Alfonso Maruccia

Casual gaming, se HTML5 è ancora acerbo

Wooga, sviluppatore videoludico per il web, abbandona la piattaforma HTML5 di Facebook e ammette: lo standard non è ancora pronto. Magari in futuro

Roma - Magari HTML5 è il futuro di tutto quanto, ma per i giochini casual al momento è più un problema che un'opportunità. Lo sostiene lo sviluppatore tedesco Wooga, che dopo un primo tentativo di creazione HTML-centrica per Facebook getta la spugna: molto meglio iOS, per gli scacciapensieri giocosi.

HTML5? Arrivederci a tra qualche anno, forse: per Facebook Wooga ha realizzato Magic Land Island, ma nel creare il suo progetto la società ha realizzato quanto sia problematico l'impiego di HTML5 per proporre contenuti interattivi fruibili universalmente e senza intoppi.

"Sebbene i benefici di un futuro con una piattaforma aperta siano chiari per gli sviluppatori di giochi - dice Wooga - nel ciclo di sviluppo di Magic Land Island era divenuto palese che la tecnologia non era ancora pronta per l'esposizione al grande pubblico".
Problemi con il gioco online e offline, problemi con le animazioni e il suono su dispositivi mobile, HTML5 ha tutto quello con cui uno sviluppatore non vorrebbe avere a che fare. Wooga ha dunque deciso di passare alla realizzazione di codice nativo per iOS, un mercato promettente dal punto di vista del business e molto meno problematico per lo sviluppo in sé.

Per quanto riguarda gli script HTML5 di Magic Land Island, Wooga ne ha distribuito una versione open source chiamata Pocket Island così da permettere agli altri sviluppatori di metterci sopra le mani e migliorare il codice. Prendete e hackatene tutti.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
  • TecnologiaMozilla, HTML5 per giocoBrowserQuest è un giochino interamente basato su tecnologie web: mezz'ora di divertimento "casual" per perorare la causa di HTML5 e dell'abbandono dei plug-in per browser come Adobe Flash
19 Commenti alla Notizia Casual gaming, se HTML5 è ancora acerbo
Ordina
  • dei casual gamer!O sei un giocatore o non lo sei! A bocca aperta
    non+autenticato
  • Se mi pagassero per giocare farei anche io il giocatore a tempo pieno e non il "casual gamer". A bocca aperta

    Voglio il reddito di cittadinanza giocosa, voglio vivere nella società basata sulle risorse, dove non devo preoccuparmi di vitto e alloggio dato che ci pensa lo Stato, ed avere tanto tempo libero per giocare...

    È possibile, non è un'utopia, se non per il lato tecnico di convincere miliardi di individui della possibilità della cosa...

    Future by Design
    iRoby
    9514
  • - Scritto da: iRoby
    > Se mi pagassero per giocare farei anche io il
    > giocatore a tempo pieno e non il "casual gamer".
    > A bocca aperta
    >
    > Voglio il reddito di cittadinanza giocosa, voglio
    > vivere nella società basata sulle risorse, dove
    > non devo preoccuparmi di vitto e alloggio dato
    > che ci pensa lo Stato, ed avere tanto tempo
    > libero per
    > giocare...
    >

    Cuba!
    non+autenticato
  • - Scritto da: iRoby
    > Se mi pagassero per giocare farei anche io il
    > giocatore a tempo pieno e non il "casual gamer".
    > A bocca aperta
    >
    > Voglio il reddito di cittadinanza giocosa, voglio
    > vivere nella società basata sulle risorse, dove
    > non devo preoccuparmi di vitto e alloggio dato
    > che ci pensa lo Stato, ed avere tanto tempo
    > libero per
    > giocare...
    >
    > È possibile, non è un'utopia, se non per il
    > lato tecnico di convincere miliardi di individui
    > della possibilità della
    > cosa...

    No, è impossibile. Basta un'infarinatura sulla teoria dei ginchi, per capirlo.

    >
    > Future by Design
    >

    Dunque, io dovrei credere a un movimento ispirato da un rizio che si autodefinisce un moderno Leonardo da Vinci?
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 01 luglio 2012 12.26
    -----------------------------------------------------------
    Aleb
    429
  • ... che differenza c'è fra il fare il gioco in HTML5 che gira solo su Safari/iOS (senza preoccuparsi della compatibilità con gli altri) e farlo in ObjC/iOS?

    A me pare molto più difficile fare poi il porting verso Android, Windows, OSX e Linux (senza contare che dovranno tornare ad HTML5+JS per Tizen, per esempio) che cercare di scriversi una libreria che astragga i problemi dei browser in JS.

    Detto questo: è sempre e solo colpa dei "soliti noti" che non si adeguano agli standard. MS vuole il suo formato video, il suo formato audio, i suoi font. Apple uguale. E anche Google si mette a rompere. Se si fossero messi d'accordo sui codec audio/video, sul formato dei font, sul protocollo per LocalStorage, per WebSQL e per WebSockets, ora non saremmo a questo punto.

    Ma a loro interessa vendere la loro roba (Silverlight, Chrome, iPhone, ecc. ecc.), quindi si impegneranno sempre per mettere i bastoni fra le ruote agli sviluppatori che cercano di usare standard aperti.

    Bye.

    P.S.: Per PI: configurate il vostro sistema di commenti per chiedere SEMPRE o MAI il captcha, perché è davvero fastidioso vedersi il messaggio "il captcha non è corretto" quando non me l'ha nemmeno mai mostrato.
    Shu
    1232
  • ancora non è nato lo standard e poi le applicazioni (tipo angry birds) non è che siano proprio fluide (forse su un computer ninja questo si nota poco)...
    non+autenticato
  • incompetentiA bocca aperta
    gli dovevo dire di usare la mia libreria html5, veloce e cross-browser XD
    ritornando all'articolo, il supporto offline html5 funziona perfettamente, le animazioni e i suoni non mi hanno mai dato problemi (se non usi il css3 e le implementi direttamente da canvas), per il mobile invece la questione è diversa, dipende tutto dai mobile browser che devono ancora migliorare perchè un po' lenti, un app su desktop mi gira a 30 fps, su smartphone a 15/20 fps.. forse anche per questo hanno abbandonato
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)