Alfonso Maruccia

Diablo III, il Terrore della beta pubblica

Un tranquillo weekend di beta-testing lascia perplessi i videogiocatori. Server sovraffollati, lunghe attese. E la sensazione che il nuovo Diablo possa non soddisfare i palati più raffinati

Roma - Se era un test per verificare l'affidabilità del sistema di autenticazione/gioco online di Diablo III, si può dire che il test non sia stato esattamente un successo: quello che per Blizzard doveva essere uno speciale weekend di beta-testing aperto al vasto pubblico, si è trasformato in una debacle che nella migliore delle ipotesi ha lasciato i giocatori perplessi sul lavoro di sviluppo sin qui operato dalla software house californiana o sulle risorse hardware messe in campo per far fronte all'attesa di uno dei titoli di maggior seguito della storia dei videogame.

La open-beta del fine settimana ha seguito il piccolo "incidente di percorso" dell'apertura dei server con qualche giorno di anticipo. L'idea era ottima, almeno sulla carta: Blizzard dava ai fan e ai giocatori interessati ad assaggiare il gusto del nuovo capitolo della saga hack'n slash per antonomasia un intero weekend in cui destreggiarsi con le classi di personaggio, le quest, le ambientazioni, la musica, gli sbudellamenti demoniaci e tutto quanto.

In pratica, l'idea si è trasformata in un grattacapo per Blizzard. Anzi un Terrore in Rete: l'obbligo di autenticarsi ed essere costantemente connesso ai server della società anche in caso di gioco in solitaria ha generato tempi di attesa infiniti, giocatori infuriati e/o cinicamente rassegnati e più in generale il peggio del repertorio dei disagi provocati da un sistema "always-on".
Quel che è peggio e (in prospettiva) molto più preoccupante per le finanze di Blizzard è la reazione di chi, dopo le attese infinite di cui sopra, è riuscito a mettere le mani sul gioco vero e proprio: Diablo III è datato, dicono alcuni dei fortunati interconnessi di cui sopra, palesemente semplificato per piacere a una audience ben poco assimilabile a quella dei tanti (milioni) di giocatori dei precedenti capitoli della saga, non regge il confronto né con Diablo II (gioco ancora molto popolare a 10 anni dalla commercializzazione) né con gli altri "dungeon crawler" e hack'n slash/action rpg presenti sul mercato o in dirittura d'arrivo (Torchlight, Grim Dawn).

Insomma pare proprio che questa volta Blizzard abbia calcato troppo la mano nel trasformare Diablo in una nuova gallina dalle uova d'oro telematiche dopo World of Warcraft, e l'attesa è ora tutta per il prossimo 15 maggio nella speranza che la versione definitiva del gioco sorprenda positivamente tutti.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
21 Commenti alla Notizia Diablo III, il Terrore della beta pubblica
Ordina
  • Questo sito continua a postare articoli che cercano di denigrare la bellezza di diablo 3. Nn riesco a carpirne il motivo.
    Cmq raga diablo 3 è stupendo. Io sono a meta atto 2 inferno ed è davvero da mettersi le mani nei capelli per quanto è difficile ( difficile = belloCon la lingua fuori ) ho anche iniziato un personaggio hardcore perché vado a caccia di achievementCon la lingua fuori ed in tutto questo tempo ci sb stati problemi solo al day one, com è ovvio che sia per un gioco online.
    Da avere per gli amanti del genere, ma anche per gli altriSorride
    non+autenticato
  • - Scritto da: Fanduro Giacovelli
    > Questo sito continua a postare articoli che
    > cercano di denigrare la bellezza di diablo 3. Nn
    > riesco a carpirne il motivo.


    Il mio motivo e' che non riuscirei a giocarci in campagna e con i cheat a causa del castrante DRM.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 28 maggio 2012 10.42
    -----------------------------------------------------------
    krane
    22544
  • - Scritto da: Fanduro Giacovelli
    > Questo sito continua a postare articoli che
    > cercano di denigrare la bellezza di diablo 3. Nn
    > riesco a carpirne il
    > motivo.

    Hai provato a leggerli questi messaggi denigratori?

    > Cmq raga diablo 3 è stupendo. Io sono a meta atto
    > 2 inferno ed è davvero da mettersi le mani nei
    > capelli per quanto è difficile ( difficile =
    > belloCon la lingua fuori ) ho anche iniziato un personaggio
    > hardcore perché vado a caccia di achievementCon la lingua fuori
    > ed in tutto questo tempo ci sb stati problemi
    > solo al day one, com è ovvio che sia per un gioco
    > online.

    No, non e' per niente ovvio.

    > Da avere per gli amanti del genere, ma anche per
    > gli altri
    >Sorride

    Gli altri che c'entrano?
    Un game che pretende una connessione anche per una partita stand alone, neanche gratis lo vorrei!
  • Ho provato diablo 3 e lo ho preacquistato subito avendo capito ed essendomi informato come sarà il gioco con difficoltà più elevate. Non ha nulla da invidiare a diablo 2 anzi. Basta con queste balle.
    non+autenticato
  • Io sono una donna e sono un informatica, ho giocato alla beta tutto il week end finendolo con due personaggi, il barbaro ( femmina ) e il devil hunter ( femmina).

    Io non ho mai avuto lag, a parte sabato che hanno riavviato il server 2 volte e si è giocato da dio.

    Per cui chi non ha una connessione decente e un pc decente e' normale che non gli funzionerà diablo 3.

    L'avevano anche scritto prima, per cui su diablo 3 potete scriverci qualsiasi cosa... ma le persone come me che hanno giocato al 1 diablo con i pentium non si faranno scappare questa occasione di poter rigiocare al proprio gioco preferito con una grafica a livello del 2012 e con processor I7!!!

    Buon gioco a tutti, io lo già ordinato!!!!

    Baci
    non+autenticato
  • - Scritto da: Marika
    > Io sono una donna e sono un informatica,

    Una delle due informazioni e' una precisazione non necessaria.
  • Quoto e Straquoto,
    io sono un fortunato della closed beta, ci gioco da un mesetto abbondante e anche io col week di open ho avuto qualche problema a loggare o a far partire la partita; a parte questo una volta partito nessun problema di nessun genere.
    Forse sarebbe il caso di ricordare che la open era esclusivamente sul server americano cioè che Europa Asia e America giocavano tutti assieme (korea a parte per motivi legali).
    Non sto qui a perdere tempo a rispondere a chi si lamenta del multiplayer senza degnarsi di citare gli amici reali e la connessione tra giochi diversi.
    Non rispondo neanche a chi si lamenta sia troppo facile; giusto per intenderci uccidere blood reaven a livello normale era un' impresa ardua??? Avete mai giocato con pg davvero sgravati a D2??
    Qui si parla di 4 livelli di difficoltà, di pg cappati a livello 60 e mob che partiranno da 61.
    Insomma non credo chi ha scritto l'articolo abbia provato il gioco, ne credo abbia letto qualcos'altro tranne il citato articolo di forbes. certo parlare di Diablo 3 fa notizia e quindi mi sembra giusto cercare di cavarci qualcosa, solo sarebbe opportuno informarsi prima

    Detto questo: ti piace? compralo e giocaci! non ti piace? non comprarlo!
  • in primis la beta pubblica è stata aperta per lo "stress test", i server erano pochi, aperti apposta in sottonumero per provarli.
    poi piaccia o non piaccia è molto personale....
    io ho avuto la beta e ci ho giocato in tutti i modi possibili, ho comprato la copia in prevendita e lo consiglio a tutti.
    poi, ovviamnete c'è una considerazione semplice e logica:
    non ti piace? non ti piace il fatto di dover essere sempre online per giocare? non lo comprare!
    sparare a zero onestamente non mi pare il caso.
  • Loro si aspettano 100, avranno 30 non di più
    Ci guadagneranno cmq ma ben lontano da quanto si aspettano, specie superati i primi mesi, quando la gente capirà che non è meglio di molti ma molti altri giochi
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 9 discussioni)