Claudio Tamburrino

Coca-Cola contro CocaColla.it

Blog italiano che si occupa di Street Art costretto a chiudere: il colosso delle bollicine ha minacciato un'azione legale per far valere il proprio marchio. Frizza la protesta online

Roma - I legali di Coca-Cola hanno scritto al blog cocacolla.it: chiesta la chiusura entro 15 giorni del dominio e la sospensione delle pratiche di registrazione del marchio collegato.

Il blog italiano, nato ad aprile 2010 e "focalizzato su arte, design, advertising e nuove culture della rete" ha - in relativamente poco tempo - raggiunto numeri di tutto riguardo: 2 milioni di pageview nel 2011, 7mila like su Facebook e mille follower su Twitter.

La motivazione di tale richiesta è, secondo la lettera inviata dall'azienda di Atlanta, che "la registrazione e l'utilizzo da parte sua del nome a dominio www.cocacolla.it determina l'insorgere di un grave rischio di confusione per i consumatori che possono essere indotti a ritenere che il segno COCACOLLA ed il nome a dominio www.cocacolla.it siano volti a contraddistinguere prodotti/servizi distribuiti, organizzati o sponsorizzati dalla nostra cliente o che comunque l'uso del segno COCACOLLA da parte sua sia stato autorizzato dalla nostra assistita in base ad accordi o altri legami contrattuali o societari, il che non corrisponde al vero. L'uso del segno COCACOLLA e del nome a dominio www.cocacolla.it da parte sua costituisce inoltre contraffazione dei celebri marchi costituiti dalla dicitura Coca-Cola della nostra assistita".
La somiglianza tra i due nomi è certamente palese, così come è impossibile non riconoscere la fama del marchio e del nome della celebre bevanda: a differenza dei casi di cybersquatting, tuttavia, qui c'è una differenza seppur minima fra i due nomi, intenzioni diverse e lo spirito di una citazione più che della contraffazione. Quella "l" in più, insomma, sembrerebbe poter fare tutta la differenza che serve, potendo per esempio trasformare una parola (word), appunto, in un mondo (world).

Più che un appiattimento su un marchio conosciuto per attirare i link attraverso gli errori di battitura, d'altronde, la scelta del nome da parte del team di CocaColla sembra piuttosto premiare il marketing della nota bevanda gassata, riconosciuto come un baluardo della cultura pop (intesa non nel senso delle bollicine): "L'idea di chiamare il blog CocaColla - si spiega sul blog - nasceva da uno dei nostri primissimi brainstorming, quando pensammo di mettere insieme la colla, elemento fondamentale dell'artistica di base, ma anche della streetart, con la Coca-Cola, simbolo della cultura pop, dell'industrializzazione e della pubblicità come strumento fondamentale per sbaragliare la concorrenza".

Nonostante questo, e a meno di una clamorosa retromarcia da parte della azienda statunitense, il blog ha rinunciato a difendere le sue ragioni in tribunale e ha annunciato la chiusura del dominio www.cocacolla.it, soprattutto perché sarebbe una battaglia di principio che rischierebbe di prosciugare le tasche: "Non appena ricevute le lettere abbiamo deciso di affidarci ad un avvocato specialista in diritto industriale e in proprietà intellettuale. Studiato il caso ci ha convinto fosse meglio mollare tutto. Andare avanti in un'azione legale sarebbe stato un massacro, soprattutto per le nostre tasche. Il nostro è infatti un progetto editoriale e non avremmo potuto permetterci una battaglia legale contro una multinazionale come la Coca-Cola".

Così le ultimi flebili speranze per il blog italiano rimangono legate alla pressione mediatica e in Rete: proprio nei social network il sito stesso ha cercato aiuto, ricevendo subito il supporto degli utenti di Twitter dove l'hashtag #supportcocacolla sta raccogliendo la protesta nei confronti dell'iniziativa di Coca-Cola.

Per evitare il (minimo) rischio di confusione (è evidente che il blog italiano non sia collegato in alcun modo ad Atlanta), dunque, ora Coca-Cola rischia di aver provocato un negativo ritorno di immagine, visibilità per CocaColla.it e più o meno serie campagne di boicottaggio nei suoi confronti.

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
  • AttualitàMicrosoft: chiudete quella finestraAccusa di cybersquatting contro windows.ru, che ora, misteriosamente, reindirizza ad una pagina di Wikipedia
  • AttualitàCybersquatting, numeri recordStando ai dati offerti dalla World Intellectual Property Organization (WIPO), il livello globale delle appropriazioni indebite di trademark sarebbe aumentato di quasi il 30 per cento. Depositate richieste di sfratto per 4mila domini
121 Commenti alla Notizia Coca-Cola contro CocaColla.it
Ordina
  • Suggerisco a apple di aprire una causa contro mela.it
    a Microsoft contro winzozz.net
    ecceetera,eccetera
    non+autenticato
  • innamorato ormai 13 anni orsono...molti, troppi spazi di stanno riducendo a semplici vetrine per le multinazionali sempre + arroganti e prepotenti..vien da vomitare
    non+autenticato
  • Ma è l'unico web che potrà mai esistere. Anzi, l'influenza dei grossi soggetti economici diventerà ancora più forte. Abituati.
    non+autenticato
  • E allora come spieghi che la Real non ti ha ancora fatto causa?
    non+autenticato
  • preferisco abituarmi a bere piscio di gatto piuttosto che coca cola
    non+autenticato
  • - Scritto da: Gennarino B
    > preferisco abituarmi a bere piscio di gatto
    > piuttosto che coca
    > cola

    Ok te lo mando.
    non+autenticato
  • Prima conseguenza: nessuno conosceva Cocacolla, ora lo conoscono in tanti.
    Seconda conseguenza: tanti che prime apprezzavano CocaCola, ora la disprezzano.

    Cya
    non+autenticato
  • Troppi avvocati con troppo tempo da impegnare. Inevitabilmente una colpa della nostra giustizia, incapace di arginare queste richieste futili (e non protetta dalla politica, che dovrebbe dar loro strumenti migliori per punire chi fa perdere tempo alla corte).

    I nomi di dominio finiranno per assomigliarsi per evidente mancanza di combinazioni leggibili sufficenti a gestire la crescita mondiale del web.
    L'importante è un chiaro stacco (nel prodotto, nei loghi, nei testi) che non induca l'equivoco. Ragionevolmente leggibile, ma discreto, un disclaimer per chiarire ambiguità, come fa Wikipedia per le voci simili.
    non+autenticato
  • - Scritto da: OldDog
    > L'importante è un chiaro stacco (nel prodotto,
    > nei loghi, nei testi) che non induca l'equivoco.

    Il trademark dovrebbe servire a questo.
    Purtroppo, come altre proprietà intellettuali è stato traviato fino alle assurdità odierne in cui quando registri un marchio sei tu che devi preoccuparti di vedere che non esistano altri simili.
    Ovviamente non esistono parametri oggettivi per stabilire cosa significhi "simili"
    Oggigiorno non sarebbe possibile che esistessero
    Clicca per vedere le dimensioni originali
    e
    Clicca per vedere le dimensioni originali

    Evviva il progresso...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Fetente

    > Seconda conseguenza: tanti che prime apprezzavano
    > CocaCola, ora la
    > disprezzano.
    >
    >

    Dici? Vedrai che le vendite non subiranno la minima flessione.

    Qualcuno penserà di "boicottare", ma i numeri parlano chiaro.

    Nessuno cambierà le proprie abitudini per un sito web.

    Torna con i piedi per terra.
    non+autenticato
  • AnnoiatoAnnoiatoAnnoiatoAnnoiato
    - Scritto da: Get Real
    > - Scritto da: Fetente
    >
    > > Seconda conseguenza: tanti che prime
    > apprezzavano
    > > CocaCola, ora la
    > > disprezzano.
    > >
    > >
    >
    > Dici? Vedrai che le vendite non subiranno la
    > minima
    > flessione.
    >
    > Qualcuno penserà di "boicottare", ma i numeri
    > parlano
    > chiaro.
    >
    > Nessuno cambierà le proprie abitudini per un sito
    > web.
    >
    > Torna con i piedi per terra.
    Sgabbio
    26178
  • Chi la beveva quella porcheria che fa solo male allo stomaco? Meno porcheria mangiamo e meglio è.

    - Scritto da: Fetente
    > Prima conseguenza: nessuno conosceva Cocacolla,
    > ora lo conoscono in
    > tanti.
    > Seconda conseguenza: tanti che prime apprezzavano
    > CocaCola, ora la
    > disprezzano.
    >
    > Cya
    non+autenticato
  • > Seconda conseguenza: tanti che prime apprezzavano
    > CocaCola, ora la
    > disprezzano.
    Si certo... non berremo più coca cola dopo questa scopiazzata.
    È evidente che COCA COLA abbia copiato da COCA COLLA il nome.
    Mai più coca-cola, passiamo alla pepsi-colla.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Pavi
    > > Seconda conseguenza: tanti che prime
    > apprezzavano
    > > CocaCola, ora la
    > > disprezzano.
    > Si certo... non berremo più coca cola dopo questa
    > scopiazzata.
    > È evidente che COCA COLA abbia copiato da
    > COCA COLLA il
    > nome.
    > Mai più coca-cola, passiamo alla pepsi-colla.

    trolli.
    Sgabbio
    26178
  • ci vorrebbe proprio una nuova internet dove mettere i siti web senza queste tutele di marchi e bla bla bla. I siti internet sono dei negozi e niente piu', quindi perche' l'ipermercato (in questo caso la cola-cola) deve sempre schiacciare chiunque le piaccia?
    La nuova internet dovrebbe avere solo blog e social networks (se proprio vogliamo) e magari siti di notizie.. la commercializzazione ha distrutto l'idea di T. Lee.. e ora qualcuno dira' che invece l'ha portata avanti...
    che schifo...
    non+autenticato
  • E chi la finanzierebbe? Paghi tu le infrastrutture, i server, le linee di comunicazioni, il personale?

    Realtà >>> fantasia.
    non+autenticato
  • Cavolo, sono d'accordo con te.... devo preoccuparmi?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Get Real
    > E chi la finanzierebbe? Paghi tu le
    > infrastrutture, i server, le linee di
    > comunicazioni, il
    > personale?
    >
    > Realtà >>> fantasia.
    Rotola dal ridereRotola dal ridere
    La realtà infatti non c'etra nulla ne con le tue ne con le sue fantasie!
    Facci capire adesso chi la paga tutta sta roba ?

    Rotola dal ridereRotola dal ridere
    non+autenticato
  • > La nuova internet dovrebbe avere solo blog e
    > social networks (se proprio vogliamo) e magari
    > siti di notizie..

    E le wiki? E i motori di ricerca? E i siti di download?

    Tu non vuoi una nuova rete, vuoi un nuovo facebook.
    non+autenticato
  • - Scritto da: uno qualsiasi
    > > La nuova internet dovrebbe avere solo blog e
    > > social networks (se proprio vogliamo) e
    > magari
    > > siti di notizie..
    >
    > E le wiki? E i motori di ricerca? E i siti di
    > download?
    >
    > Tu non vuoi una nuova rete, vuoi un nuovo
    > facebook.

    ok, dimenticavo wiki, motori di ricerca, peer to peer... lungi da me un nuovo fb.. uno basta e avanza.
    Per finanziare il tutto i soldi vengono dalle nostre ADSL, magari facendole pagare di piu'. Ma almeno tutti avrebbero spazio.

    Sara' una fantasia ma anche T. Lee e' un sognatore:
    http://logicerror.com/timsDream

    :)
    non+autenticato
  • Quindi, in pratica vorresti solo dei server nuovi, non dipendenti dalle grandi piattaforme di hosting, da usare sulle infrastrutture esistenti.

    Lo sai, vero, che puoi farlo? Attacchi un computer che stia sempre acceso, ci metti su un programma di server http, e sei a posto.
    non+autenticato
  • - Scritto da: uno qualsiasi
    > Quindi, in pratica vorresti solo dei server
    > nuovi, non dipendenti dalle grandi piattaforme di
    > hosting, da usare sulle infrastrutture esistenti.

    > Lo sai, vero, che puoi farlo? Attacchi un
    > computer che stia sempre acceso, ci metti su un
    > programma di server http, e sei a posto.

    C'e' anche la rete tor che e' una vera e propria darknet se vuoi puoi vederla come separata dalla internet diciamo "normale".
    krane
    21437
  • - Scritto da: uno qualsiasi
    > Quindi, in pratica vorresti solo dei server
    > nuovi, non dipendenti dalle grandi piattaforme di
    > hosting, da usare sulle infrastrutture
    > esistenti.
    >
    > Lo sai, vero, che puoi farlo? Attacchi un
    > computer che stia sempre acceso, ci metti su un
    > programma di server http, e sei a
    > posto.
    :) il discorso e' piu' ampio, non e' un servizio ma l'intera internet che dovrebbe essere diversa, diciamo una rete alternativa. Svincolata cioe' dalle leggi che governano il web attuale.
    Ad esempio una intranet mondiale che escluda a priori multinazionali ecc ecc, quindi dando spazio a tutte le realta' piccole e grandi che pero' si adeguano a nuove regole. La big-cola avrebbe gli stessi identici diritti della small-cola. Gli utenti decidono. Magari e' un'idea per il web 3.0 .

    Ovvio che gia' ora ognuno sceglie quello che vuole dal web, ma le realta' piccole sono sempre stritolate da quelle grandi, quindi vediamo google ma non vediamo http://en.wikipedia.org/wiki/List_of_search_engine... .

    Vabe' era un'idea che magari in futuro qualcuno raccogliera' (magari io stessoA bocca aperta )
    non+autenticato
  • Puoi anche smettere di sognare subito. NIENTE al mondo può essere svincolato dalle leggi.
    Crea pure la tua "nuova internet". Una firma e sarà promulgata una nuova legge che la renderà illegale o metterà limiti a quello che potrà fare ed essere.
    E ricorda bene che non c'è artificio tecnologico che tenga: se ti arrestano e ti sequestrano le attrezzature, hai chiuso.
    non+autenticato
  • Manco sapevo che esistevate - ora vi bookmarko

    Cambiate di poco il nome (CollaColla - CoccaColla CollaCocca o quel che vi pare) e mettete, con link in home sempre ben visibile, la diffida della Coca Cola (così fanno la figura di caccacolla che meritano)

    mmm.....
    caccacolla ...
    vi piace?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Nome e Cognome
    > Manco sapevo che esistevate - ora vi bookmarko
    >
    > Cambiate di poco il nome (CollaColla - CoccaColla
    > CollaCocca o quel che vi pare) e mettete, con
    > link in home sempre ben visibile, la diffida
    > della Coca Cola (così fanno la figura di
    > caccacolla che meritano)
    >
    >
    > mmm.....
    > caccacolla ...
    > vi piace?
    Considerando il colore... un buon candidato è caccacola (con una elle sola).
    Rotola dal ridereRotola dal ridere
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Precedente | 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | Successiva
(pagina 4/6 - 27 discussioni)