Alfonso Maruccia

Raspberry Pi, già tutto esaurito

Il micro-computer di David Braben entra ufficialmente in commercio e finisce subito esaurito. L'interesse è altissimo, tanto da buttare giù anche il sito del progetto per eccesso di traffico

Roma - Come già ampiamente annunciato in passato, le schede Raspberry Pi sono ora ufficialmente entrate in produzione grazie all'accordo con due grandi produttori britannici. L'interesse intorno al progetto è alto, al punto da far esaurire la prima tornata di schede e mandare in crash il sito in poco tempo.

Raspberry Pi è ora online con contenuti di tipo statico per meglio affrontare l'impatto dei visitatori che si accalcano sul sito, mentre le "fab" che realizzano le schede (RS Components e Premier Farnell) hanno esaurito tutte le ordinazioni disponibili e si limitano a promettere la produzione di nuove schede in tempi rapidi.

La fondazione creata dal game designer (e geek inguaribile) David Braben ha progettato due diversi modelli di schede Raspberry Pi (Modello A e Modello B) ma per le prime, esauritissime ordinazioni era disponibile solo il modello B.
Cosa porterà a casa il fortunato consumatore che ha acquistato la scheda per la non indifferente cifra di 35 dollari? Il Modello B del micro-computer ARM programmabile include un chip Qualcomm a 700 MHz, 256 Megabyte di RAM, un connettore HDMI, uno slot per schede di memoria SD, due slot USB e una porta Ethernet 10/100.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
  • TecnologiaIn arrivo il computer da 25 dollariRaspberry Pi sarà presto disponibile per il pubblico, annunciano gli sviluppatori. Al modico prezzo di 25 dollari si acquisterà una board a cui andranno aggiunte tastiera, scheda SD, cavo HDMI, dongle WiFi e tutto il resto
28 Commenti alla Notizia Raspberry Pi, già tutto esaurito
Ordina
  • vabbe i flame sono divertenti. Ma tutti a lamentarsi che il sito e caduto e nessuno si rende conto che e un prodotto rivoluzionario (magari gia due o tre anni fa si poteva fare una cosa del genre, ma intanto questi sono stati i pirmi). Cioe con 30 euro ho un computer con cui vedere i vido a 1080p. E non devo programmare in C o cos'altro come con arduino. Ci metto la scheda sd e parte Linux

    ma gli stolti guardano il dito e non la luna
    non+autenticato
  • - Scritto da: bruttolo
    > vabbe i flame sono divertenti. Ma tutti a
    > lamentarsi che il sito e caduto e nessuno si
    > rende conto che e un prodotto rivoluzionario
    > (magari gia due o tre anni fa si poteva fare una
    > cosa del genre, ma intanto questi sono stati i
    > pirmi). Cioe con 30 euro ho un computer con cui
    > vedere i vido a 1080p.

    Vero, il chip video non lo puoi proprio programmareOcchiolino

    > E non devo programmare in
    > C o cos'altro come con arduino. Ci metto la
    > scheda sd e parte
    > Linux

    Serve per la didattica, non è un media box, cos'hai contro la programmazione in C?A bocca aperta
    non+autenticato
  • ma quale rivoluzionario, ci sono prodotti simili da sempre
    il raspberry pi è anche mediocre come hardware (per non dire indecente)
    con 174$ ti compri la pandaboard che è opensource e monta l'omap4460, cioè un arm dual core a 1,5 ghz + 1gb di ram + gpu

    il raspberry pi è la solita trovata per vendere spazzatura a chi è abbastanza ignorante da comprarsela, questi avranno avuto qualche avanzo di magazzino che non sapevano come smaltire
    non+autenticato
  • eh si, ok, però 180 testoni, cioè 6 raspberry pi messi insieme

    mica stiamo parlando della spazzatura denominata netbook
    non+autenticato
  • sta per Raspberry di Punto Informatico? Newbie, inesperto

    Parola di Macacaro!Occhiolino
    non+autenticato
  • Quindi abbiamo imparato una lezione di marketing:

    - Creare hype per il rilascio di un nuovo prodotto, finire diverse volte su i piu' diffusi siti del settore, incitare gli utenti per "puntare la seglia alle 6:00am" per essere i primi per aggiundicarsi il giocattolo...

    NON funziona una ****** se hai solo 10.000 unita' da vendere, le prossime non si sa neanche quando saranno disponibili, i retailers sono (per essere gentili) dei principinati che sono andati sotto IMMEDIATAMENTE senza che si sia ancora riusciti a capire se si puo' ordinare, serve partita IVA, quando consegnano.

    Il DayOne lo si lasci fare ad Apple, i newcomers (auguri a tutti) almeno si risparmino l'hype se non sono in grado di predisporre le vendite.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Nome e cognome
    > Quindi abbiamo imparato una lezione di marketing:
    >
    > - Creare hype per il rilascio di un nuovo
    > prodotto, finire diverse volte su i piu' diffusi
    > siti del settore, incitare gli utenti per
    > "puntare la seglia alle 6:00am" per essere i
    > primi per aggiundicarsi il
    > giocattolo...
    >
    > NON funziona una ****** se hai solo 10.000 unita'
    > da vendere, le prossime non si sa neanche quando
    > saranno disponibili, i retailers sono (per essere
    > gentili) dei principinati che sono andati sotto
    > IMMEDIATAMENTE senza che si sia ancora riusciti a
    > capire se si puo' ordinare, serve partita IVA,
    > quando
    > consegnano.
    >
    > Il DayOne lo si lasci fare ad Apple, i newcomers
    > (auguri a tutti) almeno si risparmino l'hype se
    > non sono in grado di predisporre le
    > vendite.

    Mah, forse nemmeno i creatori del progetto Raspberry si aspettavano un interesse così elevato...
  • - Scritto da: Nome e cognome
    > Quindi abbiamo imparato una lezione di marketing:
    >
    > - Creare hype per il rilascio di un nuovo
    > prodotto, finire diverse volte su i piu' diffusi
    > siti del settore, incitare gli utenti per
    > "puntare la seglia alle 6:00am" per essere i
    > primi per aggiundicarsi il
    > giocattolo...
    >
    > NON funziona una ****** se hai solo 10.000 unita'
    > da vendere, le prossime non si sa neanche quando
    > saranno disponibili, i retailers sono (per essere
    > gentili) dei principinati che sono andati sotto
    > IMMEDIATAMENTE senza che si sia ancora riusciti a
    > capire se si puo' ordinare, serve partita IVA,
    > quando
    > consegnano.
    >
    > Il DayOne lo si lasci fare ad Apple, i newcomers
    > (auguri a tutti) almeno si risparmino l'hype se
    > non sono in grado di predisporre le
    > vendite.

    Ma hai idea di cosa voglia dire produrre una scheda così a sti prezzi!?
    Il flame si sta sollevando perchè è un produttino della maronna!
    non+autenticato
  • - Scritto da: Sathack
    > - Scritto da: Nome e cognome
    > > Quindi abbiamo imparato una lezione di
    > marketing:
    > >
    > > - Creare hype per il rilascio di un nuovo
    > > prodotto, finire diverse volte su i piu' diffusi
    > > siti del settore, incitare gli utenti per
    > > "puntare la seglia alle 6:00am" per essere i
    > > primi per aggiundicarsi il
    > > giocattolo...
    > >
    > > NON funziona una ****** se hai solo 10.000
    > unita'
    > > da vendere, le prossime non si sa neanche quando
    > > saranno disponibili, i retailers sono (per
    > essere
    > > gentili) dei principinati che sono andati sotto
    > > IMMEDIATAMENTE senza che si sia ancora riusciti
    > a
    > > capire se si puo' ordinare, serve partita IVA,
    > > quando
    > > consegnano.
    > >
    > > Il DayOne lo si lasci fare ad Apple, i newcomers
    > > (auguri a tutti) almeno si risparmino l'hype se
    > > non sono in grado di predisporre le
    > > vendite.
    >
    > Ma hai idea di cosa voglia dire produrre una
    > scheda così a sti prezzi!?
    >
    > Il flame si sta sollevando perchè è un produttino
    > della
    > maronna!

    Daccordissimo, infatti appena sono pronti nuovi stock, io lo compro subito.

    E' eccezionale l'idea di fondo, ed oltre tutto per 25$ ne vale proprio la pena
    non+autenticato
  • > Ma hai idea di cosa voglia dire produrre una
    > scheda così a sti prezzi!?
    Certo
    >
    > Il flame si sta sollevando perchè è un produttino
    > della maronna!
    Sono d'accordo: ma il primo rilascio, con tanto di post "mettete la svegli e accatev'illo"
    e' stato un disastro. Quando si potra' ne coprero' un po' pure io...
    non+autenticato
  • Probabilmente qualcuno si è dimenticato di dire che il sito del progetto SAPEVA il traffico che avrebbe generato e non ha subito nessun down! Il problema sono stati i siti di RS e FARNEL che dopo appena 1 minuto sono andati in down e lo sono stati almeno fino al primo pomeriggio (in realtà farnel fino alla sera ha avuto problemi...) Ma ben gli stàSorride
    Sarei davvero curioso di sapere le reali quantità a disposizione dei due siti.
    non+autenticato
  • Si vabbe', ma llora che si mettano in contatto con Amazon,
    che per altro distribuisce ovunque e senza problemi di piva,
    e gli dicano: ce ne vendi 500.000 o quante ti pare?
    non+autenticato
  • Spero che il progetto vada in porto, sarebbe anche ora di avere un box multimediale decente ad un prezzo abbordabile!
  • Be' oggi i prodotti sono uscitu dal porto,
    appena li consegnano vediamo come vanno.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Nome e cognome
    > Be' oggi i prodotti sono uscitu dal porto,
    > appena li consegnano vediamo come vanno.

    beh, indubbiamente non vedremo una release tanto presto, temo...
    A chi interessa ecco il sito del progetto:
    http://www.raspbmc.com/
  • - Scritto da: Mela avvelenata

    > Spero che il progetto vada in porto, sarebbe
    > anche ora di avere un box multimediale decente ad
    > un prezzo abbordabile!

    Peccato che supporti solo H264, tutto il resto deve essere decodificato via software e dubito che 700MHz x 256 Mb di RAM possano farcela... già alcuni video mostrano tentennamenti con l'H264 hardware.
    non+autenticato
  • - Scritto da: ospite
    > Peccato che supporti solo H264, tutto il resto
    > deve essere decodificato via software e dubito
    > che 700MHz x 256 Mb di RAM possano farcela... già
    > alcuni video mostrano tentennamenti con l'H264
    > hardware.

    La risposta universale al tuo problema è "per adesso è così". Il chip video non è un semplice decoder ma un dsp programmabile via firmware, ad oggi l'implementazione supporta solo H264 ma è possibile fargli fare più o meno tutto semplicemente va scritto il software per farlo.

    Ah dimenticavo, stando alle specifiche del produttore sembra supporti anche la codifica di flussi video per cui, tempo permettendo, secondo me ne vedremo delle belle.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 01 marzo 2012 13.25
    -----------------------------------------------------------
    mura
    1717
  • - Scritto da: mura

    > La risposta universale al tuo problema è "per
    > adesso è così". Il chip video non è un semplice
    > decoder ma un dsp programmabile via firmware, ad
    > oggi l'implementazione supporta solo H264 ma è
    > possibile fargli fare più o meno tutto
    > semplicemente va scritto il software per
    > farlo.

    Si ma da quello che ho capito non si può programmare come un driver, occorre un firmware da installare sul chip e può farlo solo il produttore (ho anche dei dubbi sul fatto che si possa fare a posteriori, se ho capito bene il decoder video non è accessibile via software). Per il decoder H286 viene infatto pagata una licenza (compresa nei 35 dollari), cosa che non è stata fatta, per motivi di costo, per gli altri codec.

    > Ah dimenticavo, stando alle specifiche del
    > produttore sembra supporti anche la codifica di
    > flussi video per cui, tempo permettendo, secondo
    > me ne vedremo delle belle.

    Si, dal forum sembra che sia un previsione una videocamera da collegare all'apparecchio. Il progetto comunque ha uno scopo ben preciso che non è quello di realizzare un mediacenter a basso costo, percui non credo vedremo troppi sconvolgimenti in questo senso, non da parte della fondazione almeno.
    non+autenticato
  • - Scritto da: ospite
    > Si ma da quello che ho capito non si può
    > programmare come un driver, occorre un firmware
    > da installare sul chip e può farlo solo il
    > produttore (ho anche dei dubbi sul fatto che si
    > possa fare a posteriori, se ho capito bene il
    > decoder video non è accessibile via software).

    Ammetto la mia ignoranza nella specifica implementazione del Raspberry PI ma, di solito, ai dsp in generale il firmware viene "uploadato" sul chip via software attraverso il bus dati, mi suona strana questa limitazione.

    > Per il decoder H286 viene infatto pagata una
    > licenza (compresa nei 35 dollari), cosa che non è
    > stata fatta, per motivi di costo, per gli altri codec.

    Ecco questo è un discorso diverso la storia della licenza oggettivamente potrebbe portare a freni ma non di natura tecnica ovviamente ma legale.

    > > Ah dimenticavo, stando alle specifiche del
    > > produttore sembra supporti anche la codifica di
    > > flussi video per cui, tempo permettendo, secondo
    > > me ne vedremo delle belle.
    >
    > Si, dal forum sembra che sia un previsione una
    > videocamera da collegare all'apparecchio. Il
    > progetto comunque ha uno scopo ben preciso che
    > non è quello di realizzare un mediacenter a basso
    > costo, percui non credo vedremo troppi
    > sconvolgimenti in questo senso, non da parte
    > della fondazione almeno.

    Si si ma io infatti mi riferivo più che altro agli sviluppi delle varie community che si creeranno visto il successo del progetto.
    Non credo che aspetteremo molto prima di veder saltare fuori firmware per la codifica e la decodifica di flussi video anche per altri codec ma ovviamente chi vivrà vedrà.
    mura
    1717
  • - Scritto da: mura
    > - Scritto da: ospite
    > > Si ma da quello che ho capito non si può
    > > programmare come un driver, occorre un
    > firmware
    > > da installare sul chip e può farlo solo il
    > > produttore (ho anche dei dubbi sul fatto che
    > si
    > > possa fare a posteriori, se ho capito bene il
    > > decoder video non è accessibile via
    > software).
    >
    > Ammetto la mia ignoranza nella specifica
    > implementazione del Raspberry PI ma, di solito,
    > ai dsp in generale il firmware viene "uploadato"
    > sul chip via software attraverso il bus dati, mi
    > suona strana questa
    > limitazione.
    Qui è addirittura il contrario: è il dsp che fa il boot e poi passa il controllo a linux...
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)