Mauro Vecchio

Vajont.info, ritorno al web

Accolto il ricorso. Il portale di Tiziano Del Farra potrà tornare online. Ma senza la metafora alpina sugli On. Scilipoti e Paniz. L'admin condannato per diffamazione

Roma - Il sito Vajont.info, eccettuata la frase ironica sugli On. Domenico Scilipoti e Maurizio Paniz su cui permane il sequestro, dovrà tornare online nella sua interezza. È quanto stabilito dal Tribunale della Libertà di Belluno, accogliendo il ricorso presentato dai responsabili di Assoprovider-Confcommercio in seguito all'ordine di inibizione di tutti gli accessi al portale gestito da Tiziano Del Farra.

Pubblicata la scottante metafora alpina, Vajont.info era stato sottoposto a sequestro preventivo per diffamazione. "Il blocco degli accessi per gli utenti italiani adottato attraverso il sequestro degli IP e dei DNS a carico dei provider italiani, in caso di presunta diffamazione, deve ritenersi eccessivo rispetto al bene giuridico da tutelare", scrive ora l'avvocato Fulvio Sarzana.

È stato lo stesso Del Farra a rimuovere la frase incriminata, come certificato da un fax inviato ai provider dalla polizia postale. Secondo il Tribunale del Riesame di Belluno, la misura del sequestro dovrà restare solo ed esclusivamente sui passaggi indicati da Paniz e Scilipoti.
Secondo Sarzana, "Il GIP avrebbe dovuto disporre il sequestro solo della presunta frase diffamatoria e non dell'intero sito perché diversamente argomentando si porrebbero delle gravi questioni relative alla tutela della libertà del pensiero, di libertà di espressione e di stampa in quanto valori costituzionali protetti dall'art 21 della Costituzione".

Vajont.info potrà dunque riprendere le sue normali attività di pubblicazione, anche se al momento il sito resta non accessibile con alcuni ISP. Il Tribunale di Udine ha però dato ragione all'On. Paniz, con Del Farra condannato per diffamazione al pagamento di una multa pari a 900 euro, più un mega-risarcimento di 10mila euro per danni nei confronti del parlamentare.

Mauro Vecchio
Notizie collegate
32 Commenti alla Notizia Vajont.info, ritorno al web
Ordina
  • che (per ora, salvo appello, condanna definitiva ecc.) non si può diffamare "allegramente" solo perché stiamo scrivendo sul web..
    Che non si dovesse sequestrare l'intero sito, diciamo che è quasi lapalissiano, anche se stiamo dentro a questioni tecniche che forse un gip ignora o su cui non è comunque ben preparato, col tempo si chiariranno meglio. Spero.
    Meglio così in entrambi i casi. ciao
    non+autenticato
  • - Scritto da: Osvy
    > che (per ora, salvo appello, condanna definitiva
    > ecc.) non si può diffamare "allegramente" solo
    > perché stiamo scrivendo sul
    > web..
    > Che non si dovesse sequestrare l'intero sito,
    > diciamo che è quasi lapalissiano, anche se stiamo
    > dentro a questioni tecniche che forse un gip
    > ignora o su cui non è comunque ben preparato, col
    > tempo si chiariranno meglio.
    > Spero.
    > Meglio così in entrambi i casi. ciao

    Ha parte la "diffamazione", non è la prima volta che ordinano oscuramenti alla pene di segugio...
    Sgabbio
    26177
  • Due pesi e due misure. Continuo a non capire perche' se un parlamentare non puo' essere condannato per reati d'opinione (il che trovo corretto) un chiunque possa essere condannato per lo stesso tipo di reato nei confronti di un parlamentare. Insomma, se la legge e' uguale per tutti, il parlamenatare puo' dire quello che vuole di chiunque, ma pure il contrario. Ma forse la mia logica e' troppo lineare.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Fabio Meloni
    > Due pesi e due misure. Continuo a non capire
    > perche' se un parlamentare non puo' essere
    > condannato per reati d'opinione

    Neanche i parlamentari possono eludere il reato di diffamazione.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Zucca Vuota
    > - Scritto da: Fabio Meloni
    > > Due pesi e due misure. Continuo a non capire
    > > perche' se un parlamentare non puo' essere
    > > condannato per reati d'opinione
    >
    > Neanche i parlamentari possono eludere il reato
    > di
    > diffamazione.

    In Italia purtroppo si... In lacrime
    non+autenticato
  • - Scritto da: Zucca Vuota
    > - Scritto da: Fabio Meloni
    > > Due pesi e due misure. Continuo a non capire
    > > perche' se un parlamentare non puo' essere
    > > condannato per reati d'opinione
    >
    > Neanche i parlamentari possono eludere il reato
    > di
    > diffamazione.

    E chi lo dice?
    tempo fa c'e' stato un ministro (ora ex) che nel mezzo di una manifestazione a New York si e' messo allegramente a gridare a uno che lo contestava “Ti riconosco, pedofilo!… Sei un pedofilo! Con le bambine… pedofilo!”.

    Che sara' successo poi?
    Semplice... il tipo d'ora in poi sara' per tutti un pedofilo, verra' controllato dalla polizia, etc...
    e l'ex-ministro non verra' piu' contestato per paura di sentirsi apostrofare come "orcomangiatoredibambinistupratoredidonnebianche"...

    se non era diffamazione a senso unico quella...
  • - Scritto da: Riketto
    > - Scritto da: Zucca Vuota
    > > - Scritto da: Fabio Meloni
    > > > Due pesi e due misure. Continuo a non
    > capire
    > > > perche' se un parlamentare non puo'
    > essere
    > > > condannato per reati d'opinione
    > >
    > > Neanche i parlamentari possono eludere il
    > reato
    > > di
    > > diffamazione.
    >
    > E chi lo dice?

    fino a ieri sera, la Costituzione della Repubblica Italiana, all'art. 68 co. 1, unito alle disposizioni di cui all'art. 3 co. 1 della legge 20 giugno 2003, n. 140, avente ad oggetto “Disposizioni per l’attuazione dell’articolo 68 della Costituzione nonché in materia di processi penali nei confronti delle alte cariche dello Stato”,.

    sempre se non le hanno modificate questa notte, naturalmente.

    come sempre da queste parti, l'ignoranza è così spessa che si può quasi tagliare a fette...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Riketto
    > - Scritto da: Zucca Vuota
    > > - Scritto da: Fabio Meloni
    > > > Due pesi e due misure. Continuo a non
    > capire
    > > > perche' se un parlamentare non puo'
    > essere
    > > > condannato per reati d'opinione
    > >
    > > Neanche i parlamentari possono eludere il
    > reato
    > > di
    > > diffamazione.
    >
    > E chi lo dice?
    > tempo fa c'e' stato un ministro (ora ex) che nel
    > mezzo di una manifestazione a New York si e'
    > messo allegramente a gridare a uno che lo
    > contestava “Ti riconosco, pedofilo!… Sei un
    > pedofilo! Con le bambine…
    > pedofilo!”.
    >
    > Che sara' successo poi?
    > Semplice... il tipo d'ora in poi sara' per tutti
    > un pedofilo, verra' controllato dalla polizia,
    > etc...
    > e l'ex-ministro non verra' piu' contestato per
    > paura di sentirsi apostrofare come
    > "orcomangiatoredibambinistupratoredidonnebianche".
    >
    > se non era diffamazione a senso unico quella...



    PS: vediamo quelli di PI hanno la faccia tosta di censurare questo semplice messaggio che non fa altro che mostrare il comportamento di un parlamentare italiano con una persona a lui sconosciuta davanti a centinaia di persone.
    non+autenticato
  • E' molto semplice

    per questa gente siamo degli schiavi..certo degli schiavi moderni senza catene ai piedi ma pur sempre schiavi

    e c'e' sempre qualche infimo essere pronto a dargli manforte nella speranza che gli venga lanciato qualche osso

    questa e' l'italia nel 2012
    non+autenticato
  • È la seconda volta che ti invito a correggere il nome: Tiziano DAL Farra.
    ruppolo
    33147
  • - Scritto da: ruppolo
    > È la seconda volta che ti invito a
    > correggere il nome: Tiziano DAL
    > Farra.

    Eh, dai forse che Mauro Cacchio non puo' sbagliare a scrivere? succede a tutti.
    non+autenticato
  • - Scritto da: iome
    > - Scritto da: ruppolo
    > > È la seconda volta che ti invito a
    > > correggere il nome: Tiziano DAL
    > > Farra.
    >
    > Eh, dai forse che Mauro Cacchio non puo'
    > sbagliare a scrivere? succede a
    > tutti.

    Certo che può sbagliare, ma può anche correggere. Invece non corregge. Non ha corretto l'articolo precedente e non ha corretto questo a distanza di 2 giorni. Perché?
    ruppolo
    33147
  • - Scritto da: ruppolo
    > - Scritto da: iome
    > > - Scritto da: ruppolo
    > > > È la seconda volta che ti invito a
    > > > correggere il nome: Tiziano DAL
    > > > Farra.
    > >
    > > Eh, dai forse che Mauro Cacchio non puo'
    > > sbagliare a scrivere? succede a
    > > tutti.
    >
    > Certo che può sbagliare, ma può anche correggere.
    > Invece non corregge. Non ha corretto l'articolo
    > precedente e non ha corretto questo a distanza di
    > 2 giorni.
    > Perché?

    perche l'importante e' pubblicare. che pubblichino giusto o sbagliato alla redazione importa poco o ninete. Fai come al solito quando ti cagano in testa gli altri postatori e vai a piangere da mammina: denuncia il post come inapporopriato e magari lo leggeranno.Sorride
    non+autenticato
  • Come da oggetto, il Del Farra, non potrebbe richiedere un risarcimento danni pari a 20.000 euro per aver avuto l'intero sito bloccato per un ECCESSO di ZELO al PANIZ?

    Forse c'e' una legge o un cavillo in grado di far pagare al Paniz qualcosa?A bocca aperta
    non+autenticato
  • - Scritto da: zerobyte
    > Come da oggetto, il Del Farra, non potrebbe
    > richiedere un risarcimento danni pari a 20.000
    > euro per aver avuto l'intero sito bloccato per un
    > ECCESSO di ZELO al
    > PANIZ?
    >
    > Forse c'e' una legge o un cavillo in grado di far
    > pagare al Paniz qualcosa?
    >A bocca aperta

    Visto che sono finiti offline (per gli italiani) centinaia di siti, direi che 10 mila euro a sito al giorno gli si dovrebbero far pagare, a Paniz e al GIP. E il GIP andrebbe ulteriormente sanzionato di 900 euro a sito al giorno, visto che i cittadini si aspettano che un giudice sia competente, non che colpisca centinaia di innocenti e che leda le libertà fondamentali dei cittadini italiani.
    La Legge non è forse uguale per tutti?
    ruppolo
    33147
  • - Scritto da: ruppolo
    > - Scritto da: zerobyte
    > > Come da oggetto, il Del Farra, non potrebbe
    > > richiedere un risarcimento danni pari a
    > 20.000
    > > euro per aver avuto l'intero sito bloccato
    > per
    > un
    > > ECCESSO di ZELO al
    > > PANIZ?
    > >
    > > Forse c'e' una legge o un cavillo in grado
    > di
    > far
    > > pagare al Paniz qualcosa?
    > >A bocca aperta
    >
    > Visto che sono finiti offline (per gli italiani)
    > centinaia di siti, direi che 10 mila euro a sito
    > al giorno gli si dovrebbero far pagare, a Paniz e
    > al GIP. E il GIP andrebbe ulteriormente
    > sanzionato di 900 euro a sito al giorno, visto
    > che i cittadini si aspettano che un giudice sia
    > competente, non che colpisca centinaia di
    > innocenti e che leda le libertà fondamentali dei
    > cittadini
    > italiani.
    > La Legge non è forse uguale per tutti?

    Curioso che parli di questo, quando per il copyright vorresti le lesioni delle libertà fondamentaliA bocca aperta Comunque condivido quel che hai dettoA bocca aperta
    Sgabbio
    26177
  • Ti dice niente quella patonima da circo che è la normativa sulla c.d. "responsabilità civile dei magistrati"? In questo Paese magistrati e parlamentari sono immuni dalle conseguenze delle loro azioni, praticamente intoccabili.
    Se la loro azione o omissione arrecasse un danno, i parlamentari farebbero pagare allo Stato (es. multe per infrazione a norme UE, le paga il contribuente), i magistrati lo farebbero pagare allo Stato (es. azione di responsabilità civile nei confronti del Prtesindente del Consiglio dei Ministri, che quasi sempre non esercita azione di rivalsa sullo stipendio del magistrato = le paga il contribuente).
    non+autenticato
  • - Scritto da: ruppolo
    > - Scritto da: zerobyte
    > > Come da oggetto, il Del Farra, non potrebbe
    > > richiedere un risarcimento danni pari a
    > 20.000
    > > euro per aver avuto l'intero sito bloccato
    > per
    > un
    > > ECCESSO di ZELO al
    > > PANIZ?
    > >
    > > Forse c'e' una legge o un cavillo in grado
    > di
    > far
    > > pagare al Paniz qualcosa?
    > >A bocca aperta
    >
    > Visto che sono finiti offline (per gli italiani)
    > centinaia di siti, direi che 10 mila euro a sito
    > al giorno gli si dovrebbero far pagare, a Paniz e
    > al GIP. E il GIP andrebbe ulteriormente
    > sanzionato di 900 euro a sito al giorno, visto
    > che i cittadini si aspettano che un giudice sia
    > competente, non che colpisca centinaia di
    > innocenti e che leda le libertà fondamentali dei
    > cittadini
    > italiani.
    > La Legge non è forse uguale per tutti?

    Ruppolo for president! 10 ore di applausi ininterrotti! Ma ti hanno hackato l'account o sei proprio tu?A bocca aperta
  • L'abuso non è di Paniz. Si è sentito diffamato e si è rivolto al magistrato come chiunque altro avrebbe potuto. È stato il GIP che ha deciso di aprire una scatoletta con la dinamite quando bastava un semplice apriscatole. Ora se n'è reso conto e la questione è risalita ai livelli della normale intelligenza umana.
    Ciao
    non+autenticato
  • - Scritto da: waka_jawaka
    > L'abuso non è di Paniz. Si è sentito diffamato e
    > si è rivolto al magistrato come chiunque altro
    > avrebbe potuto. È stato il GIP che ha deciso di
    > aprire una scatoletta con la dinamite quando
    > bastava un semplice apriscatole. Ora se n'è reso
    > conto e la questione è risalita ai livelli della
    > normale intelligenza
    > umana.
    > Ciao

    Il gip ha fatto una bella vaccata! Ma Paniz è un avvocato, poteva gestire la cosa diversamente (tipo mandare una bella lettera a Dal Farra)
  • I politici non dovrebbero nemmeno permettersi di querelare comuni cittadini per diffamazione...ricordiamo che sono pagati con SOLDI PUBBLICI e usano questi SOLDI PUBBLICI per querelare CHI GLI PAGA LO STIPENDIO...ci rendiamo conto dell'assurdita' della cosa o va di moda essere schiavi nel 2012?
    non+autenticato
  • - Scritto da: zerobyte
    > Come da oggetto, il Del Farra, non potrebbe
    > richiedere un risarcimento danni pari a 20.000
    > euro per aver avuto l'intero sito bloccato per un
    > ECCESSO di ZELO al
    > PANIZ?
    >
    > Forse c'e' una legge o un cavillo in grado di far
    > pagare al Paniz qualcosa?
    >A bocca aperta
    No, la calunnia è riconosciuta e quindi niente risarcimento ma sono contento che il sito riapra, un minimo di cautela in più non guasterà.
    non+autenticato
  • Siamo felici che sia contento il sig. Allibito... Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere
    non+autenticato
  • - Scritto da: Non allibito
    > Siamo felici che sia contento il sig. Allibito...
    > Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere
    Al contrario di molti altri qui, io non giudico la scena da una sponda ma dall'alto. Sono contento che non si possa infamare indisturbati, lo sono altrettanto che un sito riapra e si comporti correttamente. Tutti felici, è una rarità una storia che finisce bene.
    non+autenticato
  • Bloccare l'accesso totale ad un sito (ed in questo caso a molti siti!!) solo per una frase scomoda (a prescindere dalla frase, che sia offensiva o meno) è totalmente anti-democratico! Non era più ragionevole richiedere a Del Farra l'eliminazione del post incriminato dal suo sito, e solo in caso di risposta negativa procedere alla denuncia?
  • - Scritto da: Mela avvelenata
    > Bloccare l'accesso totale ad un sito (ed in
    > questo caso a molti siti!!) solo per una frase
    > scomoda (a prescindere dalla frase, che sia
    > offensiva o meno) è totalmente anti-democratico!
    > Non era più ragionevole richiedere a Del Farra
    > l'eliminazione del post incriminato dal suo sito,
    > e solo in caso di risposta negativa procedere
    > alla
    > denuncia?

    che poi quella frase più che diffamazione e una roba stizziata... Ma vabbè l'italia funziona cosi. Comunque non capisco come mai più ha dato sta notizia con una settimana di ritardo (altri siti l'hanno data il 6 marzo)
    Sgabbio
    26177
  • - Scritto da: Mela avvelenata
    > Bloccare l'accesso totale ad un sito (ed in
    > questo caso a molti siti!!) solo per una frase
    > scomoda (a prescindere dalla frase, che sia
    > offensiva o meno) è totalmente anti-democratico!

    Il sequestro preventivo non dovrebbe mai esistere così come non dovrebbe mai esistere l'arresto preventivo.
    E chi ordina e chi esegue tali sequestri e arresti dovrebbero diventarne direttamente responsabili, al posto dell'indagato.
  • - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato

    >
    > Il sequestro preventivo non dovrebbe mai esistere
    > così come non dovrebbe mai esistere l'arresto
    > preventivo.
    > E chi ordina e chi esegue tali sequestri e
    > arresti dovrebbero diventarne direttamente
    > responsabili, al posto
    > dell'indagato.

    sempre che la regola valga anche per quelli accusati di avere stuprato e/o ucciso tuoi familiari o amici, però...
    Occhiolino
    non+autenticato
  • - Scritto da: infame
    > - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
    >
    > >
    > > Il sequestro preventivo non dovrebbe mai
    > esistere
    > > così come non dovrebbe mai esistere l'arresto
    > > preventivo.
    > > E chi ordina e chi esegue tali sequestri e
    > > arresti dovrebbero diventarne direttamente
    > > responsabili, al posto
    > > dell'indagato.
    >
    > sempre che la regola valga anche per quelli
    > accusati di avere stuprato e/o ucciso tuoi
    > familiari o amici, però...
    > Occhiolino

    Occhiolino
    non+autenticato
  • - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato

    > Il sequestro preventivo non dovrebbe mai esistere
    > così come non dovrebbe mai esistere l'arresto
    > preventivo.

    come sai meglio di me, il sequestro preventivo è un atto "urgente e temporaneo", se sbaglio correggimi.
    Del resto, come si vede l'ordinamento ha in sé gli "anticorpi" per porre rimedio ad eventuali errori (come è stato al momento per Dell'Utri, la cui colpevolezza al momento non è argomento che mi interessa, certo che però decine di anni sotto giudizio non aumentano la qualità della propria vita...).
    E sempre del resto, anche questa volta (a differenza delle eventuali norme in mano all'AGCOM), come ho già scritto altre volte, il sequestro non è stato "tecnicamente" improprio, sul piano giuridico, nel senso che l'ha disposto chi lo doveva disporre (la Magistratura) e non un dipendente dell'AGCOM. Non vi sta mai bene niente Sorride

    > E chi ordina e chi esegue tali sequestri e
    > arresti dovrebbero diventarne direttamente
    > responsabili, al posto dell'indagato.

    Giusto ieri l'ex Magistrato Antimafia Luigi Vigna ha rilasciato questa dichiarazione:
    Dell'Utri, Vigna: "Punire il pg Iacovilli sarebbe un errore"
    http://www.blitzquotidiano.it/politica-italiana/de...
    e spiega:
    "perche' ''se cominciamo ad agitare provvedimenti disciplinari per affermazioni rese nell'espletamento delle funzioni si sa come si comincia e non si sa dove si va a finire''. Ne e' convinto Piero Luigi Vigna, ex procuratore nazionale antimafia, secondo il quale le parole del pg sono state il frutto ''della foga di voler convincere'' con cui si finisce ''per parlare oltre le righe''.
    Parole che pero', spiega in una intervista al Corriere della Sera, lo hanno ''stupito, stranizzato come direbbero i mafiosi'' perche' il reato di concorso esterno c'e' e sarebbe ''difficile definirlo meglio'', visto che ''non ci e' riuscito neppure il professor Costantini dell'Universita' di Palermo che ha dedicato a questo reato un volume di 800 pagine!''."

    Concordo con Vigna: provvedimenti e affermazioni rese nell'ambito del proprio ufficio, quando non vi siano dolo o colpa grave, non possono essere "addebitate". E questo è tanto più significativo visto che Vigna si dice però stupito da quanto ha affermato il pg Iacovilli che ha annullato la sentenza Dell'Utri.

    Peraltro, visto che ci siamo e che nella ricerca dell'articolo sopra mi sono imbattuto in un altro, devo confessare: avendo "conosciuto" (visto in TV) Dell'Utri PRIMA che entrasse nel vortice delle questioni Forza Italia/mafia ecc., io ho sempre dubitato che fosse colpevole, non ho tempo per motivare, ma è una persona di cultura "esagerata", un collezionista ecc. ecc. insomma stringendo a me non è parso poter essere un mafioso, punto.
    Comunque, l'articolo è questo:
    http://www.19luglio1992.org/index.php?option=com_c...
    e riporta una dichiarazione "non sospetta" nel senso che non è di oggi, ma del maggio 2011: già allora quindi Vigna dichiarava di non essere convinto della colpevolezza di Dell'Utri nelle famose stragi:

    "Ieri, in un'intervista resa al Messaggero, Pier Luigi Vigna ha gettato un improvviso colpo di spugna sul passato e ha dichiarato di aver cambiato idea: non ci sono mandanti occulti dietro le stragi, sul ruolo di Berlusconi e Dell'Utri impossibile trovare una conferma perché conferme “non esistevano” e quelle dichiarazioni rilasciate dai pentiti sono solo il frutto di un inganno. Affermare “siamo appoggiati da Berlusconi era una bufala (detta dai capi ndr.) per convogliare persone aderenti al gruppo in un programma che a qualcuno lo stomacava”".

    saluti
    non+autenticato
  • "avendo "conosciuto" (visto in TV) Dell'Utri PRIMA che entrasse nel vortice delle questioni Forza Italia/mafia ecc., io ho sempre dubitato che fosse colpevole, non ho tempo per motivare, ma è una persona di cultura "esagerata", un collezionista ecc. ecc. insomma stringendo a me non è parso poter essere un mafioso, punto."

    Cioè, stai per caso sostenendo che Dell'Utri è una brava persona perchè l'hai VISTO IN TV e ti sembrava ok??????? Deluso
    Ma le intercettazioni in cui parla con svariati mafiosi le hai lette?
    E lo "stalliere" di Arcore, Mangano, con i suoi "cavalli" di droga e la sua assunzione "forzata" per "proteggere" Berlusconi, su cui indagava Borsellino (giusto poco prima che saltasse in aria, guarda le coincidenze) lo hai sentito nominare?
    E a proposito della "cultura", come non citare tutti i suoi famosi falsi diari di Mussolini che cerca di piazzare in continuazione come veri?

    Mi sa che devi fare un ripassino di storia. O leggiti "L'odore dei soldi". E' spiegato tutto lì, per filo e per segno.
    non+autenticato