Claudio Tamburrino

Apple parla di soldi

Conferenza stampa per spiegare cosa fare con i 100 miliardi di contanti in banca. Dividendi per gli azionisti, investimenti o acquisizioni?

Roma - Apple si fa i conti in tasca e decide di parlare delle possibilità (e delle intenzioni) di investimento del suo contante: 100 miliardi di dollari, di cui 34 miliardi detenuti negli Stati Uniti e il resto da sussidiarie estere. Il tutto senza contare i nuovi contanti generati da operazioni aziendali varie.

Gli osservatori si aspettano la redistribuzione dei dividendi agli azionisti, una cosa che Apple aveva fatto l'ultima volta nel 1995 e che le permetterebbe di attirare nuovi tipi di investitori. Con dividendi pari a 14,64 dollari ad azione Cupertino potrebbe limitarsi ad attingere ai fondi a stelle e strisce senza intaccare i soldi detenuti all'estero, azione che avrebbe costi non trascurabili legati al movimento internazionale di capitale.

La conference call imminente del CEO di Apple Tim Cook e del CFO Peter Oppenheimer è l'occasione per parlare di questa scelta: le alternative sono un grande acquisto (magari una startup) o la costruzione di nuove infrastrutture. Apple potrebbe anche decidere di tenersi i soldi per qualunque obiettivo futuro, come assicurarsi l'esclusiva per la fornitura di alcuni componenti dei suoi device. (C.T.)
Notizie collegate
  • AttualitàAntennagate, custodia o rimborso?Il caso Ŕ chiuso: 15 dollari o una custodia agli utenti Apple che riferivano di aver avuto problemi di ricezione. O meglio, a quelli che erano ricorsi alle vie legali
  • TecnologiaApple compra 200 brevetti da FreescaleNon chiare le motivazioni nÚ l'esatta natura dell'affare. Probabile, tuttavia, che Cupertino stia cercando di rimpinguare il suo portafoglio brevettuale per difendersi da eventuali offensive legali