Mauro Vecchio

Alan Turing, negato il perdono postumo

Il ministro di Giustizia britannico respinge la petizione presentata a Downing Street per riabilitare la figura del brillante matematico. Le accuse di oltraggio al pudore formulate 60 anni fa erano legittime anche se ormai trapassate

Roma - Nessun perdono per Alan Turing, il brillante matematico britannico che cambiò le sorti del secondo conflitto mondiale decifrando i codici sfruttati dai nazisti. Nessuna indulgenza per quelle accuse formulate nel lontano 1952: oltraggio al pudore per aver intrapreso una relazione sessuale con un uomo.

A negare la grazia è stato il ministro alla Giustizia Lord McNally, respingendo la petizione presentata a Downing Street dal programmatore John Graham-Cumming. Le scuse postume non sarebbero affatto appropriate, dal momento che Alan Turing venne condannato per un comportamento allora considerato "criminoso".

In sostanza, il governo d'Albione non potrebbe perdonare a distanza di 60 anni una condotta illecita secondo un sistema giudiziario ormai vetusto. Era stato il premier Gordon Brown a porgere le scuse ufficiali al celebre pioniere dell'informatica, trattato in maniera "mostruosamente ingiusta". (M.V.)
Notizie collegate
15 Commenti alla Notizia Alan Turing, negato il perdono postumo
Ordina
  • L'importante è aver eliminato una legge che vedeva nell'omosessualità un crimine. Perdonare Turing (come se poi avesse qualcosa da farsi perdonare) sarebbe un'ipocrisi bella e buona: anche tutti gli altri condannati hanno uguale diritto alla grazia, ma non ci scandalizziamo solo perchè non erano persone famose.
    non+autenticato
  • è l'ipocrisia della "cultura" occidentale con le sue "radici" catto-puritane... da secoli la principale rovina per l'intera umanità...
    non+autenticato
  • Quando si sente parlare di persecuzioni di questo tipo immediatamente si pensa ai campi tedeschi, in realtá gli omosessuali andavano in carcere in tutto il mondo, il caso di Turing é emblematico
    non+autenticato
  • - Scritto da: Undertaker
    > Quando si sente parlare di persecuzioni di questo
    > tipo immediatamente si pensa ai campi tedeschi,
    > in realtá gli omosessuali andavano in carcere in
    > tutto il mondo, il caso di Turing é emblematico

    da qualche parte in africa ci sono degli integralisti cristiani che premono per una legge che implichi la condanna a morte per gli omosessuali, norizia tiscali di qualche giorno fa.
    non+autenticato
  • ...e in tutti i paesi dove vige la sharia (legge islamica) la "sodomia" è punita con la morte...
    non+autenticato
  • magari non c'entra nulla ... ma visto che sempre di scuse postume ad un genio da parte di un autorità si tratta ... ritiro fuori la questione

    che reazione avete avuto qualche decina di anni fà .. quando dopo infinite proteste finalmente la chiesa .. nella figura di giovanni paolo II riabilitò pubblicamente la figura di galileo galilei? da una parte io fui contento .. ma anche incazzato .. pensandoci su, tu chiesa cattolica hai processato e condannato un genio come galileo e dopo secoli ti scusi? che ti scusi ormai a fare? a galileo gli furono letteralemnte tolti gli occhi con le tenaglie arroventate ... un discorso ufficiale del papa, in cui ammetteva di essersi leggermente sbagliato sullla teoria dei massimi sistemi, ormai a chi serve? son secoli che sappiamo che "eppur si muove"!

    sinceramente avrei apprezzato un discorso + ampio, delle scuse non solo a galileo ma a tutta la comunità scientifica e non, del tipo:
    noi chiesa cattolica per tutto il medioevo abbiamo condannato e ammazzato come eretico chiunque avesse inventato qualunque cosa che avesse + complessità di una candela, e ci scusiamo con tutti perchè considerando quanto ha progredito l'umanità dopo il rinascimento, è probabilissimo senza 10 secoli "bui" ... a quest'ora l'umanità avrebbe colonizzato tutto il sistema solare, per non dire la galassia!

    portiamo tutto su turing: morto suicida a 41 anni (con una mela avvelenata, come biancaneve!!!), con la guerra vinta da 10 .. già in 10 anni aveva insegnato a mancester realizzando prototipi della sua macchina e arrivando anche a scrivere i manuali del sistema operativo, possiamo dire che in 10 anni di persecuzioni sono state partorite due generazioni di "geni", suoi discepoli!

    ora se invece di perseguitarlo perchè omossessuale l'inghilterra l'avesse lasciato insegnare probabilmente l'avrebbe fatto fino ai 65/70 anni ... lo stato inglese si dovrebbe scusa con l'umanità tutta per 30 anni di lezioni mancate
    non+autenticato
  • Beh !! Penso che il nome di Turing è purtroppo uno di una lunga fila a cui l'intera umanità dovrebbe chiedere scusa...Uccisi o costretti ad uccidersi perché portatori di nuove idee rivoluzionarie per i tempi in cui vivevano..Purtroppo il progresso "civile" dell'uomo bagna le sue radici nel sangue... Al di là che io non sia credente il primo sacrificio lo abbiamo davanti agli occhi ogni giorno attaccato sui muri di quasi tutti gli edifici pubblici italiani ... Saluti
    non+autenticato
  • - Scritto da: hp fiasco
    > .. quando dopo infinite proteste finalmente la
    > chiesa .. nella figura di giovanni paolo II
    > riabilitò pubblicamente la figura di galileo
    > galilei? da una parte io fui contento .. ma anche
    > incazzato .. pensandoci su, tu chiesa cattolica
    > hai processato e condannato un genio come galileo
    > e dopo secoli ti scusi? che ti scusi ormai a
    > fare? a galileo gli furono letteralmente tolti
    > gli occhi con le tenaglie arroventate ... un

    Non mi sembra affatto che Galileo sia mai stato torturato (minacciato sì, ma mai fisicamente punito), anche se certo fu convinto con la prigionia e le minacce a ritrattare il suo sostegno al modello Copernicano. Ho anche fatto un giro sul web per rinfrescare le mie memorie scolastiche, ma non mi pare che quanto tu affermi sia corretto (divenne cieco, ma per l'età e (credo)malattia.
    Il paradosso è che per anni i suoi scritti vennero accettati e discussi da religiosi e le sue idee poterono circolare, prima che nella chiesa si collegassero le conseguenze di quell'osservazione scientifica con i dogmi allora imperanti. La chiesa ha tanto frenato alcune idee scientifiche, ma tra i religiosi ve ne furono molti che fecero ottima ricerca (per l'epoca) e preservarono parte del patrimonio del passato. Come sempre, fu la parte che mirava al potere e al controllo a schiacciare quello che dava fastidio.

    > discorso ufficiale del papa, in cui ammetteva di
    > essersi leggermente sbagliato sullla teoria dei
    > massimi sistemi, ormai a chi serve? son secoli
    > che sappiamo che "eppur si
    > muove"!
    >
    > sinceramente avrei apprezzato un discorso +
    > ampio, delle scuse non solo a galileo ma a tutta
    > la comunità scientifica e non, del
    > tipo:
    > noi chiesa cattolica per tutto il medioevo
    > abbiamo condannato e ammazzato come eretico
    > chiunque avesse inventato qualunque cosa che
    > avesse + complessità di una candela, e ci
    > scusiamo con tutti perchè considerando quanto ha
    > progredito l'umanità dopo il rinascimento, è
    > probabilissimo senza 10 secoli "bui" ... a
    > quest'ora l'umanità avrebbe colonizzato tutto il
    > sistema solare, per non dire la
    > galassia!
    >
    > portiamo tutto su turing: morto suicida a 41 anni
    > (con una mela avvelenata, come biancaneve!!!),
    > con la guerra vinta da 10 .. già in 10 anni aveva
    > insegnato a mancester realizzando prototipi della
    > sua macchina e arrivando anche a scrivere i
    > manuali del sistema operativo, possiamo dire che
    > in 10 anni di persecuzioni sono state partorite
    > due generazioni di "geni", suoi discepoli!
    >
    >
    > ora se invece di perseguitarlo perchè
    > omossessuale l'inghilterra l'avesse lasciato
    > insegnare probabilmente l'avrebbe fatto fino ai
    > 65/70 anni ... lo stato inglese si dovrebbe scusa
    > con l'umanità tutta per 30 anni di lezioni
    > mancate
    non+autenticato
  • > Non mi sembra affatto che Galileo sia mai stato torturato

    Beh, di fronte all'ipotesi di finire arrostito ha abiurato. Che vigliacco, neh?

    > anche se certo fu convinto con la prigionia e le minacce a ritrattare

    Non ti è chiara la vicenda. Galileo non è stato imprigionato per "convincerlo": passò gli ultimi giorni agli arresti domiciliari. E per fortuna a garantire per lui fu qualcuno che gli permise di continuare (di nascosto) a scrivere.
    non+autenticato
  • Alan Turing ormai è morto, era un genio, una persona che con il suo lavoro ha aiutato a sconfiggere i nazisti decrittando i messaggi della macchina tedesca Enigma. Poi, a guerra finita, è stato condannato in quanto omosessuale, e a causa di ciò si è suicidato. Ora non c'è nessun bisogno di perdono postumo da parte di chi non vuol capire la gravità di quanto è accaduto a Turing. Le persone civili in cuor loro hanno già chiesto scusa a Turing. I bigotti e i fanatici che discriminano le persone in base ai propri gusti sessuali, possono tenersi la loro ipocrisia. Grazie, ma è troppo tardi. Ai tempi di Turing era reato, oggi non più (in Europa), ma la cattiveria e l'intolleranza non sono scomparse, anzi stanno rapidamente riaffiorando, soprattutto grazie a quelli che soffiano sul fuoco, presentandosi come rappresentanti in terra di varie entità soprannaturali inesistenti.
    non+autenticato
  • Il problema è che è uno stato a non chiedere scusa. In questo modo viene ribadita un'ingiustizia storica. E dimostrata l'imbecillità degli attuali amministratori britannici: non si perdona il comportamento (all'epoca) illecito di Turing, ma si perdona l'istigazione al suicidio operata dai legislatori e dai giudici dell'epoca. Evidentemente, i ministri di oggi sono rimasti fermi a quell'epoca.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Paolo T.
    > Il problema è che è uno stato a non chiedere
    > scusa. In questo modo viene ribadita
    > un'ingiustizia storica. E dimostrata
    > l'imbecillità degli attuali amministratori
    > britannici: non si perdona il comportamento
    > (all'epoca) illecito di Turing, ma si perdona
    > l'istigazione al suicidio operata dai legislatori
    > e dai giudici dell'epoca. Evidentemente, i
    > ministri di oggi sono rimasti fermi a
    > quell'epoca.
    Credo che più banalmente, in un paese dove ogni decisione in materia giudiziaria diventa un precedente di riferimento, abbiano voluto rispettare la lettera della legge e non piegare il passato per adattarlo al presente.
    Certamente Turing ebbe grandi meriti, ma non sono sicuro abbia alcuna utilità concreta una "formale" scusa. Le scuse concrete stanno nel non nascondere i fatti storici dell'epoca, nel dare il giusto valore ai suoi meriti, nel dare evidenza oggi nelle scuole al fatto che le PERSONE possono essere menti eccellenti INDIPENDENTEMENTE dalle loro preferenze sessuali o dall'avere un colore della pelle piuttosto di un altro.
    non+autenticato
  • Riabilitarne in toto la memoria storica, levando, anche postuma, l'infamia di una condanna assurda, non nasconderebbe i fatti storici, ma semplicemente renderebbe (vera) giustizia al Turing uomo.
    non+autenticato
  • In realtà, il più grande merito di Turing (quello per cui è ancora più dolorosa la sua fine) non è stato solo la decrittazione dei codici nazisti, bensì la teorizzazione del computer: la "macchina di Turing". La decisione del ministro della giustizia è indecente, e mi fa solo capire che tipo di uomo sia (bigotto, razzista, ma soprattutto infinitamente ignorante e inconsapevole)....
    non+autenticato
  • sottoscrivo.
    non+autenticato