Alfonso Maruccia

Corning fa i vetri sottili e flessibili

La società statunitense svela un nuovo tipo di vetro resistente, flessibile ed estremamente sottile utilizzabile per display di computer, cellulari e non solo. Con l'obiettivo dell'elettronica flessibile

Roma - Corning Incorporated ha presentato "Willow", il suo vetro flessibile e ultra-sottile ideale per la realizzazione di display per cellulari, computer e altri dispositivi elettronici. Già nota per i suoi vetri resistenti Gorilla Glass, l'azienda statunitense dice ora di voler contribuire alla realizzazione di gadget sempre più sottili e, in futuro, all'elettronica flessibile.



Il vetro Willow è caratterizzato da uno spessore di appena 0,05 millimetri, praticamente lo stesso di un foglio di carta e molto inferiore se confrontato agli 0,2 mm o 0,5 mm degli schermi attuali. Come già detto, oltre alla sottigliezza Willow è dotato della capacità di piegarsi senza rompersi.
Corning spiega che le peculiari qualità di Willow provengono dal suo processo produttivo: i materiali di cui è composto il vetro vengono "cotti" a temperature di 500 gradi centigradi, versati in un canale e poi "pressati" in un rotolo continuo in un apposito sistema di rulli.

La praticità produttiva e logistica è massima (i rulli così ottenuti possono essere spediti direttamente ai produttori alla maniera della carta stampata) e Willow continua a offrire resistenza a graffi e urti. Anche se ci vorrà ancora parecchio per vedere il vetro flessibile sul mercato, Corning dice di aver già spedito i campioni ai suoi partner OEM per testarne l'impiego.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
5 Commenti alla Notizia Corning fa i vetri sottili e flessibili
Ordina