Alfonso Maruccia

Muri trasparenti? C'è una app per questo

Sensori CMOS regolati sulle frequenze dei terahertz permettono ai cellulari di vedere letteralmente attraverso le superfici. Non è roba da guardoni, serve alla medicina

Roma - Ricercatori della University of Texas hanno messo a punto una nuova tecnologia di ripresa in grado di "trapassare" alcune superfici, permettendo di vedere letteralmente attraverso di esse. E per giunta il nuovo ritrovato sarebbe economico e facilmente integrabile nei moderni gadget mobile.

La tecnologia texana usa le onde elettromagnetiche tarate sulla frequenza dei terahertz, cioè la sezione dello spettro elettromagnetico compreso tra le microonde e gli infrarossi. Un tipo di radiazione studiato da tempo e che i ricercatori hanno trovato il modo di sfruttare facilmente nei sensori CMOS delle fotocamere integrate sui cellulari.

Usando uno smartphone abilitato a ricevere onde nelle frequenze terahertz si potrebbe vedere attraverso gli oggetti e certe superfici come legno, cartongesso e persino pelle umana, sostengono i ricercatori, ma l'obiettivo della tecnologia non è affatto quello di trasformare la famigerata visione "ai raggi-X", roba da ultima pagina de L'Intrepido, in una "app" per gadget mobile.


Piuttosto, gli scienziati di Dallas pensano ad applicazioni utili per gli esami sottocutanei, il controllo delle banconote contraffatte, lo screening anti-tumorale e via elencando.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
13 Commenti alla Notizia Muri trasparenti? C'è una app per questo
Ordina