Alfonso Maruccia

Chrome cova sogni di gloria. Su iOS

Google rilascia l'ennesima versione (stabile) del suo browser per tutte le piattaforme supportate. E potrebbe presto approdare anche su iOS, dicono gli analisti. Nel mentre Firefox pensa ad Android

Roma - Nuova major release per Google Chrome: il browser di Mountain View arriva alla versione stabile numero 19, includendo un bel po' di fix a bachi e vulnerabilità e introducendo una nuova funzionalità già presente all'interno del canale beta.

La funzionalità in questione prevede la sincronizzazione delle schede aperte tra i browser e i dispositivi di navigazione, così da poter avere a disposizione lo stesso ambiente di lavoro sia che ci si trovi alla propria postazione fissa (o laptop) o su dispositivi mobile. Utile anche per chi ha un PC a casa e uno in ufficio.

Già introdotta da Mozilla su Firefox, la sincronizzazione delle schede di Google Chrome completa la capacità "spostare" da un ambiente operativo all'altro la cronologia di navigazione, i preferiti, i temi del browser, le impostazioni e persino le estensioni e addon installate. Inutile ribadirlo, l'obiettivo è facilitare l'accesso quanto più omogeneo e ubiquo al proprio ambiente di lavoro e navigazione telematica.
Arrivato alla diciannovesima versione in un periodo di tempo relativamente breve, il browser di Lady Gaga si preparerebbe ora a sbarcare in pompa magna anche su iOS - cioè su iPhone e iPad: a sostenerlo è la società di analisi Macquarie Capital, che prevede una grancassa pubblicitaria non indifferente (la stessa che ha contribuito a imporre Chrome come scelta vincente ancorché "alternativa" sugli OS desktop) per sottrarre ad Apple le laute commissioni che Google è costretta a corrispondere per veicolare il search su web attraverso Safari in versione mobile.

E mentre su iOS si preparano venti di guerra in reminiscenza della "browser war" in corso sui computer propriamente detti, Mozilla pensa ad accrescere la propria presenza su ambiente Android con una nuova versione beta di Firefox 14. Il menù del nuovo pandino comprende miglior supporto all'interfaccia touch, supporto ad Adobe Flash, una "Awesome Bar" più efficiente e un'interfaccia utente ridisegnata e più in linea con la grafica e lo stile androide.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
  • TecnologiaChrome sincronizza le schedeUna nuova versione beta del browser di Google offre la possibilitÓ di "portarsi in giro" le tab aperte su dispositivi diversi. Nel frattempo sistemati bachi e un problema con le sessioni SSL