Alfonso Maruccia

Stampa 3D, dalla cattedrale al cuore

Nuovo record per i processi di stampa 3D, che raggiungono il molto piccolo e si candidano a salvare vite, grazie all'impiego di resine biocompatibili con il corpo umano

Roma - La stampa in 3D si evolve rapidamente e macina record su record: l'ultimo, in ordine di tempo, arriva dall'Università della Tecnologia di Vienna, dove i ricercatori sono riusciti a "stampare" sculture tridimensionali su uno spazio non più grande di un granello di sabbia.



Le strutture tridimensionali stampate in quel di Vienna comprendono oggetti "mondani" e architettonici come un'auto da corsa o la cattedrale di Santo Stefano, e il traguardo della stampa miniaturizzata è stato raggiunto grazie all'impiego di un processo laser noto come two-photon lithography.
Tramite l'impiego di specchi mobili, i ricercatori sono riusciti a dirigere e focalizzare un laser sulla resina usata per il processo di stampa. Quando il laser viene in contatto con i monomeri che fanno parte della resina, essa si solidifica.

Anche se la tecnica two-photon lithography era già nota, i ricercatori viennesi sono riusciti a incrementare di parecchio la velocità di esecuzione del processo di microfabbricazione: dalle precedenti velocità misurabili in millimetri per secondo, il nuovo processo è in grado di "stampare" su resina per cinque metri al secondo.

Tra i tanti possibili scenari applicativi della tecnologia, i suoi ideatori preconizzano lo sviluppo di resine biocompatibili su cui stampare microstrutture adattabili ai tessuti biologici. Obiettivo finale: ricreare gli organi umani con la stampa 3D.

Alfonso Maruccia
2 Commenti alla Notizia Stampa 3D, dalla cattedrale al cuore
Ordina
  • - Scritto da: P3D
    > Makers, gli artigiani che progettano il futuro
    > http://www.repubblica.it/tecnologia/2012/03/08/new

    Articolo ottimista che non considera bene le differenze con l'Italia (per esempio parla di droni con videocamera, che è una banalità, ma se lo fai in Italia dovresti difenderti in tribunale per anni per fornitura di materiale illegale visto che lo userebbero molti guardoni) poi non è chiaro il tipo che usa le lattine delle mentine riciclate che vantaggio abbia visto che in pratica le usa solo come scatoletta esterna da rilavorare, quando se le fai produrre già adatte, forse ti costa meno e soprattutto poi come ha messo su il sistema di raccolta dell'usato?
    In compenso ha ragione nel dire che in Italia le cose arrivano più lentamente (a parte le stupidate) ma gurdando il sito del tipo che porduce e vende le stampanti 3d "economiche", se l'apparecchio costa circa 2000 dollari (ma anche meno), i rotoli di plastica di un colore da usare costano 55 dollari al kg, e per fare roba colorata ne devi comprare svariati e quindi non è proprio alla portata del "fai da te".
    Come già detto in altra occasione ci vorrebbe un acquisto collettivo oppure qualche nuovo tipo di "copisteria", per diffondere l'uso di questa tecnologia.

    Tornando alla notizia, non è scritto se il nuovo sistema sia costossissimo o meno e quanto alla "stampa di organi" credo che si arriverà molto prima tramite la "ricellulizzazione" ad ottenere organi complessi personalizzati, mentre per ricambi inorganici potrà essere certamente un grande passo
    non+autenticato