Cristiano Vaccarella

Uni-Cub, monociclo hi-tech di Honda

La casa giapponese crea un nuovo veicolo di trasporto personale. È elettrico, può ospitare una sola persona e si guida senza mani. Disponibili solo prototipi in un museo di Tokyo

il modello definitivo di uni-cub hondaRoma - Un'autentica rivoluzione nella mobilità del futuro: così Honda ha definito il suo nuovo monociclo elettrico, battezzato Uni-Cub e presentato nei giorni scorsi da Mamoru Mori, direttore esecutivo del Museo della Scienza e dell'Innovazione di Tokyo. In effetti, se si considerano le sue caratteristiche, questo veicolo ha tutte le carte in regola per contribuire a sviluppare una nuova idea di trasporto personale.

Si tratta di un monociclo dal design e dalle prestazioni innovative allo stesso tempo: l'altezza del sellino rispetto al suolo va dai 74 agli 83 centimetri circa, funziona con una grande batteria agli ioni di litio - che non lo rende esattamente leggerissimo - i cui tempi di ricarica da zero sono piuttosto bassi (stando alle dichiarazioni della casa nipponica, occorrono circa due ore) ed è compatibile con tensioni domestiche. L'autonomia della batteria copre un raggio di 6km a una velocità massima di 6km/h. Può tollerare un individuo di altezza fra i 150 e i 190 centimetri, con un peso forma che va dai 40 ai 100 chili.

La vera novità sta nel fatto che non dispone di un manubrio con cui manovrarlo: Uni-Cub è dotato di un dispositivo di controllo denominato Honda Omni Traction System Drive, un sistema di movimento omnidirezionale delle ruote che, grazie a particolari sensori posti sotto il sellino, è in grado di analizzare lo spostamento di peso da parte della persona che occupa il monociclo, consentendo così al mezzo di cambiare automaticamente direzione ogni qual volta il passeggero lo decida. Il veicolo, in alternativa, può essere telecomandato anche tramite un apposito software che Honda mette a disposizione per smartphone.

Ciò che rende Uni-Cub appetibile per gli utenti è il fatto che le sue dimensioni sono molto più contenute rispetto ad altri mezzi, come ad esempio il Segway. La motivazione sta nel fatto che il veicolo è pensato esclusivamente per un utilizzo in ambienti interni come case, uffici, scuole, musei. Del resto, il design e la tipologia delle ruote motrici non ne consentono l'uso su superfici scoscese o irregolari.

Al momento è possibile provare Uni-Cub al Museo della Scienza di Tokyo. Non ci sono ancora dichiarazioni da parte di Honda sui tempi di commercializzazione e sui prezzi del prodotto.

Cristiano Vaccarella

fonte immagine
8 Commenti alla Notizia Uni-Cub, monociclo hi-tech di Honda
Ordina
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)