Claudio Tamburrino

Apple, anche i Genius meritano il paradiso?

Lavorare per la Mela sarebbe un purgatorio fatto di turni senza pause e paga che potrebbe essere migliore. A dirlo, un nuovo reportage del NYT

Apple, anche i Genius meritano il paradiso?Roma - Il New York Times torna a puntare nel suo mirino Cupertino: dopo aver stigmatizzato le condizioni di lavoro dei dipendenti delle fabbriche asiatiche che forniscono componenti per i prodotti con la Mela, ha ora affrontato la questione del lavoro nei punti vendita di Apple.

Il NYT ha fatto i conti in tasca ai commessi dei retail store ufficiali di Apple: la maggior parte dei dipendenti (su un totale di 35.852 posti di lavoro creati in cinque anni) guadagna in media 25mila dollari l'anno, un salario molto superiore ai 7,25 dollari della paga oraria minima e corredato da una serie di agevolazioni come assicurazione sanitaria e versamento dei contributi, ma che non prevede commissioni sulle vendite come fanno invece altri rivenditori ICT come AT&T e Verizon.

Secondo i calcoli del giornale, d'altronde, tale salario rappresenterebbe pochi spiccioli rispetto ai calcolati 473mila dollari che ogni dipendente avrebbe contribuito a portare nelle casse di Apple.
La stessa Cupertino, d'altronde, sembra essersi accorta di qualche malumore e da qualche mese a questa parte avrebbe iniziato a parlare di possibili aumenti per i suoi dipendenti: i dettagli rimangono riservati, così come i metodi di distribuzione.

A questi dettagli finanziari si sommano commenti meno entusiastici del previsto rispetto all'ambiente di lavoro raccolti dal NYT: i dipendenti parlano di confusione e stress legati soprattutto al carico di lavoro conseguente al successo dei prodotti con la Mela, di una prospettiva media di impiego continuato presso Apple di appena due anni e mezzo, lamentano l'assenza di un vero e proprio percorso di carriera e la politica in materia di giorni di assenza (la dirigenza tende ad ignorare il motivo di un'assenza, condannata a priori).

Tali commenti negativi, peraltro, sembrano aumentare quando sono intervistati i cosiddetti "Genius Apple", gli addetti alla manutenzione dei prodotti: restano tuttavia in media per più tempo con Cupertino (quattro anni), soprattutto perché non riescono a trovare un altro lavoro all'altezza che - lamentele o meno - dia le stesse soddisfazioni garantendo 40mila dollari l'anno.

Un gruppo di ex-dipendenti di Cupertino, d'altronde, già nel 2010 aveva avviato una class action contro Apple per la mancata retribuzione delle pause (diritto riconosciuto in California ai lavoratori pagati ad ora). Per alcuni commenti critici pubblicati su Facebook, poi, un impiegato britannico si è visto messo alla porta da Apple dando vita ad un caso spinoso per Cupertino davanti al Tribunale del Lavoro britannico: motivo del licenziamento, la violazione dei termini di contratto che proibiscono ai dipendenti la pubblicazione social di sfoghi e opinioni ritenuti poco opportuni, così come dei dettagli sulle condizioni di lavoro o critiche diffamanti nei confronti del brand con la Mela. Diversi motivi di lamentale, poi, hanno portato anche i dipendenti italiani ad organizzare uno sciopero.

Nonostante questi episodi e l'ironia con cui sono visti spesso i Genius, il lavoro presso gli Store ufficiali della Mela è rimasto ammantato di un'aura di sacralità che ha sempre attirato utenti affezionati a lavorare per Apple, contribuendo a formare un flusso continuo di commessi appassionati: la fedeltà dei suoi venditori (quasi evangelica) è d'altronde un'altra delle caratteristiche della carriera totalizzante all'interno di Apple, coltivata a partire dalla fase di reclutamento e di addestramento dei nuovi impiegati che sono portati a considerarsi parte di una grande missione e di una grande famiglia.



Claudio Tamburrino
Notizie collegate
88 Commenti alla Notizia Apple, anche i Genius meritano il paradiso?
Ordina
  • ho deciso! appena tiro su un po di grano compro azioni apple! se non puoi batterli, unisciti a loro (e chi se ne strafotte di cinesi schiavizzati e impiegati pagati 4 soldi: e' il capitalismo, baby!) Ruppolo, portami con te!!!!!!
    non+autenticato
  • E' cosi gente, diciamocelo.

    Facciamo un attimo un discorso generale, senza toccare aspetti tecnici, tenendoci squisitamente sul pour parler.
    Apple sta sempre più sulle palle perchè è diventata il mostro economico che è diventata, e MS sta un pochino meno antipatica perchè da qualche anno arranca e non riesce a mettere più quei bei passanti lungolinea tuttobraccio che metteva una volta.

    E' come nello sport, appunto. Si tende sempre a tifare un po' di più per il pulcino sporco e nero, piuttosto che per il campione. Poi certo: Apple non sarà in odore di beatificazione, ma c'è molto di peggio al mondo.. ma ora come ora è nell'immaginario della gente, sopratutto fascia d'età 20-40, il concetto stesso dell'azienda vincente. Quindi, fisiologicamente, sempre di più "o la odi (tanto) o la ami (altrettanto)".

    In ambo i casi, si è miopi.
    1977
    977
  • - Scritto da: crumiro
    > Quotone.
    >
    > (sarò mica affetto?
    > http://nonciclopedia.wikia.com/wiki/Sindrome_del_q
    > )

    - A: “Io odio il formaggio!”
    - B: “Quoto!!!”
    - C: “A me invece piace molto.”
    - B: “Quoto!!!”

    Ma LOL
    1977
    977
  • io credo perchè sia per il fatto che apple si è spinta ben oltre livelli di porcata in cui microsoft non ha mai osato andare, ed anche perchè i clienti sono evangelizzatori instupiditi acritici e con capacità informatiche nulle
    non+autenticato
  • - Scritto da: caronte
    > io credo perchè sia per il fatto che apple si è
    > spinta ben oltre livelli di porcata in cui
    > microsoft non ha mai osato andare, ed anche
    > perchè i clienti sono evangelizzatori instupiditi
    > acritici e con capacità informatiche
    > nulle

    QuotoA bocca aperta
  • E' la classica filosofia aziendale. O sei con noi o contro di noi. O ti adegui ai nostri orari o sei fuori. e vogliamo essere delle capre non serve lavorare alla Apple. Anche negli uffici di web design delle piccole città puoi ricevere lo stesso trattamento. Beh i tempi sono cambiati fortunatamente. Non mi sorprende ciò. Con tutti i soldi che ha la Apple deve prepararsi ai periodi di magra quando (se) immetterà sul mercato il suo nuovo prodotto-monnezza: la televisione interattiva.
    Daltronde è scritto dappertutto che Steve Jobs chiedeva il massimo dai suoi dipendenti denigrandoli a capre di laboratorio. Intanto lui si faceva quei bei viaggiati a base di droga per rafforzare il suo "esprit de corps".
    non+autenticato
  • > Daltronde è scritto dappertutto che Steve Jobs
    > chiedeva il massimo dai suoi dipendenti
    > denigrandoli a capre di laboratorio. Intanto lui
    > si faceva quei bei viaggiati a base di droga per
    > rafforzare il suo "esprit de
    > corps".

    Ti ci avresti lavorato in Apple? Accanto a Steve, dico, non a vendere telefoni all'Apple Store.
    1977
    977
  • No, non sarei andato d'accordo con lui sinceramente. O, almeno, con l'ultimo "lui".
    Anche se apprezzo la sua ricerca dei dettagli e della precisione nel lavoro, cosa sempre più rara.

    Per la cronaca la scorsa settimana ho piantato una mega litigata con il presidente per la serie "siamo in ritardo"... non me ne frega se siamo in ritardo, io ESIGO che il prodotto debba uscire perfetto. Ma sai come sono gli industrialiOcchiolino
    non+autenticato
  • - Scritto da: crumiro
    > No, non sarei andato d'accordo con lui
    > sinceramente. O, almeno, con l'ultimo
    > "lui".
    > Anche se apprezzo la sua ricerca dei dettagli e
    > della precisione nel lavoro, cosa sempre più
    > rara.
    >
    > Per la cronaca la scorsa settimana ho piantato
    > una mega litigata con il presidente per la serie
    > "siamo in ritardo"... non me ne frega se siamo in
    > ritardo, io ESIGO che il prodotto debba uscire
    > perfetto. Ma sai come sono gli industriali
    >Occhiolino

    L'ottimo è nemico del buono.
    Sul fatto che se ti fosse stato proposto di lavorare con lui, non ci credo che avresti detto di no. Scusa ma non ci credo: lui era la quintessenza della pignoleria e della perfezionel del prodotto..
    1977
    977
  • - Scritto da: 1977
    > L'ottimo è nemico del buono.

    Purtroppo questa frase è una fin troppo inflazionata giustificazione per la mediocrità, o addirittura la scarsa qualità.
  • Ma tu credi che dietro una azienda ci sia un uomo solo? Credi che Steve Jobs abbia creato il PC e non il suo collega che ne sapeva ben più di elettronica e informatica? Credi che Steve Jobs non si drogava per pensare alle sue idee Geniali? Io credo che dietro un azienda ci sono quelle cose chiamate persone o se preferisci persone che ne sanno molto di più e che di fama vedono ben poco. E' come in un film: tutti concentrati sui protagonisti. Cosa importa se dietro le quinte ci sono una ventina di persone che sgobbano e prendono la metà della metà e della metà. Come vedi lo dice anche questo articolo.
    Questo credo. Steve Jobs è stato rivoluzionario perché ha reinventato il marketing, l'ha reso una scienza, uno stile e un accessorio di eleganza. Poi se accentri i media, le presentazioni su una persona che ha grande carisma allora il gioco è fatto. Non a caso egli prima di cambiare stile di abbigliamento, taglio di barba e capelli era un nerd come da consuetudine chi amava la tecnologia. Poi ha capito (famosa la scena durante la presentazione del primo prototipo PC dove si presenta in giacca e cravatta, senza barba e tanta voglia di vendere) che lo stile è fondamentale per far colpo sulle persone. Questo è Steve, un uomo raffinato che ha capito una regola basilare: la prima impressione è fondamentale per vendere e fare soldi. Da qui ogni cosa deve essere perfetta.
    Se avrei avuto la possibilità di lavorare con Steve Jobs? No ma con Wozniak si. Mi sarei messo anche a pecora.
    non+autenticato
  • che la come qua muoiono di fame e non hanno niente.

    Parliamo di quelli che fanno 20 ore di lavoro nelle tavole calde americane per 4 dollari in croce.

    Parliamo di quelli che ambiscono ad un posto di lavoro pulito, elegante, climatizzato e che non riescono nemmeno a trovare un posto in una linea di montaggio come saldatore unto e bisunto.

    Parliamo di quelli che con questa crisi hanno perso tutto grazie ai strumenti derivati usati dalle banche d'affari che hanno trasformato le borse di tutto il mondo in enormi casinò dove oltretutto pagando si può pure barare.

    Per un articolo del genere la redazione del NYT dovrebbe essere rasa al suolo.

    Tutta.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 26 giugno 2012 21.18
    -----------------------------------------------------------
    maxsix
    9889
  • parliamo di quelli che hanno ancora un posto di lavoro sereno, dove si lavora sodo ma si viene ancora rispettati.
    Parliamo di quelli che approfittando della crisi si adoperano per applicare le piu' becere condizioni di lavoro e i salari piu' bassi.
    Parliamo di quelli come te che giustificano tutto questo in nome di una crisi creata dai soggetti di cui sopra.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Cotton
    > parliamo di quelli che hanno ancora un posto di
    > lavoro sereno, dove si lavora sodo ma si viene
    > ancora
    > rispettati.
    Certo, ma purtroppo sono la minoranza.
    Oggi.

    > Parliamo di quelli che approfittando della crisi
    > si adoperano per applicare le piu' becere
    > condizioni di lavoro e i salari piu'
    > bassi.
    Parliamone pure, ma questo non é il caso.

    > Parliamo di quelli come te che giustificano tutto
    > questo in nome di una crisi creata dai soggetti
    > di cui
    > sopra.
    Hai sbagliato persona. Io credo nelle persone e mi batto per quelle valide e capaci, come non ho pietá per i fannulloni, fancazzisti, e raccomandati.

    Tutti i santi giorni, e dai discorsi che fai ti auguro che la tua azienda non mi chiami.
    maxsix
    9889
  • - Scritto da: maxsix

    > Hai sbagliato persona. Io credo nelle persone e
    > mi batto per quelle valide e capaci, come non ho
    > pietá per i fannulloni, fancazzisti, e
    > raccomandati.
    >

    Infatti:

    http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3548060&m=354...


    Bravo Massimino!
    non+autenticato
  • - Scritto da: crumiro
    > - Scritto da: maxsix
    >
    > > Hai sbagliato persona. Io credo nelle
    > persone
    > e
    > > mi batto per quelle valide e capaci, come
    > non
    > ho
    > > pietá per i fannulloni, fancazzisti, e
    > > raccomandati.
    > >
    >
    > Infatti:
    >
    > http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3548060&m=354
    >
    >
    > Bravo Massimino!

    Appunto mi riferivo a gente +/- come te.
    maxsix
    9889
  • Massimino torna a giocare a ff e lascia stare l'informatica non-ludicaOcchiolino
    non+autenticato
  • ne riparliamo quando sarai maggiorenne...
    non+autenticato
  • Si Massimino!
    Bravo!
    Apple santa subito! Guai parlare male di Apple! Bravo!
    Allora facciamo che non parlare più male di niente eh, così tutti quelli affetti da sindrome dei sentimenti offesi guariscono.

    http://nonciclopedia.wikia.com/wiki/Sindrome_dei_s...
    non+autenticato
  • - Scritto da: crumiro
    > Si Massimino!
    > Bravo!
    > Apple santa subito! Guai parlare male di Apple!
    > Bravo!
    > Allora facciamo che non parlare più male di
    > niente eh, così tutti quelli affetti da sindrome
    > dei sentimenti offesi
    > guariscono.
    >
    > http://nonciclopedia.wikia.com/wiki/Sindrome_dei_s

    Ma non è che non si debba parlare male di Apple, è che i vincenti stanno sulle palle a tutti. Se vai a vedere Federer-ilprimotiziochepassa tifi per quest'ultimo, è un classico.
    Diciamo che Apple non è certo in odore di santità, ma c'è una fila di multinazionali da boicottare davvero, altro che Apple (basti guardare ai prodotti del supermercato e approfondire un minimo la storia e i trascorsi di certe megaziende..)
    1977
    977
  • Sai, in realtà la trovo anche io una esagerazione.
    Ma essendo che Massimino qui sopra trolla ovunque nel mondo...Occhiolino
    non+autenticato
  • - Scritto da: crumiro
    > Sai, in realtà la trovo anche io una esagerazione.
    > Ma essendo che Massimino qui sopra trolla ovunque
    > nel mondo...
    >Occhiolino

    Ah ok ragionavi per iperbole, allora apprezzoOcchiolino
    1977
    977
  • Anche in questo caso Apple non si smentisce! Triste
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 14 discussioni)