Sotto attacco il sito di SCO

Il sito della celebre accusatrice di Linux va gi¨ sotto un imponente attacco DoS distribuito che, secondo molti, rappresenta un atto di protesta di alcuni membri della comunitÓ open source. Raymond parla di guerra aperta

Roma - Dallo scorso sabato, e per quasi quattro giorni consecutivi, il sito Web di SCO Group Ŕ risultato irraggiungibile, una situazione ben testimoniata dalle statistiche pubblicate da Netcraft. Il fuori servizio, protrattosi per buona parte della giornata di ieri, sarebbe stato causato, secondo SCO, da un massiccio attacco di tipo distributed denial-of-service (DDoS). Era giÓ successo, seppure per poche ore, lo scorso maggio, a ridosso delle prime dichiarazioni di SCO contro la comunitÓ Linux.

Per il momento non Ŕ dato sapere quanto sia durato l'attacco nÚ se, ad un certo punto, il sito sia stato volontariamente messo in uno stato d'isolamento in attesa che le acque si placassero.

Sebbene SCO sostenga di non conoscere l'origine dell'attacco, il celebre guru dell'open source Eric Raymond ha ipotizzato, in un messaggio apparso su Newsforge.com, che questo faccia parte di "una guerra aperta" contro SCO lanciata da qualcuno che, all'interno della comunitÓ open source, intende manifestare la propria rabbia per le azioni legali e i reclami che l'azienda capitanata da Darl McBride ha rivolto contro IBM e tutte le aziende che utilizzano Linux.
Raymond ha condannato questo tipo di protesta spiegando alla comunitÓ di sviluppatori, utenti e hacker di Linux che "non dobbiamo combattere la nostra guerra usando il vandalismo, l'abuso o la soppressione della parola se non vogliamo che SCO ci dipinga come cracker e possa vincere". Il noto avvocato difensore del movimento open source ha poi invitato tutti i membri della comunitÓ a mantenere la calma e confidare nel contrattacco legale di IBM e Red Hat.

Lo scorso 18 agosto McBride, CEO di SCO, ha mostrato per la prima volta alcune delle porzioni di codice che, a suo dire, IBM avrebbe copiato in Linux dallo Unix System V, un sistema operativo di cui SCO possiede brevetti e copyright. Sia Raymond che Bruce Perens, altro noto avvocato difensore del movimento open source, hanno definito le prove di SCO inconsistenti o addirittura contraffatte. Perens, in particolare, ha pubblicato un documento in cui sostiene che gli esempi mostrati da SCO contengono codice su cui quest'ultima non pu˛ rivendicare nessun diritto.

La guerra fra SCO e la comunitÓ open source sembra destinata a protrarsi ancora a lungo, visto che la data della prima udienza del processo SCO-IBM Ŕ stata fissata dal tribunale per l'11 aprile del 2005.
62 Commenti alla Notizia Sotto attacco il sito di SCO
Ordina
  • Mi sembra che qualcuno lo aveva proposto contro SCO.

    Se coalizziamo qualche milione di persone...
    altro che DDOS.

    A proposito, credo che il netstrike sia legale,
    se mi limito ad inviare richieste dal mio PC
    oppure no?
    non+autenticato
  • ...un DOS dura qualche ora. Ok, magari c'è stato. ma poi per amplificare il finto disastro hanno sicuramente lavorato al rallentatore per tappare la falla e rimettere in piedi il server.
    4 giorni.... Povero UNIX, sei finito davvero in pessime mani.
    Terra2
    2332

  • Ecco la bella immagine che questi geni danno del movimento. Come ho sempre pensato l'unico difetto dell'open source sono i sostenitori dello stesso.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > Ecco la bella immagine che questi geni danno
    > del movimento. Come ho sempre pensato
    > l'unico difetto dell'open source sono i
    > sostenitori dello stesso.

    se hai mai visto bene il Stallman in faccia... allora dovresti dare una risposta a tutto.
    ...non lo ritengo assolutamente un terrorista, ma comunque si porta dietro un grassa mandria di fanatici e ribelli
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > >
    > > Ecco la bella immagine che questi geni
    > danno
    > > del movimento. Come ho sempre pensato
    > > l'unico difetto dell'open source sono i
    > > sostenitori dello stesso.
    >
    > se hai mai visto bene il Stallman in
    > faccia... allora dovresti dare una risposta
    > a tutto.
    > ...non lo ritengo assolutamente un
    > terrorista, ma comunque si porta dietro un
    > grassa mandria di fanatici e ribelli


    Ciao ragazzi, vi consiglio questo comando :
    "modprobe cervello"
    non+autenticato
  • cervello: registered device at 90

    A qualcun'altro risponde

    cervello: fanatic device linux-only at 0
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > cervello: registered device at 90
    >
    > A qualcun'altro risponde
    >
    > cervello: fanatic device linux-only at 0

    tu sei questo di sotto ?

    > >se hai mai visto bene il Stallman in
    > >faccia... allora dovresti dare una risposta
    > >a tutto.
    > >...non lo ritengo assolutamente un
    > >terrorista, ma comunque si porta dietro un
    > >grassa mandria di fanatici e ribelli

    Se sì, allora va bene... sono IO un fanatico... certo certo.

    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > >
    > > Ecco la bella immagine che questi geni
    > danno
    > > del movimento. Come ho sempre pensato
    > > l'unico difetto dell'open source sono i
    > > sostenitori dello stesso.
    >
    > se hai mai visto bene il Stallman in
    > faccia... allora dovresti dare una risposta
    > a tutto.
    > ...non lo ritengo assolutamente un
    > terrorista, ma comunque si porta dietro un
    > grassa mandria di fanatici e ribelli

    Beh, io oltre ad averlo visto in faccia l'ho visto anche al lavoro e abbiamo anche parlato.
    Non e' affatto un'impresa difficile, provate anche voi a fare la stessa cosa, magari invece di scrivere banalita' vi esce qualcosa di piu' sensato.
    I fanatici fanno male a qualsiasi causa, ma perche' poi un fanatico di Linux dovrebbe essere un ribelle e pure terrorista... questo e' razzismo bello e buono

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > Ecco la bella immagine che questi geni danno
    > del movimento. Come ho sempre pensato
    > l'unico difetto dell'open source sono i
    > sostenitori dello stesso.

    I fanatici esistono in ogni "movimento".

    e non vedono l'ora di avere un pretesto qualsiasi per prendersela con qualcuno.

    anche "Open source=terroristi" puo' essere interpretata come una frase detta da un fanatico che se la vuole prendere con "l'Open source"?
    non+autenticato
  • bla bla bla

    anche Bin laden usa linux

    bla bla bla

    Bill Gates invece è un grande filantropo

    bla bla bla

    format c:

    bla bla bla

    dai che domenica inizia il campionato di calcio così siete tutti contenti .....
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > bla bla bla
    >
    > anche Bin laden usa linux
    >
    > bla bla bla
    >
    > Bill Gates invece è un grande filantropo
    >
    > bla bla bla
    >
    > format c:
    >
    > bla bla bla
    >
    > dai che domenica inizia il campionato di
    > calcio così siete tutti contenti .....

    Panem et circense.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > Ecco la bella immagine che questi geni danno
    > del movimento. Come ho sempre pensato
    > l'unico difetto dell'open source sono i
    > sostenitori dello stesso.

    e tu che ne pensi di una denuncia per diffamazione?

    Hai presente l'articolo 27 della Costituzione Italiana, quello che
    attesta la PRESUNZIONE di innocenza ? Sai che per lo stesso articolo ogni reato è "ad personam", ovvero nessun reato è attribuibile a GRUPPI o movimenti di persone? Con le tua affermazioni di attribuzione di responsabilità (di reati per ora inesistenti) stai violando questo articolo.

    Oppure: hai in mano tua una qualsiasi sentenza passata in giudicato che attesti la colpevolezza di questo PRESUNTO reato da parte di qualcuno riconoscibile come appartenente al movimento Open Source.?

    Fino a che tu non abbia queste informazioni, dare addosso al movimento Open source (che è fatto di aziende e di persone) è passibile di denuncia per DIFFAMAZIONE.




    non+autenticato
  • > Hai presente l'articolo 27 della
    > Costituzione Italiana, quello che
    > attesta la PRESUNZIONE di innocenza ? Sai
    > che per lo stesso articolo ogni reato è "ad
    > personam", ovvero nessun reato è
    > attribuibile a GRUPPI o movimenti di
    > persone? Con le tua affermazioni di
    > attribuzione di responsabilità (di reati per
    > ora inesistenti) stai violando questo
    > articolo.
    >
    > Oppure: hai in mano tua una qualsiasi
    > sentenza passata in giudicato che attesti la
    > colpevolezza di questo PRESUNTO reato da
    > parte di qualcuno riconoscibile come
    > appartenente al movimento Open Source.?
    >
    > Fino a che tu non abbia queste informazioni,
    > dare addosso al movimento Open source (che è
    > fatto di aziende e di persone) è passibile
    > di denuncia per DIFFAMAZIONE.

    mammia mia che OO!!!

    non sono quello del messaggio originale, però
    non posso che indignarmi tutte le volte che leggo
    di diffamazione, caccia alle streghe, limitazione
    della libertà personale, gogna per il P2P ecc ecc

    concordo con il fatto che ormai Internet è diventato
    un fenomeno di massa tale da rendere inevitabile
    l'ingerenza del legislatore, dei media, della pubblica
    opinione, del potere, insomma di tutti quanti, ma quelli
    come me che si ricordano ancora di UCCP sono
    veramente stufi...

    dovremmo rifondare una Internet libera e ben al riparo
    dal popolino che l'ha resa così diffusa ed appetibile

    peccato che Freenet sia inutilizzabile ed
    quantomeno discutibile in termini di quantità
    di contenuti interessanti





    non+autenticato
  • Se si tratta di un vero attacco DOS, entro breve SCO farà ualcosa per farlo cessare, foss anche spostare parte delle sue pagine su Akamai come ha fatto Microsoft.
    Se non succede nulla e il sito continua a non funzionare, sarà la dimostrazione che a SCO conviene fare la vittima sotto attacco, e che del funzionamento effettivo del sito importa ben poco.
    IMHO a quest'ora avrebbero già dovuto reagire da un pezzo, e quindi...

    DPY
    380
  • In ogni caso anche avere un sito irraggiungibile è un danno.
    Se vogliono suicidarsi facciano pure.
    Anzi lo hanno già fatto nel momento in cui hanno intentato quella causa fascista.
    hoff
    203

  • - Scritto da: hoff

    > [...] fascista.

    ?
    ma come parli?
    esci fuori da qualche film anni 60?
    sei un compagno della steppa?
    nel 68 ti sei fatto un trip e ieri ti sei risvegliato dal coma lisergico?

    Mussolini e' morto impiccato 60 anni fa'
    Il muro di berlino non esiste piu'
    Gli ebrei giocano a risico con i compagni musulmani
    Il maccartismo e' la malattia di collezzionare marche da bollo
    Guevara c'e', come la birra

    ripigliati!!!
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 15 discussioni)