Un telefonino punta alla Mecca

LG Electronics invece punta all'enorme numero di musulmani che sono già oggi utenti di telefonia mobile. E che possono essere interessati ad usare la microbussola da cellulare

Roma - Un'idea singolare dai contorni religiosi è alla base dello sviluppo di un nuovo modello di telefono cellulare da parte del secondo costruttore sudcoreano, LG Electronics. Un modello chiaramente indirizzato all'utenza musulmana.

LG ha infatti presentato un dispositivo che in tutto e per tutto ricorda un normale cellulare ma che, oltre ad essere abilitato per il GPRS, è dotato di una particolarissima bussola elettronica, un micro-dispositivo capace di "puntare" sempre nella direzione della Mecca, città santa dell'Islam.

Una foto della MeccaI musulmani praticanti, in tutto il mondo quando pregano rivolgono le preghiere proprio in direzione della Mecca ed è a loro che ha pensato LG. Vista la crescente diffusione delle reti di telefonia mobile in medio oriente e nei paesi asiatici, il mercato individuato da LG potrebbe rivelarsi enorme. Nel mondo i musulmani sono più di un miliardo.
Il prezzo del cellulare islamico sul mercato sarà di 250 dollari.
50 Commenti alla Notizia Un telefonino punta alla Mecca
Ordina
  • e crescono crescono ...bin laden ha 14 figli-...
    tra 30 anni saranno la religione numero 1 al mondo..
    mecca cola e altri prodotti islamici saliranno sempre---
    e poi non e malaccio il fatto di avere 4 mogli che stanno mute!!
    eh..eh..
    salam!
    non+autenticato
  • Leggendo i commenti, deduco che una gran parte dei frequentatori di questo forum reputano migliore la cultura islamica rispetto a quellla occidentale.
    L'argomentazione maggiore è: "loro fanno la tal cosa deplorevole, ma anche noi 700 anni fa l'abbiamo fatta".
    Credo che l'acquisto del telefonino in oggetto (o quanto meno di una bussola) sia dunque da mettere in conto, visto che se la cultura islamica prevalesse, avremmo l'OBBLIGO di pregare cinue volte / die verso la mecca.
  • Nessun rispetto invece per una religione che prevede abomini come la guerra santa, la conquista del mondo e l'assoggettazione di tutti i non islamici.
    A proposito domani e' l'11 settembre, non dimentichiamo chi ha fatto e che cosa ha fatto.
    3000 persone oggi potrebbero essere ancora vive. Migliaia di famiglie oggi potrebbero essere felici.
    non+autenticato
  • piu` che altro tu non hai rispetto dell`intelligenza, la nostra religione incoraggiava le medesime istanze sino al secolo scorso, e ancora oggi ci sono cattolici non disconosciuti dal vaticano che predicano tolleranza zero contro l`aborto e il preservativo. il cardinal Siri a cui sono dedicate alcune vie della mia citta` e` uno che ha aiutato criminali nazisti a rifugiarsi in sudamerica, probabilmente ti da fastidio pensare che non siamo superoiri a gente che attraversa il deserto su un cammello, ma sorpresa, l`islam non e` solo quello, cosi` come la chiesa non e` solo crociate, e certe affermazioni da forum risparmiatele, se non vuoi che qualcuno un giorno si svegli convinto che non sia necessario aver rispetto di te

    - Scritto da: Anonimo
    > Nessun rispetto invece per una religione che
    > prevede abomini come la guerra santa, la
    > conquista del mondo e l'assoggettazione di
    > tutti i non islamici.
    > A proposito domani e' l'11 settembre, non
    > dimentichiamo chi ha fatto e che cosa ha
    > fatto.
    > 3000 persone oggi potrebbero essere ancora
    > vive. Migliaia di famiglie oggi potrebbero
    > essere felici.
    non+autenticato
  • > predicano tolleranza zero contro l`aborto e

    Ah, uccidere un bambino è segno di civiltà? Sono ateo, ma penso che l'aborto sia solo una comoda ed egoista via di fuga, al prezzo di una vita. Spacciare l'infanticidio come una conquista è solo un sintomo del disprezzo del prossimo e dell'egoismo che anima molti "paladini delle libertà". Libertà intesa come compiacemento dei propri istinti e basta - non importa se qualcun altro ne pagherà le conseguenze. Che differenza c'è fra chi uccide l'adultera e chi uccide un bambino che da fastidio?
  • bravo bravo peccato che il caro papa ha detto di tenersi il pargolo anche alle donne bosniache vittime di violenza da parte dei serbi, perche` l`aborto e` un peccato,
    chissa` che bambini felici che verranno su in quelle famiglie li che li han voluti cosi tanto.

    hai ancora da fare bla bla bla ?
    non+autenticato
  • Il papa slavo mezzo morente globalista che chiede perdono per tutto e a tutti e' la piu' alta icona di una chiesta cattolica allo sbando morale e religioso e che vittima consenziente dell'ideologia massonica dalla quale si e' largamente lasciata penetrare punta diritta diritta verso il baratro dello sfacelo morale-culturale-religioso e infine della scomparsa e dell'estinzione. E noi popoli occidentali come tanti topolini che seguono quelli davanti a loro ci avviamo verso il medesimo baratro con conseguenze di stravolgimenti etnici oltre che morali-culturali-religiosi enormi e gravissimi.
    non+autenticato
  • Ci sono casi dove è difficile fare una scelta, e non esiste una risposta univoca - lo stupro è uno di questi, ma è un caso limite. Io non saprei cosa dire, perché né i bambini hanno colpa, né le madri.

    Io mi pongo dei dubbi, le persone come te mai, vanno avanti imperterriti e sono pronti a uccidere in nome di un'idea - integralisti come quelli che odiano.

    Ma quanti sono i casi di aborto per stupro, e quanti quelli perché si è fatto sesso volontariamente e ci si ritrova con un ingombrante "effetto secondario" - che secondario non è perché il fine del sesso è proprio la riproduzione? È giusto uccidere per non rovinare il piacere egoistico? Vogliamo abolire la pena di morte per i criminali, poi giustiziamo migliaia di bambini la cui unica colpa è solo quella di essere un fastidio?

    Benché come già detto sia ateo, credo che il Papa abbia non solo il diritto, ma il dovere di essere coerente con il suo credo: secondo il quale solo il suo dio dà la vita e solo ul suo dio può toglierla - anche in caso di stupro - poi per fortuna non siamo in una teocrazia e ognuno è libero di seguire le sue indicazioni o no.

    Quando si abbattono principi fondamentali come il rispetto della vita, prima o poi ci si ritrova in un mondo dove i diritti fondamentali sono calpestati, prima magari i bambini, poi gli anziani, poi i più deboli, poi i neri, poi i gialli poi chi non la pensa come te...

  • - Scritto da: ldsandon
    > Ci sono casi dove è difficile fare una
    > scelta, e non esiste una risposta univoca -
    > lo stupro è uno di questi, ma è un caso
    > limite. Io non saprei cosa dire, perché né i
    > bambini hanno colpa, né le madri.
    >
    > Io mi pongo dei dubbi, le persone come te
    > mai, vanno avanti imperterriti e sono pronti
    > a uccidere in nome di un'idea - integralisti
    > come quelli che odiano.
    >
    > Ma quanti sono i casi di aborto per stupro,
    > e quanti quelli perché si è fatto sesso
    > volontariamente e ci si ritrova con un
    > ingombrante "effetto secondario" - che
    > secondario non è perché il fine del sesso è
    > proprio la riproduzione? È giusto uccidere
    > per non rovinare il piacere egoistico?
    > Vogliamo abolire la pena di morte per i
    > criminali, poi giustiziamo migliaia di
    > bambini la cui unica colpa è solo quella di
    > essere un fastidio?
    >
    > Benché come già detto sia ateo, credo che il
    > Papa abbia non solo il diritto, ma il dovere
    > di essere coerente con il suo credo: secondo
    > il quale solo il suo dio dà la vita e solo
    > ul suo dio può toglierla - anche in caso di
    > stupro - poi per fortuna non siamo in una
    > teocrazia e ognuno è libero di seguire le
    > sue indicazioni o no.
    >
    > Quando si abbattono principi fondamentali
    > come il rispetto della vita, prima o poi ci
    > si ritrova in un mondo dove i diritti
    > fondamentali sono calpestati, prima magari i
    > bambini, poi gli anziani, poi i più deboli,
    > poi i neri, poi i gialli poi chi non la
    > pensa come te...

    Che età hai tu?

    non+autenticato
  • Gli islamici non hanno gia' rispetto di me come non hanno rispetto di te, piccolo comunistello militante, cosi' come non hanno rispetto di chiunque non abbia giurato fedelta' all'islam.
    Inoltre e' troppo facile additare le storture del cattolicesimo anche nei secoli passati. Le storture ci sono e ci saranno sempre in ogni cosa. Certi estremisti non piacciono neppure a me. Ma la religione e la societa' cristiana (non necessariamente cattolica quindi) e' votata alla liberta', alla democrazia, alla tolleranza fin anche' probabilmente troppo avendo a che fare con gente che non ha nessun rispetto di noi, ci odia e vorrebbe vederci spazzati via e la nostra terra conquistata.
    Lo sai che per un islamico e' peccato mortale spacciare droga ad un altro islamico per suo uso? Invece e' liberissimo di spacciare ad un italiano. Il perche' e' evidente, non gli importa della nostra felicita' e neppure della nostra vita, per quella gente se noi ci roviniamo di droga loro sono contenti. "Infedeli" in meno, terra occidentale da conquistare piu' facilmente.
    non+autenticato
  • e lo sai che noi non possiamo mettere le scorie nucleari vicino alle scuole dei bimbi italiani ma possiamo farlo vicino alle scuole dei bimbi africani, non sono inferiori sono solo neri

    ---------------- sia chiaro che sono ironico ----------------

    dimmi continuo a non capire dove siamo diversi, a parte per il fatto che ci siamo parzialmente liberati della teocrazia,

    comunistello lo vai a dire a tuo padre
    non+autenticato
  • Ancora con quel "noi". E' ridicolo e patetico, patetico per l'ideologia che ti ritrovi naturalmente. Il traffico di qualche mercante non rappresenta in nessuna maniera la civilta' e il progresso dell'occidente. Anzi proprio riguardo alle questioni ecologiche e' nell'evidenza dei fatti che man mano che ci si sposta verso il sud del mondo si vedono aumentare gli scempi ecologici. E' una questione di cultura e di amore per se stessi. Francamente in molti stati africani ed islamici non e' ancora maturata una vera sana profonda cultura ecologica. Come potrebbero, hanno altri problemi, mandano in giro le donne coperte da capo a piedi e solo se accompagnate da una familiare maschio, condannano donne vittime di uno stupro all'uccisione a colpi di pietre! Cose abominevoli che fanno gridare al cielo di rabbia. E questa gente puo' avere la cultura per appassionarsi all'ecologia? Ma siamo seri per favore.
    non+autenticato
  • Pensavo di essere in un forum sulla informatica, ed invece quello che vedo e' l'apoteose della imbecillita'.

    Sono pagana, ho un socio che e' musulmano, e ti dico, non ho mai visto una persona piu' degna di lui.

    Purtroppo la gente per bene non fa notizia: quello che vedi in giro sono dei fanatici che per una promessa (?) di una vita migliore in paradiso non pensano due volte prima di schiantarsi contro un grattacielo, portandosi via un sacco di gente, cosi' como non fa notizia la gente che viene dall'estero per lavorare e vivere di forma decente qui. Ma cosa fare? Il pubblico purtroppo e' como il pidocchio, che segue la testa degli altri.

    Ah! Dimenticavo... sono anche straniera....
  • Massimo rispetto per la religione islamica ma a questi signori che non sanno piu' cosa fare per vendere telefonini vorrei suggerire una bussola per andare a ...
    CheersSorride
    non+autenticato