Outlook ha un nuovo rivale open source

Si chiama Aethera ed è la nuova alternativa open source a MS Outlook disponibile per le tre principali piattaforme. Il programma sviluppato da theKompany.com offre funzionalità di PIM, messaggistica e groupware

Outlook ha un nuovo rivale open sourceRancho Santa Margarita (USA) - La dinamica theKompany, una piccola società californiana focalizzata nello sviluppo di applicazioni open source per il segmento mobile e desktop, ha rilasciato la versione 1.0 di Aethera, un nuovo rivale gratuito di Outlook che offre tutte le principali funzionalità per la gestione e l'archiviazione dei dati personali anche in ambienti di collaborazione.

Aethera, che adotta la classica interfaccia a frame con layout personalizzabile, è in grado di gestire diversi tipi di dati e informazioni, fra cui e-mail, contatti, note, appuntamenti e cose da fare. Il programma, che supporta identità multiple, è in grado di sincronizzare gli appuntamenti e le attività di più utenti attraverso la posta elettronica, creare forum di discussione locali o su Internet e creare note organizzabili sotto forma di post-it.

theKompany afferma che Aethera offre strumenti per la gestione degli appuntamenti e delle attività lavorative che non hanno nulla da invidiare a quelli forniti dagli applicativi commerciali: il merito di ciò va al fatto che il componente che in Aethera gestisce le funzionalità di PIM deriva direttamente da KOrganizer, un noto applicativo appartenente alla suite per l'ufficio di KDE.org.
Grazie al componente Groupware, che l'azienda rilascerà durante i prossimi mesi, gli utenti potranno inoltre utilizzare il client di theKompany per condividere dati e risorse, lavorare sugli stessi documenti e sincronizzare agende e calendari. Attraverso questo modulo Aethera sarà in grado di connettersi al server Kolab, rivale open source di Exchange.

Il gruppo di sviluppatori open source che ha creato Aethera, e che in passato ha partorito numerose applicazioni basate sulle librerie Qt di Trolltech, sta lavorando anche ad un altro componente che consentirà a tutte le applicazioni predisposte di salvare le informazioni all'interno del file-system virtuale di Aethera: questo, secondo theKompany, farà in modo che i dati possano essere gestiti in modo gerarchico e centralizzato, facilitandone così l'organizzazione, l'indicizzazione e la ricerca per criteri multipli. Ad affiancare questo componente vi sarà l'Annotation Tool, una funzione che permetterà agli utenti di aggiungere note personali ad ogni informazione salvata nel file-system virtuale, come URL e e-mail.

Aethera deve fronteggiare, anche nel panorama open source, una concorrenza agguerrita, soprattutto da parte di Evolution - ritenuto il rivale open source di Outlook più maturo e completo - e il giovane client Glow del progetto OpenGroupware. theKompany afferma che l'arma segreta del proprio programma è la modularità: sebbene Aethera sia infatti nato come un client e-mail, o poco di più, i suoi sviluppatori si dicono convinti di averlo progettato fin dall'inizio per essere ampliato - o meglio, costruito - attraverso plug-in: tutti i vari componenti di Aethera sono stati implementati come moduli dinamici, da KOrganizer alla rubrica, dal client e-mail alle note. La speranza di theKompany è proprio quella di guadagnare attraverso la vendita dei plug-in a pagamento, fra cui già disponibili vi sono il supporto al protocollo di messaggistica istantanea Jabber e alla collaborazione con gli utenti mobili.

Fra le altre caratteristiche di Aethera su cui theKompany punta particolarmente, c'è il supporto a più piattaforme e quello agli script, una funzione, quest'ultima, che permette agli sviluppatori e agli utenti più evoluti di creare nuovi filtri e macro.

Aethera può essere scaricato gratuitamente per Linux, Windows e Mac OS X da qui.
91 Commenti alla Notizia Outlook ha un nuovo rivale open source
Ordina
  • javascript:htmlconsentito()
    javascript:htmlconsentito()

    O SE NON VOLETE FARLO NON POTETE PROPRIO USARE QUALCHE ALTRO PROGRAMMA PER SALVARE LE E-MAIL DEI VOSTRI CONOSCENTI (A CUI ANCHE TENETE!)
    PERCHè E PROPRIO A LORO CHE ARRIVA IL VIRUS CHE VENITE INFETTATI !

    javascript:htmlconsentito()
    javascript:htmlconsentito()
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > http://www.gnome.org/~seth/storage/

    E cosa pensi che ci sara', come innovazione della M$ nella prossima versione di WinXp?

    Copieranno ancora?
    non+autenticato
  • E-Mail Courier è la versione aggiornata di Calypso a XP. Esternamente è praticamente identico alla versione vecchia.

    Non è freeware, contrariamente a quanto dice l'articolo di puntu-Informatico.

    Calypso ha qualche piccolo problema quando l'archivio di posta raggiunge molte decine di mega di peso. Per il resto è Ok (se si eccettua una certa difficoltà a "capire" i filtri anti-spam che gli vengono suggeriti).

    Ciao...

  • Come al solito mi sono letto prima un po' di post... e poi dico la mia...

    Tutti hanno le sue ragioni, ma secondo me nessuno copia nessuno, è solo un rincorrersi di funzionalità e nuove piccolezze di "invenzioni" già esistenti...
    sia le case software commerciali (piccole e grandi) che i programmatori open source sono "accecati" dalla ricerca dell'ultimo abbellimento a questo o quel programma, senza poi centrare mai gli obiettivi... IMHO...

    Non vedo negli ultimi anni un'idea software così importante da poter paragonare a Lotus 123 o NCSA Mosaic...

    E tanto per rimanere in tema:
    Ho provato un sacco di client e-mail e tutti hanno pregi e difetti come ovvvio che sia, ma nessuno e dico nessuno, che consenta di "agganciare" una nota ad un messaggio... dico io, ma se voglio commentare un e-mail ricevuta semplicemente per annotarmi che quando risponderò a quella e-mail "devo ricordarmi di...." l'unica cosa esistente sono le label... a nessuno è mai venuto in mente una funzionalità così banale?

    ecco, tutto questo per dire che se avessi il tempo e la capacità sufficiente, avrei fatto io stesso un client con una simile funzionalità... ottenendo l'ennesimo clone di outlook... ma con qualcosina in più!

    non+autenticato
  • > dico io, ma se voglio commentare un e-mail
    > ricevuta semplicemente per annotarmi che
    > quando risponderò a quella e-mail "devo
    > ricordarmi di...." l'unica cosa esistente
    > sono le label... a nessuno è mai venuto in
    > mente una funzionalità così banale?

    Puoi sempre mandare una mail agli autori del tuo client open source preferito e proporgli l'idea (puoi farlo anche con il tuo client closed source preferito, ovviamente)

  • Probabilmente sottoponendo l'idea ai vari programmatori del mondo open, può darsi anche di ottenere qualche soddisfazione; inviando una mail @microsoft.com, probabilmente nemmeno rispondono... comunque il messaggio forse non era chiaro, quello che volevo dire è che nel mondo del software, in questo momento, c'è un po' di stagnazione perchè a furia di "star dietro" a presunte novità (xml, .net e una serie di altre sigle incredibili!) si perde di vista il fatto che reali necessità e nuove interessanti feature possono essere implementate efficacemente con quanto abbiamo già a disposizione e che un reale miglioramento nelle performance e nella stabilità dei programmi la si ottiene solo con le tecnologie ormai mature e consolidate, insomma, mi pare che "il programmatore" sia in continua attesa ad aspettare ciò che non arriva mai...
    in questo modo non si migliorano i programmi esistenti e non si creano nuovi programmi innovativi, quello che esce fuori sono solo scopiazzature di programmi esistenti implementati con tecnologie diverse.

    ripeto! tutto questo, IMHO, avviene tanto nel mondo dell' open source che nel mondo del software commerciale.
    non+autenticato
  • ...la comunita' open source "copia copia"....

    EheH
    non+autenticato
  • tradotto?

    - Scritto da: Anonimo
    > ...la comunita' open source "copia copia"....
    >
    > EheH
    non+autenticato
  • Che va avanti a cloni dei programmi commerciali. Bella roba!

    - Scritto da: Anonimo
    > tradotto?
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > ...la comunita' open source "copia
    > copia"....
    > >
    > > EheH
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Che va avanti a cloni dei programmi
    > commerciali. Bella roba!
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > tradotto?
    > >
    > > - Scritto da: Anonimo
    > > > ...la comunita' open source "copia
    > > copia"....
    > > >
    > > > EheH

    sei poco furbo ziobill, pensi che non ti abbiamo riconosciuto ? hai fatto 2 post quasi identici...
    non+autenticato
  • guarda che sono zioballmer...

    - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > Che va avanti a cloni dei programmi
    > > commerciali. Bella roba!
    > >
    > > - Scritto da: Anonimo
    > > > tradotto?
    > > >
    > > > - Scritto da: Anonimo
    > > > > ...la comunita' open source "copia
    > > > copia"....
    > > > >
    > > > > EheH
    >
    > sei poco furbo ziobill, pensi che non ti
    > abbiamo riconosciuto ? hai fatto 2 post
    > quasi identici...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > tradotto?

    Tradotto vuol dire che se esce un programma Linux diverso dall'analogo Windows salta fuori qualche utonto a dire che finchè
    i programmi Linux saranno così diversi come GUI, comandi e funzionalità da quelli Windows, allora non si potrà mai sperare in una migrazione. Se invece esce un programma Linux uguale all'analogo Windows allora salta fuori qualche fumato a dire che la comunità open source copia....
    non+autenticato
  • Detto meglio:

    o l'open copia, oppure quando decide di non copiare fa un tale casino da rendere del tutto user/unfriendly l'applicativo.
    non+autenticato
  • Giustissimo!

    Ed e' per questo che l'open non ha senso (in termini di applicazioni e di uso desktop...).

    ZBFan Windows

    - Scritto da: Anonimo
    > Detto meglio:
    >
    > o l'open copia, oppure quando decide di non
    > copiare fa un tale casino da rendere del
    > tutto user/unfriendly l'applicativo.
    non+autenticato
  • fa male la tastiera nel deretano eh ?...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > fa male la tastiera nel deretano eh ?...
    Non so, potresti farci partecipe della tua lunga esperienza personale.
    :)
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > fa male la tastiera nel deretano eh ?...
    > Non so, potresti farci partecipe della tua
    > lunga esperienza personale.
    > Sorride

    nella mia lunga esperienza di tastiere deretanate devo dire che il tasto più doloroso è quello con il simbolo di winzozz, sembra che stia proprio lì per farti male...
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 13 discussioni)