Claudio Tamburrino

Google, occhio a Open Street Map

Apple e Foursquare l'hanno già abbandonata per il servizio di mappe open source. E sul servizio sembra allungarsi l'ombra di Microsoft

Roma - Google Maps, pur rappresentando al momento il leader nel settore delle mappe online, non è senza contendenti. A rappresentare sul fronte mappe il principale avversario di Mountain View sembra essere OpenStreetMaps, atlante open source basato sul crowdsourcing e finanziato, tra gli altri, da Yahoo! (dal 2006) e Microsoft (dal 2010).

In particolare, sia Fourquare che Apple (per il momento solo per iOS) hanno abbandonato Google Maps a favore del servizio alternativo MapBox basato sui dati in crowdsourcing di OpenStreetMap. Secondo alcune fonti, tuttavia, sarebbero diverse le aziende scontente del servizio di mappe di Google: una questione legata soprattutto alla sua recente decisione di introdurre una tariffa per l'utilizzo del servizio da parte degli utenti business.

Mentre Foursquare ne ha fatto soprattutto una questione di costo, Apple sembra aver adottato OpenStreetMap in attesa di sviluppare una propria soluzione che sarebbe in lavorazione.
Particolarmente pericoloso su questo fronte per Google è tuttavia Microsoft, che ha creato rapporti molto stretti con il servizio di mappe: oltre a finanziare il progetto dal 2010, Microsoft ha messo a disposizione del servizio le risorse del suo Bing Aerial Imagery e assunto il suo fondatore, Steve Coast, come vertice del suo Bing Maps, dandogli al contempo la possibilità di continuare a lavorare ad OpenStreetMap. Una mossa che sembra inequivocabilmente sancire la collaborazione tra questo e i servizi omologhi di Bing.

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
  • TecnologiaFoursquare dice addio alle mappe di GoogleLa piattaforma geo-social scarica le API di BigG per abbracciare il servizio in crowdsourcing di OpenStreetMaps. Soprattutto per non pagare il fiorino al gigante di Mountain View
  • AttualitàApple lascia Google MapsPer il nuovo iPhoto per iOS, Cupertino si appoggia a OpenStreetMap. Non è dato comprendere se sia una mossa definitiva. Di certo Apple dimentica di riconoscere la paternità delle nuove mappe
  • AttualitàBing, alle mappe piace open(streetmap)Steve Coast, founder del progetto collaborativo di mappatura, dirigerà la divisione mappe del motore di ricerca made in Redmond. Microsoft ricambierà con le sue ortofoto
22 Commenti alla Notizia Google, occhio a Open Street Map
Ordina
  • cioè Apple che usa Openstreetmap al posto di Google ma contravviene alle regole di uso open non indicando che ne sta usufruendo,che avvoltoi spregevoli, almeno Micro$oft lo ha finanziato ...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Lostman
    > cioè Apple che usa Openstreetmap al posto di
    > Google ma contravviene alle regole di uso open
    > non indicando che ne sta usufruendo,che avvoltoi
    > spregevoli, almeno Micro$oft lo ha finanziato
    > ...

    Sono perfettamente d'accordo. Anche se su iPhoto stanno usando un server ad hoc con il loro tema personalizzato delle mappe (http://www.refnum.com/tmp/apple.html), la licenza d'uso di OSM (Creative Commons Attribution-ShareAlike 2.0) esprime chiaramente l'obbligo di attribuzione.

    In ogni caso la guerra in questo caso non è contro Google, ma piuttosto verso Navteq o Tele Atlas.
    Google è di fatto "costretto" a fare pagare il servizio di mappe a livello business, perché oltre spendere un cappello di soldi in banda, deve sostenere i costi di licenza per l'uso delle mappe digitali.
    non+autenticato
  • da http://blog.osmfoundation.org/2012/03/08/welcome-a.../

    It’s also missing the necessary credit to OpenStreetMap’s contributors; we look forward to working with Apple to get that on there.
    non+autenticato
  • inizialmente era partira come un'idea geniale...milioni di appassionati che si mettevano in gioco a mappare con tracker gps, o app per smarthopne sentieri e stradine di campagna, mentre altri piu' smaliziati digitalizzavano vecchie cartografie cartacee...il tutto per creare finalmente una vera alternativa GLOBALE a google maps e ai padroni della geolocalizzazione a pagamento

    Peccato che e' bastato un attimo e le multinaionali del closed source hanno gia' affondato gli artigli su questo splendido porgetto...
    distruggendone la natura: da la progetto di liberta' a clava contro google...

    questa e' l'ennesima prova di come bisogna liberare la comunita' openrsource da tutte le licenze che non sono GPL3 e dai doppiogiochisti (i sostenitori dei compromessi open/closed) ...

    con la gpl, il lavoro dei volonarti non sarebbe stato sgraffignato dal predone di turno, ne si sarebbe permesso al fondatore del progetto di lavorare per il nemico..tenendo due piedi in due scarpe
    non+autenticato
  • - Scritto da: deskman
    > inizialmente era partira come un'idea
    > geniale...milioni di appassionati che si
    > mettevano in gioco a mappare con tracker gps, o
    > app per smarthopne sentieri e stradine di
    > campagna, mentre altri piu' smaliziati
    > digitalizzavano vecchie cartografie cartacee...il
    > tutto per creare finalmente una vera alternativa
    > GLOBALE a google maps e ai padroni della
    > geolocalizzazione a
    > pagamento
    >
    > Peccato che e' bastato un attimo e le
    > multinaionali del closed source hanno gia'
    > affondato gli artigli su questo splendido
    > porgetto...
    > distruggendone la natura: da la progetto di
    > liberta' a clava contro
    > google...
    >
    > questa e' l'ennesima prova di come bisogna
    > liberare la comunita' openrsource da tutte le
    > licenze che non sono GPL3 e dai doppiogiochisti
    > (i sostenitori dei compromessi open/closed)
    > ...
    >
    > con la gpl, il lavoro dei volonarti non sarebbe
    > stato sgraffignato dal predone di turno, ne si
    > sarebbe permesso al fondatore del progetto di
    > lavorare per il nemico..tenendo due piedi in due
    > scarpe
    uno o lavora o è un volontario
    non ci sono nemici, i progetti per andare avanti hanno bisogno di denaro e investimenti, oltre che di gente STIPENDIATA per dedicarsi a tempo pieno.

    Scendi dal mondo dei sogni e torna alla realtà.
    non+autenticato
  • > Scendi dal mondo dei sogni e torna alla realtà.

    PENSIERO IPOCRITA.Evidentemente a qualcuno piace così tanto questo mondo fatto di soprusi e umiliazioni, che cerca di far credere al prossimo che sia l'unico modello possibile.

    Ma sopratutto domandiamoci perche' a qualcuno interessa così tanto mantenere vivo il modello closed source... forse perche' teme per i suoi traffici, sentendo odore di onesta'? la paura che le sue amizie coltivate negli anni non potranno piu' grantirgli guadagni facili a suon di accordi sottobanco e squallidi favoritismi?

    meditate gente...meditate
    non+autenticato
  • > uno o lavora o è un volontario
    > non ci sono nemici, i progetti per andare avanti
    > hanno bisogno di denaro e investimenti, oltre che
    > di gente STIPENDIATA per dedicarsi a tempo
    > pieno.
    >
    > Scendi dal mondo dei sogni e torna alla realtà.

    Nel tuo mondo dei sogni ubuntu batterebbe tutte le altre distribuzioni, peccato che aptosid gli fa un sederino tanto.

    Non conta quanti stipendiati ci sono conta come il progetto funziona.
    non+autenticato
  • - Scritto da: eyeyeyeyey
    > Nel tuo mondo dei sogni ubuntu batterebbe tutte
    > le altre distribuzioni, peccato che aptosid gli
    > fa un sederino tanto.

    ubuntu = aptosid = distribuzioni NON libere
    (ubuntu per ragazzini deficenti e utilizzatori incapaci, aptosid per chi non sa usare debian e non ha capito nulla del seoftware libero)

    > Non conta quanti stipendiati ci sono conta come
    > il progetto funziona.

    conta molto di più la libertà
    non+autenticato
  • - Scritto da: uh uh

    > ubuntu = aptosid = distribuzioni NON libere
    > (ubuntu per ragazzini deficenti e utilizzatori
    > incapaci, aptosid per chi non sa usare debian e
    > non ha capito nulla del seoftware
    > libero)

    Finiamola con queste sciocchezze. Le distribuzioni anni 90 (o inizi 2k) non esistono piu'. Oggi installare e usare debian non e' piu' complicato di ubuntu...
  • La GPL3 non va bene per il database cartografico di OSM, peggio della CCbySA attualmente in uso.

    La nuova licenza che dovrebbe sostituire la CCbySA a breve protegge il db non solo con la legge sul copyright, ma anche con i diritti dei contratti e diritti sui database impedendo che qualche legislazione nazionale possa permettere l'aggiramento dei termini.
    DbL/We_Are_Changing_The_License" title="http://wiki.openstreetmap.org/wiki/ITSorpresaDbL/We_Are_Changing_The_License" target='_blank' rel='nofollow'>http://wiki.openstreetmap.org/wiki/ITSorpresaDbL/We_Are_...
    non+autenticato
  • - Scritto da: deskman
    > inizialmente era partira come un'idea
    > geniale...milioni di appassionati che si
    > mettevano in gioco a mappare con tracker gps, o
    > app per smarthopne sentieri e stradine di
    > campagna, mentre altri piu' smaliziati
    > digitalizzavano vecchie cartografie cartacee...il
    > tutto per creare finalmente una vera alternativa
    > GLOBALE a google maps e ai padroni della
    > geolocalizzazione a
    > pagamento
    >
    > Peccato che e' bastato un attimo e le
    > multinaionali del closed source hanno gia'
    > affondato gli artigli su questo splendido
    > porgetto...
    > distruggendone la natura: da la progetto di
    > liberta' a clava contro
    > google...
    >
    > questa e' l'ennesima prova di come bisogna
    > liberare la comunita' openrsource da tutte le
    > licenze che non sono GPL3 e dai doppiogiochisti
    > (i sostenitori dei compromessi open/closed)
    > ...
    >
    > con la gpl, il lavoro dei volonarti non sarebbe
    > stato sgraffignato dal predone di turno, ne si
    > sarebbe permesso al fondatore del progetto di
    > lavorare per il nemico..tenendo due piedi in due
    > scarpe

    La GPL si applica al codice sorgente, questi sono dati e sono sotto Creative Commmons. Va be' che credo di aver capito chi tu sia, quindi neanche ti prendo sul serio.
    non+autenticato
  • ...come al solito più contendenti in concorrenza sono meglio di un unico leader...
  • alias "embrace extend extinguish", il 1'punto e' stato espletato.
    Al "extend" ci si sta lavorando.... attendiamo l'extinguish.


    cfr. http://it.wikipedia.org/wiki/Abbraccia,_estendi_ed...
    non+autenticato
  • - Scritto da: bubba
    > alias "embrace extend extinguish", il 1'punto e'
    > stato
    > espletato.
    > Al "extend" ci si sta lavorando.... attendiamo
    > l'extinguish.
    >
    Sti poveracci di google, stanno già tremandoA bocca aperta
    non+autenticato
  • - Scritto da: brain
    > - Scritto da: bubba
    > > alias "embrace extend extinguish", il 1'punto e'
    > > stato
    > > espletato.
    > > Al "extend" ci si sta lavorando.... attendiamo
    > > l'extinguish.
    > >
    > Sti poveracci di google, stanno già tremandoA bocca aperta
    beh non e' google che deve tremare, ma NOICon la lingua fuori tra Apple che succhia e M$ che abbraccia, prevedo acque oscureCon la lingua fuori (ma forse sono solo un pezzimizta)
    non+autenticato
  • considero da sempre molto interessante il progetto OSM. Su Android ci sono anche applicazioni che si appoggiano a OSM (anche un navigatore offline).
    Speriamo che cresca e migliori.

    Ma iOS ha abbandonato GMaps? O lo ha fatto solo per una applicazione (io a questo ero rimasto)?
    non+autenticato
  • - Scritto da: mcmcmcmcmc
    >
    > Ma iOS ha abbandonato GMaps? O lo ha fatto solo
    > per una applicazione (io a questo ero
    > rimasto)?

    lo ha fatto solo per un'applicazione
  • - Scritto da: mcmcmcmcmc
    > considero da sempre molto interessante il
    > progetto OSM. Su Android ci sono anche
    > applicazioni che si appoggiano a OSM (anche un
    > navigatore
    > offline).

    Scusa, qual'è il navigatore al quale ti riferisci? posso chiederlo?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Quelqo
    > - Scritto da: mcmcmcmcmc
    > > considero da sempre molto interessante il
    > > progetto OSM. Su Android ci sono anche
    > > applicazioni che si appoggiano a OSM (anche
    > un
    > > navigatore
    > > offline).
    >
    > Scusa, qual'è il navigatore al quale ti
    > riferisci? posso
    > chiederlo?

    A memoria me ne vengono in mente due: Osmand e Navfree. Sempre a memoria mi pareva interessante il progetto Osmand. Non li ho mai provati. D'altronde non ho mai usato nemmeno il navigatore di Google, a parte due prove.
    non+autenticato
  • Io ho instllato OSMand per Android. E' abbastanza fighetto e con una marea di opzioni (pure troppe...)
    In certi casi è più preciso di GMaps! Occhiolino
    non+autenticato
  • anche io uso osmAnd per android e mi ci trovo benissimo. Sulla mappa di osmand se clicchi su di un punto puoi segnalare un bug OSM e poi inviare i bug direttamente al sito. Per qualsiasi bug/segnalazione di novità o di parti inesistenti che trovate sulla mappa di OSM segnalate anche sul sito http://osmbugs.org/ e noi mappatori provvederemo subito a mappare la zona interessataOcchiolino
    non+autenticato
  • - Scritto da: mcmcmcmcmc
    > Su Android ci sono anche
    > applicazioni che si appoggiano a OSM (anche un
    > navigatore
    > offline).

    Io le uso molto su iOS con MotionX GPS http://gps.motionx.com/iphone/ perché a differenza delle altre mappe sono consultabili offline.
    Teo_
    2644