Marco Calamari

Lampi di Cassandra/ Trasparenza all'italiana

di M. Calamari - Nelle profonditÓ dei siti del Governo si celano misteriose informazioni. Tanto preziose da dover essere protette dalla lunga e indiscreta mano dei motori di ricerca

Lampi di Cassandra/ Trasparenza all'italianaRoma - Talvolta basta addentrarsi anche di poco nei meccanismi della Rete per fare piccole ma significative scoperte; in questo caso non solo di trasparenza ma anche di trasparenze opache, un po' finte, un po' ipocrite. Su segnalazione di uno dei famosi 25 lettori, che ringrazio sentitamente, sono andato a vedere un sito istituzionale, quello del Governo Italiano.

Bellino, probabilmente con parecchie informazioni; ci sono persino la composizione del Governo e la Costituzione.

Persa dietro una serie di menu spessi come il muro di Berlino (ma vabbè, non si può pretendere che al Governo conoscano come si fanno i siti Web) si trova una vera chicca, una cosa piccola ma bella, l'"Operazione Trasparenza" del Governo; stipendi dei funzionari pubblici con nomi e cognomi, importi delle consulenze tecniche con nomi e cognomi, ed anche altro, come i dati sulle presenze negli uffici pubblici. Dati interessanti, ben organizzati in documenti PDF (vabbè non si può pretendere che al Governo conoscano i formati liberi); tutto bene insomma, migliorabile ma nella giusta direzione.
Non proprio, se uno recupera il file robots.txt ottiene questo:
User-agent: *
Disallow: /Presidenza/operazione_trasparenza/dirigenti/
Disallow: /Presidenza/operazione_trasparenza/consulenti/
Chi volesse i dettagli può leggere questo documento ma, tradotto in italiano, c'è scritto "Caro motore di ricerca, su questo sito indicizza tutto quello che vuoi, tranne i dati su consulenze e stipendi".

Strano, vero? Indicizza tutto ma proprio tutto il sito, tranne, vedicaso, quei PDF; che siano un po' scomodi? E si sa: nella Rete moderna, quello che non si trova con Google non esiste.

Vuoi vedere che al Governo, quando vogliono, qualche cosa su come fare i siti lo sanno?

Marco Calamari
Lo Slog (Static Blog) di Marco Calamari

Tutte le release di Cassandra Crossing sono disponibili a questo indirizzo
51 Commenti alla Notizia Lampi di Cassandra/ Trasparenza all'italiana
Ordina
  • spot orwelliano sul recupero crediti USA:

    non+autenticato
  • vanno tanto di moda gli OpenData, ma questi dati, oltre a non farli indicizzare dai motori di ricerca, li pubblicano anche in tanti file diversi, e non analizzabili con strumenti automatici (un foglio elettronico sarebbe stato più che sufficiente ...)

    Ignoranza o malafede ...?
  • - Scritto da: andy61
    > vanno tanto di moda gli OpenData, ma questi dati,
    > oltre a non farli indicizzare dai motori di
    > ricerca, li pubblicano anche in tanti file
    > diversi, e non analizzabili con strumenti
    > automatici (un foglio elettronico sarebbe stato
    > più che sufficiente...)

    dipende...
    se parli di cose come txt/csv siamo d'accordo
    se intendi cose come xls (la NEGAZIONE in termini di open data) allora proprio non ci siamo...

    > Ignoranza o malafede ...?

    un po' tutte e due
    non+autenticato
  • - Scritto da: bay off
    > - Scritto da: andy61
    > > vanno tanto di moda gli OpenData, ma questi
    > dati,
    > > oltre a non farli indicizzare dai motori di
    > > ricerca, li pubblicano anche in tanti file
    > > diversi, e non analizzabili con strumenti
    > > automatici (un foglio elettronico sarebbe
    > stato
    > > più che sufficiente...)
    >
    > dipende...
    > se parli di cose come txt/csv siamo d'accordo
    > se intendi cose come xls (la NEGAZIONE in termini
    > di open data) allora proprio non ci
    > siamo...
    >
    > > Ignoranza o malafede ...?
    >
    > un po' tutte e due
    in che senso "un po'" potevano esserlo di più?
    non+autenticato
  • Per me vale il principio che in contribuenti sono i datori di lavoro e/o azionisti dello stato che da lavoro al dipendente pubblico quindi un dipende dello stato deve sottostare a queste regole:

    - i contribuenti devo sapere quanto vengono pagati i dipendenti statali;

    - Chi è stato assunto nello stato (l'azienda che io ho finanziato con le
    imposte) deve svolgere un attività utile e produttiva per la nostra nazione. Non credo che gli azionisti di una società privata siano contenti di pagare dipendenti che non fanno niente e non producono;

    - Ho diritto di sapere il numero di dipendenti assunti. In un azienda privata un azionista/datore di lavoro assume solo il numero necessario di lavoratori per svolgere quel lavoro.

    - i contribuenti hanno diritto di sapere se ci sono problemi di conflitto di interesse. Insomma chi lavora me la mia azieda Stato non può lavorare in altri posti!!

    - I contribuenti in qualità di datori di lavoro hanno diritto di sapere se i loro dipendenti fanno assenzr, se sono giustificate..ecc. insomma quanto lavorano!!

    Forse dimentico qualcosa. per quanto riguarda la storia del garante, secondo voi questo soggetto è indipendente è oggettivo? Pensateci bene il Garante della privacy è un dipente pubblico!!!

    Ovviamente non mi interessa la vita privata del dipendente fuori dall'orario di lavoro; può andare a zoccole, tradire la moglie..ecc. l'importante che non usa risorse pubbliche e lo faccia al di fuori dell'orario di lavoro!!
    non+autenticato
  • Normalmente è il datore di lavoro che decide lo stipendio del dipendente.... eppure non mi ricordo di aver mai firmato i contratti d'assunzione di nessuno né mi sia stato chiesto quanto pagarli...
    non+autenticato
  • Non andiamo a cercare la polemica dove non c'e', altrimenti si cade nel loro stesso gioco.

    Il sito, dopotutto, non e' fatto male (da questo punto di vista) e basta cercare "operazione trasparenza", o piu' semplicemente "stipendi" dalla home page, ed escono subito le pagine rilevanti!
    non+autenticato
  • Linee guida del garante, 2 marzo 2011
    http://www.garanteprivacy.it/garante/doc.jsp?ID=17...

    Il garante obbliga i siti della PA a proteggere i documenti contenenti dati personali dai motori di ricerca. punto 5.1:
    A tale scopo, alla luce dell'attuale meccanismo di funzionamento dei più diffusi motori di ricerca, in relazione ai dati personali di cui si intende limitare la diretta reperibilità on line tramite tali strumenti, è possibile utilizzare regole di accesso convenzionali concordate nella comunità Internet(11),(12)). Resta impregiudicato l'utilizzo di strumenti idonei ad agevolare la reperibilità, all'interno del sito istituzionale dell'amministrazione, delle informazioni e dei documenti oggetto di divulgazione.

    Se non lo fai sei fuorilegge e rischi una denuncia con multa al garante.
    2678
  • haha ottima figura di Scassandra!
  • > Il garante obbliga i siti della PA a proteggere i
    > documenti contenenti dati personali dai motori di
    > ricerca.

    quanto ti paga lo stato non è un dato personale
    MeX
    16897
  • - Scritto da: MeX
    > > Il garante obbliga i siti della PA a
    > proteggere
    > i
    > > documenti contenenti dati
    > personali
    dai motori
    > di
    > > ricerca.
    >
    > quanto ti paga lo stato non è un dato personale


    alla frase aggiungerei "se sei un politico o un dirigente"

    infatti se sei un semplice dipendente pubblico hai diritto alla privacy come qualsiasi altro cittadino.
    non+autenticato
  • - Scritto da: gerry
    > Linee guida del garante, 2 marzo 2011
    > http://www.garanteprivacy.it/garante/doc.jsp?ID=17

    > A tale scopo, alla luce dell'attuale
    > meccanismo di funzionamento dei più diffusi
    > motori di ricerca, in relazione ai dati personali
    > di cui si intende limitare la diretta
    > reperibilità on line


    prima di sparare c..e sarebbe sempre meglio informarsi...

    siccome la legge obbliga la pubblicazione dei dati (curriculum, stipendi, presenze) dei dipendenti pubblici sui siti delle PA, questi dati NON possono rientrare tra quelli "di cui si intende limitare la diretta reperibilità on line", semmai la loro reperibilità andrebbe facilitata... tanto è che la legge impone di mettere NELLA HOME un link alle pagine interne della c.d. "operazione trasparenza"...

    di più: dal momento che la legge obbliga la pubblicazione di quei dati, gli stessi NON sono puiù dati personali...


    > Se non lo fai sei fuorilegge e rischi una
    > denuncia con multa al garante.

    si, ma se non pubblichi i dati...
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 10 discussioni)