Apple/ Mac OS X, primo impatto

Dopo due settimane di uso quotidiano possiamo finalmente fornirvi le nostre impressioni sulla versione definitiva di Mac OS X e le nuove funzionalitÓ che porta con sÚ

Ad ormai due settimane dal lancio abbiamo raccolto le prime impressioni sulla versione finale di MacOS X. Partiamo dall'inizio.

L'installazione del sistema operativo richiede una ventina di minuti sia su un Cube che su uno dei primi G4; qualche minuto in pi˙ su un iMac. Tutto fila liscio, e l'unico riavvio Ŕ quello finale, necessario per far ripartire la macchina dal sistema appena installato sul disco rigido.

Uno wizard ci guida nelle principali configurazioni, e alla fine ci rendiamo conto di aver installato e configurato un vero e proprio sistema UNIX in mezz'ora. Ma veniamo al primo contatto vero e proprio col sistema...
L'interfaccia Ŕ semplice, pulita, elegante e ricca di tanti piccoli particolari che denotano da parte di Apple una cura quasi maniacale nell'interazione macchina-utente. Chi era abituato ad utilizzare la public-beta noterÓ subito molte piccole differenze. Innanzitutto i dischi sono montati direttamente sulla scrivania; l'opzione Ŕ disattivabile ma credo che ben pochi utenti rinunceranno a tale comoditÓ.

Altro gradito ritorno Ŕ il men¨-mela, anche se le sue funzioni sono ben differenti da quelle a cui eravamo abituati. Nel nuovo men¨-mela sono racchiuse alcune funzionalitÓ di carattere generale, come i documenti e le applicazioni di recente utilizzo, il logout, il riavvio, le preferenze del dock, ecc... Non Ŕ pi˙ possibile utilizzare il men¨-mela come prima, rimpinzandolo di cartelle ed alias delle applicazioni. Il fulcro di queste funzioni Ŕ ora affidato al dock: possiamo trascinare su questo nuovo "oggetto" qualsiasi applicazione o documento per averlo sempre pronto all'uso. Possiamo trascinare sul dock anche cartelle o interi dischi: in questo caso basta un click prolungato per accedere alle sottocartelle e agli elementi contenuti.

Altra differenza che salta subito all'occhio Ŕ il men¨ dell'applicazione, che adesso si trova immediatamente a destra del men¨-mela e contiene alcune voci che precedentemente avevano un'ubicazione non ben definita.
TAG: apple
139 Commenti alla Notizia Apple/ Mac OS X, primo impatto
Ordina
  • Wonderfull great site <a href=" http://www.mulotpetitjean.fr/htmlsite_fr/ ">ciprofloxacin tinidazole</a> country-specific Public Announcements, Travel Warnings, Consular Information Sheets,
    non+autenticato
  • premetto che non ho avuto l'occasione di testare con mano le potenzialità di X, lo farò penso verso settembre/ottobre quando usciranno le nuove macchine con X già preinstallato... fin a quel momento però sarò sempre attento e mi documenterò sulle novità e sul funzionamento (da buon smanettone) ...
    Io posseggo un vecchio iMac con Mac OS 8.6 (desideroso di passare al 9.1 per vedere se la MRJ2.2.4 funziona come deve funzionare oppure no...).

    da quello che ho letto ovunque sembra che X é una meraviglia, anche se si dice che tutt'ora sia un pò lenta a girare, anche se sono fiducioso nell'arrivo di numerosi e sostanziosi aggiornamenti (ebbene si sono un inguaribile positivista... ^__^)

    sono convinto che Apple stia andando verso la direzione giusta... verso una strategia ben azzeccata... SUPERDRIVE é una prelibatezza e la Apple stà cercando in tutti i modi di diventare leader del settore multimedia sia per professionisti, sia per neofiti; basti pensare a software come iTunes o iMovie e ora pure il superdrive, senza scordare quel gigante buono di nome "MAYA" finalmente pronto...
    si può notare infatti che Zio Steve stia facendo di tutto per dirigere apple in una strada nuova... la strada della multimedialità... facendo rimanere Apple sempre all'avanguardia come "concetto di vita e di lavoro".

    il MAC da sempre é stato un ottimo strumento per i professionisti... e lo sarà sempre di più conquistando man mano sempre più gente...


    P.S.
    grande idea di lasciare OPEN SOURCE il kernel di OS X così si svilupperà ulteriormente, alla faccia di Linus Torvalds (che secondo me vuole fare strategia di mercato, piuttosto ch informazione corretta)


    grazie per avermi letto,

    Luca
    non+autenticato
  • Devo dire che è una vera incognita, ho pravato, smanettato, intallato. Ho molte perplessità da vecchio utente OS, da qualch mese uso anche un pc portatile con Win 2000 e quando ho installato OSX mi sembrava di vedere Win. Mi sembra assurdo dover spendere tanti soldi quando poi hai un sistema simile a Win. Sicuramente meglio, non ho dubbi, ma molto simile.
    Allora mi domando se erano meglio qualche BOMBA sul vecchio OS o stabilità a caro prezzo del nuovo OS X?
    Credo che il buon Steve avrebbe potuto fare tranquillamente 2 versioni del nuovo OS, una lato server ed una per i vecchi smanettoni.

    Speriamo bene, non vorrei mai abbandonare il mio MAC. Per nessuna cosa al mondo.

    non+autenticato
  • Già sanno tutti quando piu chip lavorano in parallelo rendono quasi il doppio ma nessuno dei paralleli puo funzionare bene se non c'è un supervisore che coordina tutti i chip vedasi i gloriosi voodoo2, pentium bi-proc, ovviamente il motivo che si spingono a dire che chip come ppc oppure mips o alpha axp stà nel fatto che sono risc a set di istruzioni ridotte nella cpu, mentre i cari della serie intel (P) lavorano ancora con le istruzioni cisc con un set molto ampio di istruzioni che spesso nemmeno le usano i programmatori ed impiega piu cicli per determinate operazioni al contrario dei risc che con un ciclo singolo può compiere piu operazioni multiple ed eseguire piu velocemente il codice ma c'è da dire che di solito il codice è piu grosso per essere eseguito sui risc (e richiede piu memoria) mentre è piu snello nei cisc (richiede meno risorse) avendo piu modalità di istruzioni e capacità di manipolazine ma viene rallentato da sè stesso per tutti i giri di cicli che deve fare per ottenere un risultato......i risc di solito devono dissipare meno potenza elaborativa e scaldano ovviamente meno (si spiega perchè alcuni chip tipo cyrix etc. che ci sono in giro tramutano il codice x86 in microcodice piu veloce montano un dissipatore ad alette alte senza ventola oppure alcuni ppc senza ventola ma solo un dissi in alluminio)avrete notato quando installate un programma con i comandi hlt per le cpu tipo pentium si raffredda per il fatto che limita al minimo i cicli di elaborazione e si raffredano i microcircuiti interni per farla breve.....Ormai siamo agli estremi fisici dei processori forse arriveremo hai 10ghz ma poi non oltre viene permesso dall'attuale materia usata per crearli, le piccole connessioni interne non reggono piu il rapporto voltaggio e resistenza termica,.... è come una lampadina il suo filamento dopo non sopporta troppa corrente brucia se troppo fine, così le connessioni interne alle cpu piu si sale di freq. piu devono essere fini e meno volt deve passarci perchè un overvolt brucerebbe i filamenti ( soprattutto piu corti devono essere,... ora di alluminio, tra poco di rame,... ma poi? Laser?....Ottiche?..Chissà...
    non+autenticato

  • Appunto per questo il futuro (prossimo) e' dei processori "Multi-core".


    non+autenticato

  • ora di alluminio, tra poco di
    > rame*,... ma poi?


    Qual'e' quel metallo con un'eccellente duttilità, conducibilita' termica, elettrica, stabilità dimensionale e 5 volte la capacita' di dissapazione termica del concorrente migliore?




    *tra poco...e i G3 in rame te li sei persi?
    non+autenticato
  • Darpa, fammi una cortesia: USA LA PUNTEGGIATURA COME SI DEVE!

    Grazie.

    Carlo S.

    PS: Argomenti interessanti, ma rendili leggibili!
    non+autenticato

  • L'ansia, si, cura, con, Xanax; la punteegiatura no!

    - Scritto da: Carlo S.
    > Darpa, fammi una cortesia: USA LA
    > PUNTEGGIATURA COME SI DEVE!
    >
    > Grazie.
    >
    > Carlo S.
    >
    > PS: Argomenti interessanti, ma rendili
    > leggibili!
    non+autenticato
  • - Scritto da: Darpa
    >
    > L'ansia, si, cura, con, Xanax; la
    > punteegiatura no!

    hehehehehe
    Cento punti per la tua simpatia!!
    Bravo!

    Carlo S.
    non+autenticato
  • Lo dice il nome stesso.
    tradotto dall'inglese: multiprocesso simmetrico.
    in gergo da geometra, dicesi simmetrico di elementi che procedono in modo identico (non simile, identico).
    Gli utenti windows anche quando sanno usare il loro "Sistema Operativo" adeguatamente bene da sopravvivere e vantarsene vergognosamente rifiutano di accettare che un altro sistema Operativo possa fare qualcosa che il loro no.

    Eppure risulta al mondo che tutto quello che si basa su Unix possa...altrimenti non ci si investirebbero dei Marenghi per costruire computer con processori PPC 604, Pentium II, Alpha, R12000 in numero oltre i 1.000.
    Stante ai benchmark al raddoppio delle CPU corrisponde un raddoppio delle performance.
    Vogliamo essere precisi...si parla di task molto cattive, cose che di solito occupano i "Pensiero Profondo" per delle stagioni. Ma vale anche per i task di Photoshop dove un'immagine puo' essere divisa nel numero delle CPU e filtrata in parallelo, idem con patate per i rendering 3D.

    Non si pretende MS Word in multiprocessing a 500 o 1.000 Mhz sempre schifo fa.

    Sta di fatto: quello che - piu' o meno - e' valido per i motori , molto piu' efficientemente accade colle CPU.
    2 motori 4 cindri 2 litri vanno tra l'85% e il 90%
    di un 8 cilindri 4 litri a causa dei maggiore peso ed attriti delle doppie unita', ma due CPU teoricamente possono rendere il doppio esatto di una*. Sono solamente il SO e l'applicazione che stabiliscono quanto vicino si possa arrivare a quel 100% di efficienza.

    Itanium (progetto Merced)- per esempio - sono un grappolo di 4 processori raccolti a quadrato, idem per il futuro processore Motorola G5 che fondamentalmente e' un G3 moltiplicato per 4...mi sembra che la cultura tecnologica di alcuni utenti Windows sia ancorata al "presente povero".
    Anche il Power4 (non il G4) di IBM, al momento il piu' potente (e di gran lunga) processore del mondo, primo esempio di questa nuova filosofia progettuale e' basato sugli stessi concetti...
    Mamma mia!
    Questo e' l'asilo...e' Asilo-Informatico.it
    altro che!

    non+autenticato

  • > Lo dice il nome stesso.
    > tradotto dall'inglese: multiprocesso
    > simmetrico.
    > in gergo da geometra, dicesi simmetrico di
    > elementi che procedono in modo identico (non
    > simile, identico).
    > Gli utenti windows anche quando sanno usare
    > il loro "Sistema Operativo" adeguatamente
    > bene da sopravvivere e vantarsene
    > vergognosamente rifiutano di accettare che
    > un altro sistema Operativo possa fare
    > qualcosa che il loro no.

    Se non ricordo male:
    Windows 2000 Server supporta sistemi SMP fino a 4 cpu e 4Gb di memoria fisica , windows 2000 advanced server sistemi SMP fino a 8 CPU e 8 Gb di Ram, windows 2000 datacenter server supporta sistemi SMP fino a 32 CPU e 64 Gb di memoria fisica. Windows 2000 pro fino a 2 cpu.
    E' vero anche il contrario: vantarsi di cose che un sistema operativo possa fare che invece windows non fa.

    >
    > Eppure risulta al mondo che tutto quello che
    > si basa su Unix possa...altrimenti non ci si
    > investirebbero dei Marenghi per costruire
    > computer con processori PPC 604, Pentium II,
    > Alpha, R12000 in numero oltre i 1.000.
    > Stante ai benchmark al raddoppio delle CPU
    > corrisponde un raddoppio delle performance.
    > Vogliamo essere precisi...si parla di task
    > molto cattive, cose che di solito occupano i
    > "Pensiero Profondo" per delle stagioni. Ma
    > vale anche per i task di Photoshop dove
    > un'immagine puo' essere divisa nel numero
    > delle CPU e filtrata in parallelo, idem con
    > patate per i rendering 3D.
    >
    > Non si pretende MS Word in multiprocessing a
    > 500 o 1.000 Mhz sempre schifo fa.
    >
    > Sta di fatto: quello che - piu' o meno - e'
    > valido per i motori , molto piu'
    > efficientemente accade colle CPU.
    > 2 motori 4 cindri 2 litri vanno tra l'85% e
    > il 90%
    > di un 8 cilindri 4 litri a causa dei
    > maggiore peso ed attriti delle doppie
    > unita', ma due CPU teoricamente possono
    > rendere il doppio esatto di una*. Sono
    > solamente il SO e l'applicazione che
    > stabiliscono quanto vicino si possa arrivare
    > a quel 100% di efficienza.
    >

    Se non ricordo male ogni cpu puo' gestire dei thread. Un thread resta indivisibile e non puo' essere diviso tra piu' cpu.
    Quindi se per assurdo ho un solo thread attivo questo funzionera' su una sola cpu, e non su due.
    Se un programma, pesante quanto si vuole, e' in un unico thread questo verra' eseguito su una sola cpu.

    > Itanium (progetto Merced)- per esempio -
    > sono un grappolo di 4 processori raccolti a
    > quadrato, idem per il futuro processore
    > Motorola G5 che fondamentalmente e' un G3
    > moltiplicato per 4...mi sembra che la
    > cultura tecnologica di alcuni utenti Windows
    > sia ancorata al "presente povero".
    > Anche il Power4 (non il G4) di IBM, al
    > momento il piu' potente (e di gran lunga)
    > processore del mondo, primo esempio di
    > questa nuova filosofia progettuale e' basato
    > sugli stessi concetti...
    > Mamma mia!
    > Questo e' l'asilo...e' Asilo-Informatico.it
    > altro che!
    >

    Beh, non esageriamo...
    non+autenticato
  • Lo so benissimo!
    gia' NT4 supportava, dico meglio...sopportava un paio o al massimo 4 CPU
    pero' i programmi erano scritti come erano scritti e la cosa quando avveniva come doveva avvenire stappavi lo spumante e sparavi i raudi.

    Lo confermi anche tu, "se" l'applicazione e' "multiprocessing aware" e ben fatta, il tutto deve funzionare!

    Pochina la RAM che gestisce Win2000...torniamo ai tempi di Win 95 ed il suo limite di 512 MB?

    non+autenticato
  • > Lo confermi anche tu, "se" l'applicazione e'
    > "multiprocessing aware" e ben fatta, il
    > tutto deve funzionare!
    >
    > Pochina la RAM che gestisce
    > Win2000...torniamo ai tempi di Win 95 ed il
    > suo limite di 512 MB?
    >

    Sono andato a memoria, non prenderli come oro colato. Potrebbero essere anche menoSorride

    Ma fra parentesi non si parlava di una versione di mac os x per pc? Non starebbe male assieme a win2000 e suse linux

    ciao
    non+autenticato

  • assolutamente !
    se ne parlo' tanto, finche' Steve Jobs non nego' la possibilita' del porting di MacOSX verso Intel et similia.

    Male!

    Io, che tra parentesi, sono uno stratega del marketing ed un economista estremamente piu' abile di Jobs sono favorevole al misfatto.

    Invece di dividere Microsoft in 2 (piuttosto che dividerla, chiediamo gentilmente a Ferdinand Pierch e Bill Gates di scambiarsi i posti)

    Dividiamo Apple in 2: una parte fa solo software per tutte le piattaforme e l'altra produce Hardware (con l'H maiuscola) col tocco di classe e raffinatezza di B&O e per tutte le CPU piu' chic in circolazione...

    ti piace?


    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 11 discussioni)