Il vestito, specchio dell'anima

L'abito diventa trasparente, e l'occhio vede se il cuore duole...

In un'ottica di sperimentazione delle più avanzate tecnologie al servizio del design e della moda, i designer olandesi dello Studio Roosegaarde, insieme a Maartje Dijkstra e Anouk Wipprecht hanno messo a punto un abito che diventa trasparente all'aumentare del battito cardiaco della persona che lo indossa.

trasparenze


Con lo scopo di approfondire il rapporto fra abbigliamento, emozioni, intimità e interazione sociale, l'abito Intimacy 2.0 è capace di lasciare ben poco all'immaginazione. I suoi colori bianco o nero diventano immediatamente trasparenti (intorno al collo e sul petto) se chi li indossa incontra una persona per cui prova un sentimento estremo, tanto da provocare un'accelerazione del battito cardiaco. E maggiori sono i battiti, più trasparente si fa l'abito.
Dalle poche informazioni rilasciate dall'azienda, si evince che l'abito è composto da e-foils intelligenti, inizialmente opachi. Quando attraversati da elettricità, questi e-foils diventano trasparenti, lasciando intravedere quanto giace al di sotto di essi. L'innesco che provoca il passaggio dell'elettricità negli e-foils è l'aumento di calore, percepito attraverso degli opportuni sensori integrati nell'abito.

In un primo modello dell'abito, Intimacy 1.0, questo aumento di calore era provocato dall'avvicinamento di un'altra persona o dall'esposizione a fonti di calore. Nel modello 2.0, invece, la sensibilità dei nuovi sensori integrati permette di percepire variazioni di temperatura più deboli, come quelle che avvengono sulla superficie del corpo all'aumentare del battito cardiaco.

Lo Studio Roosegaarde considera questo progetto uno dei tanti metodi per creare opere d'arte interattive con cui esplorare le relazioni fra spazio, persone e tecnologia.



(via Gizmodo)
TAG: gadget
2 Commenti alla Notizia Il vestito, specchio dell'anima
Ordina