Alfonso Maruccia

Ubuntu 12.04, beta più discreta

Il gran capo di Canonical spiega le novità della prossima versione della distro Linux. Sarà Unity a tutto spiano con HUD e nuovi controlli per la privacy

Roma - Mark Shuttleworth ha presentato la prima beta ufficiale di Ubuntu 12.04, la prossima major release della distro Linux in crisi di popolarità dopo l'adozione dell'interfaccia Unity e le tante novità introdotte nel corso dei mesi passati. E Unity sarò al centro della scena anche sul Pangolino Preciso, con nuove modalità di utilizzo della UI e maggiori controlli sulla privacy.

La shell "iconosa" di Precise Pangolin - nome in codice di Ubuntu 12.04 - si arricchirà innanzitutto di un "HUD", un nuovo sistema di accesso ai menù dell'interfaccia basato su tastiera dove l'utente potrà raggiungere la opzione/funzionalità/comando desiderato semplicemente scrivendone il nome dopo aver premuto il tasto Alt.

Shuttleworth glorifica l'HUD di Unity come una vera innovazione nel campo delle interfacce grafiche e una "chicca" che i cattivoni del software proprietario (Windows e Mac OS X) non possono che desiderare di rincorrere. "Il (totalmente opzionale) HUD è il nostro primo passo verso un tipo completamente nuovo di UI per app complesse - si autoincensa il gran capo di Canonical - Stiamo decostruendo la UI tradizionale".

Un'altra importante novità di Ubuntu 12.04 sarà la presenza di nuovi controllo sulla privacy per il software di event logging Zeitgeist. Il logger, pensato per girare in background e raccogliere statistiche sulle modalità di utilizzo di Unity, permetterà ora all'utente di conoscere e specificare con facilità quale tipo di attività viene tracciato e memorizzato a fini statistici, in modo tale da circoscrivere anche i "suggerimenti" per l'utente stesso.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
  • TecnologiaUbuntu, anniversario e novitàA sette anni dalla prima release si parla della prossima versione LTS. Che punterà ad essere il più possibile perfetta sotto ogni punto di vista. A cominciare dal nome
  • BusinessUbuntu, crollo di popolaritàLa distro Linux più chiacchierata deve fronteggiare un grande calo. Ubuntu non tira più, al contrario di Mint, distro derivata dall'OS di Canonical ma con Gnome al posto di Unity
52 Commenti alla Notizia Ubuntu 12.04, beta più discreta
Ordina
  • Personlmente appena utilizzai unity rimasi scioccato,non ero abituato a quella interfaccai era poco utile....pensavo
    Solo poco dopo l'ho riscoperta,è molto comodo poter far cercare al pc anzicche cercare io fra le barre.....Se poi ora introdurranno Hub che ad ogni mia ricerca memorizza e poi nelle mie ricerche future mi mette per prima quello che ho cercato in passato....penso che diventerà fico.....


    Penso che con questo unity sfonderà ,le persone oggi sono abituare a google digitano e trovano...e unity non è altro che una copia di quello che fa google
    non+autenticato
  • per fortuna linux e' aperto e ognuno puo' inventare cio' che vuole. Se Ubuntu spinge su Unity e Unity generalmente non piace,si troveranno facilmente soluzioni efficaci per rimuoverlo e installare cio' che si vuole. I soldi di questo o di quell'altro tipetto non servono a un cazzo in un sistema operativo free. E se a lungo andare le scelte fatte dalla canonical continuassero a non piacere,essa sparira' nell'oblio come hanno fatto altre distro nel passato e cedera' il passo ad un altra distro che sia + aderente ai bisogni e alle necessita' della community. free is (r)evolutionary.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 13 marzo 2012 00.42
    -----------------------------------------------------------
  • - Scritto da: marietto2008
    > Unity generalmente non piace,

    Unity non è stata accolta benissimo (per ovvie ragioni, era tutto meno che perfetta) ma oggi la quasi totalità della comunità sta tornando sui suoi passi, basta vedere le statistiche di wikimedia degli ultimi 4/5 mesi, ubuntu è tornata sui suoi "classici" livelli, piuttosto sembrano essere fedora e opensuse ad essere calate sensibilmente in questo periodo!
  • Lo uso al lavoro dalla 10.04 (prima versione). Diciamo che non è una rivoluzione (ma non è che ne abbia viste altrove...). Problemi non ne ho riscontrati. Se vogliamo l'unica seccatura è che talvolta andando a premere l'icona di chiusa (la X) a volte ti esce unity e premi l'equivalente dello start di windows.
    non+autenticato
  • - Scritto da: caneblu
    > Lo uso al lavoro dalla 10.04 (prima versione).
    > Diciamo che non è una rivoluzione (ma non è che
    > ne abbia viste altrove...). Problemi non ne ho
    > riscontrati. Se vogliamo l'unica seccatura è che
    > talvolta andando a premere l'icona di chiusa (la
    > X) a volte ti esce unity e premi l'equivalente
    > dello start di
    > windows.

    Quella che hai citato è la prima e fondamentale scocciatura.
    La seconda è che non è possibile fare drag&drop tra applicazioni nella barra laterale... se a te funziona allora le due diverse installazioni in cui a me non va si vede che saranno aliene...
  • Cosa intendi per drag & drop?
    cose tipo ho un'immagine in gimp, la trascino su inkscape e lui la importa? Se si purtroppo siamo in alto mare!
  • Esattamente, o anche un file da nautilus, lo trascino in thunderbird per allegarlo ad un messaggio... e niente.
  • - Scritto da: ephestione
    > Esattamente, o anche un file da nautilus, lo
    > trascino in thunderbird per allegarlo ad un
    > messaggio... e
    > niente.

    manca anche la clipboard, esitono i vari glipper e famiglia, ma sono limitati in alcuni punti.
    Copio un immagine, chiudo il primo programma, apro il secondo e vorrei incollarla.
  • Uso saltuariamente Ubuntu e per cose semplici. Unity è brutta, sicuramente. Il copia e incolla tra applicazioni non l'ho mai provato e non so se si possa ma si faceva con Mac nel 1990. Sarà anche gratuito, ma i limiti ci sono. Sempre con il massimo rispetto, sempre meglio di Microsoft.
    non+autenticato
  • Vabè, diciamo che all'inizio era un pò instabile, adesso è uilizzabile e leggera, però Unity sulla 11.04 dava non pochi problemi (a me). Adesso invece mi trovo benissimo ad usarla, ho tutte le funzioni sotto controllo.
  • Esperienza opposta la mia... ho accolto bene Unity e per ora la miglior versione era appunto quella della 11.04, ossia unity + gnome2. Nella 11.10 la poca "configurabilità" di unity si e' sommata alla "configurabilità" zero di gnome3 e per me e' diventata inutilizzabile.
  • Basta che installi gnome-tweak toolA bocca aperta
  • Bha, forse per cambiare font, e gia' fa pensare che per cambiare font bisogna usare "advanced settings"... uuhhh
  • Beh io stavo parlando di Precise!
    Effettivamente Oneric è troppo sperimentale (oltre a gnome3 è stato introdotto il nuovo ramo di Compiz che ha dato non pochi problemi!)
  • con un'idea ben precisa di dove si voglia andare, e non un'accozzaglia di software preso qua e là e sbattuto dentro alla bell'e meglio. Può non piacere la direzione presa, ma questa è la differenza tra Ubuntu e la stragrande maggioranza delle distro là fuori.
    Shiba
    3876
  • - Scritto da: Shiba
    > con un'idea ben precisa di dove si voglia andare,
    > e non un'accozzaglia di software preso qua e là e
    > sbattuto dentro alla bell'e meglio.

    A parte che di accozzaglie come ne definisci tu non ne vedo moltissime in giro, Ubuntu non la vedo cosi' lineare e definita come la definisci. Inoltre sottolineo che in Canonical hanno il brutto vizio di prendere molto e non restituire pressocche' nulla (i pacchetti Ubuntu sono pesantemente modificati e patchati, ma molto poco viene inviato upstream nei progetti originali da parte degli sviluppatori Ubuntu).

    > Può non
    > piacere la direzione presa, ma questa è la
    > differenza tra Ubuntu e la stragrande maggioranza
    > delle distro là
    > fuori.

    Non credo.
    Tra le prime 10 entry di distrowatch, solo due le posso definire come "accozzaglia malassortita di pacchetti" (ovvero PCLinuxOS e Puppy), mentre le altre hanno tutte una propria filosofia con scelte e direzioni ben definite.
    Certo di queste 10, soltanto tre/quattro le consiglierei ad un utente medio (specie se arriva da Windows), mentre due le considererei unicamente in ambito server.
    Personalmente di Ubuntu detesto molti aspetti e, piu' di tutto non mi piace l'atteggiamento di Shuttleworth e di Canonical, ma se devo consigliare una distro ad un neofita, se non e' Ubuntu e' Mint.
    non+autenticato
  • > A parte che di accozzaglie come ne definisci tu
    > non ne vedo moltissime in giro, Ubuntu non la
    > vedo cosi' lineare e definita come la definisci.
    > Inoltre sottolineo che in Canonical hanno il
    > brutto vizio di prendere molto e non restituire
    > pressocche' nulla (i pacchetti Ubuntu sono
    > pesantemente modificati e patchati, ma molto poco
    > viene inviato upstream nei progetti originali da
    > parte degli sviluppatori
    > Ubuntu).

    Oggi non è proprio così!: Sono stati creati un portale (http://patches.ubuntu.com/) dove sono disponibili tutti i diff per debian e un progetto (DEX) per la gestione della collaborazione con Debian e che ha come leader Zacchiroli e Zimmerman (progetto finanziato in buona parte anche da Canonical).

    In passato sono stati fatti molti errori e lo ammette Canonical stessa (Zimmerman scrisse un post lunghissimo tempo fa in merito). Oggi però le cose sono IMHO molto cambiate!

    > Non credo.
    > Tra le prime 10 entry di distrowatch, solo due le
    > posso definire come "accozzaglia malassortita di
    > pacchetti"
    Hai ragione, però attualmente le distro linux sono "qualche centinaio" (e sono buono). Di queste molte sono mxxxa, derivate da CentOS/debian/Ubuntu che fanno casini ogni 3x2.
    Oltre a queste ci sono i progetti folli dove la selezione dei software presenti è fatta con una tombolata (chi ha detto sabayon? magari mi sbaglio, è un paio id anni che non la testo di persona e mi limito a leggere i pessimi commenti che si trovano sul web).

    Il problema non è "quando dà canonical" ma quanto danno questi progetti....

    Hai presente quante sono le distro "firewall" oggi? quante di queste patchano e portano upstream il proprio lavoro? quasi nessuna.
    Su Ipcop lavorano 10 persone, 20 sono su smoothwall, 6/7 su Endian ecc. Unissero le forze avremmo delle UTM 100% open molto più complete, stabili e performanti delle varie soluzioni "closed".

    In ambito desktop se ci fosse una maggiore "razionalizzazione" delle risorse (della serie mandiamo a zappare la terra i creatori di prodotti come "ubuntu satanic edition"
  • - Scritto da: barra78
    > In ambito desktop se ci fosse una maggiore
    > "razionalizzazione" delle risorse (della serie
    > mandiamo a zappare la terra i creatori di
    > prodotti come "ubuntu satanic
    > edition"

    Ah ah! Perché a zappare?
    Alle releases danno titoli carini "Ubuntu Satanic Edition 666.9 (Microsoft Massacre) UnDead CD", non esattamente "Precise Pangolin" ma siamo li dai... Rotola dal ridere

    Per il resto mi pare più una distro metallara che "satanica".
    " What is Ubuntu Satanic Edition?
    Ubuntu SE is a Linux distribution based on Ubuntu. It brings together the best free software and free metal music on one CD.
    "
    http://ubuntusatanic.org/news/about/

    (Ahhh... che bello quando giravo in bluejeans e maglietta dei Metallica ...e avevo 17 anni in meno In lacrime)
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 12 marzo 2012 23.49
    -----------------------------------------------------------
    Ubunto
    1350
  • Perché zappando la terra potrebbero poi coltivare qualcosa, rendendosi certamente più utili....

    Scherzi a parte esistono centinaia di distro tutte uguali, spesso verticalizzate in settori particolari (VoIP, firewall/UTM ecc).
    Buona parte di queste fanno schifo per la scarsità di risorse a disposizione (vedi ipcop o trixbox. La prima ha davvero poca roba ed è un firewall assolutamente insufficiente. Trixbox invece basta guardarla storta per mandarla in kernel panic!
    Che senso ha avere così tante distro diverse se poi il 90% di queste fa così schifo che anche chi la sviluppa cerca di "toccarla il meno possibile" (consiglio da uno degli sviluppatori di trixbox: MAI AGGIORNARE, non si sa cosa possa succedere! ma dico un server VoIP, magari pubblicato verso il web per collegare smartphone o sedi distaccate non va aggiornato??)
  • Per curiosita`, mi potresti segnalare una distro linux con funzionalita` di firewall?
    In passato avevo visto usare IPCOP in una societa', ma mi sembrava che ci fossero delle limitazioni sulla possibilita` di configurare il traffic shaping.


    Grazie.

    --
    Luca
    non+autenticato
  • Endian è una buona soluzione.
    Sviluppata in italia e ha una discreta comunità (http://www.efwsupport.com).

    Lo sviluppo procede abbastanza rapido e regolare (è uscita da qualche mese la 2.5.1) e nel caso offre anche soluzioni hardware nel caso servano soluzioni un minimo più "presentabili" (non sono particolarmente economiche ma il mini basato su ARM con slot microsd per lo storage dei dati mi attizza molto!).

    E' FANTASTICO il live log, grazie al quale si hanno in tempo reale una valanga di info sullo stato della rete, decisamente più evoluto degli strumenti offerti da Ipcop!

    Anche la VPN integrata è semplice e rapida da implementare (con openvpn, mai usato su questi robi ipsec)!
  • Personalmente, se volessi fare un firewall non opterei mai per Linux.

    Meglio OpenBSD, con il suo fantastico pf, o pfSense (basata su FreeBSD, ma avente pf come firewall di default). Sorride
    Darwin
    5126
  • > (Ahhh... che bello quando giravo in bluejeans e
    > maglietta dei Metallica ...e avevo 17 anni in
    > meno
    > In lacrime)

    Perchè adesso non puoi? Mi fai tristezza.
    Se uno è metallaro è metallareo per sempre altrimenti è solo un poser.
    non+autenticato
  • - Scritto da: bollito
    > > (Ahhh... che bello quando giravo in
    > bluejeans
    > e
    > > maglietta dei Metallica ...e avevo 17 anni in
    > > meno
    > > In lacrime)
    >
    > Perchè adesso non puoi?

    Organizzare concerti per gruppi locali (e non) in un semi-interrato, sede di partito oltretutto? No, un tizio, pogando, si era spaccato la testa ed era finito in coma. Inoltre era ubriaco e fatto. Quindi ci fecero chiudere per motivi di ordine pubblico (senza contare le proteste di chi abitava in zona).

    Fare le 5 passando da un pub, ad una birreria, ad un chiosco bevendo e (ehm..) fumando in compagnia, nonché facendo a gara a chi rutta più forte e a lungo? Raramente: la gente superati i 30 anni (ma anche prima) cresce, si stabilizza, lavora, tira su famiglia ed è normale che abbandoni certe abitudini (io incluso).

    Oppure la volta che ci eravamo "infiltrati" al convegno di Rimini di CL, causa professoressa di latino ciellina e fanatica che ci aveva "arruolato" (vedemmo in seguito il miracolo della levitazione dei nostri voti) per l'occasione?

    Mi fai tristezza.
    > Se uno è metallaro è metallareo per sempre
    > altrimenti è solo un
    > poser.

    Mah... mica ascolto Laura Pausini adesso eh? La nostalgia è per un periodo trascorso della mia vita, non per il Metal. Sorride
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 13 marzo 2012 12.55
    -----------------------------------------------------------
    Ubunto
    1350
  • E' giovane, non può capire....
    La nostalgia non è verso un certo tipo di musica ma verso uno stile di vita che necessariamente cambia con il cambiare degli impegni: con un figlio piccolo difficilmente metti i nine inch nails o i QOSTA a palla in casa fregandotene dei vicini....

    Scoprire però che un paio di canzoni di Tiziano Ferro quasi ti piacciono fa un po' male...
  • Capisco preferenze personali, partigianerie più o meno giustificate, ma questo paragrafo, scritto così:

    Shuttleworth glorifica l'HUD di Unity come una vera innovazione nel campo delle interfacce grafiche e una "chicca" che i cattivoni del software proprietario (Windows e Mac OS X) non possono che desiderare di rincorrere. "Il (totalmente opzionale) HUD è il nostro primo passo verso un tipo completamente nuovo di UI per app complesse - si autoincensa il gran capo di Canonical - Stiamo decostruendo la UI tradizionale".

    è una belpietrata di proporzioni epiche. Le trollate meglio che restino nei forum e basta.

    Just my 2 cents.
    non+autenticato
  • - Scritto da: centocinqua nta
    > Capisco preferenze personali, partigianerie più o
    > meno giustificate, ma questo paragrafo, scritto
    > così:
    >
    > Shuttleworth glorifica l'HUD di Unity come una
    > vera innovazione nel campo delle interfacce
    > grafiche e una "chicca" che i cattivoni del
    > software proprietario (Windows e Mac OS X) non
    > possono che desiderare di rincorrere. "Il
    > (totalmente opzionale) HUD è il nostro primo
    > passo verso un tipo completamente nuovo di UI per
    > app complesse - si autoincensa il gran capo di
    > Canonical - Stiamo decostruendo la UI
    > tradizionale".

    >
    > è una belpietrata di proporzioni epiche. Le
    > trollate meglio che restino nei forum e
    > basta.
    >
    > Just my 2 cents.

    Clicca per vedere le dimensioni originali

    ... Cioé, volevo dire ... Quoto!
    jaro
    321
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 7 discussioni)