Gabriella Tesoro

Body scanner presto in Italia?

Conclusa la sperimentazione negli aeroporti italiani. A marzo il verdetto definitivo. Molti i dubbi: code più lunghe, salute e privacy

Roma - Negli Stati Uniti sono già stati installati negli scali aeroportuali e all'ingresso di carceri e tribunali. Nei Paesi Bassi hanno ormai sostituito i controlli abituali. Ora, l'Italia dovrà decidere se utilizzare i discussi body scanner. Durante la riunione CISA (Comitato Interministeriale per la Sicurezza del Trasporto Aereo e degli Aeroporti) svoltasi presso la direzione generale dell'ENAC (Ente Nazionale per l'Aviazione Civile), sono stati resi noti i risultati della sperimentazione dei security scanner, meglio noti come body scanner.

La sperimentazione è stata effettuata con diversi tipi di dispositivi ed è stata condotta nel 2010 negli scali di Roma Fiumicino, Milano Malpensa, Venezia e Palermo, mentre nel 2011 ha riguardato solo Fiumicino e Malpensa. L'iniziativa puntava a risolvere due quesiti: in primo luogo, si è cercato di testare l'attendibilità dei body scanner come supporto ai controlli aeroportuali; in secondo luogo, si è valutato se e quanti macchinari andrebbero impiegati negli scali nazionali prendendo in considerazione la normativa europea e, in particolare, il Regolamento Comunitario 1147 del 2011.

Il presidente dell'ENAC e del CISA, Vito Riggio, presenterà i dati della sperimentazione al Ministero dell'Interno e al Ministero delle Infrastrutture, che dovranno pronunciarsi entro marzo. Il CISA ha indicato l'installazione dei dispositivi nei tre aeroporti italiani che effettuano voli regolari sulle destinazioni considerate "sensibili" come Israele e Stati Uniti. Quindi i primi tre scali che utilizzeranno questa nuova tecnologia saranno Roma Fiumicino, Milano Malpensa e Venezia. Se dovesse arrivare il via libera, i body scanner saranno acquistati direttamente dall'ENAC. In totale sarebbero dieci gli apparecchi da installare: quattro a Roma, quattro a Milano e due a Venezia.
In base ai risultati della sperimentazione, la tecnologia risultata più efficace è quella a onde millimetriche. L'ultimo modello testato, grazie a un nuovo algoritmo, avrebbe migliorato le prestazioni consentendo di ottimizzare i tempi e il numero degli addetti necessari, e di ridurre le anomalie come i falsi allarmi o il mancato rilevamento di oggetti potenzialmente pericolosi. Negli aeroporti statunitensi sono già stati installati 350 security scanner a onde millimetriche. Dato il numero esiguo degli apparecchi che verranno impiegati nel Belpaese, per il momento i body scanner non sostituiranno i metal detector, ma forniranno un supporto ai controlli tradizionali: "Noi crediamo di essere già ad un livello di sicurezza molto alto - ha aggiunto Riggio - Il problema è risparmiare tempo e cercare un sistema di controllo meno invasivo della perquisizione".

Molti sono i dubbi che ruotano attorno a questo tipo di dispositivi. Avere due approcci di controllo (body scanner e metal detecnor) renderà le ispezioni più lunghe, aumentando, di fatto, le già interminabili code in aereoporto. L'ENAC, però, assicura: il body scanner a onde millimetriche, testato su 50mila passeggeri, porta via una media di 37-39 secondi. Di questi solo 3 sono di screening, mentre gli altri 34 secondi vanno persi per la preparazione del passeggero che, prima di passare sotto i security scanner, deve spogliarsi di tutti gli accessori, dalle collane ai fazzoletti. L'ENAC inoltre ha voluto precisare che tutti i dispositivi che verranno utilizzati in Italia non presenteranno alcuna controindicazione per la salute di viaggiatori e controllori. Le onde che verrebero assorbite dal corpo sarebbero minime, paragonabili alle onde del cellulare.

I body scanner sono stati accusati da più parti di violare la privacy. L'ENAC, però, sostiene che l'immagine che si crea è stilizzata, quindi non reale, e non potrà essere archiviata; inoltre se si hanno delle protesi o dei pacemaker, questi non potrebbero essere visualizzati, poichè l'apparecchio è in grado di vedere solo ciò che si interpone tra il corpo e i vestiti. "L'obiettivo non è scannerizzare corpi, ma la sicurezza" ha affermato Alessio Quaranta, direttore generale dell'ENAC.

Per Vito Riggio, infine, fondamentale saranno le informazioni date ai viaggiatori e la formazione data agli operatori per garantire l'accettazione da parte dell'utenza dei nuovi strumenti di controllo.

Gabriella Tesoro
Notizie collegate
  • AttualitàBody scanner, insicurezza, salute e guerraI discussi scanner millimetrali sarebbero così poco sicuri da non avere nemmeno la fiducia delle organizzazioni USA che li adoperano negli aeroporti. Nel mentre la loro diffusione dilaga
  • AttualitàFrattini: sacrificarsi per i body scannerPer il ministro degli Esteri, il diritto alla privacy dovrebbe bilanciarsi con la tutela della sicurezza in volo. Gli scanner corporali sarebbero lo strumento più sicuro, pronti a Fiumicino e Malpensa. Qualcuno borbotta
  • TecnologiaUSA, addio ai porno scanner aeroportualiTSA ha annunciato l'implementazione di un nuovo software all'interno degli attuali scanner millimetrali. Il nuovo sistema riprodurrà un'immagine sfumata invece che la fotografia del corpo integrale. Bene secondo i consumatori
22 Commenti alla Notizia Body scanner presto in Italia?
Ordina
  • dall'11 settembre a oggi in nome della mia sicurezza e della nostra salute (in generale) c'è in attività un piano di limitazione delle libertà personali ed aumenti di tasse indiscriminati (in particolare in Italia per quanto riguarda la salute siccome uno studio riporta che "lo zucchero genera dipendenza" stanno valutando di tassarlo ulteriormente).
    In 11 anni quali altri attacchi terroristici ci sono stati? e da parte di chi? (la risposta al Quaeda è uno trollata!) In Italia a causa della nostra disorganizzazione un attacco terroristico lo potrebbe fare qualsiasi deficiente ... invece nulla ... nel resto dell'occidente ?
    Ovviamente non bisogna calare l'attenzione, ci mancherebbe, ma attenzione è impossibile difendersi da tutti gli abitanti di una nazione Occhiolino
    Ritornando al topic, tutte le nazioni hanno il loro giro di bustar,mignott/elle che in nome della sicurezza spingono gli stati a spese inutili ... se il sistema di monitoraggio è più lento banalmente non serve ... quindi politici europei occhio a farlo diventare efficiente solo perchè vi hanno comprato ... si verrà a sapere ...
    non+autenticato
  • Quoto, oramai dovrebbe essere chiaro a tutti che tutta questa paranoia in aeroporto ha costi esorbitanti e serve a poco come deterrente, mentre i vecchi buoni metodi di indagine sono quelli più efficaci contro qualunque gruppo di terroristi che cerchi di organizzare un attentato.
    E' la solita politica di sicurezza del pararsi-il-culo.
    Funz
    11235
  • "L'immagine non potrà essere archivita".
    Come no, se proprio sarà impossibile tramite software del macchinario (Stamp e Ctrl-V in un qualunque editor di immagini freeware), basta una fotocamera nascosta dall'impiegato maniaco di turno, che scatta una foto della schermata ogni volta che passa qualcuno.
    Andare in aereo sta diventando una rottura sempre più grande sin da quando si sono inventati il limite di 100ml per i liquidi nel bagaglio a mano.
  • Tempo fa', qualcuno suggeriva di ingerire una certa pillola blu all'aeroporto, prima di passare nei body scanner, in modo da suscitare disagi/ilarita'/distrazione (disordini in genere) tra gli addetti ai controlli in modo da renderne controproducente l'adozione...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Rocco S.
    > Tempo fa', qualcuno suggeriva di ingerire una
    > certa pillola blu all'aeroporto, prima di passare
    > nei body scanner, in modo da suscitare
    > disagi/ilarita'/distrazione (disordini in genere)
    > tra gli addetti ai controlli in modo da renderne
    > controproducente
    > l'adozione...
    Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere
    Questa non la avevo mai letta... ma è geniale!
    Rotola dal ridereRotola dal ridere
    non+autenticato
  • Ci sono arrivato molto tardi a capire la battuta... mi devo preoccupare?Con la lingua fuori
  • - Scritto da: ephestione
    > Ci sono arrivato molto tardi a capire la
    > battuta... mi devo preoccupare?

    Scusa ma sono un po' tardo... me la spieghi per favore?

    --
    Luca
    non+autenticato
  • La pillola blu è quella che ti viene proposta in tutti i messaggi di spam, e se la prendi prima di passare per il body scanner metti in evidenza tutta la tua masculinità sugli schermi del macchinarioCon la lingua fuori
  • Buongiorno a quelli che non hanno capito la battuta...Deluso
    Anyway anche se mi fotografassero nudo, poco mi interesserebbe.. sempre meglio che essere preso in ostaggio da qualche pazzo..
    Vi fate troppi problemi inutili.. l'unica pecca sono le tempistiche un po più lunghe nel "scannerizzare" le persone, per il resto primo non vedono nulla.. secondo anche se vedessero qualcosa chiessene.. una persona messa davanti ad un terminale che vede che vede 10000 copri nudi al giorno.. non penso che faccia ne caldo ne freddo..
    non+autenticato
  • - Scritto da: Nick
    > Anyway anche se mi fotografassero nudo, poco mi
    > interesserebbe.. sempre meglio che essere preso
    > in ostaggio da qualche
    > pazzo..
    Guarda che non hai affatto quella sicurezza: ci sono state dimostrazioni ripetute in giro per il mondo a evidenziare che la sicurezza di una grande struttura è ampiamente aggirabile. In compenso hai la certezza che si fanno sempre più i mazzi nostri e chissenefrega se la radiazione è "come se", "e allora il cellulare", "ma tanto lo smog". Il danno biologico da esposizione alle onde millimetriche è comunque cumulato e non vedo perché dobbiamo patirci le paranoie di molti e l'affare di alcuni che vendono questi "baracconi".
    non+autenticato
  • - Scritto da: Rocco S.
    > Tempo fa', qualcuno suggeriva di ingerire una
    > certa pillola blu all'aeroporto, prima di passare
    > nei body scanner, in modo da suscitare
    > disagi/ilarita'/distrazione (disordini in genere)
    > tra gli addetti ai controlli in modo da renderne
    > controproducente
    > l'adozione...

    Vieteranno di vendere le pillolette alla farmacia dell'aeroporto, e i pornelli al bookstoreCon la lingua fuori
    Ma la fantasia, quella non potranno mai vietarcela!A bocca aperta
    Funz
    11235
  • Ma tu lo hai mai visti il body scanner che si usano in italia?



    Se riesci ad eccitarti con questa immagini sei proprio malato.
    non+autenticato
  • - Scritto da: PatetiCut
    > Ma tu lo hai mai visti il body scanner che si
    > usano in
    > italia?
    >
    >
    >
    > Se riesci ad eccitarti con questa immagini sei
    > proprio
    > malato.

    Quante menate per prendere l'aero...
    Sgabbio
    26178