Mauro Vecchio

USA, mobile e cybersicurezza prima dello spazio

Il budget per l'anno 2013: più soldi per l'ottimizzazione dello spettro radio e la protezione dei network da eventuali minacce informatiche. 60 milioni in meno alla NASA che però non ci vuole stare

Roma - È la proposta presentata dal Presidente statunitense Barack Obama per il budget a disposizione nei settori chiave della Difesa, della ricerca spaziale, delle nuove tecnologie. Nel 2013, la spesa prevista dal governo di Washington lieviterà del 5 per cento per lo sviluppo di energia pulita, della cybersicurezza, delle infrastrutture wireless.

Poco più di 13 miliardi di dollari da dividere tra la National Science Foundation - che riceverà 51 milioni aggiuntivi per un uso più flessibile dello spettro radio - il Department of Energy's Office of Science e il National Institute of Standards and Technology.

Più in generale, l'Amministrazione Obama intende finanziare al meglio quelle aree che "contribuiscono in maniera diretta alla creazione di tecnologie innovative che possono spingere il business e l'occupazione del futuro". Una migliore ottimizzazione dello spettro radio servirà ad alimentare il mercato in espansione dei dispositivi mobile.
Iniezione da quasi 800 milioni di dollari per la divisione National Cyber Security del Dipartimento per la Sicurezza Nazionale. Per prepararsi alle minacce informatiche che potrebbero compromettere l'integrità dei network a stelle e strisce. Un totale di quasi 3 miliardi andrà invece allo U.S. Patent Office per rinforzare la tutela della proprietà intellettuale e dei brevetti.

Meno soddisfatti i vertici dell'agenzia spaziale NASA, che riceveranno un totale di 17,7 miliardi di dollari per lo sviluppo di nuovi progetti e tecnologie. Si tratta di quasi 60 milioni di dollari in meno rispetto allo scorso anno.

"La nazione ha bisogno di più missioni per l'esplorazione robotica dello spazio - ha commentato Bill Nye, attuale CEO dell'organizzazione non profit The Planetary Society - Incoraggio chiunque abbia preso questa decisione a chiedere in giro; tutti gli abitanti del pianeta Terra vogliono sapere se c'è vita su altri mondi".

Mauro Vecchio
Notizie collegate
  • TecnologiaMarte, sonda USA in viaggioNASA invia con successo il suo "laboratorio" in forma di rover verso il Pianeta Rosso. Mentre la comunità scientifico resta col fiato sospeso per il destino della sonda Fobos-Grunt
  • TecnologiaSpazio, problemi di budget per NASAL'agenzia si prepara al lancio del suo nuovo rover marziano. Nel mentre la sua omologa russa Roscosmos pensa a future missioni congiunte con l'ESA dopo il fallimento dell'ultima sonda
  • TecnologiaSuper WiFi, al via in North CarolinaLo stato USA è il primo a implementare il nuovo network wireless veicolato attraverso i "white space" televisivi. Il termine "Super Wi-Fi" non ci piace, dice Wi-Fi Alliance, e i problemi non finiscono qui
4 Commenti alla Notizia USA, mobile e cybersicurezza prima dello spazio
Ordina
  • buttare via 3 *miliardi* di $$ per un oggetto come l'USPTO che sarebbe da ROTTAMARE per quanto certifica a getto continuo della carta straccia!
    non+autenticato
  • Cosa ce ne frega di sapere se ci sono forme di vita negli altri mondi quando in questo mondo tanta gente muore di fame e di sete.

    Ma atteniamoci all'articolo....

    Cosa ce ne frega di sapere se c'è vita su altri mondi quando i nostri sistemi informatici hanno bisogno di essere migliorati.
    ragazzi sono soldi in missioni che se ne vanno.... Che atanti cambierebbero lo stato delle cose.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Dominus
    > Cosa ce ne frega di sapere se ci sono forme di
    > vita negli altri mondi quando in questo mondo
    > tanta gente muore di fame e di sete.

    Cosa ce ne frega che in altre nazioni c'e' gente che muore di fame e di sete ? A noi serve il petrolio i diamanti e la tecnologia a basso costo, sono i nostri schiavi dai ammettilo un po' di cinismo su !

    > Ma atteniamoci all'articolo....

    Articolo ??

    > Cosa ce ne frega di sapere se c'è vita su altri
    > mondi quando i nostri sistemi informatici hanno
    > bisogno di essere migliorati.
    > ragazzi sono soldi in missioni che se ne
    > vanno.... Che atanti cambierebbero lo stato
    > delle cose.

    Si, ma non ci interessa farli cambiare, altrimenti potremmo gia', sai ancora poi potrebbero pretendere...
    krane
    22544
  • - Scritto da: Dominus
    > Cosa ce ne frega di sapere se ci sono forme di
    > vita negli altri mondi quando in questo mondo
    > tanta gente muore di fame e di
    > sete.

    Dissento totalmente: è molto più utile all'umanità la pura conoscenza che far sopravvivere qualche essere umano qualche giorno in più, manco fossimo una specie in via di estinzione...

    > Ma atteniamoci all'articolo....
    >
    > Cosa ce ne frega di sapere se c'è vita su altri
    > mondi quando i nostri sistemi informatici hanno
    > bisogno di essere
    > migliorati.
    > ragazzi sono soldi in missioni che se ne
    > vanno.... Che atanti cambierebbero lo stato
    > delle
    > cose.

    Non si potrebbe avere entrambe le cose? Magari tagliando qualcosina dal bilancio della Difesa, che sono 700-800 miliardi di $ all'anno spesi in armi e guerre e di fronte ai quali i 17 della NASA spariscono.
    Funz
    12980