Mauro Vecchio

Norsub, multa per l'admin dei sottotitoli

Uno studente norvegese dovrà pagare 2mila euro di multa per aver distribuito online file contenenti i sottotitoli a film e telefilm. Chiuso immediatamente il sito. Il ragazzo evita il carcere

Roma - È stato accusato di violazione del copyright su larga scala, avendo fornito centinaia di file con i sottotitoli ai grandi film di Hollywood così come alle più popolari serie televisive. Uno sconosciuto studente di Trondheim, in Norvegia, pagherà una multa da 15mila corone (circa 2mila euro) in qualità di principale amministratore del sito web Norsub.

Come noto nell'universo digitale dei fansub, esistono comunità di utenti specializzate nella distribuzione di file compatibili con svariati player multimediali, ad esempio VLC. Molto spesso, la produzione dei sottotitoli è a cura degli stessi utenti, che lavorano di traduzione da una lingua all'altra.

L'industria cinematografica ha però accusato l'admin di Norsub di abuso della proprietà intellettuale nella distribuzione di traduzioni per circa 6mila film. I sottotitoli sarebbero dunque parte integrante di una determinata pellicola, con gli utenti del sito ad agire come chi permette lo scaricamento illecito di un film intero.
I responsabili del sito hanno subito deciso di chiudere bottega, evidentemente in preda al panico dopo le accuse contro lo studente-admin. L'industria di celluloide aveva chiesto addirittura un periodo di detenzione per il giovane, richiesta respinta dal giudice norvegese dal momento che la distribuzione illecita di sottotitoli appare meno grave di quella dei film.

Mauro Vecchio
Notizie collegate
23 Commenti alla Notizia Norsub, multa per l'admin dei sottotitoli
Ordina
  • US movie and TV studios have taken legal action against subtitling sites before. The reason they appear to get so annoyed by the existence of these sites is that they allow people abroad to watch movies and TV shows that due to licensing issues haven’t even arrived on their shores yet.

    insomma siccome gli Studios, per beghe e incompetenza, NON sanno vendere IN TEMPI RAPIDI le serie tv e film tradotti, ALLORA mandano in galera i privati cittadini che sopperiscono a questa mancanza... ottimoCon la lingua fuori
    non+autenticato
  • Per questo le majors devono chiudere: non offrono un servizio, ma un disservizio.
    non+autenticato
  • E per i sub ita tutto ok?
    non+autenticato
  • Viene prosciolto e può farlo oppure vale solo per le multinazionali?
  • Ennesima dimostrazione che il copyright è il cancro della Cultura.

    ABOLIRE IL COPYRIGHT

    Pirata
    non+autenticato
  • - Scritto da: ABOLIRE IL COPYRIGHT
    > Ennesima dimostrazione che il copyright è il
    > cancro della
    > Cultura.

    Ma non è per caso che si vuole proprio arrivare a quello? Siamo tutti stufi della tracotanza dei colossi dell'entertainment e della loro equazione roba copiata=roba non comprata.

    - "Ehi google, ma quella foto è mia!"
    - "E adesso è nostra, grazie di aver contribuito al nostro megasito di stock photos. Se la perdi te la puoi ricomprare da noi."

    I grossi produttori di media possono sempre limitare il problema distribuendo cose pesantemente protette da DRM.

    Il discorso è in realtà l'opposto. Il copyright dovrebbe essere fatto rispettare a fondo per tutti quei materiali non proposti gratuitamente al pubblico, perché se io come cittadino decido che la poesia che ho scritto sia destinata solo a tizio e caio, dovrei poterlo fare, se sono LIBERO.

    Il copyright dovrebbe essere fatto rispettare per i materiali proposti gratuitamente al pubblico in maniera meno forte.
    Non è giusto infatti che la casa discografica PRIMA ti spara per radio la canzone e POI, quando ti entra in testa, ti rompe i maroni come se avessi rubato i piani della bomba atomica.
    Li' la condivisione, sempre se non a fini di profitto (anche indiretto quindi), e fatta da privati, dovrebbe essere consentita.
    non+autenticato
  • Se producevano sottotoli che legge infrangevano? Mica distribuivano contenuti creati da altri...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Gabry
    > Se producevano sottotoli che legge infrangevano?
    > Mica distribuivano contenuti creati da
    > altri...
    se traduco un libro di King e lo distribuisco, secondo te è lavoro mio o di King?
    non+autenticato
  • - Scritto da: andro
    > - Scritto da: Gabry
    > > Se producevano sottotoli che legge infrangevano?
    > > Mica distribuivano contenuti creati da
    > > altri...
    > se traduco un libro di King e lo distribuisco,
    > secondo te è lavoro mio o di
    > King?

    Il sottotitolo non è un lavoro a sé stante.
    Se i sottotitoli sono presi da altri é violazione di copyright.
    Se sono prodotti in proprio, in un sistema normale, potresti darli a chi ti pare e piace. Se dopo uno li usa su un film piratato piuttosto che originale, sono cose che riguardano lui.
    non+autenticato
  • - Scritto da: obbligatori o
    > - Scritto da: andro
    > > - Scritto da: Gabry
    > > > Se producevano sottotoli che legge
    > > > infrangevano?
    > > > Mica distribuivano contenuti creati
    > > > da altri...

    > > se traduco un libro di King e lo
    > > distribuisco, secondo te è lavoro mio
    > > o di King?

    > Il sottotitolo non è un lavoro a sé stante.
    > Se i sottotitoli sono presi da altri é
    > violazione di copyright.
    > Se sono prodotti in proprio, in un sistema
    > normale, potresti darli a chi ti pare e piace.
    > Se dopo uno li usa su un film piratato
    > piuttosto che originale, sono cose che
    > riguardano lui.

    Gia, peccato che questo non sia "un sistema normale".
    krane
    22544
  • - Scritto da: obbligatori o
    > - Scritto da: andro
    > > - Scritto da: Gabry
    > > > Se producevano sottotoli che legge
    > infrangevano?
    > > > Mica distribuivano contenuti creati da
    > > > altri...
    > > se traduco un libro di King e lo distribuisco,
    > > secondo te è lavoro mio o di
    > > King?
    >
    > Il sottotitolo non è un lavoro a sé stante.
    > Se i sottotitoli sono presi da altri é violazione
    > di
    > copyright.
    > Se sono prodotti in proprio, in un sistema
    > normale, potresti darli a chi ti pare e piace. Se
    > dopo uno li usa su un film piratato piuttosto che
    > originale, sono cose che riguardano
    > lui.
    e che differenza c'è tra mi compro un libro di king lo traduco e lo distribuisco?
    non+autenticato
  • Senza essere un giurista ma provando a ragionare, ti dico un paio di differenze che mi vengono in mente:

    1) la traduzione del libro di king diventa un'opera autonoma, la si può leggere senza comprare l'originale, nel caso dei sottotitoli no
    2) i sottotitoli sono comunque un "accessorio" del film, il fatto che possano venire usati per guardare un film scaricato illegalmente è un caso, esistono 100 modi diversi e probabili per usarli in modo perfettamente lecito. Una "traduzione pirata" non credo abbia una ragione di esistere compatibile col rispetto delle norme su DA
  • - Scritto da: pierupieru
    > Senza essere un giurista ma provando a ragionare,
    > ti dico un paio di differenze che mi vengono in
    > mente:
    >
    > 1) la traduzione del libro di king diventa
    > un'opera autonoma, la si può leggere senza
    > comprare l'originale, nel caso dei sottotitoli
    > no
    > 2) i sottotitoli sono comunque un "accessorio"
    > del film, il fatto che possano venire usati per
    > guardare un film scaricato illegalmente è un
    > caso, esistono 100 modi diversi e probabili per
    > usarli in modo perfettamente lecito. Una
    > "traduzione pirata" non credo abbia una ragione
    > di esistere compatibile col rispetto delle norme
    > su
    > DA

    Se quel sito fa solo sotto titoli, mi domando dove starebbe l'illecito alla fine.

    In italia ci sta un sito che fa solo i sotto titoli per serie televisive varie, ma non ha nessun filmato protetto da copyright.
    Sinceramente i deliri del copyright stanno arrivando ben oltre alla demenza.
    Sgabbio
    26177
  • - Scritto da: Sgabbio
    >
    > In italia ci sta     c'era un sito che fa solo i sotto
    > titoli per serie televisive varie, ma non ha
    > nessun filmato protetto da
    > copyright.
    > Sinceramente i deliri del copyright stanno
    > arrivando ben oltre alla
    > demenza.

    Fixed.
  • - Scritto da: ThEnOra
    > - Scritto da: Sgabbio
    > >
    > > In italia ci sta
    > c'era un sito che fa solo i
    > sotto
    > > titoli per serie televisive varie, ma non ha
    > > nessun filmato protetto da
    > > copyright.
    > > Sinceramente i deliri del copyright stanno
    > > arrivando ben oltre alla
    > > demenza.
    >
    > Fixed.

    Ma anche no.
    non+autenticato
  • - Scritto da: ThEnOra
    > - Scritto da: Sgabbio
    > >
    > > In italia ci sta
    > c'era un sito che fa solo i
    > sotto
    > > titoli per serie televisive varie, ma non ha
    > > nessun filmato protetto da
    > > copyright.
    > > Sinceramente i deliri del copyright stanno
    > > arrivando ben oltre alla
    > > demenza.
    >
    > Fixed.

    me che stai dicendo? il presente è corretto
  • - Scritto da: pierupieru
    > Senza essere un giurista ma provando a ragionare,
    > ti dico un paio di differenze che mi vengono in
    > mente:
    >
    > 1) la traduzione del libro di king diventa
    > un'opera autonoma, la si può leggere senza
    > comprare l'originale, nel caso dei sottotitoli
    > no

    giusto, era solo un esempio, di lavoro altruiOcchiolino

    > 2) i sottotitoli sono comunque un "accessorio"
    > del film, il fatto che possano venire usati per
    > guardare un film scaricato illegalmente è un
    > caso,

    il più probabileA bocca aperta
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)