Mauro Vecchio

USA, un'app per delatori

Le autorità della West Virginia realizzano un'applicazione che permette agli utenti di trasformarsi in informatori del governo. Scattando foto di sospetti e inviando dati geolocalizzati. Rischi per la privacy?

Roma - Nello stato della West Virginia, l'ultima frontiera contro il crimine urbano. Suspicious Activity Reporting è il titolo di un'applicazione in vendita su iTunes App Store e Android Market. La tecnologia mobile permetterà ai cittadini statunitensi di trasformarsi in spietati informatori del governo di Washington.

Dati geolocalizzati, rappresentazioni dettagliate di soggetti da cui diffidare, magari una foto. L'app sviluppata dalle autorità locali sarà come un kit del perfetto delatore. I comuni cittadini potranno seguire i movimenti più sospetti, segnalando alla polizia eventuali attività di stampo criminoso o terroristico.

"Più tempo si attende, meno accurata sarà la testimonianza oculare - spiegano le autorità federali che hanno promosso l'app - e le prove si faranno confuse". L'invio in tempo reale di informazioni permetterebbe invece un intervento più rapido da parte degli agenti dello stato a stelle e strisce.
C'è chi ha sottolineato come l'app sia decisamente semplice da usare. Lo stato del Kentucky aveva già lanciato una tecnologia simile, solo più rozza perché legata ad un numero di telefono in stile 911. Suspicious Activity Reporting permette invece di scattare fotografie e inviare alla polizia l'esatta ubicazione di un eventuale sospetto.

L'altro lato della medaglia, questioni legate alla privacy dei cittadini d'America. L'app trasformerebbe di fatto un telefono cellulare in una sorta di videocamera di sorveglianza, attiva 24 ore su 24 e soprattutto intelligente. Con potenziali rischi derivanti da un uso eccessivo dell'applicazione per delatori.

Mauro Vecchio
Notizie collegate
  • AttualitàBlogger, un marchio per i terroristi?Il senatore statunitense Joseph Lieberman ha chiesto al CEO di Google Larry Page di rivedere le attuali linee guida della piattaforma di blogging. Segnalando i contenuti classificati come estremisti
  • AttualitàL'occhio della CIA sui social networkAll'Open Source Center si passerebbero ore a monitorare milioni di cinguettii su Twitter e aggiornamenti e le discussioni su Facebook. Il tutto per tastare il polso a popoli e governi, per prevenire terrorismo e rivolte politiche
6 Commenti alla Notizia USA, un'app per delatori
Ordina
  • Ricordo quando Orwell scrisse "Il grande fratello", seguito poi da un film. A suo tempo l'opera, velatamente, richiamava il controllo invasivo del governo nella Russia comunista.
    Con l'avvento delle moderne tecnologie, un vero e proprio controllo di massa è possibile. E i primi ad averlo già sperimentato sono, guarda caso, gli americani (vedi: echelon). Seguiremo naturalmente noi europei.
    Alla faccia della democrazia! Ipocriti! Indiavolato
    non+autenticato
  • - Scritto da: Seti
    > Ricordo quando Orwell scrisse "Il grande
    > fratello", seguito poi da un film. A suo tempo
    > l'opera, velatamente, richiamava il controllo
    > invasivo del governo nella Russia comunista.
    >
    > Con l'avvento delle moderne tecnologie, un vero e
    > proprio controllo di massa è possibile. E i primi
    > ad averlo già sperimentato sono, guarda caso, gli
    > americani (vedi: echelon). Seguiremo naturalmente
    > noi
    > europei.
    > Alla faccia della democrazia! Ipocriti! Indiavolato

    Può essere utile nel caso in cui si assista ad un crimine in diretta, per allertare le autorità e fornire prove concrete!
  • Certo, certo... Triste
    non+autenticato
  • In teoria sì, in pratica i vicini curiosoni, impiccioni e invadenti che non hanno mai niente da fare tutto il giorno si specializzeranno nel ruolo di annusa-carogne, fruga-spazzatura, investigatori privati della domenica con i cetrioli sulla faccia e l'asciugamano in testa.

    Prevedo un alto numero di intrusi morti ammazzati scoperti perché in casa propria .. ROTFLSorride)
    non+autenticato
  • - Scritto da: Seti
    > Ricordo quando Orwell scrisse "Il grande
    > fratello", seguito poi da un film.

    Hai dei ricordi abbastanza sfocati, faresti meglio a usare uno smartphone per cercare di fissare la memoria. Con lo stesso puoi anche mandare un paio di foto alla polizia
    non+autenticato
  • - Scritto da: Fai il login o Registrati
    > - Scritto da: Seti
    > > Ricordo quando Orwell scrisse "Il grande
    > > fratello", seguito poi da un film.
    >
    > Hai dei ricordi abbastanza sfocati, faresti
    > meglio a usare uno smartphone per cercare di
    > fissare la memoria. Con lo stesso puoi anche
    > mandare un paio di foto alla
    > polizia

    Non rispondo per educazione... Sorride
    non+autenticato