Mauro Vecchio

Vajont.info chiuso per diffamazione

Ordine di sequestro preventivo da parte del GIP di Belluno. Il portale dedicato al disastro del 1963 è stato chiuso per alcune frasi all'indirizzo degli On. Domenico Scilipoti e Maurizio Paniz

Roma - L'ordine è stato diramato dal GIP di Belluno, per la chiusura preventiva del portale web vajont.info accusato di diffamazione dagli On. Domenico Scilipoti e Maurizio Paniz. Nel mirino è infatti finita una "metafora alpina" non meglio specificata, pubblicata dal webmaster del sito dedicato al noto disastro del Vajont.

Lo stesso GIP di Belluno ha ordinato ad un totale di 226 provider di inibire tutti gli accessi al sito da parte degli utenti tricolore. Era stato proprio lo studio legale di Paniz a rappresentare l'ex-sindaco di Longarone Pierluigi De Cesero in una precedente causa per diffamazione contro il sito.

I provider del Belpaese sono ora stati obbligati ad "inibire ai rispettivi utenti l'accesso all'indirizzo web vajont.info, ai relativi alias e ai nomi di dominio presenti e futuri, rinvianti al sito medesimo, all'indirizzo IP statico che al momento dell'esecuzione del sequestro risulta associato al predetto nome di dominio e ad ogni ulteriore indirizzo IP statico che sarà associato in futuro".
Sulla vicenda è intervenuto l'avvocato Fulvio Sarzana: "Al di là della vicenda giudiziaria specifica, delle responsabilità del titolare del portale che andranno accertate e della giusta tutela spettante in quel caso agli Onorevoli Scilipoti e Paniz, va detto che il consolidamento di questa prassi appare in grado di ledere gravemente i diritti all'informazione dei cittadini italiani".

Gli stessi netizen "potrebbero vedere scomparire dal mondo della rete interi quotidiani, blog, portali informativi, in virtù di una o più frasi ritenute lesive dei diritti di un singolo cittadino". Nel caso in oggetto, ad esempio, all'IP ora inibito del dominio corrisponde un server del provider USA GoDaddy, a cui fanno capo diverse centinaia di domini differenti da quello oggetto del provvedimento.

Nell'ottobre 2007, il webmaster di Vajont.info Tiziano Del Farra aveva deciso di auto-oscurare parte del sito, pubblicando l'ordinanza di sequestro del relativo dominio.

Mauro Vecchio
Notizie collegate
53 Commenti alla Notizia Vajont.info chiuso per diffamazione
Ordina
  • Questo é un perfetto esempio di "Effetto Streisand": quando si cerca di censurare qualcosa in rete, immediatamente la cosa che si cerca di censurare ricompare ovunque, amplificata al massimo.
    É un peccato che i ridicoli, imparruccati "magistrati" italiani non ne sappiano nulla.
    Ë un peccato anche perché questo DalFarra é chiaramente il solito squilibrato che dá del mafioso a destra e a manca: cosa centra Paniz, che all'epoca aveva 15 anni con il Vajont ? e perché si sostiene che sia stata una strage "mafiosa" ?
    piuttosto che il sequestro del sito sarebbe stato meglio un TSO.
    non+autenticato
  • la chiusura del sito ha, inoltre, bloccato oltre 3000 siti del tutto indipendenti ed estranei ai fatti. La Guardia di Finanza ha, infatti, costretto il provider GoDaddy a bloccare l’accesso all’ indirizzo IP cui fa riferimento il dominio Vajont.info. Trattandosi di un indirizzo IP virtuale , però, ad esso corrispondono numerosi altri domini, stimati in circa 3000 unità .
    http://www.businessonline.it/news/15370/Sito-Vajon...

    Giuste anche le seguenti considerazioni:
    Un blogger pubblica una frase nel 2007. Nel 2012 il politico oggetto della critica si accorge della cosa e chiede la rimozione della frase. L’errore strategico è clamoroso, perché se in precedenza erano stati ben pochi a leggere le frasi incriminate, ora mezza Italia sa della polemica e sa perché l’on. Maurizio Paniz si è sentito diffamato. Anzi, cercando su Google la storia emergerà per molto tempo, infangando l’immagine dell’onorevole ben oltre le frasi pubblicate a suo tempo sul sito oggi censurato .
    http://www.webnews.it/2012/02/19/vajont-info-error...
  • - Scritto da: Alessandrox
    > la chiusura del sito ha, inoltre, bloccato oltre
    > 3000 siti del tutto indipendenti ed estranei ai
    > fatti. La Guardia di Finanza ha, infatti,
    > costretto il provider GoDaddy a bloccare
    > l’accesso all’ indirizzo IP cui fa
    > riferimento il dominio Vajont.info. Trattandosi
    > di un indirizzo IP virtuale
    ,
    > però, ad esso corrispondono numerosi
    > altri domini, stimati in circa 3000 unità
    >
    .

    Non credo che il giudice abbia potuto costringere un soggetto estero a fare qualcosa.
    Semplicemente ha cercato di inibire l'accesso qui in Italia. Lo stesso termine "sequestro" è ridicolo. Nessuno può sequestrare alcunché in terra straniera, perlomeno finché non gli dichiari guerra e lo invadi.


    > http://www.businessonline.it/news/15370/Sito-Vajon
    >
    > Giuste anche le seguenti considerazioni:
    > Un blogger pubblica una frase nel
    > 2007. Nel 2012 il politico oggetto della critica
    > si accorge della cosa e chiede la rimozione della
    > frase. L’errore strategico è clamoroso, perché se
    > in precedenza erano stati ben pochi a leggere le
    > frasi incriminate, ora mezza Italia sa
    > della polemica e sa perché l’on. Maurizio Paniz
    > si è sentito diffamato.

    L'errore è lo stesso che fanno spesso le "persone importanti": cercando di nascondere le verità scomode ottengono il risultato di puntare i riflettori del mondo proprio lì.
    A parte le responsabilità dello STATO, mai pagate, dove sono finiti i soldi del Vajont?

    > Anzi, cercando su Google
    > la storia emergerà per molto tempo, infangando
    > l’immagine dell’onorevole ben oltre le frasi
    > pubblicate a suo tempo sul sito oggi censurato
    >
    .


    Mi sembra giusto che la gente SAPPIA con CHI ha a che fare.
    ruppolo
    33147
  • - Scritto da: Alessandrox
    > la chiusura del sito ha, inoltre, bloccato oltre
    > 3000 siti del tutto indipendenti ed estranei ai
    > fatti. La Guardia di Finanza ha, infatti,
    > costretto il provider GoDaddy a bloccare
    > l’accesso all’ indirizzo IP cui fa

    No. ha semplicemente costretto i dns italici a far puntare il sito ad una pagina che visualizza il blocco.
    Io con dns advantage la vedo benissimo.
    Godaddy é il piú grande registrar del mondo ed i magistrati italiani gli fanno un baffo
    non+autenticato
  • Dov'eravate quando Gentiloni fece la legge che permise l'introduzione della censura in rete e l'istituzione di quell'aborto merdoso del CNCPO (Centro Nazionale per il Contrasto alla Pedopornografia Online) "ufficialmente solo contro i siti pedopornografici" (sic) e creando invece l'infrastruttura per ben altri tipi di censura?
    Dov'eravate quando qui eravamo a protestare e ci chiamavano pedofili perché protestavamo?
  • - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
    > Dov'eravate quando qui eravamo a protestare e ci
    > chiamavano pedofili perché
    > protestavamo?

    Protestavate qui su PI ?
  • Quindi non contesti solo la pirateria ma anche la libertà d'informazione?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
    > Dov'eravate quando Gentiloni fece la legge che
    > permise l'introduzione della censura in rete e
    > l'istituzione di quell'aborto merdoso del CNCPO
    > (Centro Nazionale per il Contrasto alla
    > Pedopornografia Online) "ufficialmente solo
    > contro i siti pedopornografici" (sic) e creando
    > invece l'infrastruttura per ben altri tipi di
    > censura?
    > Dov'eravate quando qui eravamo a protestare e ci
    > chiamavano pedofili perché
    > protestavamo?

    "ufficialmente solo contro i siti pedopornografici" gia', me la ricordo questa barzelletta.
    non+autenticato
  • Ecco l'ennesimo attacco (riuscito) alla liberta' d'informazione!
    non+autenticato
  • viamente NON SAREBBE SUCCESSO NULLA
    non+autenticato
  • - Scritto da: Nicola
    > ovviamente NON SAREBBE SUCCESSO NULLA

    Certamente. Le leggi si applicano per i nemici e si interpretano per gli amici. La legge è uguale per tutti serve per imbrogliare i fresconi.
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | Successiva
(pagina 1/4 - 16 discussioni)