Mauro Vecchio

USA, gli illuminati del copyright

Pronto il gran consiglio del centro che gestirà il nuovo regime antipirateria sul modello francese. A sorpresa, nominati numerosi attivisti per la privacy e i diritti dei netizen

Roma - La squadra sembra ormai pronta a scendere in campo, nella sfida più difficile per l'industria dell'entertainment a stelle e strisce. Pronti i responsabili del nuovo Center for Copyright Information (CCI), l'organismo che dovrà gestire l'imminente implementazione del regime antipirateria sul modello francese. I cosiddetti copyright alert contro tutti gli scariconi delle reti BitTorrent e P2P.

Sarà Jill Lesser - già nel gruppo di consulenza legale People for the American Way, ma anche ai vertici del colosso AOL Time Warner - ad accettare la prima carica di direttore esecutivo del centro statunitense. Una nomina apprezzata dal presidente di Public Knowledge Gigi Sohn, sorprendentemente inserita nel gran consiglio dell'organismo che dovrà fungere da raccordo tra utenti, provider e le major del disco e del cinema.

Erano davvero in pochi ad aspettarsi simili convocazioni. Nella advisory board del CCI è stato infatti invitato Jerry Berman, fondatore del Center for Democracy and Technology. Perché tutti questi "attivisti" che si battono per la privacy e i diritti civili dei netizen? C'è chi ha sottolineato come il governo abbia paura di creare troppo scompiglio, destinando il nuovo regime ad una sorte simile a quella dei disegni di legge SOPA e PIPA.
Lo stesso presidente di Public Knowledge - l'organizzazione è stata tra le più critiche nei confronti delle iniziative statunitensi antipirateria - ha definito Lesser un uomo "di grande intelligenza e integrità". Sohn cercherà di assicurarsi che i diritti dei netizen restino integri, in particolare quelli relativi alla privacy. Se correttamente implementati, i copyright alert potrebbero definitivamente sbaragliare proposte pericolose come SOPA.

Mauro Vecchio
Notizie collegate
  • AttualitàUSA, l'antipirateria si cucina in segretoTrapelano gli esiti di una tavola rotonda tra governo statunitense, industria dei contenuti e singoli provider. Pronte nuove misure di enforcement modellate sulla Dottrina Sarkozy
  • AttualitàRIAA e i sei allarmi del copyrightL'industria a stelle e strisce si accorda con i principali ISP d'America. Invieranno avvertimenti graduali a tutti gli abbonati colti a violare il diritto d'autore. Prima educando, poi colpendo con misure più estreme
2 Commenti alla Notizia USA, gli illuminati del copyright
Ordina