Mauro Vecchio

BBC, aperta la caccia a iTunes

Confermato il lancio del Project Barcelona, che permetterà a tutti gli utenti britannici di scaricare i vecchi show televisivi ad una cifra relativamente modesta. Non è però chiaro se l'iniziativa verrà esportata

Roma - Dalle indiscrezioni all'ufficialità. Alla Royal Television Society di Londra, il direttore generale della BBC Mark Thompson ha confermato il lancio della piattaforma Project Barcelona, che permetterà a tutti gli utenti britannici di scaricare i vecchi show televisivi dello storico broadcaster.

Gli spettatori d'Albione pagheranno una "cifra relativamente modesta" per ottenere in formato download-to-own i singoli spettacoli tramsessi dalla BBC. L'iniziativa - almeno nelle parole di Thompson - è come un equivalente digitale dell'acquisto di un DVD per una collezione permanente di show televisivi come Doctor Who.

Non è ancora chiaro se il Project Barcelona avrà una distribuzione globale o se sarà limitato al solo Regno Unito. Il director general della BBC ha sottolineato come parte dei ricavi - si dice 13 milioni di sterline nei prossimi 5 anni - andrà destinata al finanziamento della produzione audiovisiva indipendente in terra britannica. (M.V.)
Notizie collegate
  • TecnologiaGoogle TV attraversa l'AtlanticoBigG pare pronta a lanciare entro sei mesi la sua piattaforma televisiva in terra britannica. Con una buona dose di coraggio, dopo le scarse vendite in patria
  • BusinessBBC lancia iPlayer oltre la ManicaIl player digitale del broadcaster britannico debutta su iPad in undici paesi europei. Contenuti gratuiti, ma la maggior parte a pagamento. Si punta su un'offerta di contenuti ampia e personalizzata. Al momento, però, senza sottotitoli
11 Commenti alla Notizia BBC, aperta la caccia a iTunes
Ordina
  • Ogni iniziativa che prevede il download legale a poco o niente è sempre ben accetta.
    In ogni caso, sono del parere da moltissimi anni, nel 2009 pubblicai un paper su questo, che se l'industria culturale non trova una formula vincente si faranno soffocare dal consumo spontaneo.
    C'è davvero chi crede di distruggere il p2p con leggi e repressione?

    il punto ideale di una distribuzione legale potrebbe essere, senza pensare che sia un volo pindarico senza speranza, un abbonamento a un database on demand quasi infinito, o persino darlo gratis. Si deve ragionare sui ritorni pubblicitari, Internet sta prendendo il posto delle tv generaliste e per questo si dovrebbero pensare a modelli di distribuzione gratuita con il pagamento dell'esposizione pubblicitaria.
    Se si ragiona in termini specifici dell'audiovisivo si dovrebbe già tenere conto che i prodotti, ma anche un'incredibile molteplicità d'informazioni e spinte alla ricerca informativa e anche commerciale, sono presenti in ogni video. Coinvolgiamo questa produzione di valore in un ritorno economico quantificabile e dividiamo i ricavi. in un modo o in un altro, si può alimentare ogni singolo ingranaggio di quest'industria a patto solo di pretendere di non massimizzare i ricavi solo in cima alla piramide economica ma di distribuirli più o meno equamente tra tutti.
    Comprendere il consumo e le sue motivazioni è l'unica possibilità, altrimenti, ogni cosa diviene scontro tra proibizionisti e non. La lotta alla droga con questi metodi si è visto che risultati ha ottenuto... un ritorno in questi ultimi anni dell'eroina come droga giovanile.
    non+autenticato
  • Ottima idea, che probabilmente sarà realizzata anche dalla RAI tra un paio di lustri.
  • Va bene essere esterofili ma qui rasentiamo il ridicolo.
    Cercati rai.tv e vedi se non trovi vecchi spettacoli RAI.
    non+autenticato
  • - Scritto da: marco
    > Va bene essere esterofili ma qui rasentiamo il
    > ridicolo.
    > Cercati rai.tv e vedi se non trovi vecchi
    > spettacoli
    > RAI.

    Lasciamo perdere, non posso parlare.... magari se non usassero quello che schifo di Silverlight che oramai usano solo loro al mondo....
  • - Scritto da: FinalCut
    > - Scritto da: marco
    > > Va bene essere esterofili ma qui rasentiamo
    > il
    > > ridicolo.
    > > Cercati rai.tv e vedi se non trovi vecchi
    > > spettacoli
    > > RAI.
    >
    > Lasciamo perdere, non posso parlare.... magari se
    > non usassero quello che schifo di Silverlight che
    > oramai usano solo loro al
    > mondo....
    Se non puoi parlare perché sei intervenuto?
    Secondo: se non ti piace silverlight cosa vorresti usare? Forse Iplay? Che è quello che usa la BBC. Blindato per blindato cosa cambia?
    non+autenticato
  • - Scritto da: marco
    > - Scritto da: FinalCut
    > > - Scritto da: marco
    > > > Va bene essere esterofili ma qui rasentiamo
    > > il
    > > > ridicolo.
    > > > Cercati rai.tv e vedi se non trovi vecchi
    > > > spettacoli
    > > > RAI.
    > >
    > > Lasciamo perdere, non posso parlare.... magari
    > se
    > > non usassero quello che schifo di Silverlight
    > che
    > > oramai usano solo loro al
    > > mondo....
    > Se non puoi parlare perché sei intervenuto?

    Perché conosco entrambe le società e come ragionano...

    > Secondo: se non ti piace silverlight cosa
    > vorresti usare?

    Non voglio mondezza M$ sul mio Mac, ok?

    > Forse Iplay? Che è quello che usa
    > la BBC. Blindato per blindato cosa
    > cambia?

    No, se deve essere "un equivalente digitale dell'acquisto di un DVD" voglio un h264 senza DRM, altrimenti si attaccano e tirano forte...

    Fan AppleFan Linux
  • > No, se deve essere "un equivalente digitale
    > dell'acquisto di un DVD" voglio un h264 senza
    > DRM, altrimenti si attaccano e tirano
    > forte...

    Mentre vuoi imporre il drm agli altri:
    http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3080072&m=308...

    due pesi e due misure, come al solito.
    non+autenticato
  • - Scritto da: uno qualsiasi
    > > No, se deve essere "un equivalente digitale
    > > dell'acquisto di un DVD" voglio un h264 senza
    > > DRM, altrimenti si attaccano e tirano
    > > forte...
    >
    > Mentre vuoi imporre il drm agli altri:
    > http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3080072&m=308
    >
    > due pesi e due misure, come al solito.


    Anche un DRM come quello di Mac App Store mi starebbe bene. Se i film fossero "firmati" dal DRM con il mio nome e potessi vederle ovunque io voglia per me non c'è problema.

    Non sopporto quello di iTunes sui movie perché è troppo aggressivo. Proibirti di vedere un film su una vecchia TV o poterlo portare a casa di amici per una sera in allegria non è una cosa accettabile.

    Fan AppleFan Linux
  • - Scritto da: marco
    > Va bene essere esterofili ma qui rasentiamo il
    > ridicolo.
    > Cercati rai.tv e vedi se non trovi vecchi
    > spettacoli
    > RAI.

    Scusam ma la soluzione rai non è interpolabile. Silverlight che usano con ostentazione, non solo gira bene solo su windows, ma su linux manco puoi usare il loro sitoTriste
    Poi sinceramente, oltre a vedere il culo su Gabriella passion, ho poco interesse nei programmi fatti dalla rai.
    Sgabbio
    26178
  • - Scritto da: Sgabbio
    > - Scritto da: marco
    > > Va bene essere esterofili ma qui rasentiamo il
    > > ridicolo.
    > > Cercati rai.tv e vedi se non trovi vecchi
    > > spettacoli
    > > RAI.
    >
    > Scusam ma la soluzione rai non è interpolabile.
    > Silverlight che usano con ostentazione, non solo
    > gira bene solo su windows, ma su linux manco puoi
    > usare il loro sito
    >Triste
    > Poi sinceramente, oltre a vedere il culo su
    > Gabriella passion, ho poco interesse nei
    > programmi fatti dalla
    > rai.
    io ho risposto a uno xenofilo che contesta che la rai farà fra un paio di lustri ciò che la BBC fa adesso e tu mi dici che anche se c'è tu non lo puoi vedere. Preferisco la posizione di Finalcut qui sopra che SCEGLIE di non installare monnezza, alla tua che dici non essere possibile vedere su una sistema operativo che, purtroppo, e installato su una minoranza di sistemi. Fai aumentare la base linux installata e avrai anche lo streaming su linux.
    P.S. se l'unica cosa che ti interessa in TV è un culo vai di playboy e ne hai libera scelta però preferirei averne l'originale; non sono attirato dall'onanismo televisivo.
    non+autenticato
  • - Scritto da: marco
    > Va bene essere esterofili ma qui rasentiamo il
    > ridicolo.
    > Cercati rai.tv e vedi se non trovi vecchi
    > spettacoli
    > RAI.

    Capisci la differenza tra SCARICARE e STREAMING? Lo hai letto l'articolo? Certo che li trovo i vecchi spettacoli, dai tempi di Teche, ma non me li posso scaricare. Almeno, non che io sappia.