Cucina telefonica

Un cuociriso che si imposta con il solo tocco di uno smartphone Android

Spesso si dice: "Questo cellulare sa fare tutto, manca solo che faccia il caffè". Non saprà fare il caffè ma, se adeguatamente combinato con un accessorio ad hoc, sa cucinare: Panasonic commercializzerà a giugno, forse solo nel mercato del Sol levante, un nuovo tipo di cuociriso intelligente, targato SR-SX2.

cuociriso


Questo modello di cuociriso ha tutta una serie di caratteristiche particolari, come l'interno rivestito in oro per migliorare le distribuzione e la conduzione del calore, le serpentine delle resistenze lungo la base del coperchio e lungo le pareti per una cottura uniforme e una funzione capace di scaldare il riso con un super-getto di vapore a 200°C. Tutte funzioni particolari, ma che impallidiscono se paragonate alla caratteristica principe del prodotto: la possibilità di essere comandato via smartphone.
Potremmo arrivare quindi ad affermare che in Giappone gli smartphone sanno fare proprio tutto, anche il riso! Questo perché Panasonic SR-SX2 implementa un sistema RFID integrato in una smartcard basata sulla piattaforma Sony FeliCa (Felicity Card). Un nome buffo e poco conosciuto in Italia, ma che rappresenta uno standard per le comunicazioni RFID molto diffuso, tanto che il suo modulo si trova installato anche su molti smartphone, fra cui anche il Sony Xperia Sole, presentato di recente a Barcellona e ieri a Milano. In Giappone viene usato ad esempio per accedere ai treni e per pagare nei negozi.

In pratica, avendo cura di scaricare un'apposita app sul proprio smartphone Android, si potrà accedere al servizio cloud di Panasonic, che mette a disposizione circa un centinaio di ricette indicanti il tipo di riso, il tempo di cottura, la temperatura, il vapore e altre caratteristiche fino a un massimo di sei tipi di comandi. Queste impostazioni possono essere scaricate sul cellulare, che con un tocco le trasferisce al cuociriso, per farlo mettere subito all'opera. Inoltre, dalle ricette è possibile anche estrapolare gli ingredienti necessari per poi condire il riso, componendo una lista da inviare via email a chi andrà a fare la spesa.

Attenzione: il sistema non funziona in remoto, ma è necessario che il telefono non sia a una distanza superiore ai 10 cm da un'icona blu, quella del validatore, presente sul coperchio dell'elettrodomestico.

Panasonic è sicura che il cuociriso riscuoterà successo nel paese nipponico, in quanto è considerato un elettrodomestico indispensabile in cucina, un po' come da noi il forno. L'unico problema potrebbe essere il prezzo: in pre-order vengono richiesti ben 47.000 yen, pari a circa 430 euro.

(via Gizmodo)
TAG: gadget
1 Commenti alla Notizia Cucina telefonica
Ordina