Alfonso Maruccia

Linux 3.3, l'abbraccio con Android

Il nuovo kernel del Pinguino integra l'OS sviluppato da Google. Linux 3.3 mette fine a una diatriba durata un paio d'anni e porta in dote molte novità su più fronti

Linux 3.3, l'abbraccio con AndroidRoma - Dopo un breve ritardo dovuto a complicazioni dell'ultima ora, Linus Torvalds ha finalmente distribuito la release 3.3 di Linux. Il nuovo kernel del Pinguino contiene numerosi bugfix e aggiornamenti, e tra le novità principali spicca per rilevanza l'integrazione nella mainline Linux di tutti i moduli presenti all'interno del kernel di Android.

La notizia è già stata salutata come un accorpamento dovuto a una community che lotta continuamente con la frammentarietà degli ambienti di sviluppo: "Per un lungo periodo di tempo - spiegano le release note del nuovo kernel - il codice proveniente dal progetto Android non è stato assimilato nei repository Linux a causa del disaccordo tra gli sviluppatori di entrambi i progetti".

Ma ora, dopo svariati anni di dibattito e contrasti, le differenze sono in via di risoluzione e i vari sottosistemi di Android sono in fase di migrazione completa verso il kernel Linux ufficiale. Ciò "renderà le cose più facili a tutti", dalla community di modder Android a quelle legate alle distro Linux desiderose di fornire il supporto ai dispositivi Android.
Fusione con Android a parte, Linux 3.3 contiene numerosi miglioramenti in numerosi sottosistemi, inclusi file system e storage (supporto più robusto alle configurazioni RAID), networking, grafica (driver kernel per schede NVIDIA e AMD), infrastruttura energetica (ACPI 5.0) e via elencando.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
  • TecnologiaI numeri di Linux 3.1Disponibile per il download il nuovo kernel del Pinguino. Con supporto per il protocollo NFC, controller Wiimote e GPU Nvidia di ultima generazione
179 Commenti alla Notizia Linux 3.3, l'abbraccio con Android
Ordina
  • il kernel Linux vanilla di Torvalds & c?
    sempre più una porcheria sempre meno libero e sempre più in mano alle multinazionali

    android nel kernel Linux?
    un software NON libero (usato per spiare le persone e vendere loro un mare di ca##ate) in un kernel che peggiora a ogni release


    una speranza (che è quasi una realtà):

    GNU Hurd
    https://www.gnu.org/software/hurd/

    Debian -- Debian GNU/Hurd
    http://www.debian.org/ports/hurd/
    non+autenticato
  • hurd una realtà? ma se Stallman è il primo a dire che è un progetto nato morto e che non arriverà mai da nessuna parte http://www.osnews.com/story/25724/Interview_Richar...

    "The Hurd needs lots of work to be competitive in practice with Linux, but I don't keep track of the details."

    "the Hurd would need to be not just equal to Linux, but far superior. That does not seem to be a likely prospect."

    siamo seri, è più probabile che minix e haiku possano impensierire linux che hurdA bocca aperta
    non+autenticato
  • a me non sembra che col vostro linux o charliebrown abbiate inventato chissache' cari megaprogrammatori del menga...rispettate gli altri e sarete rispettati e imparate l'educazione...

    comunque io che di programmatori ne conosco parecchi anche loro hanno le loro belle lacune in altri campi informatici..quindi nessuno sa tutto e i saputelli finiscono sempre per smerdarsi da soli...questione di tempo.
    non+autenticato
  • - Scritto da: alvaro
    > a me non sembra che col vostro linux o
    > charliebrown abbiate inventato chissache' cari
    > megaprogrammatori del menga...rispettate gli
    > altri e sarete rispettati e imparate
    > l'educazione...
    >
    > comunque io che di programmatori ne conosco
    > parecchi anche loro hanno le loro belle lacune in
    > altri campi informatici..quindi nessuno sa tutto
    > e i saputelli finiscono sempre per smerdarsi da
    > soli...questione di
    > tempo.

    Ok, interessante...ma in sostanza?
    non+autenticato
  • A me sembra che lui non sappia programmare ma vorrebbe, solo che non ha voluto/potuto/saputo.

    Ed ora gli da fastidio che chi lo sa fare metta in mostra tale abilità, perché lui non potendo fare altrettanto si sente infastidito.

    È il fenomeno sociale del criticone. Invece di dire le cose come stanno, ossia che ama la programmazione, ha sognato di diventare un programmatore ma per vari motivi non ha potuto, si ferma a criticare chi c'è riuscito.

    Un po' come quando la moglie accusa e critica il marito di essere un fannullone che perde tempo dietro alla partita invece che avere il coraggio di dire in modo diretto che ha bisogno delle sue attenzioni e si sente trascurata.
    iRoby
    9494
  • Ma che diavolo dite!! Ha ragione!
    Mica ci vogliono capacità per muoversi in ambiente *nix.
    Linux una rivoluzione...?? Come se fosse quasi dentro ogni telefono o tablet.
  • Ma certo, *nixo lo padroneggia anche la casalinga.

    E Linux non è neppure dentro quasi tutti i lettori dvd, smart-tv, smart-autoradio, router, access point, e apparecchio digitale intelligente in genere.
    iRoby
    9494
  • - Scritto da: alvaro
    > a me non sembra che col vostro linux o
    > charliebrown abbiate inventato chissache' cari
    > megaprogrammatori del menga...rispettate gli
    > altri e sarete rispettati e imparate
    > l'educazione...
    >
    > comunque io che di programmatori ne conosco
    > parecchi anche loro hanno le loro belle lacune in
    > altri campi informatici..quindi nessuno sa tutto
    > e i saputelli finiscono sempre per smerdarsi da
    > soli...questione di
    > tempo.


    certo che se te ne esci in questo modo chi usa linux non potrà fare a meno di compatirti, per fortuna che non usa linux pensa la gente, guarda come sta messo male...
    non+autenticato
  • - Scritto da: alvaro
    > a me non sembra che col vostro linux o
    > charliebrown abbiate inventato chissache' cari
    > megaprogrammatori del menga...rispettate gli
    > altri e sarete rispettati e imparate
    > l'educazione...

    >
    > comunque io che di programmatori ne conosco
    > parecchi anche loro hanno le loro belle lacune in
    > altri campi informatici..quindi nessuno sa tutto
    > e i saputelli finiscono sempre per smerdarsi da
    > soli...questione di
    > tempo.

    Essere saputelli, paranoici, schizofrenici, spavaldi e pure un po' stronzi è la forma mentis del programmatore/sistemista o informatico più in generale. Benvenuto al mondo. Ficoso


    Parola di Linaro!Occhiolino
    --
    This program is free software: you can redistribute it and/or modify it under the terms of the GNU General Public License as published by the Free Software Foundation, either version 3 of the License, or (at your option) any later version.
    http://www.gnu.org/licenses/gpl-3.0.txt
    non+autenticato
  • Mai sentito parlare di BoFH?Con la lingua fuori

    BOFH (acronimo del termine di lingua inglese Bastard Operator From Hell, letteralmente l'operatore bastardo venuto dall'inferno) è un personaggio di fantasia creato da Simon Travaglia; è un crudele amministratore di sistema (in gergo system operator o sysop) che sfoga la sua rabbia sui luser (neologismo nato dall'unione di user, utente, e loser, perdente; spesso reso in italiano come utonto), i suoi colleghi, i suoi capi e in generale chiunque gli si trovi davanti.

    Da wikipedia!
  • Questione di tempo?
    Tu, per smerdarti, ci hai messo il tempo del click sul pulsante "invia". Non credo che qualcun altro possa fare meglio.
    non+autenticato
  • no è questione di saputelli ma di passione per lo più....quì si parla di open source..non di bazecole quindi se vuoi screditare falo..ma non muovi un "h" ...in confronto al movimento non sei null'altro che un puntino.....con rispetto

    libcyborg
    non+autenticato
  • Pur seguendo sempre il forum, mi è capitato raramente di intervenire ed ogni volta mi sono preso la mia dose di insulti. Mi chiedo davvero se convenga, ai soloni del software di cui questo spazio gronda, dimostrare la loro indubbia capacità tecnica, sposandola con la loro infinita maleducazione. Per fortuna non tutti sono così, ma senza dubbio sono moltissimi. Mi rivolgo alla redazione: a che servono le raccomandazioni di evitare contenuti ingiuriosi o volgari, se non li fate rispettare? Magari censurerete me. Saluti.
  • Sì, ma non prendere le cose troppo seriamente, fatti due risate e rispondi punto per punto. Sorride
    Guarda me, sono l'ultimo dei Winari qui, pure Fiber è stato sconfitto, ma io resisto. E non mi arrenderò mai! Arrabbiato

    Hasta la Vista (a reg. TM by Microsoft Corporation), siempre! Fan Windows

    Parola di Winaro!Occhiolino
    non+autenticato
  • Ma è possibile che ogni discussione deve diventare motivo di insulto? Vi pagano? Per mia esperienza personale posso dire senza fare il fun, che lato client in un enterprise Linux è improponibile… servirebbe una mole di risorse spaventosa per stare dietro agli utenti. Dare Linux ad un utente medio vuol dire voler far esaurire l'Help Desk. Mac costa una sbarcata l'assistenza e per grosse aziende i costi in caso di rottura sono sfavorevoli. Lato Server invece Unix/Linux è molto diffuso nelle aziende. Per quanto riguarda i device mobili Android è per utenti un po' più smart, ho visto Amministratori Delegati e Dirigenti avere problemi con Nokia,BB, etc… Iphone per loro è molto più indicato. Saranno geni della finanza ma non mettetegli in mano gadget "complessi" Quindi è inutile starsi a scannare da fun di uno o dell'altro prodotto. Ci sono prodotti diversi per tutte le esigenze… state sereni. Io ad esempio ho un pc Apple un telefono Android e una consolle Microsoft… e non mi paga nessuna delle 3 per sparlare delle altre
  • - Scritto da: Beetlejuice
    > Ma è possibile che ogni discussione deve
    > diventare motivo di insulto? Vi pagano? Per mia
    > esperienza personale posso dire senza fare il
    > fun, che lato client in un enterprise Linux è
    > improponibile… servirebbe una mole di risorse
    > spaventosa per stare dietro agli utenti. Dare
    > Linux ad un utente medio vuol dire voler far
    > esaurire l'Help Desk.

    Ma che ci fara' mai l'utente medio un linux preinstallato da far impazzire l'help desk ???? Spiegamelo...

    > Mac costa una sbarcata
    > l'assistenza e per grosse aziende i costi in caso
    > di rottura sono sfavorevoli. Lato Server invece
    > Unix/Linux è molto diffuso nelle aziende. Per
    > quanto riguarda i device mobili Android è per
    > utenti un po' più smart, ho visto Amministratori
    > Delegati e Dirigenti avere problemi con Nokia,BB,
    > etc… Iphone per loro è molto più indicato.
    > Saranno geni della finanza ma non mettetegli in
    > mano gadget "complessi" Quindi è inutile starsi a
    > scannare da fun di uno o dell'altro prodotto. Ci
    > sono prodotti diversi per tutte le esigenze…
    > state sereni. Io ad esempio ho un pc Apple un
    > telefono Android e una consolle Microsoft… e non
    > mi paga nessuna delle 3 per sparlare delle
    > altre
    krane
    22544
  • - Scritto da: krane
    > - Scritto da: Beetlejuice
    > > Ma è possibile che ogni discussione deve
    > > diventare motivo di insulto? Vi pagano? Per
    > mia
    > > esperienza personale posso dire senza fare il
    > > fun, che lato client in un enterprise Linux è
    > > improponibile… servirebbe una mole di risorse
    > > spaventosa per stare dietro agli utenti. Dare
    > > Linux ad un utente medio vuol dire voler far
    > > esaurire l'Help Desk.
    >
    > Ma che ci fara' mai l'utente medio un linux
    > preinstallato da far impazzire l'help desk ????
    > Spiegamelo...
    >
    Le solite cose: vedere i pr0n, i giochini in flash, office, ma quello vero, non l'altro...A bocca aperta
    non+autenticato
  • Beh, immagina un azienda dai 400 ai 2000 dipendenti, a oggi usano programmi come Sap, e già di suo devi trovare una distro su cui giri bene, poi software per servizi di contact center Cisco ad esempio con barre operatori lasciamo stare. Senza contare molti server anche web based che funzionano correttamente solo con Explorer. Per amministrare alcune macchine presso dei clienti devo avviare la macchina virtuale con 7 perché Safari, Firefox, e Chrome danno problemi… Non che siano fatti male, ma magari server dei clienti a volte possono essere un po' obsoleti. Poi gestire modifiche sui pc di tutta l'azienda con Microsoft basta fare una GPO e mandarla, con Linux per quello che ho visto non mi sembra sia legato ad un concetto di amministrazione centralizzata, o un concetto di Dominio. O sbaglio?
  • - Scritto da: Beetlejuice
    > Beh, immagina un azienda dai 400 ai 2000
    > dipendenti, a oggi usano programmi come Sap, e
    > già di suo devi trovare una distro su cui giri
    > bene, poi software per servizi di contact center
    > Cisco ad esempio con barre operatori lasciamo
    > stare. Senza contare molti server anche web based
    > che funzionano correttamente solo con Explorer.
    > Per amministrare alcune macchine presso dei
    > clienti devo avviare la macchina virtuale con 7
    > perché Safari, Firefox, e Chrome danno problemi…
    > Non che siano fatti male, ma magari server dei
    > clienti a volte possono essere un po' obsoleti.

    E chiamare l'help desk a che servirebbe quindi ?

    > Poi gestire modifiche sui pc di tutta l'azienda
    > con Microsoft basta fare una GPO e mandarla, con
    > Linux per quello che ho visto non mi sembra sia
    > legato ad un concetto di amministrazione
    > centralizzata, o un concetto di Dominio. O
    > sbaglio?

    E di nuovo, problemi di progettazione della migrazione o di mancanza del singolo software, ma di nuovo che c'entra il povero utente e a che gli servirebbe chiamare l'help desk ?
    krane
    22544
  • Ok, al di là del supporto e del software non sviluppato per Linux, io ho visto molti help desk, chiamati per le cose più assure dall'utente che apre word, và dentro una cartella e non trova il file che cercava… magari perché quel file era excell e word ti fa vedere solo i file word in quella cartella, o che chiama l'help desk perché la stampante non stampa e manca la carta… Ora da utente medio secondo te è più user friendly e intuitivo Linux a Windows? Oppure programmi che per funzionare richiedono privilegi di amministrazione ad un utente di questa tipologia dare possibilità di lanciare applicazioni amministrative? Secondo me troverebbero molta più difficoltà. Se poi secondo te non è così… hai ragione tu… cosa vuoi che ti dica.
  • Ti posso dare un consiglio spassionato? Cambia forum, credimi, ci fai più figura, vai in quelli dove si parla di figa, di bici, di moto, di cucina, di discorsi da bar in genere, ma lascia stare l'IT, non è cosa tua, credimi!
    iRoby
    9494
  • - Scritto da: iRoby
    > Ti posso dare un consiglio spassionato? Cambia
    > forum, credimi, ci fai più figura, vai in quelli
    > dove si parla di figa, di bici, di moto, di
    > cucina, di discorsi da bar in genere, ma lascia
    > stare l'IT, non è cosa tua,
    > credimi!

    Purtroppo con gli utonti quello è uno standard.
  • - Scritto da: Beetlejuice
    > Ok, al di là del supporto e del software non
    > sviluppato per Linux, io ho visto molti help
    > desk, chiamati per le cose più assure dall'utente
    > che apre word, và dentro una cartella e non trova
    > il file che cercava… magari perché quel file era
    > excell e word ti fa vedere solo i file word in
    > quella cartella, o che chiama l'help desk perché
    > la stampante non stampa e manca la carta… Ora da
    > utente medio secondo te è più user friendly e
    > intuitivo Linux a Windows?

    Linux puo' essere piu' comodo all'inizio per l'installazione delle utils piu' comuni, per il resto: menu e avvia l'applicazione che ti serve esattamente uguale.

    > Oppure programmi che per funzionare richiedono
    > privilegi di amministrazione ad un utente di
    > questa tipologia dare possibilità di lanciare
    > applicazioni amministrative?

    E quando mai dovrebbero ?? Non e' mica windows...

    > Secondo me troverebbero molta più
    > difficoltà. Se poi secondo te non è
    > così… hai ragione tu… cosa vuoi che
    > ti dica.

    Potresti dirmi quali difficolta' troverebbero con un linux preinstallato, visto che si dovrebbero limitare a: menu' avvio e lanciare il programma che devono usare.
    krane
    22544
  • Secondo me troverebbero problemi nel cambio nella disinstallazione e nell'installazione di nuovi programmi massicciamente su tutti gli utenti, sempre ovviamente ammesso che tutte le applicazioni che un azienda utilizza oggi esistano per Linux, in quel caso prima di problematiche di help desk entra in gioco il fattore che non è adatto alle esigenze del cliente, non è supportato a livello utenza business come windows.
  • - Scritto da: Beetlejuice
    > Secondo me troverebbero problemi nel cambio nella
    > disinstallazione e nell'installazione di nuovi
    > programmi massicciamente su tutti gli utenti,

    Quindi nessun problema lato utente.

    > sempre ovviamente ammesso che tutte le
    > applicazioni che un azienda utilizza oggi
    > esistano per Linux, in quel caso prima di
    > problematiche di help desk entra in gioco il
    > fattore che non è adatto alle esigenze del
    > cliente, non è supportato a livello utenza
    > business come windows.

    Quindi confermi che al limite ormai e' un problema di software e da lato utente lavoratore non c'e' alcuna differenza tra un windows preinstallato e un linux preinstallato.
    krane
    22544
  • Devo dire che questa è una mossa intelligente.
    google spinge l'open sugli smart checchè ne dica qualcuno...ma se lo ha fatto fino ad ora è grazie a linux.
    Google ha spesso vissuto di grandi intuizioni ....e quella di scoprire l'open source, capirne le qualità e le opportunità che l'open appunto peteva dargli.. è stato un merito.

    Ora però se Google è arrivato al successo ...lo deve anche a linux e linux ha ancor più motivi per poter finalmente sfruttare questa scia per mettersi sotto una luce (che per merito) lo sta aspettando a braccia aperte...
    Se linux e android continueranno assieme...l'open avrà molte più possibilità di sfondare e migliorare qualitativamente.   

    QUINDI CONSIDERO QUESTO "RICOMPATTAMENTO" UNA COSA ASSAI CONVENIENTE PER IL FUTURO DELL'OPEN.Fan Linux
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 21 marzo 2012 00.15
    -----------------------------------------------------------
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 21 marzo 2012 00.16
    -----------------------------------------------------------
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 13 discussioni)