Grafica/ GIMP, la sfida free a Photoshop

GIMP è uno dei software open source più interessanti per la gestione della grafica, il fotoritocco, la composizione e la creazione di immagini. Uno strumento ormai pronto a sfidare sua maestà Photoshop

GIMP,acronimo per ?GNU Image Manipulation Program,? è uno dei più interessanti programmi per la gestione della grafica, il fotoritocco, la composizione e creazione di immagini.

Gimp è un software estremamente potente e flessibile utilizzabile per gli usi più svariati: come semplice programma di disegno, per il fotoritocco di qualità delle immagini, come convertitore di formato di immagine ed altro ancora. Gimp inoltre è espandibile e estensibile essendo stato progettato per essere potenziato con plug-in ed essendo dotato di un?interfaccia di scripting che permette di compilare qualsiasi cosa, dal più semplice task alle più complesse procedure di manipolazione delle immagini. Cosa ancora più interessante il programma è stato realizzato e distribuito con la licenza GNU e di conseguenza è distribuito gratuitamente.

Gimp è una creazione di Peter Mattis e Spencer Kimball e realizzato con il contributo, in termini di plug-in e attività di supporto e testing, di una vasta comunità di programmatori e sviluppatori. Mattis e Kimball realizzarono la prima versione, la 0.54, nel Febbraio 1996, ed ebbe un grande impatto ponendosi come primo programma di fotoritocco free veramente professionale, in grado di competere con i grandi programmi commerciali.
Pur essendo una versione beta, la 0.54 era così stabile da poterla utilizzare per il lavoro quotidiano. Uno dei suoi maggiori inconvenienti era che il toolkit (le slide-bars, i menù, le dialog boxes, etc.) erano state create con Motif, un toolkit commerciale. Questo era un grosso inconveniente per sistemi come Linux, a causa del fatto che occorreva comprare Motif se uno desiderava usare Gimp: molti sviluppatori erano anche studenti che utilizzavano Linux e che non potevano permettersi l'acquisto di questo toolkit e inoltre tutto ciò era in contrasto con l?idea di realizzare un programma totalmente free.

Questo inconveniente venne risolto con la versione 0.60 che fu rilasciata nel luglio 1996. I principali vantaggi furono i nuovi toolkit, GTK (Gimp Toolkit) e gdk (Gimp Drawing Kit), che eliminarono la necessità di Motif, nonché l?introduzione dei livelli base, di strumenti per il disegno migliorati, di una migliore gestione della tavola dei colori, etc. La versione 0.60 era solo una versione per sviluppatori, e non era stata pensata per l?uso normale.

La 0.99 apparve nel febbraio 1997. La grossa differenza era l?introduzione dello Script-Fu (un sistema di macro) con cui si potevano automatizzare le operazioni che normalmente sarebbero state svolte a mano. Anche GTK/gdk venne cambiato chiamato semplicemente GTK+. In aggiunta nella 0.99 venne utilizzata una nuova forma di gestione di memoria tile-based che rese possibile caricare enormi immagini con Gimp (caricare 100 MB di immagine non è un problema). La versione 0.99 introdusse anche un nuovo formato di file apposta per Gimp chiamato XCF, nonché il SANE, un software che permise di scandire immagini usando direttamente Gimp, in modo simile al sistema TWAIN di Adobe Photoshop.

Nell'estate del 1997 Gimp era arrivato alla versione 0.99.10, e Mattis e Kimball passarono il testimone a una comunità di sviluppatori coordinati da Federico Mena che realizzarono la versione 1.0. Questa versione venne rilasciata il 5 giugno 1998. Finalmente Gimp venne riconosciuto come un eccellente toolkit, e come un programma di fotoritocco talmente stabile da essere preso in considerazione per l?uso professionale.

Attualmente le nuove releases di Gimp vengono orchestrate da Manish Singh. La versione corrente del software è la 1.2 e, cosa molto interessante per chi non ha ancora preso in considerazione Linux, è disponibile un?ottima versione anche per Windows realizzata da Tor Lillqvist.
20 Commenti alla Notizia Grafica/ GIMP, la sfida free a Photoshop
Ordina
  • Qualcuno ha provato anche photoshop su wine ?
    impressioni ?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Qualcuno ha provato anche photoshop su wine ?
    > impressioni ?

    funziona (phshop 6)
    ci sono problemi con i menu, ma per chi conosce il programma non è un problema


    non+autenticato
  • Ho appena scaricato GIMP. Non riesco ad aprire tutte le immagini in formato EPS ed AI (adobe illustrator), da cosa dipende? Forse GIMP non è compatibile con questi due formati? Grazie Luca
    non+autenticato
  • Ho lavorato con Photoshop per 2 anni, permettendomi di fare una considerazione. Photoshop è il punto di riferimento. Ti permette di fare tutto e il contrario di tutto. Basta prenderci la mano.
    Tutti gli altri secondo me sono migliori di Photoshop solo per un utente che magari lo usa a livello proprio dilettantistico. Allora probabilmente apprezzerà le comodità di CorelDraw, che ti riempie di cose prefatte.
    Ho provato incuriosito anche TheGimp, partendo prevenuto perchè nulla mi avrebbe tolto dal mio photoshop. Ed invece devo dire che è un sw ECCEZZIONALE. L'interfaccia è un po' Scopiazzata da photoshop, e devo dire che è un bene, in quanto ti permette di lavorarci subito trovandoti a tuo agio, e poi perchè cambiare una cosa che secondo me è funzionalissima? Quindi ottima l'idea di usare un'interfaccia simile a photoshop.
    In photoshop trovavo stracomoda la possibilità di far sparire le varie finestrelle con la pressione del TAB, così avvo tutti i mie strumenti, sceglievo, poi tab e avevo l'immagine a pieno schermo. Con Gimp ho sopperito alla mancanza buttando le finestrelle in un altro desktop, cambiando con altri tasti, questione di abitudine.
    Personalmente ho trovato Photoshop un pochino più veloce, e poi mi ha dato fastidio la mancanza in molti filtri dell'anteprima.
    Quindi per me Photoshop rimane migliore, non di molto. Ma tra TheGimp e Photoshop stiamo cercando di paragonare secondo me una Ferrari con una Lamborghini. Sono 2 ottimi programmi.
    non+autenticato
  • sono d'accordo. Io avevo messo un confronto tra i programmi proprio perchè Photshop è IL programma con cui doversi confrontare per il fotoritocco senza nulla togliere a meraviglie come Corel Draw.
    Sono contento che tu abbia apprezzato Gimp, sì come tutte le cose bisogna farci la mano ma ... ne vale la pena. E poi è gratis!
    Il vero problema secondo me è la mancanza del formato YMCK, ma chissà che i ragazzi dell'open source non siano già al lavoro?

    - Scritto da: l <MCfc>
    > Ho lavorato con Photoshop per 2 anni,
    > permettendomi di fare una considerazione.
    > Photoshop è il punto di riferimento. Ti
    > permette di fare tutto e il contrario di
    > tutto. Basta prenderci la mano.
    > Tutti gli altri secondo me sono migliori di
    > Photoshop solo per un utente che magari lo
    > usa a livello proprio dilettantistico.
    > Allora probabilmente apprezzerà le comodità
    > di CorelDraw, che ti riempie di cose
    > prefatte.
    > Ho provato incuriosito anche TheGimp,
    > partendo prevenuto perchè nulla mi avrebbe
    > tolto dal mio photoshop. Ed invece devo dire
    > che è un sw ECCEZZIONALE. L'interfaccia è un
    > po' Scopiazzata da photoshop, e devo dire
    > che è un bene, in quanto ti permette di
    > lavorarci subito trovandoti a tuo agio, e
    > poi perchè cambiare una cosa che secondo me
    > è funzionalissima? Quindi ottima l'idea di
    > usare un'interfaccia simile a photoshop.
    > In photoshop trovavo stracomoda la
    > possibilità di far sparire le varie
    > finestrelle con la pressione del TAB, così
    > avvo tutti i mie strumenti, sceglievo, poi
    > tab e avevo l'immagine a pieno schermo. Con
    > Gimp ho sopperito alla mancanza buttando le
    > finestrelle in un altro desktop, cambiando
    > con altri tasti, questione di abitudine.
    > Personalmente ho trovato Photoshop un
    > pochino più veloce, e poi mi ha dato
    > fastidio la mancanza in molti filtri
    > dell'anteprima.
    > Quindi per me Photoshop rimane migliore, non
    > di molto. Ma tra TheGimp e Photoshop stiamo
    > cercando di paragonare secondo me una
    > Ferrari con una Lamborghini. Sono 2 ottimi
    > programmi.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Andrea Aguzzi

    > Il vero problema secondo me è la
    > mancanza del formato YMCK, ma chissà
    > che i ragazzi dell'open source non siano
    > già al lavoro?

    dovrebbe supportarlo. lo lessi sul changelog di gimp qualche mese fa.
    non+autenticato

  • - Scritto da: l

    > Personalmente ho trovato Photoshop un
    > pochino più veloce, e poi mi ha dato
    > fastidio la mancanza in molti filtri
    > dell'anteprima.

    buona notizia per te.

    le anteprime sono state estese a tutti i filtri nella nuova versione 2.2.0

    http://gimp-win.sourceforge.net/stable.html
    non+autenticato
  • Mai sentito?

    Per forza su Mac c'era Photoshop...quindi esso e' il miglior programma di grafica
    non+autenticato

  • - Scritto da: Brian
    > Mai sentito?
    >
    > Per forza su Mac c'era Photoshop...quindi
    > esso e' il miglior programma di grafica

    Oddio... CorelDraw ha mooooolte limitazini rispetto a Photoshop, anche se ti fa trovare la pappa pronta per alcune funzionalità

    ciao
    non+autenticato
  • mmmmh... paragonare Photoshop al prodotto della Corel sembra una boiata pazzesca...

    cmq sono idee che rispetto ^___^

    io continuerò ad usare photoshop...

    ciao ciao
    non+autenticato

  • - Scritto da: Brian
    > Mai sentito?
    >
    > Per forza su Mac c'era Photoshop...quindi
    > esso e' il miglior programma di grafica

    sono due programmi completamente diversi, uno per il vettoriale l'altro per il raster, uno si pianta, l'altro no.Con la lingua fuori
    non+autenticato
  • A parte il fatto che non ce lo vedo un grafico *medio* a smanettare con Linux (senza nulla togliere al lavoro di grafico, s'intende...), GIMP è ancora molto indietro per un uso professionale, a partire dalla gestione delle corrispondenze dei coloril, FON-DA-MEN-TA-LI per avere un risultato accettabiler in stampa (prima o poi un grafico si deve confronotare anche con questo, a meno che non sia un grafico solo web...).
    Il sistema di macro esiste anche in Photoshop, dove si chiamano azioni, ed è molto potente anche nel prodotto della Adobe.
    Inoltre dalla versione 5.5 alla versione 6 (che l'autore dell'articolo ammette di non aver ancora visto) il salto è E-NOR-ME... una cosa su tutte la gestione completamente vettoriale dei livelli di testo e delle figure geometriche (per non parlare di alcuni nuovi comandi, come "fluidifica...").
    Certamente GIMP è un ottimo prodotto, tantopiù se consideriamo che si tratta di un prodotto free, e personalmente non vedo l'ora che sia *portato* in maniera definitiva anche su MacOSX...
    Chi fa il grafico professionista però deve ancora guardare altrove.

    ciao
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)