Claudio Tamburrino

L'UE vigila sui browser

A preoccupare, stavolta, sono le specifiche richieste da Windows RT, che hanno mobilitato gli States dopo le proteste di Mozilla e Google

Roma - La Commissione Europea continuerà a vigilare sulla competizione nel settore dei browser e avrà particolare attenzione per quanto concerne la prossima uscita di Windows RT.

A preoccupare le autorità sono gli avvertimenti lanciati da Mozilla e Google i quali hanno riferito che la versione dell'OS di Redmond per piattaforme ARM non permetterebbe il funzionamento di tutti i browser.

Nei giorni scorsi già negli Stati Uniti si è iniziato a parlare della possibilità di un'indagine federale sull'accessibilità alle API cruciali per lo sviluppo di browser in modalità desktop su ARM.
L'istituzione europea ha già in passato raggiunto un accordo con Microsoft per garantire nel suo sistema operativo Windows condizioni di partenza uguali per tutti i browser che competono sul mercato: questo ha portato ad un ballot screen che permette ai consumatori di scegliere al primo avvio quale software utilizzare per la navigazione in Rete. Anche questo accordo, e gli impegni che Microsoft si è assunta con esso, potrebbero stridere con le specifiche del nuovo sistema operativo.

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
2 Commenti alla Notizia L'UE vigila sui browser
Ordina
  • Windows 8 per ARM vista l'esperienza che ha la Microsoft nello sviluppo su questa architettura di processori sarà cosi poco ottimizzato da essere già fortunati se raggiungerà anche solo lo stadio produttivo finale per essere distribuito.Microsft ormai il treno per gli OS degli smarthphone e dei tablet l'ha perso.E' troppo in ritardo. Gli altri sono sistemi ormai maturi pieni di programmi nativi. Quello che vuole fare col Microsoft Store su Windows 8 è un disperato tentativo di copiare Itunes e Android Market con 5 anni di ritardo.Vuole guadagnare con la percentuale sugli sforzi degli altri e ridurre la pirateria a scapito di quella che era la flessibilità e la versatilità del vecchio Windows.Se nei prossimi anni non si svilupperà un fiorente mercato di dispositivi ibridi (tablet+tastiera con batteria supplementare agganciabile)sarà una rincorsa tutta in salita.Chissà che si inventeranno per supportare almeno una rosa di programmi indispensabili e quanto verrà penalizzata la batteria dei dispositivi durante l'emulazione
    non+autenticato
  • mi sa tanto che windows 7 resterà l'ultimo OS della Microsoft a poter essere usato... M$ ormai alla frutta!
    non+autenticato