Mauro Vecchio

Sarkozy, alle porte del paradiso pirata

In caso di nuova elezione, l'attuale presidente transalpino promette il blocco delle piattaforme pirata. Coinvolti provider, motori di ricerca e intermediari dei pagamenti. I numeri gli darebbero ragione

Roma - HADOPI, un semplice aperitivo prima della grande abbuffata dell'anti-pirateria transalpina. Nella corsa all'Eliseo, il popolare sito cinematografico Allocine ha chiesto ai dieci candidati di indicare i propri film preferiti. La battaglia a colpi di cultura, ma soprattutto un'occasione per esporre la strategia più agguerrita nella lotta alla condivisione illecita dei contenuti.

L'attuale presidente Nicolas Sarkozy ha dunque promesso un piano ancora più bellicoso in caso di nuova elezione. Il noto regime dei tre colpi verrebbe completato in una sfida a tutto campo ai siti pirata dei "paradisi digitali". "La battaglia contro la pirateria deve essere diretta contemporaneamente verso tutte le modalità operative - ha spiegato Sarkozy al sito Allocine - che sia il P2P o lo streaming illegale e il download diretto".

Da qui si passerebbe ad una vistosa estensione della cosiddetta Dottrina Sarkozy, investendo i principali provider francesi della responsabilità del blocco degli accessi alle varie piattaforme pirata. Il modello è simile a quello adottato negli Stati Uniti dallo Stop Online Piracy Act (SOPA), poi rivisto dai senatori a stelle e strisce in seguito alle vibranti proteste da parte di attivisti e società operative su Internet.
La nuova strategia del presidente transalpino passa poi per la responsabilità imposta ai vari search engine nell'indicizzazione dei link legati alla condivisione pirata. Coinvolte anche i grandi intermediari dei pagamenti come Visa e Mastercard, che dovrebbero di fatto tagliare tutti i ponti finanziari sfruttati dai siti illeciti per la raccolta pubblicitaria e i guadagni in termini d'abbonamento.

"Ciò che mi rende ancora più determinato è la diffusione del meccanismo di risposta graduale in molte nazioni del mondo - ha spiegato ancora Sarkozy - Dalla Corea del Sud alla Nuova Zelanda, fino agli Stati Uniti. Conoscete una legge francese che è stata esportata ad una velocità così alta?". Una rapidità di adozione forse paragonabile alle previsioni di SOPA: anche il Regno Unito sta pensando di introdurre misure di blocco dei siti oltre che dei ponti di credito verso i pirati del web.

Mentre lo stesso Sarkozy è tornato a parlare di numeri, quelli relativi alla diminuzione del fenomeno della condivisione dopo l'introduzione di HADOPI. 35 per cento di scaricamenti in meno per quanto concerne la musica, addirittura 50 per cento in meno parlando di film. Ma il calo nelle attività di P2P sembra aver portato ad un aumento nello streaming e nel download diretto. Per questo, la Francia è pronta al grande massacro del web pirata.

Mauro Vecchio
Notizie collegate
  • AttualitàSOPA, la rivolta del webI giganti della Silicon Valley contro le nuove misure antipirateria. Che attenterebbero alla stessa natura dell'universo connesso. Il chairman di Google Eric Schmidt parla di interventi draconiani. Si teme l'ondata censoria
  • AttualitàHADOPI, altri colpi in arrivoL'Alta Autorità punta a tirare le somme di quanto fatto finora e a intromettersi tra le piattaforme di download e streaming illegale e i loro intermediari finanziari
51 Commenti alla Notizia Sarkozy, alle porte del paradiso pirata
Ordina
  • ...e i giornali che svolazzano!

    Il popolo francese ha detto no alle leggi contro la liberta' individuale, la censura preventiva e lo spionaggio della rete.

    Almeno loro rimanderano a casa il nano e la ballerina!
  • Guardate un pò l'omino d'oltralpe che non si fida neppure dei propri elettori togliendosi il costosissimo orologio donatogli dalla mogliettina miss champagne.
    Questo strano essere vuole ridurre ai minimi termini la libertà di rete per aumentare ai massimi termini i propri voti.
    Se non ci si mobilita in tempo questo accadrà presto anche in Italia.

    VIVA LA LIBERTA' IN RETE!

    AL DIAVOLO LE GRANDI MAJOR E I VIDEOTECHINI PREISTORICI DI PROSSIMA ESTINZIONE!


    non+autenticato
  • - Scritto da: ...
    > I VIDEOTECHINI
    > PREISTORICI DI PROSSIMA
    > ESTINZIONE!
    >
    >
    >

    qui ti stai sbagliando sono già estinti quelli che vedi nelle città e che trollano sui vari forum non sono nient altro che echi di un era passata.
    non+autenticato
  • - Scritto da: ...
    > Guardate un pò l'omino d'oltralpe che non si fida
    > neppure dei propri elettori togliendosi il
    > costosissimo orologio donatogli dalla mogliettina
    > miss
    > champagne.

    sarkò l'è furb, l'horlosg se l'è levà, pròpr comme quel autre furbon de Bush le jeune, qui ne s'è pà fidè dei son fans albanéisA bocca aperta

    http://www.corriere.it/Primo_Piano/Esteri/2007/06_...
    Funz
    13000
  • piu traffico cifrato e più sviluppo sulle darknet per tutti.
    questa si che e' una buona proposta
    non+autenticato
  • be questa sparata sicuramente gli farà variare dei regalini da parte degli amici della moglie
    non+autenticato
  • Queste elezioni saranno la dimostrazione di cosa vuole il POPOLO, se essere soggiogato e costretto a pagare da major monopoliste e videotechini della domenica oppure scegliere l'accesso libero e incontrollato.
    E sarà l'ennesima dimostrazione che chi sta con le major è contro la volontà popolare.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 19 aprile 2012 03.53
    -----------------------------------------------------------
  • - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
    > Queste elezioni saranno la dimostrazione di cosa
    > vuole il POPOLO, se essere soggiogato e costretto
    > a pagare da major monopoliste e videotechini
    > della domenica oppure scegliere l'accesso libero
    > e
    > incontrollato.
    > E sarà l'ennesima dimostrazione che chi sta con
    > le major è contro la volontà
    > popolare.
    > --------------------------------------------------
    > Modificato dall' autore il 19 aprile 2012 03.53
    > --------------------------------------------------
    Già, è risaputo in tutto il globo che le elezioni si vincono a seconda se sei contrario o favorevole alla scaricamento illegale...
    Diciamo che la maggior parte della popolazione è per la legalità (le persone oneste) e una minoranza contro (i disonesti). Poi ci sono quelli che vorrebbero legali i comportamenti altri e liberi i propri. Chi vuole il rispetto per il proprio lavoro e la propria proprietà, dovrà fare altrettanto.

    Interessante questo passaggio:
    Coinvolte anche i grandi intermediari dei pagamenti come Visa e Mastercard, che dovrebbero di fatto tagliare tutti i ponti finanziari sfruttati dai siti illeciti per la raccolta pubblicitaria e i guadagni in termini d'abbonamento.

    In questo caso nessuno è contro lo strapotere economico e nessuno fa caso che c'è chi si permette di lamentarsi perchè non guadagnerebbe dall'illegalità. Un pò come se un cantiere nautico si lamentasse di leggi anticorruzione perchè calerebbero i clienti in grado di spendere milioni per uno yacht. Davvero molto interessante...
    non+autenticato
  • > Diciamo che la maggior parte della popolazione è
    > per la legalità (le persone oneste) e una
    > minoranza contro (i disonesti).

    Dipende da una legge all'altra

    > Poi ci sono
    > quelli che vorrebbero legali i comportamenti
    > altri e liberi i propri.

    Cioè tutti, nessuno escluso.

    > Chi vuole il rispetto
    > per il proprio lavoro e la propria proprietà,
    > dovrà fare
    > altrettanto.

    Anche qui: il rispetto per il proprio lavoro non coincide con il rispetto per il lavoro degli altri.
    Tu, ad esempio, rispetti il lavoro dei promotori telefonici che ti chiamano durante i pasti cercando di venderti qualcosa?
    non+autenticato
  • contenuto non disponibile
  • - Scritto da: unaDuraLezione
    > - Scritto da: Allibito
    >
    > > Diciamo che la maggior parte della
    > popolazione
    > è
    > > per la legalità (le persone oneste) e una
    > > minoranza contro (i disonesti).
    >
    > Da ciò si deduce che la pirateria dev'essere
    > necessariamente un aspetto marginale visto che
    > può essere praticata solo da una
    > minoranza.

    E' da una settimana che sto cercando di noleggiare The Artist.
    Il mio videotecaro mi ha detto chiaramente che ha solo 100 copie e che sono prenotate fino a fine luglio, e mi ha detto che faccio prima a scaricarlo.
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 15 discussioni)