle polemiche. Ma le proteste sembrano aver avuto l'effetto contrario, almeno in Polonia
30 Commenti alla Notizia USA, attivisti contro i nuovi segreti del copyright
Ordina
  • BOICOTTARE BOICOTTARE BOICOTTARE

    Non comprare e non noleggiare CD
    Non comprare e non noleggiare DVD
    Non andare al cinema
    Non abbonarsi alle Pay Tv
    Prendere in prestito i libri nelle biblioteche
    Diffondere il Book Crossing
    Diffondere le Creative Commons
    Diffondere il Free Software

    E' un DOVERE MORALE contro chi vorrebbe mettere sotto controllo l'accesso al Sapere.

    Sapere è potere
    Francis Bacon


    BOICOTTARE BOICOTTARE BOICOTTARE
    non+autenticato
  • Boicotta, boicotta...

    Dieci minuti di spesa miei valgono dieci anni di acquisti di cento di voi. Vanifico ogni vostro boicottaggio senza nessuno sforzo.

    Mi raccomando, continuate a sentirvi importanti mentre io compro, compro e compro.Occhiolino
    non+autenticato
  • - Scritto da: Feet on the Ground
    > Boicotta, boicotta...
    >
    > Dieci minuti di spesa miei valgono dieci anni di
    > acquisti di cento di voi. Vanifico ogni vostro
    > boicottaggio senza nessuno
    > sforzo.
    >
    > Mi raccomando, continuate a sentirvi importanti
    > mentre io compro, compro e compro.
    >Occhiolino
    bravo! spendi a manetta! cosi' controbilancia i "mitici" mancati guadagni per la roba che downloadiamo.
    non+autenticato
  • - Scritto da: bubba
    > - Scritto da: Feet on the Ground
    > > Boicotta, boicotta...
    > >
    > > Dieci minuti di spesa miei valgono dieci anni di
    > > acquisti di cento di voi. Vanifico ogni vostro
    > > boicottaggio senza nessuno
    > > sforzo.
    > >
    > > Mi raccomando, continuate a sentirvi importanti
    > > mentre io compro, compro e compro.
    > >Occhiolino
    > bravo! spendi a manetta! cosi' controbilancia i
    > "mitici" mancati guadagni per la roba che
    > downloadiamo.

    Clicca per vedere le dimensioni originali
  • - Scritto da: Feet on the Ground
    > Boicotta, boicotta...
    >
    > Dieci minuti di spesa miei valgono dieci anni di
    > acquisti di cento di voi. Vanifico ogni vostro
    > boicottaggio senza nessuno
    > sforzo.
    >
    > Mi raccomando, continuate a sentirvi importanti
    > mentre io compro, compro e compro.
    >Occhiolino
    Furbo Furbo Furbo!
    Mi raccomando fai un leasing!
    A bocca aperta
    non+autenticato
  • > Dieci minuti di spesa miei valgono dieci anni di
    > acquisti di cento di voi. Vanifico ogni vostro
    > boicottaggio senza nessuno sforzo.

    ah bil gheits de no artri... Rotola dal ridere

    non+autenticato
  • Tu compra e spendi pure quanto ti pare, noi ci facciamo una bella risata!
    non+autenticato
  • E chi vuole spendere?
    Io scarico. Gratis.
    non+autenticato
  • Si prendono tutto il braccio. Hanno PAURA DEL CONFRONTO CIVILE.
    Per questo bisogna smettere di dargli soldi.
    Non comprate copie originali.
    Non andate al cinema.
    Non comprate mai nulla con sopra il bollino siae.
    Non comprate supporti vuoti che paghino la siae, prendeteli di contrabbando, meglio le mafie che almeno lo sanno di essere, di quelle nascoste e protette da leggi antidemocratiche.
    NON DATEGLI I VOSTRI SOLDI, perché verranno usati contro di voi.
    BASTA, NON DATEGLIELI PIU', come ve lo devo dire?
  • Sottoscrivo al 100%!
    non+autenticato
  • Parole sante.
    non+autenticato
  • E chi si sogna di comprare niente?

    Per quanto mi riguarda non comprerò MAI un cd, un dvd o un br.

    Scaricare, sempre, comunque!
    non+autenticato
  • negli USA c'e' _GIA_ il copyright che dura 95 anni dalla prima pubblicazione! (e sino ai 120 anni, in certi casi)
    Che robba fuma (o sogna) il buon Vecchio?
    non+autenticato
  • - Scritto da: bubba
    > negli USA c'e' _GIA_ il copyright che dura 95
    > anni dalla prima pubblicazione! (e sino ai 120
    > anni, in certi
    > casi)
    > Che robba fuma (o sogna) il buon Vecchio?

    non era al massimo 70anni ?
    Sgabbio
    26177
  • - Scritto da: Sgabbio
    > - Scritto da: bubba
    > > negli USA c'e' _GIA_ il copyright che dura 95
    > > anni dalla prima pubblicazione! (e sino ai 120
    > > anni, in certi
    > > casi)
    > > Che robba fuma (o sogna) il buon Vecchio?
    >
    > non era al massimo 70anni ?
    ma de che'... quella e' la normativa italian/europea. "70 anni dopo la morte dell'autore".
    Gli USA hanno principi diversi ( a partire dal fatto che il focus e' sulla pubblicazione e non sulla vita/morte). Ed erano anche piu' democratici di noi, sino agli anni'70 (1976 precisamente). Poi la scimmia delle lobby ha cominciato ad agitarsi. E ora sono PEGGIO.
    non+autenticato
  • - Scritto da: bubba
    > negli USA c'e' _GIA_ il copyright che dura 95
    > anni dalla prima pubblicazione! (e sino ai 120
    > anni, in certi
    > casi)
    > Che robba fuma (o sogna) il buon Vecchio?

    non era al massimo 70anni ?
    Sgabbio
    26177
  • - Scritto da: Sgabbio
    > - Scritto da: bubba
    > > negli USA c'e' _GIA_ il copyright che dura 95
    > > anni dalla prima pubblicazione! (e sino ai 120
    > > anni, in certi
    > > casi)
    > > Che robba fuma (o sogna) il buon Vecchio?
    >
    > non era al massimo 70anni ?
    ma de che'... quella e' la normativa italian/europea. "70 anni dopo la morte dell'autore".
    Gli USA hanno principi diversi ( a partire dal fatto che il focus e' sulla pubblicazione e non sulla vita/morte). Ed erano anche piu' democratici di noi, sino agli anni'70 (1976 precisamente). Poi la scimmia delle lobby ha cominciato ad agitarsi. E ora sono PEGGIO.
    non+autenticato
  • - Scritto da: bubba
    > - Scritto da: Sgabbio
    > > - Scritto da: bubba
    > > > negli USA c'e' _GIA_ il copyright che
    > dura
    > 95
    > > > anni dalla prima pubblicazione! (e sino
    > ai
    > 120
    > > > anni, in certi
    > > > casi)
    > > > Che robba fuma (o sogna) il buon
    > Vecchio?
    > >
    > > non era al massimo 70anni ?
    > ma de che'... quella e' la normativa
    > italian/europea. "70 anni dopo la morte
    > dell'autore".
    > Gli USA hanno principi diversi ( a partire dal
    > fatto che il focus e' sulla pubblicazione e non
    > sulla vita/morte). Ed erano anche piu'
    > democratici di noi, sino agli anni'70 (1976
    > precisamente). Poi la scimmia delle lobby ha
    > cominciato ad agitarsi. E ora sono
    > PEGGIO.

    Se non vado errato, la disney aumento la durate del copyright, perchè i primi lavori su topolino, stavano diventando di pubblico dominio negli usa.
    Portando il copyright USA ai 70 anni.
    Poi mi posso sbagliare.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 08 febbraio 2012 01.24
    -----------------------------------------------------------
    Sgabbio
    26177
  • - Scritto da: Sgabbio
    > - Scritto da: bubba
    > > - Scritto da: Sgabbio
    > > > - Scritto da: bubba
    > > > > negli USA c'e' _GIA_ il copyright che
    > > dura
    > > 95
    > > > > anni dalla prima pubblicazione! (e
    > sino
    > > ai
    > > 120
    > > > > anni, in certi
    > > > > casi)
    > > > > Che robba fuma (o sogna) il buon
    > > Vecchio?
    > > >
    > > > non era al massimo 70anni ?
    > > ma de che'... quella e' la normativa
    > > italian/europea. "70 anni dopo la morte
    > > dell'autore".
    > > Gli USA hanno principi diversi ( a partire dal
    > > fatto che il focus e' sulla pubblicazione e non
    > > sulla vita/morte). Ed erano anche piu'
    > > democratici di noi, sino agli anni'70 (1976
    > > precisamente). Poi la scimmia delle lobby ha
    > > cominciato ad agitarsi. E ora sono
    > > PEGGIO.
    >
    > Se non vado errato, la disney aumento la durate
    > del copyright, perchè i primi lavori su topolino,
    > stavano diventando di pubblico dominio negli
    > usa.
    > Portando il copyright USA ai 70 anni.
    > Poi mi posso sbagliare.
    > --------------------------------------------------
    > Modificato dall' autore il 08 febbraio 2012 01.24
    > --------------------------------------------------
    No vai erratoSorride ma non c'e' problema perche la legislazione e' un assurdo casino, colpevoli appunto le major travestite da politici che, a partire dal 1976 (ma anche dopo con il cancro che citi tu, la legge disney, voluta da quel porco di Sonny Bono ,del 1998), ha creato un sacco di varianti/aggiustamenti ANCHE RETROATTIVI.
    Impossibile riassumere tutte le varianti, ma diciamo che sino al 1976(*), se fondamentalmente non rinnovavi e riportavi il copyright (x il cartaceo nell'indicia, cioe' nei credits), si presumeva non fossi interessato e dopo un po decadeva. E durava mi pare 50 anni per opere "personali" e 75 anni per quelle "corporate". Col MANCATO rinnovo, fortunatamente si sono create delle piccole zone franche (io penso sempre al cartaceo ma anche nel resto valgono +- le stesse cose)
    Il sonny porco ha portato le cose dai 75 ai 95 anni, e ha fatto anche altri danni retroattivi... poi ovviamente col fatto che han fatto accordi di reciprocita' con l'europa, si sono aggiunti anche i "70 anni dalla morte dell'autore" (si applica quello che scade prima, salvo eccezioni)

    (*) se non mi sbaglio... ma non credo.
    non+autenticato
  • > Se non vado errato, la disney aumento la durate
    > del copyright, perchè i primi lavori su topolino,
    > stavano diventando di pubblico dominio negli
    > usa. Portando il copyright USA ai 70 anni.

    https://en.wikipedia.org/wiki/Sonny_Bono_Copyright...
    Mickey Mouse Protection Act
    The Copyright Term Extension Act (CTEA) of 1998 extended copyright terms in the United States by 20 years. Since the Copyright Act of 1976, copyright would last for the life of the author plus 50 years, or 75 years for a work of corporate authorship. The Act extended these terms to life of the author plus 70 years and for works of corporate authorship to 120 years after creation or 95 years after publication, whichever endpoint is earlier.[1] Copyright protection for works published prior to January 1, 1978, was increased by 20 years to a total of 95 years from their publication date...

    ABOLIRE IL COPYRIGHT

    Pirata
    non+autenticato
  • - Scritto da: bubba
    > - Scritto da: Sgabbio
    > > - Scritto da: bubba
    > > > negli USA c'e' _GIA_ il copyright che
    > dura
    > 95
    > > > anni dalla prima pubblicazione! (e sino
    > ai
    > 120
    > > > anni, in certi
    > > > casi)
    > > > Che robba fuma (o sogna) il buon
    > Vecchio?
    > >
    > > non era al massimo 70anni ?
    > ma de che'... quella e' la normativa
    > italian/europea. "70 anni dopo la morte
    > dell'autore".

    PirataUCCIDERE TUTTI GLI AUTORI!Pirata

    P.S.
    perché hai risposto due volte al messaggio di Sgabbio chiaramente postato doppio per un errore? Rotola dal ridere
  • - Scritto da: il solito bene informato

    >
    > P.S.
    > perché hai risposto due volte al messaggio di
    > Sgabbio chiaramente postato doppio per un errore?
    > Rotola dal ridere

    Molto probabilmente anche lui ha avuto gli stessi problemi tencini. A volte il tasto invia non risponde, continui a pigare e ti pubblica 2 volte lo stesso post.
    Sgabbio
    26177
  • In fondo che cos'era? Un diritto di nascita su un territorio basato su servizi resi alla corona. E questo veniva poi propagato di padre in figlio.

    Se mettiamo i diritti di copia a 95 anni allora perché non a 500 anni? in fondo sono sicuro che ancora oggi è possibile ritrovare i discendenti di persone che hanno scritto dei libri di successo secoli fa che sono ancora letti (pensare p.e. a Dante Alighieri o a Shakespeare).
    Ma a questo punto diciamo direttamente che questa gente ha reso servizio alla comunità scrivendo un'opera o cantando una canzone e diamogli i diritti ad vitam eternam trasmessi di padre in figlio.

    Personalmente trovo che siamo su una bruttissima china.

    Inoltre, questa voglia di escludere completamente il dibattito pubblico dimostra chiaramente come ormai tutte queste leggi sono fatte non per contrastare qualche malandrino, ma l'opinione pubblica tutta insieme. Se il dibattito fosse pubblico non potrebbero mai arrivare a fare ciò che vogliono perché la gente reagirebbe. In questo modo invece mettono tutti di fronte al fatto compiuto e buonanotte ai suonatori.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Nome e Cognome
    > In fondo che cos'era? Un diritto di nascita su un
    > territorio basato su servizi resi alla corona. E
    > questo veniva poi propagato di padre in
    > figlio.
    >
    > Se mettiamo i diritti di copia a 95 anni allora
    > perché non a 500 anni? in fondo sono sicuro che
    > ancora oggi è possibile ritrovare i discendenti
    > di persone che hanno scritto dei libri di
    > successo secoli fa che sono ancora letti (pensare
    > p.e. a Dante Alighieri o a
    > Shakespeare).
    > Ma a questo punto diciamo direttamente che questa
    > gente ha reso servizio alla comunità scrivendo
    > un'opera o cantando una canzone e diamogli i
    > diritti ad vitam eternam trasmessi di padre in
    > figlio.
    >
    > Personalmente trovo che siamo su una bruttissima
    > china.
    >
    > Inoltre, questa voglia di escludere completamente
    > il dibattito pubblico dimostra chiaramente come
    > ormai tutte queste leggi sono fatte non per
    > contrastare qualche malandrino, ma l'opinione
    > pubblica tutta insieme. Se il dibattito fosse
    > pubblico non potrebbero mai arrivare a fare ciò
    > che vogliono perché la gente reagirebbe. In
    > questo modo invece mettono tutti di fronte al
    > fatto compiuto e buonanotte ai
    > suonatori.

    Siti chiusi su una semplice segnalazione ? Responsabilità agli ISP, Copyrait allungato quasi fino ad un secolo.
    Cioè, grante siamo ben oltre al ridicolo....
    Sgabbio
    26177
  • praticamente l'equitalia, ma mondializzata Rotola dal ridere
    non+autenticato
  • L'opinione pubblica del resto non brilla per arguzia o intelligenza, basta vedere chi si vota ...

    ACTA (e i suoi fratelli) non è un'imposizione americana, è un trattato che si vuole sottoscrivere tra più Stati e organizzazione sovranazionali, tra cui la nostra europetta: ringraziamo gli europarlamentari eletti che dormono e la commissione europea nominata dai governi dell'UE che si piega all'esigenze di una certa industria ..
    non+autenticato
  • - Scritto da: Trincialleg ra
    > L'opinione pubblica del resto non brilla per
    > arguzia o intelligenza, basta vedere chi si vota
    > ...

    E un luogo comune dopo tutto, il problema è che se mancano delle basi solide alla democrazia, il voto diventa una burla (informazione).


    > ACTA (e i suoi fratelli) non è un'imposizione
    > americana, è un trattato che si vuole
    > sottoscrivere tra più Stati e organizzazione
    > sovranazionali, tra cui la nostra europetta:
    > ringraziamo gli europarlamentari eletti che
    > dormono e la commissione europea nominata dai
    > governi dell'UE che si piega all'esigenze di una
    > certa industria
    > ..

    Se non erro ACTA è partita dagli usa è obama premeva molto nel tenerla segreta. Grazie a Wikileaks e the pirate bay, si è comincato a sapere i dettagli.

    Faccio comunque notare che nella UE hanno bypassato il parlamento...
    Sgabbio
    26177
  • mi spiace, ma devo contestare la critica mossa al parlamento europeo

    sono stati loro a fra trapelare le informazioni sul trattato e si sono già espresse in varie occasioni contro questa legge, che però torna ad ogni nuovo giro ad essere riportata all'attenzione delle autorità

    per questo motivo hanno cercato di far leva sulla commissione ( burocrati non eletti ) per farla imporre dall'alto e senza possibilità di rifiuto
    non+autenticato
  • ma non dire collionate...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Sutu
    > ma non dire collionate...

    E' vero.
    Sgabbio
    26177