Mauro Vecchio

Kim Dotcom, ottimismo e libertÓ

Il boss di Megaupload resterÓ in libertÓ provvisoria. La moglie Ŕ incinta di due gemelli. Le autoritÓ statunitensi avevano chiesto di farlo tornare al gabbio. Il corpulento founder pare sicuro: vinceremo

Roma - ╚ appena passata una settimana dal rilascio su cauzione del founder di Megaupload Kim Dotcom, stabilito dal giudice neozelandese in mancanza di fondi necessari a liberarsi dalla morsa legale delle autorità statunitensi. Il boss del file hosting era così tornato nella sua abitazione di Coatesville per riabbracciare i figli e la moglie incinta di due gemelli.

Le autorità di Washington non sembrano aver gradito la libertà provvisoria offerta al corpulento Dotcom. Il founder di Megaupload avrebbe ancora a disposizione due conti bancari nelle Filippine e nelle Isole Vergini, per un totale di 2mila dollari. Denaro che potrebbe essere sfruttato in vari modi per lasciare la Nuova Zelanda e darsi alla macchia.

╚ così che il governo a stelle e strisce ha motivato la sua richiesta di far tornare Kim Dotcom dietro le sbarre. Richiesta respinta dal giudice Tim Brewer, che ha sottolineato come le condizioni della moglie del founder - appunto in attesa di due gemelli - non permettano improvvisi colpi di testa.
D'altronde, Dotcom - a colloquio telefonico con la testata specializzata TorrentFreak - non ha mostrato particolari preoccupazioni per l'esito del grande processo contro il suo mega-impero. Un "processo politico", ha spiegato il founder, che non potrà provare l'effettiva illegalità delle attività del celebre cyberlocker. "Vinceremo", ha concluso Dotcom.

Mauro Vecchio
Notizie collegate
  • AttualitàMegaupload, fuori treRilasciato anche il co-founder Mathias Ortmann, liberato su cauzione insieme al programmatore Van Der Kolk e Finn Batato. Non potrÓ assolutamente accedere al web. ResterÓ in prigione il boss Kim Dotcom
  • AttualitàMegaupload, il destino di un founderDotcom sarebbe stato picchiato brutalmente dagli agenti federali. Qualcuno gli avrebbe proposto la cauzione in cambio di denaro. Ma l'Alta Corte neozelandese nega ancora la libertÓ provvisoria. Il suo avvocato: soffre di diabete
14 Commenti alla Notizia Kim Dotcom, ottimismo e libertÓ
Ordina
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 8 discussioni)