Luca Annunziata

Il cellulare col tecnico dentro

Smartphone Android con servizio di assistenza da remoto. HTC equipaggerà tutta la linea One col software apposito, Verizon si muove negli USA

Roma - Il fenomeno smartphone ha portato nelle mani di milioni di utenti cellulari sempre più potenti e complessi: configurare e gestire connessioni e impostazioni per molti servizi può non essere sempre banale, così come venire a capo di errori e omissioni. Per questo produttori e operatori si stanno attrezzando: ad esempio HTC ha deciso di integrare LogMeIn Rescue nella sua nuova serie di device della linea One.

Il meccanismo di funzionamento sarà il seguente: tutti e tre i modelli, One X, S e V, verranno forniti di default con l'app pre-installata (LogMeIn Rescue è comunque già disponibile nel marketplace), attivabile nel caso si faccia appello al servizio di assistenza della casa. Un tecnico potrà quindi intervenire da remoto per trasferire file sul dispositivo o consultare i registri della diagnostica: allo stato attuale, informa la pagina di Google Play, non è possibile prendere da remoto il controllo del device, ma l'app costituisce già un'arma in più per tentare di arginare problemi software senza costringere l'acquirente a portare il proprio telefono in assistenza.

Verizon, telco USA, ha varato invece un programma ancora più "invasivo": il software Verizon Remote Diagnostics, che sarà installato su Droid Charge di Motorola e Revolution di LG, permette oltre alle funzioni sopra citate di acquisire il controllo da remoto dello smartphone, allo scopo di correggere configurazioni errate o mostrare ad un utente alcune funzioni dell'apparecchio. In questo caso, l'azienda si affretta a precisare che non potranno venire prelevate da remoto informazioni personali presenti sul telefono: le informazioni visibili saranno solo temperatura della batteria, versione del sistema operativo montato e app installate, niente rubrica o email. In questo modo, tuttavia, Verizon dovrebbe ampliare la possibilità dei suoi tecnici di intervenire a distanza, riducendo i casi in cui si renda necessario l'intervento fisico su un terminale per variarne la configurazione e aumentando la tempestività.
Se per Verizon, che fa l'operatore, il vantaggio è evidente (riduzione degli interventi e quindi dei costi post-vendita), per HTC si pone il dilemma: il servizio di assistenza remoto sarà a pagamento? Per il momento, l'unica cosa chiara è che l'accesso ai terminali sarà possibile solo previa autorizzazione del proprietario e sarà naturalmente necessario essere connessi a Internet (tramite 3G o WiFi). A differenza della versione dell'app presente su Google Play, poi, il comunicato stampa di HTC parla espressamente di "controllo remoto del dispositivo": senz'altro, al momento della commercializzazione nei vari paesi, i manuali o i siti locali del produttore chiariranno se l'assistenza remota sarà compresa nella garanzia, o se si tratterà di un servizio erogabile solo a certe condizioni.

Luca Annunziata
13 Commenti alla Notizia Il cellulare col tecnico dentro
Ordina
  • il telefono deve funzionare, ma se ho bisogno dell'assistente probabilmente non funzionerà, se funziona allora al 90% sarà un servizio dedicato agli utonti Rotola dal ridere
    non+autenticato
  • Tutti entrano e si fanno i cazzi loro Rotola dal ridere
    ruppolo
    33147
  • Hai letto l'articolo?
    (ok, scusa, era una domanda stupida, siamo su PI)

    si tratta di un semplice tool di amministrazione remota: l'utente lo apre, e fa entrare il tecnico di cui si fida.

    Allo stesso modo, sul mio cellulare ho kies air, che permette di accedere via wifi a tutti i dati contenuti: ma non è un problema di sicurezza, perchè funziona solo quando io decido di aprirlo.
    non+autenticato
  • Ma allora non conosci l'obiezione classica dell'Applefan: e se lo apri?
    Meglio un giardino murato piuttosto che un giardino murato con ponte levatoio, così non si rischia di aprirlo e vedere cosa c'è fuori. Protetto anche da te stesso.

    Meglio non potere proprio trasferire i files, che tanto quelli che ci ha messo dentro la buon'anima di Jobs, o che vende Apple tramite iTunes, bastano per chiunque. Se non ti bastano, se vuoi altri files che non hanno il marchio della mela, meglio essere puniti subito per la trasgressione che rischiare di scaricare un'App eretica.

    Meglio non avere la possibilità di fare qualcosa che averla e rischiare di usarla male. E' una feature.
    non+autenticato
  • > Meglio non potere proprio trasferire i files

    Files? Sui giocattoli apple non ci sono i files: ci sono le foto, i brani di musica, ecc...
    Perchè il concetto di files è troppo astratto per l'utonto apple.
    non+autenticato
  • - Scritto da: uno qualsiasi
    > Hai letto l'articolo?
    > (ok, scusa, era una domanda stupida, siamo su PI)
    >
    > si tratta di un semplice tool di amministrazione
    > remota: l'utente lo apre, e fa entrare il tecnico
    > di cui si
    > fida.

    Si fida? Perché, lo conosce?
    Se io porto a riparare l'iPhone, prima (se possibile) cancello tutti i dati!

    >
    > Allo stesso modo, sul mio cellulare ho kies air,
    > che permette di accedere via wifi a tutti i dati
    > contenuti: ma non è un problema di sicurezza,
    > perchè funziona solo quando io decido di
    > aprirlo.

    E tu lo decidi su che base? Qui è come aprire la porta all'idraulico e uscire di casa!
    ruppolo
    33147
  • - Scritto da: ruppolo
    > - Scritto da: uno qualsiasi
    > > Hai letto l'articolo?
    > > (ok, scusa, era una domanda stupida, siamo su
    > PI)
    > >
    > > si tratta di un semplice tool di amministrazione
    > > remota: l'utente lo apre, e fa entrare il
    > tecnico
    > > di cui si
    > > fida.
    >
    > Si fida? Perché, lo conosce?
    > Se io porto a riparare l'iPhone, prima (se
    > possibile) cancello tutti i
    > dati!


    Nessuno mi vieta di fare lo stesso prima di attivare tale funzione. Non è sempre attica, la attivo io solo se mi serve.


    E comunque, su molti computer (mac inclusi) sono disponibiki tools per la gestione remota.
    >
    > >
    > > Allo stesso modo, sul mio cellulare ho kies air,
    > > che permette di accedere via wifi a tutti i dati
    > > contenuti: ma non è un problema di sicurezza,
    > > perchè funziona solo quando io decido di
    > > aprirlo.
    >
    > E tu lo decidi su che base? Qui è come aprire la
    > porta all'idraulico e uscire di
    > casa!

    No: io sono in casa, perchè ho il telefono in mano, e posso scollegarlo in qualunque momento.
    non+autenticato
  • - Scritto da: ruppolo
    > E tu lo decidi su che base? Qui è come aprire la
    > porta all'idraulico e uscire di casa!

    Ma sei davvero così ingenuo?
    Hai mai sentito parlare di aziende che danno ai propri dipendenti o collaboratori uno smartphone e che magari ogni tanto lo vorrebbero aggiornare?
    Non pensare solo a tua moglie che chiama l'idraulico...
  • - Scritto da: giacche
    > - Scritto da: ruppolo
    > > E tu lo decidi su che base? Qui è come aprire la
    > > porta all'idraulico e uscire di casa!
    >
    > Ma sei davvero così ingenuo?

    Davvero non lo conosci? Ruppolo non è ingenuo come sembra


























































    MA MOOLTO, MOOOOOOLTO DI PIÙ!!!!!
    non+autenticato
  • - Scritto da: ruppolo
    > > di cui si
    > > fida.
    >
    > Si fida? Perché, lo conosce?
    > Se io porto a riparare l'iPhone, prima (se
    > possibile) cancello tutti i
    > dati!
    No pippolo, tu li cancelli solo se hai accesso alla cacchina, se si schianta e non ci accedi più fai un atto di fede e basta.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Legione
    > - Scritto da: ruppolo
    > > > di cui si
    > > > fida.
    > >
    > > Si fida? Perché, lo conosce?
    > > Se io porto a riparare l'iPhone, prima (se
    > > possibile) cancello tutti i
    > > dati!
    > No pippolo, tu li cancelli solo se hai accesso
    > alla cacchina, se si schianta e non ci accedi più
    > fai un atto di fede e
    > basta.

    Scusa quale parte della frase "(se possibile)" non ti è chiara?
    non+autenticato
  • - Scritto da: ruppolo
    > Si fida? Perché, lo conosce?
    > Se io porto a riparare l'iPhone, prima (se
    > possibile) cancello tutti i
    > dati!

    è la priam frase che ti ho mai sentito dire in cui non incensi Apple in tutti i suoi aspetti! Tutto bene?
    non+autenticato