Luca Annunziata

Anonymous, è ancora Vaticano

Cambiano le spiegazioni, il risultato è lo stesso. E nelle ultime 48 ore finiscono al centro delle attenzioni degli hacktivisti anche Trenitalia ed Equitalia

Anonymous, è ancora VaticanoRoma - I lettori di Punto Informatico ricorderanno senz'altro l'annosa vicenda che ha visto confrontarsi in tribunale i cittadini del comune di Cesano (in provincia di Roma) con i vertici di Radio Vaticana: una questione relativa a elettrosmog e i mastodontici impianti di trasmissione dell'emittente, finita con un nulla di fatto con la prescrizione del reato. Una questione rispolverata oggi da Anonymous nello spiegare la decisione di attaccare per la seconda volta il dominio vatican.va, il sito della Santa Sede. Ma non è solo questione di DDoS.

"Ci duole dovervi annunciare che i vostri sistemi sono meno sicuri di ciò che vi piacerebbe credere, poichè, mentre il clamore mediatico era rivolto verso l'oscuramento di vatican.va, ci siamo presi la libertà di attuare una piccola incursione nei vostri sistemi" dicono infatti gli hacktivisti: questa volta è stato attenzionato radiovaticana.org, visto che "Purtroppo è ormai un fatto conclamato che usiate ripetitori con potenze di trasmissione largamente fuori dai limiti di legge, ed è altresì tristemente nota la correlazione fra l'esposizione a onde elettromagnetiche di elevata intensità e l'insorgere di gravi malattie neoplastiche quali Leucemia, il cancro e svariate altre terribili patologie".

Anonymous ricorda come "Tanti cittadini che hanno la sfortuna di risiedere in prossimità dei vostri ripetitori hanno intentato cause legali, in seguito al declino delle loro condizioni di salute. Anonymous non può tollerare che questi crimini continuino impunti (SIC), e vi ricordiamo che siete "ospiti" sul suolo Italiano". Tanto per non lasciare niente di intentato, viene ribadito che l'attacco sarà esteso anche a vatican.va attaverso un DDoS. Mentre sono state rilasciate anche parti del database utenti di radiovaticana.org, una lista completa di username e password, allo scopo di dimostrare l'avvenuta violazione dei sistemi (gli hacktivisti sono anche entrati in polemica con la società che gestisce alcuni sistemi della Santa Sede).
Nel corso del weekend, inoltre, anche Trenitalia ed Equitalia avevano goduto delle attenzioni di Anonymous. Nel caso dell'azienda di trasporto ferroviario, tra i motivi citati per giustificare l'azione si cita ovviamente la TAV, ma anche i più classici argomenti relativi ai problemi dei pendolari e le questioni sindacali riguardante la chiusura dei servizi ICN (treni notturni) e non solo. Su Equitalia gli hacktivisti ci vanno giù duri, parlando di "ferocia inaudita" nell'azione dell'agenzia.

Luca Annunziata
135 Commenti alla Notizia Anonymous, è ancora Vaticano
Ordina
  • La bomba atomica
    Inchiesta su radio vaticana
    http://www.editoririuniti.net/bomba-atomica
    «Come una bomba atomica». Con queste parole sono stati descritti gli effetti delle antenne di Radio Vaticana sulla popolazione residente a ridosso di esse, nella zona Roma Nord e in numerosi comuni limitrofi agli impianti di Santa Maria di Galeria. Un poderoso impianto costruito su circa 430 ettari, composto da 33 antenne che trasmettono in tutto il mondo. Una stima di 170.000 persone coinvolte, tra uomini, donne e bambini, tenute all'oscuro di un pericolo invisibile, ma fortemente reale: l'elettrosmog. Persone che hanno visto i propri cari ammalarsi e spesso morire di leucemia o di tumore, con tassi d'incidenza enormemente più alti della media nazionale. Persone che, per anni, hanno invocato giustizia dalle piazze e attraverso i comitati a tutela del basilare diritto alla salute e alla vita. Alessio Ramaccioni e Francesca Romana Fragale raccontano quella che negli anni è divenuta anche una loro battaglia, giornalistica e processuale: le evidenze emerse nei due processi per getto pericoloso di cose e omicidio colposo plurimo, gli studi medici, le perizie, le testimonianze sconvolgenti delle vittime e i documenti originali sollevano mille interrogativi sulle responsabilità di chi poteva intervenire e non lo ha fatto, a partire dalla nostra classe politica e dai mezzi d'informazione.

    Unione degli Atei e degli Agnostici Razionalisti
    http://www.uaar.it
    non+autenticato
  • Non posso non notare che tu parli, di questa sentenza, come se essa sancisse una verita'; e considerando la tua firma capisco anche il perche'. Quindi utilizza quanto ti pare questa notizia per la tua propaganda, ma tieni conto che quando si parla di verita' rigorosa, le cose si ribaltano completamente.

    La verita' processuale, come spesso accade, e' all'opposto della verita' vera, e le perizie di parte sono pattume ascientifico.

    La verita' ha una natura ben precisa, che e' meritocratica .

    Quindi poco importa se un giudice afferma che le onde radio causano danni alla salute perche' la verita' non e' burocratica .

    Poco importa se la gente crede che le onde radio siano dannose, perche' la verita' non e' democratica .

    Poco importa se i media ci martellano con questa storia, poiche' la verita' non e' volume .

    La verita' e' solo quello che si manifesta macroscopicamente e nel caso delle onde radio la verita' consiste nella piu' totale assenza di una casistica medico/patologica , nonostante che questa sia cercata con acredine da piu' di vent'anni, a dispetto di tutte le perizie di parte.
    non+autenticato
  • Radio Vaticana: Cassazione conferma sentenza, i limiti furono superati
    http://www.uaar.it/news/2011/02/25/radio-vaticana-...

    Radio Vaticana: perizia conferma nesso con tumori, “stupore” della Santa Sede
    http://www.uaar.it/news/2010/07/14/radio-vaticana-...

    Unione degli Atei e degli Agnostici Razionalisti
    http://www.uaar.it
    non+autenticato
  • Molto Agnostico ma molto poco razionalista.

    Certo che i limiti sono stati superati. Non è mai stati in discussione.
    La discussione era se un ripetitore in uno Stato Straniero (es. San Salvatore, Svizzera) dovesse sottostare ai limiti italiani (Ponte Chiasso, IT), malgrado questi siano da 14 (Campo E) a 79 (Campo H) volte più bassi di quelli indicati dall'International Commission for Non-Ionizing Radiation Protection e che il 12 luglio 1999 hanno costituito la base per la decisione 1999/519/EC emessa dal Consiglio dell'Unione Europea, ma già adottati de facto da svariati anni da diversi stati, Cittè del Vaticano inclusa. Tanto che nel 1987 i Gesuiti, che oltra a gestire Radio Vaticana possiedono anche dei terreni agricoli sotto quelle antenne, annullarono i contratti di affitto perché i valori erano risultati maggiori del limiti ICNIRP.

    L'Italia ha adottato limiti da 14 a 79 volte più restrittivi il 10 Settembre 1998, non si sa su quale base razionale, visto che già quelli dell'ICNIRP si basavano "sul principio di cautela" e utilizzavano la comparsa di effetti biologici (non di effetti PATOLOGICI) per impostare un limite. E li ha adottati 10 mesi prima della scelta uniforme a livello Europeo.

    Ora nessuno ha mai misurato a Ponte Chiasso i campi EM del ripetitore televisivo svizzero di San Salvatore. Ma è molto probabile che superasse i limiti italiani, vista la potenza e la distanza. Peccato che le UHF, a differenza delle SW, entrino con difficoltà negli stadi IF dei citofoni. E nessuno se n'è accorto. Poi lo hanno spento per altri motivi.

    Ed infatti per questo Radio Vaticana è stata condannata: per le molestie causate ai Citofoni ed alle TV. Non per danni alla salute.
    Leggere la Sentenza della Cassazione, prego.

    Dopo Settembre 1998, per due anni, lo Stato della Città del Vaticano si è attenuto ai limiti ICNIRP e ha contestato di doversi attenere a quelli dello Stato Italiano. Come avrebbe fatto la Svizzera se l'Italia gli avesse contestato le misure a Ponte Chiasso(I). E come per anni a fatto l'Italia sulle numerose lamentele per interferenze delle TV italiane con la TSI a Chiasso (CH).

    Dato però che i gestori tecnici di Radio Vaticana sono Cittadini Italiani, residenti in Italia, non Cittadini dello Stato del Vaticano, è stato ritenuto che fossero comunque competenti le autorità italiane per gli effetti sullo Stato Italiano.

    Da Aprile 2001 Radio Vaticana ha adeguato le tecniche di emissione rientrando nei più restrittivi limiti italiani.

    Giusto per essere razionali ed usare un po' misure quantitative:

    A 575 kHz (antenna trasmittente SW di Radio Vaticana)

    Limiti Consiglio EU (che riprende ICNIRP) - 1999/519/EC - 12 Luglio 1999
    E: 87 V/m
    H: 1,27 A/m

    Italia - DM 381/98 - 10 Settembre 1998
    E: 6 V/m
    H: 0,016 A/m

    Esattamente 14,5 volte meno su E, 79 volte meno su H.

    Radio Vaticana è stata condannata per aver superato del DOPPIO il limite italiano nel periodo Settembre 1998 - Aprile 2001. Il doppio sarebbe:
    E: 12 V/m
    H: 0,032 A/m

    Tradotto: in Germania potrebbe esserci un impianto che usciva e continua ad uscire con DIECI VOLTE la potenza di Radio Vaticana, ma nessuno lo sa perché è legale.

    A volte bisogna essere credenti. Credere nella Scienza. Inclusa la Fisica.

    Poi dire "Radio Erode" o "Come una bomba atomica" fa effetto. Magari fa adepti. Ma fa molto male allo spirito critico ed alla razionalità.

    Il che non esclude che le EMF facciano male. Ma fanno male in egual misura intorno alla base di Ramstein, in Germania, ed intorno a Santa Maria di Galeria. I fanatici fanno male. Sia quelli Clericali che quelli Atei o Agnostici Irrazionali. Molto di più delle Onde Elettromagnetiche.
    non+autenticato
  • Ok, buon intervento.
    Ma comunque le radiazioni non ionizzanti non fanno male neanche sopra i limiti suggeriti dall'ICNIRP. Magari faranno anche male ad un certo punto, ma ce ne vuole.

    > L'Italia ha adottato limiti da 14 a 79 volte più restrittivi il 10
    > Settembre 1998, non si sa su quale base razionale

    E da QUANDO l'Italia sarebbe razionale??
    Noi siamo quelli che vietiamo le centrali nucleari che sono il sistema dimostrabilmente più sicuro per la salute E per l'ambiente. Per bruciare prodotti fossili, poi...
  • >centrali nucleari sono
    >il sistema dimostrabilmente
    >più sicuro per la salute E per l'ambiente

    Deluso

    E le scorie?
    Di inchieste sui rischi nucleari presenti e passati ne sono state fatte.
    Nella teoria tutto sembra rose e fiori, però poi ti trovi a delegare personaggi e organizzazioni dalla moralità alquanto dubbia.

    >Per bruciare prodotti fossili, poi...

    D'accordo, ma l'alternativa nucleare in mano ai nostri politici non mi fa dormire la notte!
    non+autenticato
  • - Scritto da: j0e
    > >centrali nucleari sono
    > >il sistema dimostrabilmente
    > >più sicuro per la salute E per l'ambiente
    >
    > Deluso
    >
    > E le scorie?

    Una risorsa per il futuro.
    http://transatomicpower.com/
    (ma ci sono anche altri sistemi più maturi, es. le IFR: http://bravenewclimate.com/2011/02/01/ifr-optimize.../)

    > Di inchieste sui rischi nucleari presenti e
    > passati ne sono state fatte.
    > Nella teoria tutto sembra rose e fiori, però poi
    > ti trovi a delegare personaggi e organizzazioni
    > dalla moralità alquanto dubbia.

    Ci sono i numeretti. Il nucleare è di gran lunga la fonte di produzione energetica più sicura.
    http://www.washingtonpost.com/national/nuclear-pow...
    E produce ZERO CO2 (buono per il riscaldamento del nostro pianeta).
  • - Scritto da: Skywalker
    [...]
    > A volte bisogna essere credenti. Credere nella
    > Scienza. Inclusa la
    > Fisica.
    Oh, ecco un post da incorniciare!!!

    > Poi dire "Radio Erode" o "Come una bomba atomica"
    > fa effetto.
    Più di quanto credi, amico.

    > Il che non esclude che le EMF facciano male.
    Abbiamo un emettitore, sopra la testa per circa 12 ore al giorno, di EMF da quando siamo nati.
    Esistiamo come specie grazie ad esso e pure come vita sul pianeta.
    Io una lancia a favore la spezzerei.
    Insomma: a me il Sole serve.

    > Ma
    > fanno male in egual misura intorno alla base di
    > Ramstein, in Germania, ed intorno a Santa Maria
    > di Galeria.
    E che a Ramstein non c'è l'enea.

    > I fanatici fanno male. Sia quelli
    > Clericali che quelli Atei o Agnostici
    > Irrazionali. Molto di più delle Onde
    > Elettromagnetiche.
    E l'enea nel 1985 non si chiamava Ente Nazionale per le Energie Alternative.
    Si chiamava Ente Nazionale per l'Energia Atomica.
    Ha una sede a Cesano nelle vicinanze di Santa Maria di Galeria e so per certo che all'epoca stoccava materiali radioattivi.
    Non so perché, ma le emissioni di Radio Vaticana, che si propagano in tutte le direzioni, hanno fatto danni solo li. Non so perché, pur avendo colpito cesano e l'Olgiata, che sono più densamente popolate, hanno fatto danni a S.M. di Galeria. Non so perché, ma se guardo la mappa topografica della zona, segno dove sta la casaccia (Enea) e dove sta SM di Galeria trovo un fiume che dalla casaccia ATTRAVERSA il paesino.
    Continuo a ritenere che la causa delle leucemie sia un'altra.
    Certo che son proprio stupido eh?

    GT
  • - Scritto da: Guybrush
    > Si chiamava Ente Nazionale per l'Energia Atomica.
    > Ha una sede a Cesano nelle vicinanze di Santa
    > Maria di Galeria

    Infatti sono i fisici che lavorano lì che mi hanno raccontato la storia di radio vaticana. E la sua ASSURDITA'.

    >e so per certo che all'epoca stoccava materiali
    > radioattivi.

    Presso quella sede dell'Enea negli anni '70 hanno prodotto il grano Creso, oggi il più utilizzato in Italia, grazie ad un sistema "OGM" ante-litteram: bombardamento con radiazioni ionizzantiOcchiolino
    http://it.wikipedia.org/wiki/Creso_(agronomia)

    > Continuo a ritenere che la causa delle leucemie
    > sia un'altra.

    Niente PLURALE. 1 bambino morto (?). Insomma con leucemia.

    > Certo che son proprio stupido eh?

    Ingenuo.
  • Come va la vodka sovietica?

    La Radio Vaticana ha già provveduto da tempo a ridurre l'intensità delle emissioni ponendole ben al di sotto della media italiana. La condanna della Cassazione si riferisce a fatti anteriori e per il reato (bagatellare) di "lancio persicoloso di oggetti", condanna 10 giorni e prescrizione. Ecco una lettura seria:

    http://roma.corriere.it/roma/notizie/cronaca/11_gi...
    non+autenticato
  • RADIO VATICANA
    http://www.vaticanradio.org/archivio/010331_rv_em....

    QUELLO CHE I CITTADINI DOVREBBERO SAPERE,
    MA E' SOMMERSO DALLA DISINFORMAZIONE



    1. NON E' VERO CHE LE ANTENNE DELLA RADIO VATICANA FACCIANO AMMALARE DI TUMORE GLI ADULTI.


    "IN SINTESI, L'ANALISI DELLA MORTALITA' NEL PERIODO 1987-95
    NON HA EVIDENZIATO ECCESSI DI MORTALITA' PER TUTTI I
    TUMORI E PER LE CAUSE TUMORALI".

    E' quanto afferma testualmente la ricerca dell'Agenzia di Sanità Pubblica della Regione Lazio, da molti citata per sostenere la falsa accusa che le antenne della Radio Vaticana provocano un aumento dei tumori negli adulti e leucemie infantili. L'area esaminata si estende per un raggio di 10 Km intorno al Centro trasmittente e presenta dati nella media di Roma. I mass media hanno invece accreditato l'immagine distorta di una vera e propria epidemia di tumori.

    2. NON E' VERO CHE LE ANTENNE DELLA RADIO VATICANA FACCIANO AMMALARE DI LEUCEMIA I BAMBINI.

    La stessa ricerca afferma: "L'ANALISI DELL'INCIDENZA DI LEUCEMIA INFANTILE EVIDENZIA CHE NELL'AREA IN STUDIO (raggio=10 Km) IL TASSO DI INCIDENZA NON SI DISCOSTA DA QUELLO OSSERVATO NEL COMUNE DI ROMA". (si parla di 8 casi in 13 anni su circa 10 mila bambini)

    La falsa informazione che i bambini si ammalino sei volte più che a Roma deriva da questa sola riga :

    "IL RISCHIO MASSIMO SI OSSERVA NELL'AREA 0-2 KM DALLA
    STAZIONE DI RADIO VATICANA ED E' DOVUTO AD UN SOLO CASO
    OSSERVATO".

    Poiché la media di Roma è di 0,16 casi di bambini leucemici, per arrivare ad un caso unico (un bambino intero) bisogna moltiplicare 0,16 per 6. Da qui la deduzione errata: vicino alle antenne della Radio Vaticana i bambini si ammalano di leucemia 6 volte di più rispetto a Roma. Con tutto il rispetto per il dolore della famiglia del bambino, non stiamo parlando di centinaia di malati, ma di uno.
    Gran parte dei mass media hanno fatto ripetere al dott. Carlo Perucci, responsabile della ricerca, il rischio "sei volte maggiore" : ma questi ci ha detto di aver visto tagliata una sua frase, fondamentale, citata subito dopo : "Parlando di un solo caso, il dato non è statisticamente significativo!"
    Lo studio comunque, basandosi su questo piccolo numero di casi, nota un aumento di leucemie man mano che ci si avvicina alle antenne. Ma anche questo aumento "geografico" è poco significativo in quanto non prende in considerazione il fattore molto più importante degli effettivi campi elettromagnetici : e c'è da segnalare, che il caso di leucemia più vicino al Centro trasmittente è in una zona dove le antenne della Radio irradiano da anni emissioni elettromagnetiche inferiori ai livelli più restrittivi stabiliti oggi dalla legge italiana.

    La ricerca afferma infine :

    "AD OGGI LA CANCEROGENICITA' DELLE RADIOFREQUENZE RISULTA BEN LONTANA DALL'ESSERE DIMOSTRATA".


    3. NON E' VERO CHE LA RADIO VATICANA SI SIA DISINTERESSATA E SI DISINTERESSI DELLA SALUTE DEI CITTADINI

    Per quanto riguarda le emissioni elettromagnetiche la Radio Vaticana, molto prima che l'Italia si desse qualsiasi normativa, ha seguito scrupolosamente dai primi anni '90 i livelli indicati dalla Commissione internazionale competente in materia (ICNIRP). Da allora ha compiuto periodicamente adeguate misurazioni per tutelare anche i propri dipendenti operativi nel centro trasmittente, che in 44 anni non hanno mai segnalato conseguenze negative per l'elettrosmog. Le indicazioni della Commissione, aggiornate nel 1994, sono state fatte proprie nel 1999 dal Consiglio dell'Unione Europea, con la sola eccezione dell'Italia che nel 1998 aveva stabilito norme più restrittive. Le indicazioni della Commissione sono state sempre ritenute sicure per la salute delle persone dall'OMS, l'Organizzazione Mondiale della Sanità.
    Le radiofrequenze della Radio Vaticana, dobbiamo dedurre, non fanno male in tutto il mondo : tranne che in Italia.
    LA RADIO VATICANA E' IN LINEA CON I PARAMETRI EUROPEI.

    4. NON E' VERO CHE LA RADIO VATICANA DISPREZZI LE LEGGI ITALIANE E SI NASCONDA DIETRO LA EXTRATERRITORIALITA'

    La Radio Vaticana non intende prescindere dalla legge italiana in merito ai tetti di radiofrequenza. Per questo ha chiesto la costituzione di una Commissione con l'Italia per discutere la situazione che si è venuta a creare. La Radio ha già dimezzato unilateralmente dal 1° febbraio la potenza della sua antenna "principale"e ha ridotto anche altre emissioni, prima di qualsiasi ultimatum.
    La Commissione bilaterale Italia-Santa Sede sta lavorando proficuamente, con la massima collaborazione delle due parti, proprio per risolvere i complessi problemi connessi con le misurazioni dei campi elettromagnetici, che si fanno con strumenti sofisticati e adeguatamente tarati e non con gli apparecchietti-giocattolo che abbiamo visto in alcune trasmissioni, tanto strillate quanto calunniose e superficiali. Bisogna stabilire la fonte effettiva delle emissioni (ci sono in zona altri impianti che producono emissioni elettromagnetiche) nonché gli ambienti interessati da queste emissioni (secondo la legge italiana devono essere presi in considerazione non il muro di cinta della Radio Vaticana, come è stato fatto da alcuni, ma gli ambienti abitativi).
    Nello stesso tempo bisogna ricordare che il Centro esiste in base all'accordo bilaterale ratificato nel 1952, con il quale l'Italia si impegna ad "assicurare alla Santa Sede di effettuare trasmissione dirette a tutto il mondo cattolico".

    5. NON E' VERO CHE IL CENTRO DI SANTA MARIA DI GALERIA SIA IL PIU' GRANDE DEL MONDO E I SUOI TRASMETTITORI I PIU' POTENTI

    Le antenne sono solo 33 e non 90 come è stato detto; inoltre non possono funzionare tutte insieme e in tutte le direzioni. Ci sono centri trasmittenti molto più potenti in Germania, Inghilterra e Francia per non parlare degli Stati Uniti e della Russia. Ma non fa niente: lo si ripete perché fa effetto.


    6. LE CASE SONO STATE COSTRUITE E CONTINUANO AD ESSERE COSTRUITE VICINO AL CENTRO E NON VICEVERSA

    Un tempo, era il 1957, le antenne della Radio Vaticana si ergevano solitarie in
    aperta campagna. Oggi si vuole a furor di popolo costringere la Radio
    Vaticana a spostarsi. Ma la situazione si è creata anche per responsabilità
    delle competenti autorità italiane: non è stata la Radio Vaticana a costruire
    un Centro Trasmittente in città, ma la città a crescere vicino al Centro.
    Anche le Autorità italiane devono dunque collaborare a trovare le soluzioni
    soddisfacenti per tutti: cittadini e Radio Vaticana.


    7. CHI DIFENDE CON PIU' CORAGGIO LA RADIO VATICANA ? RISPOSTA : GLI SCIENZIATI
    ...
    potete leggere tutto su http://www.vaticanradio.org/archivio/010331_rv_em....
    non+autenticato
  • > potete leggere tutto su
    > http://www.vaticacradio.org/archivio/010331_rv_em....

    Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere
    Oste, com'è il vino?
    Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere

    Leggi qualcosa di più serio:

    Radio Vaticana: Cassazione conferma sentenza, i limiti furono superati
    http://www.uaar.it/news/2011/02/25/radio-vaticana-...

    Radio Vaticana: perizia conferma nesso con tumori, “stupore” della Santa Sede
    http://www.uaar.it/news/2010/07/14/radio-vaticana-...

    Unione degli Atei e degli Agnostici Razionalisti
    http://www.uaar.it
    non+autenticato
  • Solo per dare un'idea di cosa hanno oscurato i cracker di Anonymous su RadioVaticana:

    - appello del Papa contro la sete nel mondo;
    - appello della Fao contro la fame nel mondo;
    - cordoglio e omaggio del parroco di Gattinara ai familiari dell'ostaggio italiano ucciso in Nigeria;
    - appello del Papa alla solidarietà verso il Madagascar devastato dai cicloni.

    Ecco, se ne deduce che i cracker (usiamo questo termine per non usarne altri più appropriati) sono favorevoli ad affamare e assetare il mondo, a che gli ostaggi vengano uccisi e a lasciare il Madagascar ai suoi problemi. Davvero di che essere orgogliosi questi pirati.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Mario Rossi
    > Solo per dare un'idea di cosa hanno oscurato i
    > cracker di Anonymous su
    > RadioVaticana:
    >
    > - appello del Papa contro la sete nel mondo;
    > - appello della Fao contro la fame nel mondo;
    > - cordoglio e omaggio del parroco di Gattinara ai
    > familiari dell'ostaggio italiano ucciso in
    > Nigeria;
    > - appello del Papa alla solidarietà verso il
    > Madagascar devastato dai
    > cicloni.
    >
    > Ecco, se ne deduce che i cracker (usiamo questo
    > termine per non usarne altri più appropriati)
    > sono favorevoli ad affamare e assetare il mondo,
    > a che gli ostaggi vengano uccisi e a lasciare il
    > Madagascar ai suoi problemi. Davvero di che
    > essere orgogliosi questi
    > pirati.

    come se gli appelli del papa servissero a qualcosa!!!
  • - Scritto da: marco8323
    > - Scritto da: Mario Rossi
    > > Solo per dare un'idea di cosa hanno oscurato i
    > > cracker di Anonymous su
    > > RadioVaticana:
    > >
    > > - appello del Papa contro la sete nel mondo;
    > > - appello della Fao contro la fame nel mondo;
    > > - cordoglio e omaggio del parroco di Gattinara
    > ai
    > > familiari dell'ostaggio italiano ucciso in
    > > Nigeria;
    > > - appello del Papa alla solidarietà verso il
    > > Madagascar devastato dai
    > > cicloni.
    > >
    > > Ecco, se ne deduce che i cracker (usiamo questo
    > > termine per non usarne altri più appropriati)
    > > sono favorevoli ad affamare e assetare il mondo,
    > > a che gli ostaggi vengano uccisi e a lasciare il
    > > Madagascar ai suoi problemi. Davvero di che
    > > essere orgogliosi questi
    > > pirati.
    >
    > come se gli appelli del papa servissero a
    > qualcosa!!!
    Invece cancellarli mette tutte le cose a posto... non ho parole!
    non+autenticato
  • E' sempre la solita lagna che ripetono i papi dalla notte dei tempi...e' mai cambiato qualcosa nonostante tutte queste centinaia di "moniti"? no!

    Onde per cui nessuno ne sentira' la mancanza
    non+autenticato
  • - Scritto da: marco8323
    > - Scritto da: Mario Rossi
    > > Solo per dare un'idea di cosa hanno oscurato i
    > > cracker di Anonymous su
    > > RadioVaticana:
    > >
    > > - appello del Papa contro la sete nel mondo;
    > > - appello della Fao contro la fame nel mondo;
    > > - cordoglio e omaggio del parroco di Gattinara
    > ai
    > > familiari dell'ostaggio italiano ucciso in
    > > Nigeria;
    > > - appello del Papa alla solidarietà verso il
    > > Madagascar devastato dai
    > > cicloni.
    > >
    > > Ecco, se ne deduce che i cracker (usiamo questo
    > > termine per non usarne altri più appropriati)
    > > sono favorevoli ad affamare e assetare il mondo,
    > > a che gli ostaggi vengano uccisi e a lasciare il
    > > Madagascar ai suoi problemi. Davvero di che
    > > essere orgogliosi questi
    > > pirati.
    >
    > come se gli appelli del papa servissero a
    > qualcosa!!!

    Tanto quanto gli appelli di Anonymous, se è per questo.
    non+autenticato
  • - Scritto da: gongolo
    > - Scritto da: marco8323

    > > come se gli appelli del papa servissero a
    > > qualcosa!!!
    >
    > Tanto quanto gli appelli di Anonymous, se è per
    > questo.

    onde ragion per cui, forzando il sillogismo... non è cambiato niente!
    non+autenticato
  • Decidetevi: o criticare il papa perché la Chiesa influenza l'opinione pubblica (es. sui gay).

    o criticarlo perché tanto i suoi appelli anti-fame NON influenzano l'opinione pubblica.

    O l'una o l'altra... Ha influenza o no?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Mario Rossi
    > Solo per dare un'idea di cosa hanno oscurato i
    > cracker di Anonymous su
    > RadioVaticana:

    > - appello del Papa contro la sete nel mondo;
    > - appello della Fao contro la fame nel mondo;
    > - cordoglio e omaggio del parroco di Gattinara ai
    > familiari dell'ostaggio italiano ucciso in
    > Nigeria;
    > - appello del Papa alla solidarietà verso il
    > Madagascar devastato dai
    > cicloni.

    > Ecco, se ne deduce che i cracker (usiamo questo
    > termine per non usarne altri più appropriati)
    > sono favorevoli ad affamare e assetare il mondo,
    > a che gli ostaggi vengano uccisi e a lasciare il
    > Madagascar ai suoi problemi. Davvero di che
    > essere orgogliosi questi pirati.

    Per quello a cui servivano quegli appessi potevano rimanere oscurati per sempre...
    krane
    22544
  • ma dici per davvero????
    la fame del mondo? la sete del mondo........ e le collane che porta il papa al collo??? e la banca del vaticano???? come mai il vaticano non impegna i suoi soldi per curare queste piaghe????????????
    per me il sito del vaticano potrebbe star giu' a vita .
    non+autenticato
  • - Scritto da: YEP
    > ma dici per davvero????
    > la fame del mondo? la sete del mondo........ e le
    > collane che porta il papa al collo??? e la banca
    > del vaticano???? come mai il vaticano non impegna
    > i suoi soldi per curare queste
    > piaghe????????????
    > per me il sito del vaticano potrebbe star giu' a
    > vita
    > .
    Demagogia pura... la chiesa non è solo banche e collane, è anche un esercito di missionari che hanno rinunciato a vivere nel loro paese solo per aiutare chi è meno fortunato, spesso muoiono prima di avere i capelli bianchi. In pochi al mondo possono guardare dalla stessa altezza.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Allibito
    > - Scritto da: YEP
    > > ma dici per davvero????
    > > la fame del mondo? la sete del mondo........ e
    > le
    > > collane che porta il papa al collo??? e la banca
    > > del vaticano???? come mai il vaticano non
    > impegna
    > > i suoi soldi per curare queste
    > > piaghe????????????
    > > per me il sito del vaticano potrebbe star giu' a
    > > vita
    > > .
    > Demagogia pura... la chiesa non è solo banche e
    > collane, è anche un esercito di missionari che
    > hanno rinunciato a vivere nel loro paese solo per
    > aiutare chi è meno fortunato, spesso muoiono
    > prima di avere i capelli bianchi. In pochi al
    > mondo possono guardare dalla stessa
    > altezza.

    la chiesa e' banche, collane, esercizi commerciali che non pagano l'ici quindi praticano concorrenza sleale, preti dagli "allegri" gusti sessuali, giornali che non legge nessuno ma che vengono finanziati con milionate di solid pubblici e si...anche un esercito di missionari...un esercito talmente grande da essere diventato praticamente un business...primo motivo per cui la chiesa e' la prima a volere sempre piu' poveri in giro per il mondo...onde evitare la chiusura dei "rubinetti" dei "benefattori" dal cuore di marzapane
    non+autenticato
  • Anonymous SIETE L'UNICA VOCE VERA DI UN POPOLO DI PECORE.

    IO ANDREI GIU' ANCHE CON CHI CI VENDE LA BENZINA A 2 EURO AL LITRO.
    cMQ TUTTI FALSI PERBENISTI , CHE PERO' NON SI RICORDANO CHE CI SONO STATE LOTTE PER LE COSE CHE ADESSO CI SEMBRANO SCONTATE
    non+autenticato
  • Infatti ci vogliono rinfrescare la memoria levandoci proprio quelle cose che diamo per scontate.
    non+autenticato
  • - Scritto da: YEP
    > Anonymous SIETE L'UNICA VOCE VERA DI UN POPOLO DI
    > PECORE.
    >
    > IO ANDREI GIU' ANCHE CON CHI CI VENDE LA BENZINA
    > A 2 EURO AL
    > LITRO.
    > cMQ TUTTI FALSI PERBENISTI , CHE PERO' NON SI
    > RICORDANO CHE CI SONO STATE LOTTE PER LE COSE CHE
    > ADESSO CI SEMBRANO
    > SCONTATE
    Lotte tipo tirar giù il sito del Vaticano? Io ne ricordo di diverse e dove tutti i cittadini erano favorevoli, qui si giudica senza processo e si vorrebbe avere voce per tutti, ma la maggioranza non è con loro.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Allibito
    > ma la maggioranza
    > non è con
    > loro.

    lei che "maggioranza" rappresenta per dire questo?
    non+autenticato
  • Bah, diciamo che imho buttare giù il sito del vaticano non mi sfiora proprio. Non mi sfiora perchè non mi interessa se sta su o se sta giù. Per me è un sito innoquo. Se poi sarei stato contro avrei trovato una motivazione migliore piuttosto che quella delle antenne! Perchè sai, se ne è parlato tanto, anche fra loro, colpire il vaticano era il loro pallino già da tempo, perchè non c'erano mai riusciti, e all'ultimo minuto: mah, mettiamoci di mezzo il fatto che trasmettono ancora in am! Per il resto compiono azioni di protesta, del resto nessuno sa chi c'è dietro, potrebbe essere chiunque con le sue idee! Per quanto riguarda i no-tav sbagliano! E' accettabile che si schieri da parte del cittadino onesto, ma non è accettabile che inciti alla violenza!
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 12 discussioni)