Mauro Vecchio

MySpace, pace sulla privacy social

La piattaforma di Beverly Hills trova un accordo con i vertici di FTC: era accusata di aver consegnato i dati degli utenti agli inserzionisti. Il social network si sottoporrà a controlli regolari per i prossimi 20 anni

Roma - Non è un'ammissione di colpevolezza, ma certamente un modo per recuperare parte della reputazione ormai perduta. L'ex-divinità del social networking MySpace ha così stretto la mano ai vertici della statunitense Federal Trade Commission (FTC), a quasi due anni dall'inchiesta avviata grazie ad un articolo pubblicato dal quotidiano Wall Street Journal.

La piattaforma di Beverly Hills era stata accusata di aver permesso la trasmissione di una massa di informazioni personali, consegnando i dati di milioni di utenti tra le braccia di aziende specializzate in pubblicità e profilazione mirata all'advertising. Una pratica abituale per alcune delle applicazioni più popolari come Tag Me e Rock You Pets.

MySpace ha ora trovato un accordo con i commissari a stelle e strisce, sottoponendosi per i prossimi 20 anni a controlli di routine sull'effettivo grado di tutela della privacy degli utenti iscritti. Nessuna sanzione pecuniaria per il sito, condannato per aver infranto le promesse fatte agli utenti in materia di raccolta e trattamento dei dati personali.
Stando ai dettagli dell'accordo, la piattaforma californiana avrebbe fornito agli inserzionisti i cosiddetti MySpace ID, quei numeri unici che vengono assegnati a ciascuno dei profili registrati. Senza chiedere alcuna autorizzazione agli stessi utenti del sito, del tutto ignari di essere trattati come merce di scambio con i signori della pubblicità.

Mauro Vecchio
Notizie collegate
  • AttualitàFacebook, utenti cavie per la pubblicità?A rivelarlo un'inchiesta del Wall Street Journal: tutte le principali applicazioni avrebbero inviato a società terze i numeri unici relativi ad ogni profilo. Milioni di profili svelati, anche quelli più protetti
  • Digital LifeEFF: ci vogliono regole per i social networkL'associazione auspica tutele maggiori per gli utenti e propone tre principi per mettere in riga Facebook e soci. Anteponendo il consenso informato alla messa a disposizione delle informazioni personali
  • AttualitàUSA, privacy contro ZyngaAvviata una class action contro il colosso del social gaming. Avrebbe condiviso con società pubblicitarie i dati personali di 218 milioni di cittadini statunitensi. Chiesto un risarcimento e un'ingiunzione che blocchi le trasmissioni
1 Commenti alla Notizia MySpace, pace sulla privacy social
Ordina